Ricerca in FOLBlog

Sinistri presagi

 Scritto da alle 00:15 del 17/07/2008  Aggiungi commenti
Lug 172008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 2 mesi 8 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

image

A quanto si legge su Tom’s Hardware AMD se la passerebbe proprio male:

Il futuro di AMD è appeso a un filo. Secondo quanto riportato da diversi siti internazionali, l’azienda di Sunnyvale riporterà nel secondo trimestre ingenti perdite, nell’ordine del miliardo di dollari, più precisamente 948 milioni di dollari.
Paradossalmente, ad affossare la già claudicante AMD è quella ATI che oggi più mai è la parte più viva dell’azienda. Infatti, AMD ha dovuto rivedere le stime relative all’acquisizione del produttore canadese di schede grafiche, ascrivendo 880 milioni di dollari di svalutazione sul prezzo totale dell’acquisizione, quei 5,4 miliardi già svalutati sul finire del 2007 di 1,6 miliardi di dollari. Insomma, AMD si sta accorgendo di aver sovrastimato i beni di ATI e ora ne sta subendo le conseguenze. Gli 880 milioni di dollari sarebbero associati all’unità DTV e dispositivi portatili della divisione ATI Consumer Technologies Business.
Per affrontare la situazione AMD continuerà la sua opera di ristrutturazione, nell’ordine dei 32 milioni di dollari per il secondo trimestre, che si attuerà con il licenziamento di molti dipendenti. Entro il terzo trimestre saranno 1600 i licenziati dall’inizio dell’opera di ristrutturazione.
L’unica buona notizia riguarda il guadagno ottenuto dalla vendita di alcuni strumenti per la realizzazione di wafer a 200 mm, che porta il margine lordo a 190 milioni di dollari.
AMD combatte per rimanere in vita, con azioni scese a 4.84 dollari e perciò a livelli consoni a una possibile acquisizione da parte di qualche altro pesce grosso. Inoltre, sembra sempre più in bilico la posizione del CEO, Hector Ruiz. A sostituirlo potrebbe essere Dirk Meyer, attuale presidente e COO, ma non si escludono anche altri nomi.

La faccenda sembra seria.
E sarebbe una tragedia se AMD sparisse dal mercato o fosse relegata in un cantuccio: all’orizzonte non sembra esserci nessun’altra azienda pronta a prenderne il suo posto e continuare a fare concorrenza al colosso Intel.

La cosa che mi ha colpito, è che son venuto a sapere dell’articolo perchè segnalato via email da qualcuno, il cui indirizzo del mittente finisce con @nvidiasalescenter.it (!!!), che l’ha ricopiato di sana pianta dal sito Tom’s Hardware, senza aggiungere o togliere una virgola, e poi inviato (così suppongo) come newsletter a tutti  i partners….

Che si tratti del il primo esempio di vulture-marketing (*)? 😀

(*) vulture=avvoltoio

[ratings]

Technorati Tags: ,vulture-marketing

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: