Ricerca in FOLBlog

Se il buon giorno si vede dal mattino…

 Scritto da alle 12:22 del 24/05/2008  Aggiungi commenti
Mag 242008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 6 mesi 27 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

quijote_saura
Le funeste previsioni azzardate all’indomani dell’esito del voto delle ultime elezioni su ciò che ci attende nel prossimo futuro, si stanno rivelando esageratamente ottimistiche.
Urge una rettifica.
Abbiamo scoperto che l’idea di limitare a 60 il numero di membri che tra ministri, segreteri, sotto segretari (e soprattutto sotto segretarie), porta borse, ecc, è semplicemente dovuta al doversi “piegare” (non controvoglia a quanto sembra) alla legge Bassanini che lo impone.
Ma già qualcuno, ansioso di porre le proprie chiappe su qualche poltrona, lamenta la ristrettezza di questo numero che impedirebbe al governo di governare.
A proposito, vogliamo parlare della “squadriglia” di governo?
Appare evidente che i criteri per la scelta dei componenti è basata su esperienza, meriti, autorevolezza e dimostrazione della capacità di saper fare.
Come si spiegherebbe altrimenti la presenza della Carfagna (gran bella f…ehm…fanciulla)?
Stendiamo un velo pietoso su Schifani presidente del Senato e Fini presidente della Camera, il quale, se mai ce ne fosse bisogno, non ha mancato di confermare la sua inadeguatezza alla prima occasione.
L’esordio di Maroni è peggio dei peggiori ricordi che ci ha lasciato: propone leggi improponibili (e irrealizzabili) perchè incostituzionali e contrarie a qualsiasi principio etico difeso dalla comunità internazionale ma che però hanno il pregio di istigare all’odio razziale; e a Napoli non si son fatti pregare per appiccare gli ennesimi incendi a quel cumulo di rifiuti che sono i ROM.
A proposito di rifiuti il Berlusca ha risolto il problema: si è travestito da “uomo forte” e sul muso di tanti che anche in quella zona lo hanno votato, sbatte l’imposizione delle discariche, decide lui dove ammucchiare la mondezza Campana.
Ad Arcore? No.
Vicino alla sua villa in Sardegna? Nooo.
A Chiaiano!
E se qualcuno ha qualcosa da obbiettare, giù randellate dai poliziotti!
Ahhh, che bei tempi: sembra di intravedere un revival del ventennio fascista di cui tutti noi sentivamo il bisogno.
Altro che quarta settimana del mese, altro che potere d’acquisto da rinvigorire, quel che ci serve è il ponte sullo Stretto di Messina!
Per fortuna ci levano l’ICI, l’unica vera imposta federalista che esisteva (alla faccia del federalismo fiscale di cui si riempiono la bocca i leghisti).
Ma…un momento…l’ICI era già stata abolita (in molti casi) o ridotta….ah già che stupido….hanno abolito l’ICI anche per quelli che ancora la pagavano (i ricchi).
E il potere d’acquisto? Che domande! Ovviamente si incrementa detassando per 6 mesi gli straordinari, ma non tutti, solo quelli fatti da chi percepisce meno di 35.000 € l’anno….
Grazie al Cielo ci aiuta Tremonti che, a muso duro con le banche, impone che le rate di muto a tasso variabile siano trasformate in rate a tasso fisso, sulla base del valore della rata nel 2006.
Il fatto che le banche siano d’accordo dovrebbe già mettere chiunque sul chivalà.
A guardar bene dentro la proposta, in effetti, si scopre che non è tutto oro quel che luccica: si paga dopo (e con gli interessi, ovviamente) quel che si è risparmiato ora con l’ invenzione del ministro più fantasioso del pianeta Terra.
In compenso siamo all’avanguardia per quanto riguarda l’energia: mentre anche Bush ha capito (e già questa sarebbe una notiziona) che nel nucleare non c’è futuro (le scorte di uranio, sono destinate ad esaurirsi ben prima di quelle del petrolio; non a caso il suo prezzo è in esorbitante ascesa con una curva che fa impallidire quella del petrolio!), Scaiola ci annuncia la virata dell’Italia verso il nucleare!
Ma non avevamo votato un referendum CONTRO il nucleare? Dettagli insignificanti.
Quindi a partire dal 2030 avremo finalmente le prime centrali nucleari Italiane in funzione. Benissmo! E nei prossimi 20 anni che facciamo?
Insomma sembra che in Italia si sia riavvolto indietro il nastro del tempo e siamo precipitati nel futuro di 50 anni fa.
Mi fermo qui per pietà…ma credono veramente che abbiamo tutti l’anello al naso?

Technorati Tag: Cogito ergo sum,riflessioni,

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: