Ricerca in FOLBlog

[SdSM] Volli, fortissimamente strilli…

 Scritto da alle 06:27 del 04/02/2014  Aggiungi commenti
Feb 042014
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 6 mesi 19 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Maporkalamignottatroika… Possibile che ogni due per tre qualcuno si convince che quello che bisogna fare e’ agitare la bacchetta magica ed urlare forte ‘vogliovogliovoglio’ come un bimbo di 3 anni (o anche meno) per fare le cose? Proabilmente e’ per quello che il mondo va come sta andando. Ok, fatemi ripigliare il filo…

Tempo addietro $noipensiamoallavostrarobba aveva messo in piedi un sistemone da incubo, con enne applicationservers, doppio load-balancer, doppio database e cose varie, poi l’UL della situazione aveva visto la pubblicita’ di un qualche servizio di “analisi” delle visite e gli erano venute delle strane fregole.

In sostanza il servizio di “analisi” (che millantava e millanta tutt’ora prestazioni straordinarie) consiste nel far passare tutto il traffico per il sito attraverso un proxy, cosi’ loro possono fare l’analisi dei contenuti e simili seghe mentali. Lasciamo perdere che la stessa roba si puo’ ottenere facendo un bel controllo dei log. Comunquesia l’UL ha cominciato a strillare come il suddetto bimbo ed il DNS e’ cambiato come per magilla. Ed il sito si e’ fermato.

Dopo numerose urla e strilli vari si e’ scoperto che i signori ‘analisti’ non hanno analizzato bene la situazione e la banda del loro sistema non e’ sufficiente a permettere l’analisi del sito in questione.

Dopo una manica di bestemmie e prove varie $noipensiamo ha pensato bene di tornare sui suoi passi e rimettere il DNS come stava prima (aka: usare il servizio che funziona). Ma gia’ si sa che le cose non sono mai cosi’ semplici. Ed infatti dopo un po’ arriva l’ideona degli analisti analizzatori: “dividere” il sito tra la parte ‘statica’ e la parte ‘dinamica’ “che poi e’ quella che importa” in modo che loro possano solo analizzare i contenuti dinamici.

Ed ovviamente (2) chi e’ che si becca il problemino da smazzare? (sarcasmo).

Ora, io ho cercato di far notare che se il problema e’ “Analizzamistoca$$o” non ha abbastanza banda, la soluzione e’ LORO si comperano la banda necessaria e si mettono giu’ un sistema che lo consenta di fare, e non “noi risolviamo il problema”. Ma non so come mai questo tipo di ragionamenti non funzionano mai molto bene.

Dopo un po’ di casini (causa il sistema a dir poco astruso con cui l’intero marchingegno e’ organizzato) riesco ad identificare tutta una serie di problemi.

  1. ci serve un altro certificato SSL per il nuovo dominio
  2. ci serve un indirizzo IP libero per il sito perche’ senno’ col cavolo che funziona
  3. occorre aggiungere il nuovo dominio a tutti gli application server per evitare redirect infinite
  4. occorre scovare tutti gli url ‘statici’ e redirigerli verso il nuovo dominio

E dopo tutto questo non funziona perche’ apparentemente sembra che la parte ‘statica’ non sia un gran che statica e dato il merdaviglioso cms che questa gente utilizza (che fa apparire quello scritto dai famosi slavi un miracolo della tecnologia moderna) se l’hostname non corrisponde a quello del sito non funziona un tubo!.

Percui si parte con Rewrite di headers, cambiamenti di html ‘al volo’ e cose cosi’… che oltre a rendere il sistema gia’ complicato ancora piu’ complicato, comportano anche strani problemi intermittenti (il famoso cms…) percui in alcuni casi si formano dei loop di rewrite ed in altri casi no.

E nel frattempo qualcun altro sta’ anche strillando che vuole la nuova versione del suddetto cms…

Davide

legenda personaggi

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: