Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

WiMax? Bocciato: difficile da intercettare.

 Scritto da alle 09:16 del 18/12/2008  Aggiungi commenti
Dic 182008
 

image

Da anni si attende l’avvio del WiMax, una manna in un Paese come il nostro dove il digital divide ancora si fa sentire.
Da tempo mi chiedo il motivo di tanto ritardo per quella che sembrerebbe una promettentissima tecnologia che ora rischia di “nascere” già vecchia.
L’ipotesi più accreditata per questa lentezza nell’applicazione è quella che vede le grandi telco porre un freno ad una tecnologia che toglierebbe potere dalle loro mani, per darlo all’utente finale.

Secondo Uriel le cose stanno diversamente.
Riporto quella che potrebbe essere una versione completamente diversa (e piuttosto inquietante ed interessante) della storia, per spiegare come mai del WiMax per ora si fa solo un gran parlare.

Lavorando proprio in quel settore, so che sia TIM che Vodafone vorrebbero coprire il territorio con un mercato VAS (Value Added Service) da anni.
Ma per fare QUALSIASI servizio, per legge, le aziende devono garantire intercettabilità al ministero degli Interni.
Questa intercettabilità va garantita mediante caratteristiche specifiche del servizio, cioè offrendo un accesso in grado di intercettare.

Ora, potersi mettere tra due qualsiasi antenne WiMax non è semplice come si pensa, perché una volta possedute le antenne nessuno ti vieta di creare reti ad hoc o bridge.
Quindi la richiesta del ministero, che è “forniscimi una forma di accesso che mi permetta sempre e comunque di poter intercettare chiunque in qualsiasi momento” diventa una richiesta bloccante per qualsiasi telco.

Sarebbe interessante raccontare quanti servizi stupidissimi (di messaggistica, di centralino, etc) sono stati bloccati dal ministero perché “non si intercettano con la facilità che vogliamo noi” e non davano abbastanza ritorno per pagare la struttura di intercettazioni.

La stessa HSDPA viene tollerata solo perché passa attraverso i BTS delle telco. Ma non c’è da illudersi di poter avere aziende terze parti che in Italia offrano servizi VAS (i provider internet) usando queste tecniche: il ministero chiederebbe loro requisiti impossibili di intercettabilità,e a quel punto rinuncerebbero tutti.
E sono del tutto certo che anche i partecipanti alla gara WiMax presto cambieranno idea, non appena il ministero inizierà a bloccare tutte le loro iniziative come fa con Telecom e Vodafone.
Il ministero spacchetta l’ RSA fino a 64 bit. Oltre quella, per dire, non è consentita alcuna cifratura sulle reti wireless. In teoria, se fai un ssh o una VPN usando una UMTS, sei passibile di 6 anni di carcere.
Una telco non investirà mai in questa roba.
Telecom e Vodafone avrebbero tutto l’interesse a buttarsi, invece: i costi dei pali delle antenne (energia, manutenzione, etc) non cambiano di molto se ci aggiungi dei BTS per il WiMax , sullo stesso palo. Sarebbe loro interesse usare i pali che già hanno e farli rendere di più montandoci ANCHE delle antenne WiMax. Credete che una Vodafone non avrebbe interesse, adesso che offre anche ADSL e quindi ha comprato backbones, ad usare le proprie celle e ad aggiungere valore aggiunto all’ ADSL, evitando di pagare l’ultimo miglio a Telecom?
Ma dovrebbero garantire il riconoscimento e l’accesso completo ad ogni connessione. Con la SIM ci riescono perché è un pezzo di hardware che ti identifica. Con il WIMAX, per intercettarti avrebbero bisogno di identificarti, avrebbero bisogno che le tue credenziali siano usate una sola volta sul territorio, eccetera.
Già hanno problemi con le SIM dei defunti, figuriamoci se il ministero accetta connessioni senza una SIM che identifichi. A bloccare tutto è il ministero, non Tim o Vodafone. Quelle scenderebbero in campo domani, se potessero…

Technorati Tag:

Articoli simili:

  6 Risposte a “WiMax? Bocciato: difficile da intercettare.”

Commenti (6)
  1. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.4 con Windows Windows Vista

    In teoria, se fai un ssh o una VPN usando una UMTS, sei passibile di 6 anni di carcere.

    😯 😯 😯

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.4 con Windows Windows XP

    Ma allora come fanno altrove dove il wimax lo usano ?
    Si sono decisi a mandare in cantina il 386 che da noi si ostinato ad abusare per spacchettare l’ RSA a 64bit ? (Ok scusate non volevo mancare di rispetto al ministero di bananaland, diciamo il pentium pro… è quel “pro” che gli da tono…)
    E poi se oltre a 64bit non va bene, allora anche le WEP e le WPA da 128bit sono illegali ?
    E che dire delle mail criptate che si possono spedire con ubuntu fino a 4096bit in PGP ?

  3. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Quindi lo stesso dovrebbe valere anche per le altre offerte via onde radio: WiFi ad ampio raggio ed HiperLAN/2.
    Un punto del ragionamento di Uriel non mi convince: esistono gia’ degli operatori esclusivamente VoIP, come si regolano con le esigenze di intercettazione ed identificazione?

    Edward

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    sicuramente inquitante come versione.. ma c’è qualcosa che non mi torna.
    Se c’è qualcuno che può avere la forza economica di sostenere eventuali costi per risolvere “problemi tecnici” derivanti da esigenze del Ministero degli Interni, sono proprio i big delle “telco” (come appunto le citate Telecom o Vodafone).
    E allora come si spiega che la commercializzazione delle offerte WiMax è già partita in alcune zone d’Italia? Tutta una finta?

  5. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    @Tutti
    Ho riportato questa possibile spiegazione, perchè anche a me è sembrata strana ed inquietante.
    Anzi, a dirla tutta, l’ho riportata perchè mi sembra tutto assurdo.
    Il fatto che tutto questo avverrebbe in Italia, però, la rende per questo motivo forse l’ipotesi più probabile di tutte.

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.4 con Windows Windows XP

    Secondo me, sotto sotto, semplicemente non c’è nessuna volontà di offrire servizi migliori.
    Guardiamo un po’ come stanno le cose.
    Siamo in città, dove troviamo Adsl anche a 20 mega (ok non saranno sempre 20, ma fossero già solo 10…), Fibra ottica a 10 (ed a livello di infrastruttura fastweb potrebbe decidere in qualunque momento di potenziare il tutto senza dover fare troppi cambiamenti) e udite udite HSDPA a 7.2Mpbs !
    Una stessa fetta di territorio gode della bellezza di tre “forniture” diverse per la banda larga, mentre basta spostarsi poco fuori per avere un solo fornitore capace di offrire al massimo 6 mega (lusso favoloso) !
    Fuori città, in campagna, dove dovrebbe essere normale avere come minimo umts, si tira la carretta con il gprs a traffico (guai a consumare troppo le antenne alle telco…). Chi vuole avere un’illusione di banda larga anche in quelle lande dimenticate da Dio (non il deserto di Conan, 5Km fuori Asti su strade statali più trafficate di un’autostrada) deve farsi l’abbonamento satellitare, capace di offrire la bellezza di 2Mbit di banda a consumo all’irrisoria cifra di 800 euro al mese !!!! (Attrezzature ed installazione esclusi).
    Adesso, sinceramente mi chiedo: quante partecipazioni hanno le telco in questi provider satellitari ?
    E poi ancora: quanta influenza può avere la presenza di una connessione a banda larga fuori città nel valore di una casa ?
    Visto che siamo in periodo di crisi e com’è noto fin dalla notte dei tempi, sono proprio questi i momenti per investire per poterne uscire rafforzati invece che demoliti, il governo, invece di preoccuparsi di spacchettare la roba non sua, perchè non mette giù una bella serie di decreti dove si impone una concreta accelerazione a tutti i progetti per la banda larga facendo arrivare adsl dove si può e wimax/wifi per tutti gli altri ?

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: