Privacy Policy [FOLBlog] WDF rivoluziona il modo di realizzare le applicazioni web – demo e codice sorgente (di enrico)

Ricerca in FOLBlog

Feb 202009
 

WDF Demo

Dopo aver presentato il nuovo framework WDF ed esserci fatti un’idea di come si sviluppi un’applicazione weD, siamo arrivati quello che credo sia il momento più atteso, quello in cui lo si vede in azione.

Tramite questo link è possibile accedere alla demo di un’applicazione weD che illustra i vari controlli disponibili fino ad ora.
Come potrete notare, l’applicazione nel suo aspetto e funzionamento, riflette molto una tradizionale applicazione stand alone per desktop.

L’applicazione funziona alla perfezione con IE7, Google Chromium (o SRWare Iron), Safari per Windows (non l’ho provato, ma suppongo gli stessi ottimi risultati con la versione per Mac).

Con IE8 RC 64 bit l’applicazione praticamente non gira, nemmeno abilitando il Compatibility Mode. (ma non ha molto senso tentare di risolvere i problemi finchè il browser si trova a questo stadio di sviluppo).

Con IE8 32bit incluso in Windows 7 invece, l’applicazione viene eseguita perfettamente abilitando la modalità compatibile, mentre au naturelle è possibile notare qualche difetto.

Con Firefox 3 mostra alcuni problemi, causati da un annoso bug di Firefox che si trascina da tempo e che sembrava risolto con la versione 2 del popolare browser, ma che si è inesorabilmente ripresentato con la versione 3.
In pratica capita che, a volte, le windows form dell’applicazione, restino come “appiccicate” al puntatore del mouse.
Inoltre è possibile notare un fastidioso ritardo tra il movimento del puntatore del mouse e l’evidenziazione della voce di menu.

Con Opera si presenta il medesimo ritardo, ma di entità nettamente inferiore, ed un piccolo difetto di visualizzazione della grid quando la si trascina orizzontalmente agendo sulla slide bar.

Davide ed il suo staff, stanno comunque alacremente lavorando per risolvere questi problemini.

Per i curiosi è possibile scaricare da qui un report con una sintesi dei principali difetti riscontrati.

E’ inoltre possibile scaricare l’intero codice sorgente dell’applicazione weD, scritto in C#, che può essere liberamente ficcanasato con un IDE tipo  Visual C# Express 2008, gratuito.
weD application in Visual C# Express 2008

In questo modo, per chi ha un po’ di dimestichezza con lo sviluppo di applicazioni desktop, è semplicissimo rendersi conto quanto, con WDF, il paradigma di sviluppo delle applicazioni weD sia simile a quello delle applicazioni stand alone.

Come sempre, ogni commento, parere, segnalazione è la benvenuta.
Feedback riguardo al funzionamento dell’applicazione weD con browser meno diffusi, una manna.

Technorati Tag: ,

,sviluppo,web,weD,WDF,Evoluzione Sistemi,applicazioni web

Articoli simili:

  10 Risposte a “WDF rivoluziona il modo di realizzare le applicazioni web – demo e codice sorgente”

Commenti (10)
  1. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.6 con Windows Windows XP

    Veramente molto carina come cosa e purtroppo sul bug di firefox hai ragione: proprio una rottura di cojons…

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    0verture ha scritto:

    purtroppo sul bug di firefox hai ragione

    La cosa preoccupante è che non si sa quando il team di sviluppo si degnerà di risolvere questo bug, segnalato oltre 3 anni fa e tornato a galla con la release 3.
    Semplicemente aggiacciante, da questo punto di vista, questo scambio di battute:

    From Rand Scullard 2008-07-16 09:51:23 PST ——-

    …Obviously I don’t expect you to make any kind of commitment, but given the fact
    that bug 333198 was reported over two years ago
    , it seems reasonable to ask: Is
    there any likelihood that this issue will be addressed in the near future?

    From Boris Zbarsky (:bz) (todo: 175+ items) 2008-07-16 10:08:15 PST ——-

    Honestly, I don’t know. The current behavior is a result of a major redesign
    about three years ago, and the guy who did the redesign is no longer around…

    In sostanza a chi chiedeva se c’è una speranza di vedere risolto questo bug, che è la fotocopia di un bug già segnalato anni orsono (“Bug 445714 has been marked as a duplicate of this bug.”), Boris risponde che non lo sa 😯 , che l’attuale comportamento deriva dal corposo redesign dell’applicazione effettuato tre anni fa e che, e che il tizio che si è occupato della cosa non è più in giro…

    Insomma, la sfiga con l’open source mi perseguita: uno dei pregi dell’opensource non sarebbe quello che i bug vengono corretti in tempi record rispetto a quel che fano le software house di applicazioni closed?

  3. Usando Internet Explorer Internet Explorer 8.0 con Windows Windows Vista

    Ho dato uno sguardo rapidissimo al codice… e’ tutto classi C#, niente designer, sarebbe bello vedere un progetto “vero” con uso del designer.
    Comunque tutto il “code behind” e’ tale e quale a quello che si scriverebbe usando ASP.Net.
    Per questo, come avevo gia’ detto, mi sembra un’ottimo ambiente per problematiche molto verticali, ma non particolarmente vantaggioso in generale.

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    il nonno ha scritto:

    arebbe bello vedere un progetto “vero” con uso del designer

    Non son sicuro di aver capito a cosa ti riferisci.
    Se parli dell’architettura del framework, quella è sotto brevetto.
    Per realizzare quella demo, tutto quel che ti serve è C#.

    il nonno ha scritto:

    Comunque tutto il “code behind” e’ tale e quale a quello che si scriverebbe usando ASP.Net.

    Cioè, senza usare WDF, con ASP.NET si è già in grado di realizzare un’applicazione come quella demo?
    Senza dover installare nessun plugin, estensione o codice lato client?

  5. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.6 con Windows Windows XP

    Enrico ha scritto:

    Insomma, la sfiga con l’open source mi perseguita: uno dei pregi dell’opensource non sarebbe quello che i bug vengono corretti in tempi record rispetto a quel che fano le software house di applicazioni closed?

    E pensare che Firefox viene considerato da tutti (sostenitori e pure detrattori) uno dei progetti di punta del mondo open… nnamo bene…

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.6 con Windows Windows Vista

    Enrico ha scritto:

    Cioè, senza usare WDF, con ASP.NET si è già in grado di realizzare un’applicazione come quella demo?
    Senza dover installare nessun plugin, estensione o codice lato client?

    si è possibile farlo con php (solo ci vuole un pò di lavoro) 😈
    comunque fatto le pulci al volo(poi esaminerò meglio) :
    1) utilizza codice proprietario (nulla di grave ma con explorer 8 potrebbe non funzionare :mrgreen:
    2) usa pesantemente javascript e dimmi che succede se un navigatore arriva con il browser che ha javascript bloccato?
    3) utilizza html4 quando ora come ora viene raccomandato l’uso di Xhtml
    4) 147kb di sorgente html più altri 165kb di controlli javascript 😯 sono un eccessivi per il web (ecco una delle problematiche che avevo segnalato l’altra volta) considerando che non tutti hanno un adsl o non tutte le adsl sono velocissime e senza menzionare i folli che navigano usando i cellulari (iphone in primis).

    poi effettuerò un analisi più accurata 😎

  7. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    @ francesco calvisi:
    Tutte osservazioni pertinenti.

    francesco calvisi ha scritto:

    utilizza codice proprietario (nulla di grave ma con explorer 8 potrebbe non funzionare

    Non ho ben capito cosa intendi per codice proprietario.
    Se ti riferisci al C#, ricorda che WDF consente anche di sviluppare in Java….

    francesco calvisi ha scritto:

    usa pesantemente javascript e dimmi che succede se un navigatore arriva con il browser che ha javascript bloccato?

    Un browser con javascript bloccato deve rinunciare già ad una bella fetta di quel che è oggi disponibile per Internet.
    E’ standard e di fatto è garantito da tutti (o quasi) i browser.
    Infine è un problema che ha poco senso porsi, perchè è destinato ad estinguersi da solo.
    I browser che non supportano javascript sono browser che, più in generale, non supportano applicazioni web complesse.
    Non bisogna mai perdere di vista il fatto che WDF è uno strumento pensato per rendere estremamente semplice ed efficiente lo sviluppo di applicazioni web complesse.

    francesco calvisi ha scritto:

    utilizza html4 quando ora come ora viene raccomandato l’uso di Xhtml

    Far maneggiare XHTML al framework non è assolutamente un problema.
    La questione è già nella to do list, che però attualmente è governata da priorità interne all’azienda che ha realizzato il framework.
    Insomma, si preferisce aggiungere funaionalità e migliorare quelle che ci sono piuttosto che risolvere un problema la cui soluziono è da un lato molto semplice, dall’altro poco pressante.

    francesco calvisi ha scritto:

    147kb di sorgente html più altri 165kb di controlli javascript 😯 sono un eccessivi per il web

    Se l’utente utilizza una connessione ADSL (o HSDPA) il peso del codice HTML e di quello javacript è un problema che non si pone: è richiesto il suo download solo in fase di startup dell’applicazione e non crescerà più di così.
    Nel caso di connessione lenta, le cose cambiano, ma quante delle più moderne applicazioni web non avrebbero problemi a funzionare?
    Insomma, il problema non è che l’applicazione è troppo poco performante utilizzando normali tecnologie disponibili, ma che ci sono ancora alcune zone in cui la banda larga non arriva.
    Secondo me non ha senso deturpare o tarpare una tecnologia perchè esiste ancora qualche problema residuale altrove.
    Se la regola fosse “il 75% della popolazione si connette con modek 56K” la cosa avrebbe più senso; ma per fortuna non è così, e la direzione è quella i avere più banda larga, non meno.
    Perciò perchè sprecare risorse, limitare una tecnologia per aggirare un problema presente in minima parte già oggi e che si risolverà da se?
    Insomma, non si può progettare qualcosa guardando solo al passato, ma bisogna proiettarla nel futuro.

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.6 con Windows Windows XP

    francesco calvisi ha scritto:

    e senza menzionare i folli che navigano usando i cellulari (iphone in primis).

    I folli in questione non possono godere neanche dei siti che usano flash (e sono parecchi…) quindi cosa facciamo ?
    In tranquilla attesa che apple conceda l’onore di avere flash su iphone (quello attuale, non che pensi di introdurlo come “feature” sulla prossima generazione) spingendo adobe a darsi una mossa aboliamo flash dal web ?
    Hanno voluto la bicicletta senza sellino, che pedalino adesso…

  9. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.6 con Windows Windows Vista

    @ Enrico:
    1 allora come codice proprietario intendo l’utilizzo di tag e attributi dei tag(come in questo caso) che non sono stati codificati dal w3c e sono presenti solo in alcuni browser. La rilevazione l’ho fatta con un’estensione di Firefox(html validator).
    2 sono molti quelli che bloccano javascript volontariamente per paura di virus ecc. oppure se lo trovano bloccato da amministratori di sistema paranoici
    3 il peso delle pagine è sempre troppo, perchè anche con le connessioni adsl/hsdpa capita spesso e volentieri di avere velocità penose (ne so qualcosa con il cellulare che uso e la merdavigliosa adsl che c’è in mezza sardegna, si quella pagata dalla regione e che va al max a 640kb/s), in qualsiasi caso 174kb (ieri ho invertito scrivendo) di puro sorgente html sono sempre un enormità visto che poi devi aggiungere i dati generati dinamicamente, i contenuti di testo, le eventuali foto ecc. così superiamo abbondantemente i 512kb. A questo punto mi viene in mente anche il problema della banda disponibile (che si paga) scusa se x server per grossa applicazione deve servire 1000 utenti facendo una media di 512kb usato da ogni utente(stima ottimistica ) per una pagina otteniamo un consumo di banda di circa 4,2 gigabit e considerando che moltissimi hosting mettono un limite si rischia di avere un sito non visibile per una parte del mese oppure a dover pagare fatture extra (che sono belle salate).
    Secondo me questo sistema più che per il web va bene per le intranet di grosse aziende dove l’ambiente di lavoro è unico e la banda non si paga.
    Ultima nota e poi la smetto, ma a rispetto degli standard della legge stanca sull’usabilità come è la situazione?

    @0verture
    Forse parliamo di due cose diverse, io parlo di web application non di siti normali, le web application dovrebbero essere accessibili dal maggior numero di piattaforme possibili se poi si fa una ca…ta e si taglia via una parte per me è un errore grave.
    Infine lo dico da sempre che flash viene utilizzato troppo e male (visto che moltissimi degli effetti si possono fare con css+javascript).

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.6 con Windows Windows XP

    francesco calvisi ha scritto:

    Forse parliamo di due cose diverse, io parlo di web application non di siti normali, le web application dovrebbero essere accessibili dal maggior numero di piattaforme possibili

    Vabbè ma un minimo di requisiti da rispettare ci vogliono. Se una piattaforma non possiede una tecnologia ritenuta indispensabile (e da un certo punto in avanti perfino standard, di fatto o ufficiale conta relativamente), sarà dovere di chi mantiene tale piattaforma aggiornarsi.
    Non lo fanno ? Non gli interessa, non lo possono o vogliono fare (per qualunque ragione che sia, concreta o filosofica) ? Ca@@i loro ! Stiamo parlando di “maggior numero di piattaforme”, non tutte !
    E’ sicuramente nell’interesse di chi sviluppa la web application, fare il miglior lavoro possibile ma i miracoli non sono ancora in saldo al supermercato.
    Ma dico, ti pare che il mondo sia disposto a rimanere all’età della pietra perchè in Amazzonia ci sono le tribù che si dipingono la faccia con la terra e se hanno mai visto del metallo è perchè il missionario ha regalato al capo tribù la radiolina a pile ?

    francesco calvisi ha scritto:

    Infine lo dico da sempre che flash viene utilizzato troppo e male (visto che moltissimi degli effetti si possono fare con css+javascript).

    Tolti quei sitacci che sono completamente in flash e sono a dir poco odiosi io penso soprattutto a tutti quei siti di grandi compagnie che in genere mettono una presentazione mista a menu.
    Non è che se non hai il supporto a flash il sito viene caricato bene ma statico, viene proprio una m…., completamente scombinato.

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: