Ricerca in FOLBlog

Velocizzare il PC – quale upgrade?

 Scritto da alle 13:52 del 12/01/2012  Aggiungi commenti
Gen 122012
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 5 anni 7 mesi 12 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Quali componenti si possono aggiornare per dare nuova vita al nostro computer?

Premesso che più RAM c’è sul computer, meglio è (a mio parere 4GB ormai è il minimo), se avete Windows 7, un’idea su quale sia il comparto da migliorare la si può avere dando un’occhiata all’indice delle prestazioni:
(clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Start > Pannello di controllo > Sistema > Indice prestazioni)
Prestazioni Win7

L’ideale, per un PC equilibrato, è che gli indici delle prestazioni siano molto simili tra loro e, ovviamente, i più alti possibile, considerando 7,9 come il massimo ottenibile.
Quasi certamente invece ci sarà un comparto che avrà indice decisamente più basso di tutti e, molto probabilmente, si tratterà dell’indice relativo alle prestazioni del disco rigido.

Di solito, infatti, il disco rigido è il vero collo di bottiglia nelle prestazioni di un PC.

Per incrementare notevolmente le prestazioni generali di un PC è “sufficiente” sostituire l’HD con un SSD, un disco a stato solido.
Nonostante il prezzo degli SSD sia calato, il loro costo resta ancora piuttosto alto se lo si paragona a quello di un HD tradizionale.
Inoltre va tenuto conto che la capienza di un SSD è nettamente inferiore a quella degli HD normalmente installati sui computer.

Se si vuole mantenere il costo dell’upgrade entro un budget relativamente limitato (diciamo al di sotto dei €200,00), occorrerà orientarsi sull’acquisto di un SSD da 120GB al massimo, su cui andrà installato sistema operativo e programmi.
A mio parere, un buon rapporto qualità/prezzo l’hanno gli SSD OCZ Vertex 3 da 120GB.

In alternativa, sempre con lo stesso budget, si può sostituire il vecchio HD con un HD ibrido, precisamente un Seagate Momentus XT da 750GB, Modello ST750LX003, (lasciate perdere serie e tagli inferiori).
La spese è all’incirca quella, ma si hanno 750GB di spazio e prestazioni molto più simili a quelle di un SSD che a quelle di un HD tradizionale, come dimostra il video seguente:

Confronto prestazioni di un HD, un SSD ed un HD Seagate Momentus XT

Il vecchio HD sarà utile come disco secondario, su cui memorizzare tutta quella serie di file che, di solito, occupano gran parte dello spazio disponibile (foto, MP3, video).

Questa operazione sarà in grado di dare veramente nuova vita a computer che arrancano, in primo luogo a notebook e netbook.

Quando è possibile è meglio procedere ad una reinstallazione del sistema operativo sul nuovo HD.

In alternativa è possibile trasferire le partizioni dal vecchio HD al nuovo in modo da non dover reinstallare ne’ il sistema operativo ne’ gli applicativi.
Per una guida sulle operazioni necessarie per portare a buon fine il trasferimento, potete far riferimento a questo post su FOLforum.

Buon upgrade a tutti.

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: