Ricerca in FOLBlog

Zoccolo duro

 Scritto da alle 13:16 del 05/05/2008  Aggiungi commenti
mag 052008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 6 anni 2 mesi 20 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi.

image
Noto che ogni volta che si tenta di ragionare su Apple facendo ricorso, per lo stretto indispensabile, al buon senso, finisce sempre che qualche Apple-fan prende la cosa come un’offesa personale.
Passo per uno che odia Apple; certamente non mi è simpatica, come non lo sono ai miei occhi tutte quelle aziende che devono gran parte del successo al solo marketing (fuffa 99%) e non, piuttosto, alla bontà del progetto industriale in senso stretto.
Non so come ci sia riuscita (e, come ho più volte ammesso, la invidio per questo), ma Apple ha creato intorno a se’ una schiera di supporters acritici, ciecamente ostili a tutti coloro che osano avanzare critiche o anche solo avanzare dubbi sulla bontà di certe “soluzioni Apple” (come amano definirle), pronti invece a mettersi in coda per acquistare qualunque nuovo prodotto Apple. A prescindere.

Sbaglierò, eppure la realtà a volte mi sembra così evidente!
Apple, in difficoltà finanziaria, è stata probabilmente salvata nel 2001 dall’iPod (e, soprattutto, dagli accordi con le cinque maggiori case discografiche che gli hanno consentito guadagni colossali extra core-business), una robetta che non aveva nulla di innovativo o rivoluzionario, con un’interfaccia che faceva a cazzotti con qualsiasi principio di usabilità, ma che, misteriosamente e miracolosamente, è stato eletta a status symbol dapprima dagli adolescenti ed in seguito dai nostalgici dell’adolescenza.
Insomma dove hanno fallito altri progetti (come Newton), tecnologicamente forse più meritevole degli idilliaci epiteti che si son riservati per il lettore di MP3, è riuscito, fortunatamente per Apple, l’iPod.
E’ stato quello, forse, il segnale che la costruzione di un culto attorno ai propri prodotti (così come Steve Jobs aveva invano tentato di fare con Next in passato) fosse possibile.
Da allora non ha più registrato alcun flop commerciale vero e proprio.
Si, qualche vendita sotto le aspettative, qualche mancato boom, ma nulla che imponesse il ritiro del prodotto dal mercato.
Eppure, in Apple, non è cambiato nulla; anzi le cose che son cambiate hanno fatto imbestialire arricciare il naso all’utenza storica di Apple (vedi rinnegamento della piattaforma Motorola/PowerPC a favore di quella Intel). Com’è possibile?
La risposta che mi aspetto da un qualunque Apple-fan, è che da allora ha tirato fuori solo prodotti ottimi, privi di difetti, i migliori sul mercato come li auto definisce il produttore stesso.
Esempi per contrastare questa affermazione ce ne sono parecchi.
Forse un grande peso l’ha avuta la nascita della figura del Mac evangelista, una persona (inizialmente dipendenti della Apple) che, convinta della superiorità del Macintosh rispetto agli altri computer, cercava di convincere conoscenti e amici a passare ad un Mac.
La realtà, per quel che ho potuto osservare, è che si è creato uno zoccolo duro di aficionados pronti ad accettare per oro colato qualunque cosa Apple riesca a mettere sotto forma di slogan.
Questo nutrito gruppo di fan acritici, assicura all’Azienda di Cupertino un livello minimo di vendite certe tale che (grazie anche ai prezzi solitamente fuori mercato ed alle politiche commerciali che spesso forzano l’utente ad ulteriori spese) valga la pena di produrre qualsiasi prodotto venga in mente al team di sviluppo.
In pratica consente ad Apple di andare per tentativi (anzichè per analisi) rischiando poco.
Fintanto che Apple si è rivolta ad un mercato costituito soprattutto da aziende o professionisti che capivano di informatica, il giochetto non è riuscito; ora che il livello di competenza media del parco utenti si è notevolmente abbassato, Apple (ma si dovrebbe dire Steve Jobs che è portatore del “vizietto”) ha più successo.
Inoltre mi pare che l’attenzione degli organismi che dovrebbero vegliare sulla concorrenza e la lealtà dei produttori verso i consumatori, sembra tutta concentrata altrove (leggi Microsoft) per cui passano sotto silenzio dei comportamenti che, se adottati da qualsiasi altro concorrente Apple, genererebbero scandalo ed indignazione.

La genialità di Steve Jobs è tutta qui: nonostante la sua storia avesse dovuto insegnargli che il suo modello di business non aveva chances di successo, la sua testardaggine ed una fortunata combinazione astrale, sono servite a ribaltare anni di fallimenti.
Lui per primo ha riconosciuto il formarsi di questa nuova tipologia di utente, ideando strumenti appositamente progettati per loro (rigidi, poco versatili, in grado di fare poche cose in modo da non generare l’imbarazzo della scelta, insomma a prova di utonto).
Ciò che viene bocciato dal mercato dei PC Windows/Linux based, diventa così un successo nel dorato mondo di Apple (vedi LCD PC e MacMini).
O almeno è quel che ci racconta l’azienda di Cupertino.
D’altronde non sarebbe molto onorevole ne’ elegante (ne’ cool) ammettere che una consistente fetta dei propri utili proviene da business altrui che vengono parassitati da Apple grazie ad accordi possibili solo in virtù di una posizione dominante sul mercato.
L’Apple-fan (cioè quella parte di utenti Apple che compra i prodotti in virtù di una viscerale fedeltà degna di scopi migliori) non è in grado di sostenere una discussione tecnica sui prodotti Apple per almeno due buoni motivi: spesso non conosce altro, se non per la visione distorta che ne da’ il marketing Apple o il superficiale “sentito dire” della comunità di Apple-fan, ne’ è in possesso, spesso, di quelle basi e competenze che invece possiede chi smanetta su PC da anni, cioè da quando la “pappa pronta” non era di moda ed ancor più da chi si arrabatta con sistemi *nix a colpi di riga di comando.
In sostanza, l’atteggiamento di ingiustificata supponenza e superiorità di certa parte degli utenti Apple, la presenza di infiniti dibattiti sterili che, man mano che si addentrano in questioni tecniche, sempre più tendono a debordare in considerazioni di scarsa attinenza e spesso in offese personali, ritengo rappresenti un effetto collaterale della semplificazione (sempre auspicabile) a cui sono andati incontro i computer grazie all’innovazione delle interfacce grafiche sempre più ben fatte, che li ha resi disponibili anche a persone che, forse prematuramente, si sono sentite autorizzate ad auto-incensarsi.
Con questo non voglio affermare ne’ di far parte di quella categoria che chiamerei “esperti veri”, ne’ che non si possa rilevare un analogo fenomeno (un calo della competenza media) tra gli utenti di PC Windows/Linux.
Mi pare di osservare però che il fenomeno sia nettamente più marcato (con tutte le dovute e necessarie eccezioni e puntualizzazioni) tra gli utenti Apple e che con questi risulti molto molto arduo riuscire a dibattere serenamente e costruttivamente di questioni tecniche, data la loro tendenza a riconoscere nei prodotti Apple quasi una scelta di vita.

Technorati Tag: riflessioni,Apple,guerre di religione,Apple-fan

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

  54 Risposte a “Zoccolo duro”

Commenti (41) Pingbacks (13)
  1. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    Un esempio di prodotto Apple che non comprerei mai e’ Time Capsule.
    E’ il non-sense di se stesso.
    Un sistema di backup che richiede di essere sempre in linea e sempre acceso, follia pura.
    Se uno vuole il versioning dei file si aspetta che lo possa fare sempre e comunque, non certo solo se e’ a casa o in ufficio, se invece vuole un sistema di back-up nel senso stretto della parola allora deve essere flessibile e soprattutto affidabile, non certo qualcosa che sta acceso 24 ore al giorno 365 giorni l’anno, che frulla come un Girmi e che scalda piu’ di un tostapane.
    Eppure sono certo che ne vendono a pacchi, potenza del marketing e dell’utenza che e’ del tutto incompetente, da questo punto di vista come dici giustamente sono invidiabili, chi non vorrebbe produrre fuffa e trovare chi e’ felice di pagarla pure cara! ;-)

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Enrico
    Think different. Non so perchè te la prendi, vista la bassa qualità dei prodotti Apple e del loro risicato market share lasciali pensare differente. Che ti costa? Tu sai di usare la migliore piattaforma sul mercato disponibile oggi e di pagarla il giusto prezzo.

    @EnricoG
    In certi ambiti la soluzione Time Capsule mi sembra ottimale. Metti di avere 2 Mac Mini e 3 MacBook tutti in rete. Decidi di prendere un’altro MacMini, un iMac o MacBook Pro e non vuoi reinstallare tutti i tuoi programmi con i relativi settaggi:

    1. Accendi il nuovo Mac (ogni modello).
    2. Inserisci il Dvd di Leopard (con l’Air fai il boot da un dvd di un altro Mac, ovvio).
    3. Alla prima schermata selezioni “Ripristina da Time Machine”.
    4. Hai tutta la tua roba sul nuovo Mac.

    Stessa cosa se ti si spacca l’hd o vuoi ripristinare il sistema a qualche giorno/mese indietro. Hai un backup remoto nella tua lan, non mi sembra una stupidaggine. Ma ripeto, se non ti va a genio, non comprarla.

  3. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Enrico
    Ho riletto bene solo ora questa parte, scusa ma da Apple-Fan mi sento tirato in gioco:

    L’Apple-fan (cioè quella parte di utenti Apple che compra i prodotti in virtù di una viscerale fedeltà degna di scopi migliori) non è in grado di sostenere una discussione tecnica sui prodotti Apple per almeno due buoni motivi: spesso non conosce altro, se non per la visione distorta che ne da’ il marketing Apple o il superficiale “sentito dire” della comunità di Apple-fan, ne’ è in possesso, spesso, di quelle basi e competenze che invece possiede chi smanetta su PC da anni, cioè da quando la “pappa pronta” non era di moda ed ancor più da chi si arrabatta con sistemi *nix a colpi di riga di comando.

    Ah ah ah, io non conoscerei altro? E non sarei in possesso, spesso, di basi e competenze? Scusa ma mi scappa molto da ridere. Ah ah ah, non riesco a fermarmi. Ah ah ah.

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Shance
    “Think different. Non so perchè te la prendi, vista la bassa qualità dei prodotti Apple e del loro risicato market share lasciali pensare differente. Che ti costa? Tu sai di usare la migliore piattaforma sul mercato disponibile oggi e di pagarla il giusto prezzo.

    Non riesco proprio a capire da dove desumi queste affermazioni leggendo il mio articolo.
    Sei la dimostrazione vivente di ciò che intendo per impossibilità di dibattito su tematiche prettamente tecnologiche.

    “Ho riletto bene solo ora questa parte, scusa ma da Apple-Fan mi sento tirato in gioco…”
    Coda di paglia?

  5. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    @Shance,
    hai descritto un’operazione che ha ben poco a che fare con l’uso principale per il quale viene venduto Time Capsule, come dire, per trovargli un pregio bisogna uscire dal suo campo d’utilizzo “naturale”… direi che la cosa si commenta ampiamente da sola! :D

    Splendida poi la chiusura finale “se non ti va a genio”, tipico atteggiamento da talebano della mela, qualunque critica viene marchiata come “tu non capisci, tu non sei in grado di afferrare la filosofia apple, tu non sai apprezzare”… ma va la’!

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Enrico
    Desumo non solo leggendo il tuo articolo ma l’intero tuo blog. E’ comunque divertente. Noto che come ci sono gli Apple-Fan ci sono gli Anti-Mac fan. Ma li capisco.

    Anche se non ho nessun problema ad avere una discussione con te, il tuo discorso mi sempra molto vago e amplio.

    Cominci dall’iPod, che ovviamente hai bocciato, magari a favore di Zune. Peccato non ne abbia mai visto uno. Al mondo ci sono 150 millioni di iPod (Wikipedia), il lettore digitale portatile più venduto al mondo che assieme ad iTunes ha rivoluzionato il mondo della musica on-line. Ci ascolto la mia musica, anche senza DRM, legale, ci vedo un film magari anche tre senza che si spenga. Con Nike gestisco le mie corse… ovviamente mentre corro non mi accorgo che l’interfaccia non è usabile, come tu sostieni. Io la trovo affascinante. Alternative a tutto ciò? Illuminami.

    E’ stata come Sony ed il suo Walkman, tanto di cappello.

    iTunes, meglio comprare da MSN Music? Bella invenzione MSN Music, peccato arrivata 1 anno dopo e spera di non dover reincidere su cd i brani che hai pagato, viste le ultime manovre sul DRM dei tuoi ben amati di Redmond.

    Dici che è una brutta mossa far usare solo iTunes? Bè, connettiti qua con Windows e Firefox:

    http://sib1.od2.com/common/ConfigError.aspx?shid=0325005C&problem=not_wmp

    Ridicoli.

    Il Newton è uscito troppo presto ed il mercato non era pronto. Il 1993. Tieni presente che il primo Palm è uscito nel 1996. Tutt’ora supportato da gruppi di fan, esistono i driver per Vista anche. Gli sviluppatori di Newton hanno poi progettato il SO degli iPod, tornando poi da Apple. Alla fine il successo è arrivato. Ora poi l’iPhon sembra il PDA più apprezzato. Io lo ho ed è un gran prodotto.

    Anche NEXT era un prodotto potentissimo, era il 1989. In quell’anno c’era Windows 2.03 e non so quale versione di MS-DOS. Pensa che Tim Berners-Lee ha usato il NEXT Cube per inventare il WWW. Alla faccia!!!!!!!!

    Flop commerciale si, ha venduto il tutto alla Apple ed è nato Mac OS X.

    Vizietti di Steve, una vita di flop. Mi fermo qua, la storia recente la sappiamo entrambi.

  7. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Finchè Apple si rivolgeva ad un mercato costituito soprattutto da aziende o professionisti che capivano di informatica, il giochetto non è riuscito; ora che il livello di competenza media del parco utenti si è notevolmente abbassato, Apple (ma si dovrebbe dire Steve Jobs che è portatore del “vizietto”) ha più successo.

    Vedi… è con frasi come queste che susciti irritazione negli Apple user!
    Perché, anche anche nel caso non fosse stata tua intenzione, il significato che le tue parole trasmettono è: “Fintanto che apple vendeva agli esperti… i suoi computer non li comprava nessuno! Ora che cerca di vendere roba per babbei a babbei vende computer a migliaia!”
    E ti assicuro che, indipendentemente da quanto tu volessi dire, dalle tue parole è questo quello che traspare!

    In più frasi simili paiono ancora più prive di senso quando a leggerle sono persone che per un motivo o per l’altro frequentano ambienti dove gli utenti sono bene o male tutti “avanzati” e i più competenti di solito usano un Apple!
    La mia esperienza personale… quasi tutti i professori che si occupano di informatica od elettronica hanno un Apple (un recente neo-apple-user è il Prof. Bruna, che si occupa della parte di tecnologie per applicazioni ipermediali, è passato alla mela comprandosi un macbook pro… ed è semplicemente entusiasta! Lo consiglia addirittura a lezione!).
    Mezzo dipartimento di matematica al poli usa il Mac.
    Il numero di studenti con un Mac è incredibilmente aumentato… se fino ad un paio di anni fa si vedevano al massimo uno o due computer apple per aula tra gli studenti… ad ora se ne vedono un paio per fila!

    Quindi… per quanto uno possa non apprezzare lo studente medio di ingegneria informatica od elettronica del politecnico di Milano… gli si deve almeno concedere di non essere “un utente con basso livello di competenza”.

    Ciò che quindi può infastidire è i tuo associare l’utente “inesperto” e acritico al tipico acquirente Apple… quando per l’esperienza personale di molti questo non corrisponde a verità!

    Un esempio… prima di iniziare ad usare Apple ero un linux user… per anni ho cercato di convertire gente al pinguino…. non sono riuscito a far passare a linux nessuno!
    Poi ho comprato un mac… non ho fatto la minima pubblicità ne ho cercato di convincere nessuno (demoralizzato dai risultati avuti con linux… e per il fatto che in fondo ora poco mi frega di ciò che gli altri usano)… eppure svariati miei amici in blocco sono migrati ad Apple solo perché mi hanno visto mentre lo usavo!

    In soldoni… tu ti scontri con gli utenti apple perché provochi apertamente… cerchi letteralmente la rissa… coscientemente o no… ma lo fai!

  8. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    @ EnricoG

    Scusa, hai comprato Time Capsule?

    tu dici: non certo qualcosa che sta acceso 24 ore al giorno 365 giorni l’anno, che frulla come un Girmi e che scalda piu’ di un tostapane

    Quindi fa rumore? Scalda? Lo hai comprato? Beh certo, accendo il backup solo quando voglio io oppure mi ricordo. Lo metto in un ufficio, magari lo vendo ai clienti, poi gli dico: lascialo spento, accendilo solo quando vuoi fare il backup, o solo quando ti ricordi.

  9. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Poi mi sono rotto i cojotones di sentire che la roba Apple e’ “fuffa”. Ma avete basi fondate che supportano le vostre affermazioni? Passi per gli LCD iMac che erano “migliaia” di colori invece che “milioni”, ma dite sempre che e’ tutta “fuffa”. Dite che gli hardware Apple sono paragonabili a quelli PC. Sento e leggo sempre piu’ gente che dice che XP o Vista girano benissimo su hardware Apple. Anche sul blog di Paperino EnricoG dice: ti posso confermare che sul MacBook 13″ con Penryn 2,4 GHz Vista gira egregiamente, dopo un mese e mezzo nessun BSoD, nessun riavvio forzato, nessun comportamento anomalo del sistema o delle applicazioni.

    Bene, fuffa hardware allora. Ci risentiamo tra 3 anni, quando la batteria del tuo MacBook durera’ ancora 2 ore e passa, mentre in riva al fiume sono passate milioni di batterie di altri portatili di tutte le altre marche che dureranno 30 minuti si e no. Il mio iBook (g4 , vecchio tipo) dura ancora 3 ore, lavorando, non solo internet. Acquistato usato a settembre 2005, 322 cicli di carica di batteria.

    Bene, secondo voi, se uno lo vede e mi dice: “Cazzo, il mio Vaio da 1470 euro nuovo di 3 mesi appena lo accendo segna 1 ora e 50 di pila, ma forse non le fa nemmeno” cosa ne pensa? Che ha buttato nel cesso quasi 3 milioni delle vecchie lire? Fuffa hardware 2′ esempio.

    Questa e’ bella poi : “La genialità di Steve Jobs è tutta qui: nonostante la sua storia avesse dovuto insegnargli che il suo modello di business non aveva chances di successo, la sua testardaggine ed una fortunata combinazione astrale, sono servite a ribaltare anni di fallimenti” adesso mando una raccomandata a Ballmer e gli dico di passare dalla maga con la sfera di cristallo, vediamo se riesce a ribaltare le sue “combinazioni astrali” cosi’ la pianta di fare delle minchiate, a dire che Vista e’ “work in progress” , a spegnere i server di Msn Music e cominciare a lavorare sul serio.

    Poi : D’altronde non sarebbe molto onorevole ne’ elegante (ne’ cool) ammettere che una consistente fetta dei propri utili proviene da business altrui che vengono parassitati da Apple grazie ad accordi possibili solo in virtù di una posizione dominante sul mercato.

    Quindi secondo te la “Tre” bloccando i telefoni (la prima che mi viene in mente, ma in Europa ed America c’e pieno di compagnie telefoniche cosi’ ) facendoli pagare meno e facendoti fare un contratto per 18 mesi e’ come la Apple? Quindi sarebbe anche qui secondo te una cazzata ? E’ l’unica cosa ed esempio che mi viene in mente dalla tua affermazione.

    Concludi il tuo post dicendo che non riesci a dibattere serenamente con un Apple fan, ma come fai a dibattere quando sei completamente estremista Microsoft? Se Apple fa una cagata, come ho sempre detto, sono il primo ad ammetterlo. Come scrivo sul blog di MS, scriverei di Apple.

    Al contrario tu nessuna riga quando hanno detto che vogliono spegnere i server di Msn, nessuna riga quando hanno attaccato i server IIS, nessuna riga quando han detto che Vista e’ un “work in progress”. L’ultimo tuo articolo riguardo una critica di MS risale a febbraio con la faccenda dei bollini “capable e affini”.

    PS: ho visto che c’e un altro Franco che scrive, cambio il mio nick?

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @EnricoG

    hai descritto un’operazione che ha ben poco a che fare con l’uso principale per il quale viene venduto Time Capsule, come dire, per trovargli un pregio bisogna uscire dal suo campo d’utilizzo “naturale”… direi che la cosa si commenta ampiamente da sola! :D

    L’uso principale di Time Capsule è di “prendere” i backup orari, giornalieri e settimanali di Mac in rete, condividere hd e stampanti in rete. Con questi backup poi ci fai quello che vuoi, pure il ripristino di una macchina da 0 o di un’altra macchina.

    Noi ti sei accorto però che ti ho detto che puoi ripristinare un backup di un MacBook su un iMac. Hardware diverso.

    Campo di utilizzo “naturale”? La vuoi usare come ferma-porte?

    Per il fatto che è sempre accesa. Facendo backup orari ti conviene tenerla accesa come io tengo sempre accesi i miei computer, i miei router, i miei switch, i miei bgp, i miei server, ecc. ecc. ecc.

  11. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Franco: mi sono cambiato io :-)

    @Enrico: su dai, questo articolo mi sembra un po’ una trollata :-D
    Chi è passato al Mac si è reso conto di una cosa: funziona! Io, se devo consigliare un computer a qualcuno che è poco pratico di informatica gli consiglio un Mac perché è come dovrebbe essere un computer, intuitivo e soprattutto elettrodomestico-like. Sì, considero il Mac quasi un elettrodomestico. Non consiglierei mai linux per un desktop, è praticamente inutilizzabile. Già solamente installare il flash player non è alla portata di tutti.
    Non nego che ci sia uno zoccolo duro di aficionados pronti ad accettare per oro colato qualunque cosa Apple riesca a mettere sotto forma di slogan, però chissenefrega, io vivo la mia vita e non ci bado. Provaci anche tu, vivrai meglio :-)

    L’Ipod? Non ho mai provato il primissimo modello ma solamente gli ultimi due ipod nano e devo dire che l’interfaccia è di una facilità impressionante! Non posso dire altrettanto ad esempio del Creative Zen Micro di mio fratello che è pressoché inutilizzabile al confronto.
    Ho già ribadito che con Apple non è tutto oro quello che luccica e non mi stancherò mai a dirlo. Il Macbook Air secondo me è una cagata, non può non avere una porta ethernet fissa! Trasferire dati via wifi è un suicidio, non ti passa più. Il Mac mini è troppo caro per quello che offre, forse poteva essere interessante appena uscito. L’Iphone è un ottimo Ipod con un pessimo telefono, scenicamente molto bello da usare ma mancano ancora un po’ di cose.
    Ancora una cosa: per quanto si possa parlare male di Steve Jobs non si può dire che non sia geniale, sia nel bene che nel male.

    Next è stato un flop, purtroppo, però era veramente avanti. Quanti sistemi operativi odierni hanno un display Postscript?

    Il passaggio alla piattaforma Intel? Meno male, i processori ppc erano ad un punto morto da unbel po’, sia come prestazioni che come consumi.

    “D’altronde non sarebbe molto onorevole ne’ elegante (ne’ cool) ammettere che una consistente fetta dei propri utili proviene da business altrui che vengono parassitati da Apple grazie ad accordi possibili solo in virtù di una posizione dominante sul mercato.” Microsoft non ha fatto lo stesso? La parole antitrust non ti suggerisce nulla?

    Cmq, volendo ci sarebbe da discutere per una vita e nessuno avrebbe mai ragione. Torniamo a parlare di informatica seriamente o continuiamo con i bisticci? ;-)

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    Dimenticavo, Microsoft ha una schiera di fan-boy detti Microsoft Evangelist.

    Per chi fosse interessato ad una redenzione lascio il link, potrete trovare foto, cv edemail:

    http://msdn.microsoft.com/en-us/events/bb905079.aspx
    ;)

  13. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Shance, Stefano, Franco

    Calma per favore.
    Vi chiedo, per favore, di leggere l’articolo partendo dal presupposto che si parli bene di Apple; son convinto che solo in questo modo riuscirete a leggere tutte le frasi in esso contenuto, comprese quelle come:
    1) “L’Apple-fan (cioè quella parte di utenti Apple che compra i prodotti in virtù di una viscerale fedeltà degna di scopi migliori)…”
    2) “Mi pare di osservare però che il fenomeno sia nettamente più marcato (con tutte le dovute e necessarie eccezioni e puntualizzazioni) tra gli utenti Apple…”
    3) “…ne’ che non si possa rilevare un analogo fenomeno (un calo della competenza media) tra gli utenti di PC Windows/Linux…”

    e capire il senso generale.

    Poi devo per forza fare delle puntualizzazioni che, quando ho scritto l’articolo, mi son sembrate superflue.
    Il mio è il tentativo di inquadrare e capire un fenomeno. Non ho la pretesa di far credere al prossimo di essere depositario della Verità; anzi è proprio per confrontare le mie idee con gli altri che le scrivo sul blog.
    Anzichè essere attaccato per il mio presunto odio verso Apple o di essere tacciato di essere un Anti-Mac fan, mi piacerebbe che chi legge e non è d’accordo con la mia analisi (passatemi il roboante termine, sicuramente sprecato per l’occasione), ne proponga una alternativa, possibilmente portando dei dati oggettivi a supporto.

    @Shance
    Come ti capita di frequente tendi ad interpretare sempre nel peggiore dei modi ciò che scrivo.
    Sarà sicuramente colpa del modo in cui scrivo.
    Per tua informazione l’iPod ce l’ho anche io, e ne ho regalato diversi, e ne regalerò ancora.
    Lo conosco benissimo, l’abbiamo analizzato nel corso di interazione uomo-macchina all’Università e parlo perciò con cognizione di causa. E il contrario di questo, che affermi con tanta sicurezza, son certo non puoi averlo desunto da nessuna parte.
    Il senso del mio discorso era questo: l’iPod ha ottenuto un successo superiorie a quello che era lecito attendersi ossevando le sue qualità tecniche.
    Da quel momento in poi la stessa sorte è capitata ad altri prodotti Apple.
    Perchè?
    E’ ciò che tento di capire.

    @Stefano
    Basta con questa nenia del fatto che Mac è usato dai professori, da molti studenti ecc.
    Potrei dire che anche mia nonna usa un Mac ma non per questo sentirmi autorizzato a derivarne leggi universali.
    E non lo faccio nemmeno notando che ogni film ambientato in USA che vedi al cinema o in TV ha la presenza obbligatoria di notebook o computer Apple.
    Moda.
    Sarebbe troppo facile farti notare che il circa il 90% degli utenti di computer usa altri prodotti.
    Inoltre continui a sentirti piccato quando faccio delle generalizzazioni.
    Le generalizzazioni (come le medie), utili per semplificare l’individuazione di un fenomeno, di una tendenza, sono profondamente ingiuste. Per cui se tu senti di non appartenere a quella pate di utenti che descrivo come non esperti, pace. Nessuno vuole offendere te ne’ tutti coloro che acquistano Apple con cognizione di causa.
    E qui vorrei chiarire un concetto che ritengo fondamentale:
    chiunque scelga un prodotto per un qualunque motivo è, ai miei occhi, un utente normalissimo, qualunque sia il motivo per cui fa la scelta.
    Se scelgo prodotti Apple perchè mi soddisfano, perchè li ritengo più gradevoli, più facili da usare o anche solo perchè Microsoft mi è antipatica e non sopporto Linux, va benissimo.
    Però quel che non trovo corretto (intellettualmente onesto) è partire da queste motivazioni ed arrivare a derivarne pregi tecnologici il più delle volte inesistenti o addirittura individuare, per confronto, lacune in altri prodotti che in vece no hanno.
    Esempio lampante, senza andare lontano, il commento di Shance su Time Capsule.
    Come credo di aver già detto, il fatto che A ME piaccia l’iMac, non è motivo valido per consigliarlo a chi si rivolge a me indicandomi quali sono le sue esigenze.
    A guidarmi deve essere la capacità di un prodotto a soddisfare quelle esigenze, nel miglior modo possibile ed al prezzo minore per il cliente.
    Mi fa piacere che hai finalmente ammesso la tua natura evangelistica posta al servizio prima del Dio Linux ora del Dio Apple.
    Son certo mi scuserai se invece ammetto di non avere la stessa vocazione religiosa.

    @Franco
    Non mi pare di aver affermato che Apple fa solo fuffa; ho invece detto che gran parte del suo successo lo deve al marketing (quello si quasi solo fuffa).
    Non discuto la qualità di alcuni prodotti Apple. Quasi sempre però son costretto anche a considerare il rapporto qualità/prezzo.
    A molti piacerebbe guidare una Ferrari.
    Supponendo che tutti se lo possano permettere, non sempre sarebbe però la scelta migliore.
    Per riprendere un esempio che mi hai fatto da qualche parte, spesso chi ha il SUV BMW in garage tiene anche una Smart e SA di aver acquistato il SUV non per necessità, non perchè è l’auto migliore al mondo, non perchè il modello omologo della Mercedes faccia necessariamente cagare ma solo perchè gli piace il SUV della Mercedes. E non ha difficoltà a fare ammissioni in questo senso.
    Affermo che il successo di alcuni prodotti non sembra proporzionale alla qualità del prodotto stesso e, nell’interrogarmi sulle motivazioni, do’ una possibile lettura del fenomeno.
    Su Steve Jobs non ti va bene nemmeno quando lo definisco geniale!
    Suppongo quindi tu sia in grado, dopo aver stroncato la mia deduzione, di proporre un’altra (migliore) motivazione dell’enorme successo dell’iPod.
    Se ti fai un giro su Internet potresti però scoprire che l’anomalia del fenomeno suscita l’interesse anche di qualcun altro. E’ un fenomeno nuovo. CHe Jobs ha capito e sfruttato molto prima degli altri e nonostante la sua esperienza pregressa gli dovesse consigliare diversamente.
    Delle due l’una: o è un genio oppure è semplicemente un testardo che ha avuto una botta di culo!
    Poi, scusami, mi spieghi che c’entra Ballmer, Vista, Microsoft, Sony e compagnia cantante con ciò che ho scritto?
    Inoltre ritengo Microsoft molto meno interessante di Apple.
    Nel senso che ha un comportamento che potrei definire molto lineare, molto sorvegliato e molto contestato (a torto o a regione).
    E’ da parecchio però che Microsoft non mi fa imbufalire; è da parecchio che di Microsoft noto miglioramenti; posso anche essere d’accordo con altri che ancora non sono sufficienti e che la strada da fare è tanta.
    Non si può non notare che il gap qualitativo che oggettivamente divideva prodotti Microsoft da altri si è andato progressivamente riducendo in questi anni. Questo mi pare possa segnalare che Microsoft migliori i propri prodottipiù rapidamente di quanto facciano i concorrenti.
    Per il momento mi interessa di più capire come fa Apple a migliorare le vendite tenendo prezzi alti e non migliorando (o addirittura peggiorando – vedi iMac-) la qualità dei suoi prodotti.
    Appena lo capisco lo faccio anche io ;-) !!

  14. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Franco2
    Chi è passato al Mac si è reso conto di una cosa: funziona!
    Non hai letto i miei articoli che ho scritto quando il passaggio l’ho fatto io?
    Perchè, se dovessi basarmi SOLO sulla mia esperienza direi che l’iMac funziona un po’ meno bene di un PC normale….

    “Io, se devo consigliare un computer a qualcuno che è poco pratico di informatica gli consiglio un Mac perché è come dovrebbe essere un computer, intuitivo e soprattutto elettrodomestico-like.”

    Devo leggerci una conferma di alcune mie deduzioni?

  15. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    “…tu quando microsoft fa cazzate (vedi il fatto che non hai potuto recuperare le partizioni dal disco criptato) non accenni minimamente a neanche una riga di critica…”
    Cos’è una presa in giro?
    Ci ho scritto un articolo in cui evidenziavo la lacuna! Cosa devo fare per che tu possa stare sereno la prossima volta?

    Precisazioni superflue (per gli altri): moda era riferito a cio’ che si vede nei film.
    Tutto il resto del tuo commento, puerile ed isterico, non merita alcuna ulteriore perdita di tempo.

  16. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Inoltre continui a sentirti piccato quando faccio delle generalizzazioni.
    Le generalizzazioni (come le medie), utili per semplificare l’individuazione di un fenomeno, di una tendenza, sono profondamente ingiuste.

    Affatto… una generalizzazione se rispecchia la “gaussiana utenti” va più che bene!
    E’ che tu fai generalizzazioni tendenzialmente sbagliate fatte a tuo uso e consumo per manipolare il discorso!

    Basta con questa nenia del fatto che Mac è usato dai professori, da molti studenti ecc.
    E non lo faccio nemmeno notando che ogni film ambientato in USA che vedi al cinema o in TV ha la presenza obbligatoria di notebook o computer Apple.
    Moda.

    Dunque sostieni che professionisti dell’informatica e dell’elettronica comprano apple solo per moda! E poi ti senti attaccato quando la gente mette in dubbio le tue capacità di giudizio!
    Non ti viene neanche minimamente il sospetto che lo possano trovare migliore per le loro esigenze? No… assolutamente…. moda!
    Se permetti la maggior parte di loro è gente ben più competente di me e di te in fatto di computer ed informatica… mi sembra che giudicare una loro scelta in fatto banalmente moda sia essere faziosi!

    Mi fa piacere che hai finalmente ammesso la tua natura evangelistica posta al servizio prima del Dio Linux ora del Dio Apple.
    Son certo mi scuserai se invece ammetto di non avere la stessa vocazione religiosa.

    E’ proprio questo quello cui mi riferisco quando sostengo che tu “cerchi la rissa”. Mi pareva di averti scritto un commento pacato, privo di astio e tu rispondi offendendo!
    Al contrario tuo quando apple sbaglia sono il primo a riconoscerlo ed avercela con lei… tu quando microsoft fa cazzate (vedi il fatto che non hai potuto recuperare le partizioni dal disco criptato) non accenni minimamente a neanche una riga di critica…. mentre ogni cosa faccia apple merita un post!
    Qui l’unico che ha un Dio sei tu… ed è Microsoft! Tu però hai anche un “Diavolo” su cui riversare il tuo odio… Apple!
    Al contrario io apprezzo le cose per i loro pregi tecnologici e non “ciecamente e a priori” come te! Linux infatti l’ho sempre amato per la struttura unix-like… e non per la sua filosofia Open con la quale non sono mai andato del tutto d’accordo! Tuttora il mio server domestico è una macchina con slackware!
    Quando dico che cercavo di “convertire” gli amici tu, con la tua mente deviata sulla religione, hai inteso il termine in senso religioso…. ma ti ricordo che la parola ha un significato ben diverso nella lingua italiana (io i video li converto ad esempio quando li cambio di formato… e San Pietro per far questo non viene assolutamente interpellato)!

    Anzichè essere attaccato per il mio presunto odio verso Apple

    Ti assicuro che il tuo odio per Apple è tutto tranne che “presunto”

  17. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    @Franco
    no, non ho comperato Time Machine, ma l’ho usato. Una ciofeca.
    Lento come la morte, rumoroso e scalda troppo.
    Non e’ nato per essere usato una volta ogni tanto, e’ talmente lento che o lo usi sempre (in modo che sia sempre aggiornato) o ti ritrovi che ci mette una vita a sincronizzare i dati.

    @Shance
    ho l’impressione che tu confonda una funzionalita’ di OS X con un dispositivo utilizzabile da quella funzionalita’, nel caso non ti sia chiaro non e’ che per ripristinare un “backup di un MacBook su un iMac” devo per forza usare Time Capsule.

    Tornando in tema, ovvero parlando di Time Capsule, l’ho gia’ scritto e lo ripeto: un sistema di backup non va tenuto accesso con il disco che frulla 365 giorni l’anno, inoltre un singolo disco come sistema di backup fa ridere i polli.
    Il backup per definizione deve essere qualcosa di altamente affidabile, per cui basarsi su un disco che e’ chiuso dentro uno scatolotto non e’ neanche lontanamente definibile come una buona soluzione.
    Un backup serio deve essere ridondante, quindi come minimo 2 dischi in mirror che siano possibilmente sostituibili senza bisogno di cacciavite o senza far decadere la garanzia dello scatolotto se lo apro.

    Ma forse io vivo in un altro mondo rispetto a voi, per questo non ci capiamo.

    Comunque non fate che confermare la mia idea di fanboy: anche di fronte ad un prodotto chiaramente zoppicante si fa di tutto per difenderlo, forse ammettere che anche un singolo prodotto di Cupertino non e’ perfetto rischia di aprire una crepa nel castello di cristallo? ;-)

  18. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    Correzione: “non ho comperato Time Machine, ma l’ho usato” chiaramente intendevo Time Capsule ;-)

  19. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    @Stefano
    “…tu quando microsoft fa cazzate (vedi il fatto che non hai potuto recuperare le partizioni dal disco criptato) non accenni minimamente a neanche una riga di critica…”
    Cos’è una presa in giro?
    Ci ho scritto un articolo in cui evidenziavo la lacuna! Cosa devo fare per che tu possa stare sereno la prossima volta?

    Veramente il post l’hai aperto prima ancora di sapere dell’irrecuperabilità dei dati…. ed il tono dell’articolo è pacato e tutt’altro che polemico… al contrario di quando scrivi di apple! Fattene una ragione… se fazioso!

    Tutto il resto del tuo commento, puerile ed isterico, non merita alcuna ulteriore perdita di tempo.

    Senza offesa… ma l’unico puerile sei tu… e neanche te ne accorgi!
    Fortuna che chi leggerà intenderà… sicché l’unico che rimarrà ignaro della tua puerilità sei tu!

  20. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @tutti
    Scusate se insisto.
    Posso avere una lettura del fenomeno alternativa rispetto alla mia?
    Non un’accozzaglia di invettive pro-questo e contro-quello; ma un’opinione differente sull’argomento oggetto dell’articolo, che avrebbe la presunzione di sollevare la questione del fenomeno, unico (?) nel suo genere, per cui ad un certo punto (che ho individuato con la il lancio sul mercato dell’iPod) la Apple, pur proponendo prodotti in linea con il passato (anche se sostengo siano, in alcuni casi, inferiori) ha visto registrare una crescita del consenso e delle preferenze.
    Innanzi tutto, secondo voi esiste il fenomeno oppure me lo sono inventato?
    Per favore, gli Apple-fan più sfegatati (come SteFANo e Shance) si astengano da tirare in ballo cose non attinenti, confronti senza senso ed amenità del genere.

  21. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @SteFANo
    “…Veramente il post l’hai aperto prima ancora di sapere dell’irrecuperabilità dei dati….”
    Mi stai accusando di essere un preveggente? Di fare ricorso alla stregoneria?
    O semplicemente proprio non riesco a scrivere in modo che anche tu possa capire?

    P.S.:
    Ti prego di scusarmi per la chiusura del commento precedente (in cui definisco il tuo commento isterico e puerile). Mi son fatto prendere la mano.

  22. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Riguardo a vista-criptatura-amici il discorso era che si… non riuscivi a recuperarli ma credevi ancora potesse essere a causa di una tua ignoranza riguardo al procedimento! Successivamente si è invece rivelato un problema di fondo!

    Il mio primo commento era un motivo del perché sovente di capita di scontrarti con gli apple user.
    Non voleva essere un attacco personale. Io tra l’altro nemmeno me l’ero presa (ero di particolarmente buon umore).

    Riferendoci al nucleo del discorso:
    se guardiamo al successo della gadjettistica… prima apple non era in questo mercato quindi è difficile fare un paragone col passato… senz’altro è un’azienda che ha capito cosa vuole il pubblico!
    Se c’è una cosa che ho imparato è che, in ogni caso, il mercato non premia il prodotto “tecnologicamente avanzato” o con più funzionalità (un esempio può essere mia madre… scienziato… intelligente… abituata a lavorare con la tecnologia… ma se prende un elettrodomestico e vede che ha di 3 tasti da di matto). Spesso la maggior parte delle feature di molti prodotti restano inutilizzate!
    La gente in assoluto vuole qualcosa che gli dia un senso di soddisfazione nell’uso…. che “gli piaccia”. Ed Apple in questo è maestra (almeno di recente).
    Parlando dal punto di vista invece del settore computing… anche li indipendentemente da quello che pensi tu… sembra che molta gente che prova mac ne rimanga impressionata e voglia passarci (la maggior parte dei discorsi sulla chiusura e amici cha fai – condivisibili o meno – alla maggior parte delle persone non interessa minimamente).

    Ritengo che un “non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace” sia adatissimo in questo contesto!

  23. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    @Stefano ed Enrico
    mi pare che la stiate mettendo su un piano personale e che non abbiate piu’ vero interesse a discutere di argomenti in se’, ma piu’ che altro dimostrare di avercelo piu’ lungo dell’altro, un po’ come fa Shane con me visto che pur di non ammettere che Time Capsule e’ roba da Barbie sarebbe disposto a scalare l’Everest in mutante e senza ossigeno :D

  24. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    @EnricoG

    Quando hai notato lento time capsule? All’inizio fa un backup TOTALE del mac in questione, nel mio caso, con circa 130gb ci ha messo circa una notte. Questo pero’ ti permette anche di fare un backup di un iMac e ripristinarlo poi su un portatile MacBook ad esempio (capienza HD permettendo) . Secondo me e’ una cosa straordinaria. Ne ho consigliato uno ad un amico solo per questo motivo… Pensa che ti si crepi l’HD in meta’ del tuo Mac (toccata di palle, e’ un esempio!) e ne hai un’altro , magari meno potente che usi come muletto. Avvii dal cd di leopard, gli dici di ripristinare e in mezzora hai TUTTO come l’ultimo backup, magari fatto un’ora prima del disastro. Con tutto intendo programmi, mail, preferiti, canzoni, video, TUTTI al loro posto. Non c’e nulla di paragonabile, l’unica sarebbe Acronis per pc, che e’ legata pero’ (come tutti i pc) all’hardware che usi, quindi se ripristini su un altro PC si incazza windows e al 80% delle volte non si avvia nemmeno….

    @Enrico

    Ho riletto il tuo articolo e ho capito che ti riferivi a “fuffa” quando dicevi : certamente non mi è simpatica, come non lo sono ai miei occhi tutte quelle aziende che devono gran parte del successo al solo marketing (fuffa 99%) e non, piuttosto, alla bontà del progetto industriale in senso stretto. Poi ho letto anche EnricoG che lui parlava invece proprio di fuffa e mi sono imbestialito.

    Non condivido affatto il discorso che fai circa hardware/costo, era un discorso valido 2-3 anni fa, ora non c’e nulla di comparabile. Intel e’ intel ok (talune volte processori solo per apple, ma magari solo per “clock” quindi per me questo non conta) , ma l’hardware non ce l’ha nessun altro produttore, quindi e’ inutile. Esempio che ho gia’ fatto: Vista gira bene, batterie eterne.

    Per questione Microsoft, dicevo che scrivi sempre articoli a mia vista “contro” Apple, ma pochissimi contro Microsoft. Vedo le ultime vicende MS degne di una incazzatura completa, piuttosto che un display LCD con meno colori di quelli dichiarati!! A mio vedere comunque. Poi ne siamo certi che altri produttori non “imbroglino” sulle caratteristiche? Dici che Apple non viene toccata da nessuno, antitrust e compagnia bella. Ti ricordi che “rottura di borsa” ha fatto greepeace alla Apple? E gli altri? Dai non dirmi che su milioni di produttori PC grossi o piccoli erano tutti a posto! Per favore! Gli rompono la borsa eccome a Apple, poi ti immagini un titolo sul giornale “Azzobuffo PC e’ stata esortata da greenpeace a mettere meno berillio nei suoi PC” invece di “Apple, la mela non e’ cosi’ verde? ” Dai, da piu’ risalto….!! Siamo andati off-topic…

  25. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    Dimenticavo, Microsoft ha una schiera di fan-boy detti Microsoft Evangelist.

    Per chi fosse interessato ad una redenzione lascio il link, potrete trovare foto, cv edemail:

    http://msdn.microsoft.com/en-us/events/bb905079.aspx

    Fanboy? :°D
    Come scendiamo in basso, i microsoft evangelist sono quelli che generalmente contribuiscono con articoli, pubblicazioni, ricerche, presentazioni e chissà che altro a rendere più facile la vita a chi lavora con tecnologie Microsoft o valuta un possibile passaggio.
    Insomma, sono gli esperti che contribuiscono a creare un valore aggiunto a chi utilizza software Microsft.

    Fanboy eh :°D
    Quando non si sanno le cose è meglio tacere, ci fai meno brutta figura.

  26. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Enrico

    ho l’impressione che tu confonda una funzionalita’ di OS X con un dispositivo utilizzabile da quella funzionalita’, nel caso non ti sia chiaro non e’ che per ripristinare un “backup di un MacBook su un iMac” devo per forza usare Time Capsule.

    Tornando in tema, ovvero parlando di Time Capsule, l’ho gia’ scritto e lo ripeto: un sistema di backup non va tenuto accesso con il disco che frulla 365 giorni l’anno, inoltre un singolo disco come sistema di backup fa ridere i polli.

    In ambiente di rete (aggiungiamo piccolo o casalingo) Time Capsule va BENISSIMO. Sò anche che utilizza Time Machine (infatti è la capsula per tornare nel tempo^^).

    In ambiente mono computer mi basta un hd usb. Se ho più computer, o prendo più hd usb o una time capsule. Mi sembra un buon prodotto. Ovvio che se lo usi wireless è più lento che ethernet.

    Poi, se vuoi parlare di strategie di backup “professionali” sfondi una porta aperta. E io in certi ambiti non uso Time Machine & Capsule. Non uso nemmeno i famosi dischi raid (che nominate spesso). Ma qua si va a complicare il discorso.

    Il sistema Raid non è stato inventato per i backup ma per la continuità. Un sistema di backup deve essere valutato secondo queste regole principali:

    1. Costo basso al GB (per contenere più dati)
    2. Finestre di backup adatte, dunque velocità
    3. Velocità e metodi di ripristino, per la continuità

    Avendo 4 server per un totale di 800GByte di dati tra database SQL, File e posta Exchange tutti con batterie di dischi dal Raid 1, 5 e 6 come faccio a backuppare il tutto tra le 12 e le 5 del mattino mantenendo uno storico mensile e giornaliero di due settimane. Il tutto con obbligo di ripristino di tutti i servizi delle 4 macchine in meno di 6 ore?

    Scusa ma quando dici che il backup su dischi in raid 1 è “migliore” mi vien da ridere.

  27. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @EnricoG
    Già, sagge parole.
    Con SteFANo finisce sempre così.
    Non che ci voglia molto a trascinarmi nella mischia, ma lui ci riesce sempre più degli altri.

    @Franco
    “Vedo le ultime vicende MS degne di una incazzatura completa…”
    A cosa ti riferisci?

    Per il resto, non sono sciocco, so benissimo che anche altri produttori potrebbero imbrogliare sulle caratteristiche.
    Appena vengono scoperti suppongono vengano tartassati; io farei così.
    Dubito però che qualcun altro possa contare su una schiera di fan disposti a difenderli oltre ogni ragionevole logica ed oltre ogni evidenza come spesso accade per Apple.
    Questo è un fenomeno unico nel suo genere. O no? O me lo sto inventando?
    Per quanto riguarda antitrust e compagnia bella, dai, non si può proprio paragonare il trattamento (giustamente) sanzionatorio riservato a Microsoft con quello riservato ad Apple.
    Ma ti prego non apriamo un altro capitolo perchè altrimenti non ne usciamo più.
    Inoltre, per via del fenomeno che mi pare di aver individuato e che sto tentando di mettere a fuoco insieme a voi (possibilmente…), manca (o è più blando) quel meccanismo di critica costruttiva da parte degli utenti Apple.
    Se qualunque azienda trattasse i propri clienti come Apple tratta i propri (per esempi a palate, vedi iPhone e dintorni) dubito che manterrebbe a lungo una preferenza così ampia.
    invece, ogni volta ho la sensazione che Apple sposti un po’ in là il limite della decenza ed attenda cosa accade. E non succede nulla. Al massimo qualche mugugno ma comunque tutti in fila alla cassa.
    Questo è stupefacente!

    @tutti
    A dimostrazione del fatto che forse non sto prendendo una cantonata totale, vi invito a leggere questo articolo, visionare questo video ed a leggere i relativi commenti.

  28. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    Adesso anche Franco confonde Time Capsule con la funzionalita’ di ripristino… vabbe’ allora se ci fate vi lascio continuare in soliloquio perche’ avrei anche altro di meglio da fare! ;)

    @Shane
    stiamo parlando di backup per desktop e tu te ne vieni fuori con un pistolotto (pieno di FUD) su una soluzione server.
    Resta pure convinto che quella ciofeca di Time Capsule vada benissimo per uso domestico… non fai che rafforzare la convinzione che ho di te: sei un fanboy e non hai la capacita’ di giudicare con distacco un prodotto marchiato Apple.

  29. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Innominato

    Fanboy? :°D
    Come scendiamo in basso, i microsoft evangelist sono quelli che generalmente contribuiscono con articoli, pubblicazioni, ricerche, presentazioni e chissà che altro a rendere più facile la vita a chi lavora con tecnologie Microsoft o valuta un possibile passaggio.
    Insomma, sono gli esperti che contribuiscono a creare un valore aggiunto a chi utilizza software Microsft.

    Io invece li vedo dipendenti Microsoft istruiti e competenti che cercano clienti e di aumentare il fatturato. Come in ogni altra società. Non sono marziani.

    Per chi lavora con tecnologia Microsoft ci sono gli esami ed i corsi tenuti dagli “evangelisti” ben pagati. Caro il mio innominato so quanto costano i libri per i corsi Microsoft e so quanto occorre sudare per passarli.

    Il valore aggiunto ai software Microsoft e non lo offro io ai miei clienti. A loro volta i dipendenti Microsoft offrono valore aggiunto ai loro software nei miei confronti.

    Altro discorso per gli MVP, persone che GRATUITAMENTE offrono assistenza via newsgroup Microsoft.

    Scusa ma non posso accettare che tu dica che non sono informato.

  30. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Tutti

    Avete visto che bella giornata oggi? Tra un pò me ne vado al Blanco a farmi un ape, che è meglio. Ciau ciau

  31. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    Mi calo nella mischia eheheh.
    Time capsule: una notte per backuppare un disco da 160GB anche in wireless mi sembra troppo. Acronis non è l’unica soluzione per Windows: c’è anche OneCare, Vista Backup e Windows Home Server per citare le soluzioni MS; quest’ultima permette il recupero anche su PC non al 100% compatibili oppure di recuperare i singoli file, ma chiaramente Apple che ha un’unica configurazione per fascia non fa testo. Tra l’altro in tutto questo c’è pure il rovescio della medaglia: un mac-Mini che costa quanto un Dell QuadCore carrozzato 4 volte meglio. Se la preoccupazione è che nel momento del crash l’hardware compatibile sia diventato introvabile, ho l’impressione che la strategia di comprare due schede madre, due schede video, ecc. sia comunque meno costosa di un “Apple costante”. :P
    L’ultima soluzione citata (WHS) mi piace di più: io il mio lo lascio acceso 24/7; il primo backup è durato un’oretta scarsa in wireless (per l’intero HD, un 60GB 5400RPM) quelli differenziali davvero pochi minuti. Time Capsule mi sembra (non ne possiedo ne ne ho mai usato uno) un esercizio di stile sbagliato: tempo fa cercai di costruire un mediacenter piccolissimo e silenzioso e mi accorsi che la combinazione non era aereodinamicamente possibile. Penso che un dispositivo di backup debba essere prima di tutto “safe” e che l’accesso all’HD debba non far decadere la garanzia.
    Batterie del portatile: tutti, proprio tutti inclusa Apple, usano batterie Sony. Mi riesce difficile credere che per altri portatili batterie UHT a lunga conservazione non siano disponibili. Se c’è una spiegazione tecnica perché una batteria rimarchiata “Apple” duri più cicli, sarei curioso di conoscerla: un po’ come avviente per la “manifesta” superiorità della piattaforma Unix in tema di sicurezza, dove mai nessuno si è preso la briga di spiegare perché il malware per Unix non può esistere (beata ingenuità!!). Anche qui il rovescio della medaglia è che se la batteria esplode non puoi raccontarlo neanche a tua zia. :) Resta il fatto che per il prezzo di un MacBook ci si può comprare un Dell 4 o 5 batterie di ricambio. Ne so qualcosa :D
    Le magagne di MS: se vi riferite ad IIS credevo di essere stato chiaro nel mio post e ni commenti; con i motori di ricerca cercare siti vulnerabili (ad esempio vecchie versioni di wordpress) è un gioco da ragazzi e un attacco così scalabile è figlio di questi tempi. L’attacco ha sfruttato una peculiarità del client SQL server che non era un baco. L’ultimo vero attacco web dovuto ad un baco nell’OS è accaduto su Linux: purtroppo non era scalabile perché i kernel bacati non sono facilmente “ricercabili” via google. È più facile cercare “applicazioni” bacate. Se vi riferite a MSN music è vero, ma visto che il negozio ha avuto pochi clienti (io ho comprato una canzone!!) e che il workaround esiste (masterizzare su CD), non mi sembra un danno così grande visto che le canzoni restano comunque ascoltabili salvo spostamento su un nuovo PC. Il DRM è fatto così, fosse fallito iTunes sarebbe stata la stessa cosa. La mia preferenza è di comprare su Amazon, il bitrate è più alto, le canzoni sono senza DRM e non hanno problemi di licenza e portabilità essendo MP3 (e non WMA o AAC): purtroppo conosco diversi fanboy che anche difronte a tale evidenza fanno la scelta irrazionale di spendere i loro soldi su iTunes. Questa irrazionalità la capisco solo di striscio. :)
    Sui Windows Evangelist ha ragione l’innominato. Definire fanboy qualcuno che lavora per MS è come dire che Del Piero è Juventino. Il fanboy non è chi viene pagato per parlare (soprattutto gli evangelist che sono tecnici), ma colui che spende tanto: http://aovestdipaperino.com/posts/concorrenza-sleale.aspx#4825

  32. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    @Paperino

    dici: Batterie del portatile: tutti, proprio tutti inclusa Apple, usano batterie Sony. Mi riesce difficile credere che per altri portatili batterie UHT a lunga conservazione non siano disponibili. Se c’è una spiegazione tecnica perché una batteria rimarchiata “Apple” duri più cicli, sarei curioso di conoscerla

    Purtroppo non lo so nemmeno io , ma e’ la verita’. Se non senti solo me con il mio datato iBook ma chiedi in giro, riceverai sempre la stessa risposta, tu invece parlavi del tuo Dell con 2 anni che la batteria ormai durava mezzora (correggimi se sbaglio)….

    dici: Resta il fatto che per il prezzo di un MacBook ci si può comprare un Dell 4 o 5 batterie di ricambio. Ne so qualcosa . Beh dai, il base macbook costa 999 euro… non mi sembra tanto…!! E poi , non lo dico solo io ma anche un “microsoft boy” (scherzo!!) come EnricoG che ha la prova che l’hardware Apple e’ buono. Ci metti 100 euro in piu’ per un hardware buono? Io si….

    Scusa una domanda da “nubbio” totale in questo. Acquisti una canzone da Msn music. La scarichi, la ascolti. Tutte le volte che la ascolti il Pc si collega in internet e chiede l’autorizzazione all’ascolto? Ti chiedo questo perche’ NON LO SO. Ti posso pero’ dire che 2 anni fa in Sardegna in vacanza, con l’iBook e alcune canzoni scaricate da iTunes, non si e’ mai collegato proprio per impossibilita’ !! Se fosse vero, il discorso di iTunes che fallisce non avrebbe senso, ugualmente per i server MSN, saremmo a posto , la musica sarebbe al sicuro, non trasferibile su un altro Pc/Mac , ma almeno ascoltabile!

    Un’ultima cosa: parli di mediacenter piccolissimo, il mac mini e’ il tuo!!! ahahahah!! silenziosissimo e non scalda nemmeno tanto….

    @EnricoG

    dici: Adesso anche Franco confonde Time Capsule con la funzionalita’ di ripristino… vabbe’ allora se ci fate vi lascio continuare in soliloquio perche’ avrei anche altro di meglio da fare!

    Non capisco il tuo discorso scusami. Time Machine (software) fa un backup completo su Time Capsule (hardware). Time capsule e’ anche partizionabile comunque, ci puoi tenere film, musica, documenti ed anche il tuo backup….

  33. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    mi era sfuggito il tuo ultimo commento.

    “…se guardiamo al successo della gadjettistica… prima apple non era in questo mercato quindi è difficile fare un paragone col passato… senz’altro è un’azienda che ha capito cosa vuole il pubblico!…”

    Non c’è dubbio.
    La domanda è: esisterebbe questa richiesta di gadget se non ci fosse anche il culto per Apple?

    Se c’è una cosa che ho imparato è che, in ogni caso, il mercato non premia il prodotto “tecnologicamente avanzato” o con più funzionalità (un esempio può essere mia madre… scienziato… intelligente… abituata a lavorare con la tecnologia… ma se prende un elettrodomestico e vede che ha di 3 tasti da di matto). Spesso la maggior parte delle feature di molti prodotti restano inutilizzate!

    Questo è probabilmente vero nel mercato consumer. Ed è più vero proprio perchè in quella fascia di utenza la competenza è cosa rara e non si cerca necessariamente il prodotto migliore (=in grado di soddisfare il maggior numero di esigenze al minor costo possibile).
    Quando l’utenza è prosumer o professionale/aziendale (cioè la più grande fetta di mercato), il discorso cambia. Non a caso il Mac in azienda è difficile trovarlo.

    “….La gente in assoluto vuole qualcosa che gli dia un senso di soddisfazione nell’uso…. che “gli piaccia”. Ed Apple in questo è maestra (almeno di recente)…”
    Apple faceva prodotti migliori in passato.
    Era avanti anni luce rispetto agli altri. Addirittura troppo avanti, perchè soddisfavano esigenze che ancora non erano maturate.
    Ma non riusciva a stare sul mercato con prezzi accettabili.
    Dato che prima il mercato consumer dei computer non esisteva e si aveva a che fare solo con aziende e professionisti che guardano al sodo, era inevitabile il fallimento.

    “…Ritengo che un “non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace” sia adatissimo in questo contesto!

    Inciso O.T.:
    Quando un cliente, ed intendo un professionista o un’azienda che usa i computer come strumento di lavoro, e non il privato che acquista un PC per casa, mi chiede una consulenza non posso proporgli di spendere 20,30% in più senza essere in grado di giustificare il motivo per cui val farlo.
    Ti assicuro che “il Mac è bellissimo e da’ belle sensazioni quando lo usi” non attacca.
    I clienti hanno esigenze del tipo tenere una contabilità, progettare uno svincolo sull’autostrada, gestire le buste paga, ed in genere gestire un’azienda.
    Si hanno dei budget da rispettare ed occorre acquistare il meglio con quel budget.
    Sentirti parlare dei computer Apple fa pensare che per te il costo (o meglio il rapporto qualità/prezzo, dove per qualità si intende la capacità di un prodotto di soddisfare le esigenze), sia un particolare irrilevante e trascurabile.
    Invece io mi trovo di fronte alla necessità di spiegare perchè è sensato spendere di più non per riuscire a fare le stesse cose, ma per poterne fare di meno!

    Il fatto che il Mac sia bellissimo, che piaccia moltissimo, che dia meravigliose sensazioni quando lo usi, non autorizza, ripeto, a derivarne pregi di altra natura se non quelli relativi ai gusti personali.
    Invece succede proprio questo: vi è un tale culto attorno ai prodotti Apple che, secondo me, chi ne subisce il fascino, tende a giustificare la cosa con pregi spesso inesistenti o presunte lacune dei prodotti concorrenti, perdendo la prospettiva, la capacità di stabilire cosa è importante e cosa lo è meno.
    Invece ci son cose che sono oggettivamente più importanti di altre: per chi fa grafica è più importante il meravilgioso look dell’iMac o il limite rappresentato dai 18bit di profondità colore dello schermo? Per chi usa il computer per gestire dati, è più importante la sensazione di goduria che ricava dal veder saltellare le icone quando attivi l’applicazione oppure la possibilità di avere un computer con un sistema di storage che implementa il RAID 1 (o 1 0 o 5)?
    Per un’azienda è più importante l’aspetto estetico del computer o la reperibilità di software, l’economicità degli accessori, la compatibilità con un’enorma parco di periferiche?

  34. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Quando l’utenza è prosumer o professionale/aziendale (cioè la più grande fetta di mercato), il discorso cambia. Non a caso il Mac in azienda è difficile trovarlo.

    Questo dipende fortemente dall’ambito professionale che si esamina…
    in mediaset, tutti i reparti che si occupano del settore multimedia (riprese, montaggio video, editing eccetera) hanno un’architettura interamente basata su Mac Pro ed Xserve con utilizzo di Final Cut pro server.
    Mi dicono (di questo non ho esperienza diretta) che ne settore di grafica e foto-ritocco l’apple la fa da padrona (e se anche l’imac da 20″ ha una profondità di colore di soli 18bit il modello da 24″ no… ed è sicuramente il modello che viene preferito per le dimensioni del display).

    Se si guarda invece a situazioni di management classico con utilizzo di tool da ufficio classici (documenti di testo e fogli di calcolo) e gestionali allora sono il primo a sostenere che una qualsiasi soluzione Apple è inadeguata… principalmente per ragioni di costi ma anche per il fatto che tutti i prodotti apple hanno hardware con specifiche ben superiori a quanto sia necessario… quindi si andrebbe a spendere anche per cose di cui non si ha bisogno (sfido chiunque a dire che per qualche presentazione, documenti o fogli di calcolo, posta ed internet servano architetture multicore).

    Ogni situazione professionale avrò poi le sue necessità con le conseguenti soluzioni opportune… ma stare a valutare caso per caso è un operazione che non avrebbe fine!

    Per l’utilizzo domestico… dire che si dovrebbe utilizzare il computer (ed il sistema operativo) con cui ci si trova meglio e che gli permette di fare in modo ottimale ciò di cui ha bisogno!
    Io mi trovo bene su macchine Apple con sistemi operativi Apple (non ho mai avuto necessità che questa combo non sia riuscita a soddisfare)… tu no… amen (evidentemente non è la scelta adatta a te)! Al contrario io con Windows, posso vantarne esperienze di utilizzo dalla versione 3.1 in avanti come mia unica piattaforma fino a quando ho abbandonato XP per Linux, spesso e volentieri mi dava problemi di varia natura tra blocchi e rallentamenti che sopraggiungevano con il tempo e l’utilizzo della macchina (va… ad onor del vero che XP non ho mai dovuto spegnerlo e riaccenderlo per risolvere un blocco)… poi sono passato a Linux e mi sono trovato meglio… abbandonato baracca e burattini Microsoft ed ho vissuto felice!
    Immagino si possa benissimo vivere felici anche con Windows (in effetti prima non è che fossi triste o frustrato… semplicemente mi trovo meglio adesso)
    Francamente quando mi chiedono che piattaforma usare mi limito ad un…. provale tutte e decidi!

  35. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Vorrei aggiungere una cosa a quanto detto prima, è vero che l’hardware Apple (che è effettivamente identico a quello a disposizione per gli altri PC… salvo poi accordi speciali tra Intel ed Apple per esclusive particolari) costi mediamente in più di quello di altri produttori (dico altri e non tutti perché se ad esempio guardiamo sony siamo li-li)… francamente trovo che il surplus di prezzo (per quanto mi riguarda… opinione strettamente personale) accettabile per i benefici che ne traggo! Mi rendo altresì conto che per altri questo posa non valere!

  36. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    “…(sfido chiunque a dire che per qualche presentazione, documenti o fogli di calcolo, posta ed internet servano architetture multicore)….”
    Sicuramente tutti noi per la maggior parte del tempo utilizziamo PC sovradimensionati rispetto alle reali necessità.
    Perciò non ne faccio un discorso sulla potenza di calcolo, che negli iMac -contrariamente a quanto affermi- è uguale o inferiore alle configurazioni di PC anche di minor costo, l’impossibilità di sfruttare tecnologie come il RAID, una vera manna per la salvaguardia dei dati, che oramai con le altre piattaforme sono accessibili per 4 soldi è un grande limite.

    “…ma stare a valutare caso per caso è un operazione che non avrebbe fine!…”
    E’ il mio lavoro.

    Nel tuo ragionamento, che (finalmente posso dirlo) condivido in larghissima parte, resta però ancora, a mio parere, un difetto di fondo: tendi a comparare la situazione attuale di Apple con il passato di Microsoft.
    Tutte le cose che affermi sono sempre più vere man mano che le riferisci al passato (blocchi, difficoltà varie, insicurezza, ecc.).
    Gran parte dei difetti che indichi non soppravive al giorno d’oggi.
    Con Vista, nostante difetti veri o presunti, si è fatto un ulteriore balzo in avanti.

    Una ulteriore annotazione.
    Molto spesso citi benefici nell’adozione della “soluzione Apple” che sono fortemente soggettivi.
    A prescindere da quante persone possano essere d’accordo con te, o con chi (me incluso) ritiene esteticamente splendidi i prodotti Apple, sono aspetti che devono necessariamente passare in secondo piano quando si fa un’analisi costi/benefici per conto terzi.
    Sono quei parametri che si valutano solo a parità di altri fattori (oggettivamente rilevabili).
    La sensazione di piacevolezza è soggettiva. La profondità di colore, o l’impossibilità di cambiare la scheda grafica, l’impossibilità di installare più di un HD internamente nell’iMac sono aspetti oggettivi.
    Possono essere più o meno rilevanti, ma esistono in ogni caso.
    Supponendo perciò che si stia proponendo una soluzione a parità di prezzo(*), occorre considerare che una maggiore versatilità, solitamente, rende possibile soddisfare più facilmente future esigenze, allunga la vita e lo “scope” di un prodotto, in una parole consente enormi risparmi nel lungo periodo.
    Ci sono ambiti (editing e multimedia) in cui Apple è certamente la soluzione principe. Non sono certo io a discuterlo.
    Noto però che spesso gli Apple-fan tendono ad estendere (forzosamente) queste valutazioni anche in ambiti in cui non sono più valide, oltre ogni evidenza, oltre ogni logica.
    Secondo me sempre in virtù del culto che si è generato attorno ai prodotti Apple.
    Al momento non trovo nessun’altra spiegazione plausibile o che abbia una solida base logica e razionale.

    (*)
    Spendo una parola sul prezzo di una soluzione.
    Molti tendono a fermarsi al solo costo di acquisto.
    Ma occorre considerare anche quelli che, a voler sintetizzare, si definiscono costi di gestione e di utilizzo.
    Quanto costano stampanti, accessori ed upgrades?
    Per Windows c’è una tale ampietà di scelta che è possibile spesso scegliere il prodotto che soddisfa le proprie esigenze a prezzo veramente contenuto.
    Per MacOSX (ma anche per Linux) non è così.
    Va tenuto conto.

  37. Usando Internet Explorer Internet Explorer 7.0 con Windows Windows Vista

    @Franco
    ho comprato il mio Dell refurbished con una batteria da 6-celle. Se ne avessi comprati due sarebbero costati quasi meno di un MacBook. :) Una batteria 9-celle costa circa 50$ al “mercato nero” :) Non faccio uso smodato di batteria, quindi per me non vale la pena. Il laptop lo uso quasi come un desktop, soprattutto ora che ne ho un Vaio di ordinanza.
    Sono stato tentato più volte di comprare un MacMini per fare gli esperimenti: ma se DELL non la smette di vendere i quadcore supercarrozzati allo stesso prezzo del mini, la mia decisione sarà perennemente rimandata. Forse ne prendo uno in ‘affitto’ visto che i Mac anche usati hanno un buon mercato.
    iTunes/MSN music: non conosco i dettagli del DRM ma sono piuttosto sicuro che lo spegnimento dei server va a colpire solo i trasferimenti di musica da un PC all’altro. Mi sembrava piuttosto chiaro nell’annuncio. Se la musica l’hai comprata (as opposed to ‘fare un abbonamento’) su quel pc la puoi ascoltare per sempre, esattamente come per Apple. L’unica musica che richiede la connessione ai server ogni tot giorni è quella affittata, per cui in quel caso la perdita è nulla (basta fare un contratto di abbonamento con un provider differente e riscaricarla). Anche in questo caso la notizia è stata ripresa e ridipinta molto peggio di come è in realtà (e diciamoci la verità i clienti di MSN music sono davvero quattro gatti, altrimenti chiudere il negozio non avrebbe davvero senso)
    Mediacenter: un aggeggio senza sintonizzatore TV e senza timeshifting, chiamalo come vuoi, ma non chiamarlo mediacenter. La funzionalità TV e quella RADIO Streaming sono le due funzionalità che uso più spesso del mio mediacenter (che tra l’altro ha 2 HD interni, due lettori di DVD e un comodissimo display VFD): aggiungere tutta ‘sta roba via USB mi farebbe venire in mente la pubblicità di Lenovo oltre ad abbassare notevolmente il WAF totale.

  38. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Perciò non ne faccio un discorso sulla potenza di calcolo, che negli iMac -contrariamente a quanto affermi- è uguale o inferiore alle configurazioni di PC anche di minor costo, l’impossibilità di sfruttare tecnologie come il RAID, una vera manna per la salvaguardia dei dati, che oramai con le altre piattaforme sono accessibili per 4 soldi è un grande limite.

    Beh… per quanto riguarda la potenza elaborativa essendo l’hardware identico a quello installato su un PC a parità di hardware la potenza sarà identica (non è una mela disegnata sul case ad aumentare la potenza di una macchina). Per quanto riguarda lo storage è indubbio che non potendo implementare il raid (eccezion fatta per il Mac Pro) è sicuramente un limite… ma aggirabile (time machine con hd esterno iomega firewire 800 con due HD da 500GB l’uno in RAID 1 è una buona soluzione) anche se ad un costo maggiore.
    In soldoni sta tutto nel monetizzare i vantaggi che si hanno optando per un apple (che possono benissimo essere soggettive) e valutare l’investimento!
    Credo che nella maggior parte dei casi per un’azienda optare per macchine apple non sia la scelta migliore (a meno ovviamente che a fronte d grandi ordini Apple adotti particolari sconti o agevolazioni… ma a questo punto va ovviamente rivalutata da zero l’analisi)..

    A prescindere da quante persone possano essere d’accordo con te, o con chi (me incluso) ritiene esteticamente splendidi i prodotti Apple, sono aspetti che devono necessariamente passare in secondo piano quando si fa un’analisi costi/benefici per conto terzi

    Verissimo

    Supponendo perciò che si stia proponendo una soluzione a parità di prezzo(*), occorre considerare che una maggiore versatilità, solitamente, rende possibile soddisfare più facilmente future esigenze, allunga la vita e lo “scope” di un prodotto, in una parole consente enormi risparmi nel lungo periodo.

    Indubbiamente la scalabilità di qualsiasi mac (sempre eccezion fatta per il Mac Pro) rasenta lo 0… se si conoscono bene le proprie esigenze in linea di massima si può comunque valutare se si incorrerà in problemi oppure no! E’ altresì vero che anche un normale PC ha dei limiti oltre i quali non si può andare… decisamente minori ma esistono anche li (rammento ancora che quando mi costruii il mio ultimo PC comprai la scheda madre con AGP per le schede video… 4 mesi dopo uscì PCI Express… grande tristezza).
    Tutto sta nel valutare con attenzione…

    Noto però che spesso gli Apple-fan tendono ad estendere (forzosamente) queste valutazioni anche in ambiti in cui non sono più valide, oltre ogni evidenza, oltre ogni logica.

    Un fan è un fan… è nella definizione stessa del termine questo comportamento!

    Ma occorre considerare anche quelli che, a voler sintetizzare, si definiscono costi di gestione e di utilizzo.
    Quanto costano stampanti, accessori ed upgrades?
    Per Windows c’è una tale ampietà di scelta che è possibile spesso scegliere il prodotto che soddisfa le proprie esigenze a prezzo veramente contenuto.
    Per MacOSX (ma anche per Linux) non è così.
    Va tenuto conto.

    Dal punto di vista dell’asistenza tecnica ho letto che Apple ha recentemente vinto il premi, in america, per la miglior assistenza post vendita!
    Per gli accessori… in effetti Microsoft ha decisamente il primato…
    i maggiori produttori ad ora di solito rilasciano driver anche per osx su tutti i loro prodotti… linux invece in questo campo è ancora indietro.

    Tornando sul soggettivo… essendo ingegnere informatico avere una macchina che mi permette di lavorare (sviluppare e testare) sulle 3 piattaforme più diffuse (win e linux con bootcamp o tramite virtualizzazione) è una grande comodità! Da questo punto di vista un Mac mi lascia libertà totale…. a differenza di un PC.
    Poi… io ADORO programmare utilizzando cocoa (amo il framework… fatto davvero egregiamente) ed XCode (Interface Builder e Quartz composer… più che altro).
    Lavoro anche su .net (vista la diffusione è anche facile trovare lavori che richiedano il suo utilizzo) ma mi piace meno (non che sia meno potente o altro… solo che con cocoa lavoro meglio… credo segua di più il mio modo di pensare).

  39. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Windows Windows Vista

    a distanza di tempo , enrico ti faccio un Pingback
    http://dovellas.spaces.live.com/blog/cns!B957C4A398135A12!2207.entry

  40. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Windows Windows Vista

    @dovella
    Per favore aggiungi il riferimento al nostro blog anche nel tuo articolo (magari aggiungi un link “da FOLBlog”).
    Grazie

  41. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Windows Windows Vista

    apposto , pardon

 Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: