Ricerca in FOLBlog

Vista più lento di XP

 Scritto da alle 18:06 del 08/12/2007  Aggiungi commenti
Dic 082007
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 8 mesi 14 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Vista è più lento di XP.
Questo è ciò che si legge insistentemente in rete ed è ciò che sperimentano tanti utenti.
L’autore di questo post lo ribadisce, ma aggiunge alcune considerazioni che mi trovano d’accordo.
Una su tutte: è normale che Vista sia più lento perchè fa più cose; e quindi l’indicizzazione dei documenti, la deframmentazione e la manutenzione dell’HD in background, la scansione anti-malware, le funzioni di file versioning, gli effetti grafici di Aero, come dovrebbe sembrare ovvio, necessitano di risorse aggiuntive rispetto ad un sistema privo di queste funzioni.
Anche se preferirei avere la botte piena e la moglie ubriaca, capisco che per fare più cose sono necessarie più risorse.
D’altronde la moltiplicazione dei pani e dei pesci è una performance che non riesce più da parecchio…
Chi si stupisce se la stessa automobile con 4 persone a bordo ed il bagagliaio pieno raggiunge velocità inferiori rispetto alla stessa auto con il solo autista?
Nessuno.
Mi sembra strano che ci si scandalizzi nell’apprendere che Vista è più lento di XP.
Mi pare chiaro che la questione non stia in questi termini, ma, come sempre, nel rapporto tra costi e benefici: è più lento perchè? Cosa fa in più? E quel qualcosa in più è apprezzabile/apprezzato, utile?
Primo problema: sembra che pochi sappiano esattamente quali migliorie sono state introdotte in Vista. Alcuni, pur conoscendo le features aggiuntive, stentano ad apprezzarne l’utilità.
Ancor meno sembrano le persone al corrente del fatto che alcune nuove ed utilissime features si ritrovano solo a partire dalla versione Business di Vista.
Una parte della differenza di performances tra Vista ed XP è certamente causata dal diverso modo con cui Vista gestisce la grafica, in questo più simile ad un videogame che ad un sistema operativo. Fa un largo uso delle DirectX e dell’accellerazione grafica della scheda video, che perciò gioca un ruolo più importante che in passato nelle prestazioni generali del sistema.
Inoltre il fatto di utilizzare le DirectX penalizza i programmi che sono stati realizzati utilizzando le librerie GDI che, contrariamente a quanto avveniva in XP, in Vista non sfruttano l’accelerazione hardware e richiedono quindi, oltre che una mappatura GDI-DirectX, anche che Vista tenga una copia delle finestre GDI in memoria, contribuendo ad incrementare la necessità di questa risorsa.
Le applicazioni scritte direttamente per Vista, appoggiandosi alle DirectX risulterebbero molto più performanti.
Questo è un prezzo da pagare per la retro-compatibilità ma, com’è intuibile, è un aspetto negativo che tenderà a perdere di rilevanza man mano che, come Microsoft spera, verranno fuori nuove versioni di programmi che sfruttino le librerie DirectX e non le GDI.
L’autore dell’articolo, segnala inoltre che spesso le prestazioni di Vista appaiano peggiori di quel che siano in realtà perchè, se le prestazioni grafiche non sono adeguate, vengono percepite rallentamenti nelle operazioni di visualizzazione.
E mi pare ci possa essere un fondo di verità: semplicemente riducendo il ritardo di visualizzazione del contenuto del menu Start (normalmente impostato a 400ms) e disabilitando l’effetto animazione delle finestre quando vengono ingrandite o ridotte ad icona, si ottiene la percezione che il PC sia più veloce.
Il problema delle prestazioni potrebbe perciò essere erroneamente considerato un falso problema da Microsoft; Vista è chiaramente un sistema operativo pensato per i computer di oggi, nel senso che per funzionare decentemente occorre una configurazione ben corazzata.
Senza contare che con l’avvendo delle unità di storage SSD, anche il componente più lento dell’intero sistema (il disco fisso) dovrebbe migliorare nettamente le sue performances.
Nonostante i prezzi attuali dei componenti consentano l’acquisto di PC molto performanti a prezzi decisamente competitivi, ciò che fa storcere il naso è la necessità di cotanto elaboratore per aver un computer pronto a fare il proprio lavoro.
E si ritorna al discorso della botte piena e la moglie ubriaca.
In ogni caso dubito che Microsoft stia sottovalutando questo aspetto, anche se, dal punto di vista del marketing, i primi test sulle prestazioni del SP1, discutibili quanto si vuole, sono una mazzata all’appeal di Vista nei confronti degli utenti.
Ciò nonostante, aspetterei a gettargli la croce addosso: manca ancora troppo tempo al rilascio ufficiale del SP1 per permettersi il lusso di trarre conclusioni definitive già da ora.

Vorrei concludere con la frase finale dell’autore del post citato:

Nevertheless, it is further proof of the old computing industry maxim about processor speed improvements versus software features: what Intel giveth , Microsoft takethaway

Insomma, che i produttori di hardware si occupino di fare componenti sempre più performanti, che di penserà Microsoft a sfruttarli al 100%!

Technorati Tag: Vista,XP,prestazioni

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: