Ricerca in FOLBlog

Nov 082007
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 10 mesi 12 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.


Internet Explorer
e Firefox fanno a gara per conquistare quote di mercato nel segmento browser e per conquistare la palma di migliore dal punto di vista della sicurezza. Attualmente, nonostante l’incremento di diffusione registrato da Firefox negli ultimi mesi, Internet Explorer viene utilizzato ancora dal 78% degli utenti (fonte NetApplication).

Se è relativamente semplice valutare un software dal punto di vista delle funzionalità e dell’usabilità, lo è molto mento per quel che riguarda la valutazione del punto di vista della sicurezza .
Per garantire un’alta sicurezza agli utenti è necessaria una combinazione di codice di qualità ed assenza di vunlerabilità nel progetto di base.
Una delle ragioni per cui Firefox incrementa la propria diffusione è perchè viene ritenuto dagli utenti (a torto se confrontato con IE 7, o a ragione nei confronti con IE 6) più sicuro di Internet Explorer.
E la sicurezza, quando si ha a che fare con Windows, in assoluto la piattaforma più presa di mira da chi sviluppa malware, è un aspetto di primaria importanza.

La scoperta dei Trojan DNSChanger, che affliggono sia Windows che MacOSX, ha ispirato Alex Eckelberry e Adam Thomas della Sunbelt, nella realizzazione del video che trovate in seguito.
Un Trojan è stato inserito nella procedura di installazione dei codec necessari alla visualizzazione di film porno gratuiti.
Una volta installato su un sistema Windows o MacOSX altera la configurazione del DNS sulle macchine infette.
Eckelberry tiene comunque a minimizzare l’impatto reale del Trojan, spesso dipinto più temibile di quel che in realtà è:

We’ve seen quite a bit of FUD out there about the Trojan DNSChanger (both Windows and Mac versions) hijacking your DNS settings and then redirecting you to malicious websites, stealing personal identities, killing your dog and even crank-calling your grandmother with naughty messages. Actually, it’s quite a bit more pedestrian than that, and we thought we’d set the record straight. This Trojan is all about generating affiliate commissions by redirecting search results. So if you google “Spyware”, you’ll get search results they want you to see

In sostanza il DNSChanger in realtà si limita a “truccare” il risultato delle ricerche su Google in modo da incrementare le commissioni a favore degli affiliati.

Il seguente video mostra un confronto della vulnerabilità agli effetti del Trojan tra Internet Explorer 6 e Firefox 2.0.
[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/bzNQ0OxNX8E" width="425" height="350" wmode="transparent" /]
Il video in realtà sembra un pretesto per offrire agli utenti che utilizzano Internet Explorer 6 una valida ragione per passare a Firefox.
A mio parere, per correttezza, sarebbe più giusto confrontare il comportamento di Firefox 2.0 con IE7.
Ma in ogni caso è una buona scusa per far riflettere quegli utenti che restano affezionati alla versione 6 di IE (secondo NetApplication ancora un buon 43% ad oggi).

P.S.
Personalmente utilizzo Firefox 2.0.0.9, non perchè lo ritenga superiore ad Internet Explorer 7 in termini di di sicurezza o prestazioni, ma perchè apprezzo molto l’estensibilità tramite plugin, che mi ha permesso di arricchirlo di funzionalità a me molto utili in modo molto semplice e pratico.

Fonte

Technorati Tag: Firefox , Internet Explorer , sicurezza , confronto

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: