Ricerca in FOLBlog

[SdSM] Panic Mode

 Scritto da alle 17:04 del 05/07/2010  Aggiungi commenti
Lug 052010
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 7 anni 3 mesi 17 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Siamo di nuovo a narrare delle vicende di P, che ha "sostituito" DaBoss nella gestione "ordinaria" delle faccende aziendali.

Questo individuo ha diversi problemi, il primo e’ che non capisce un accidente di niente. E si’ che dovrebbe essere un Network Administrator. Ma mi ricordo di qualcuno che avrebbe dovuto essere un Project Manager quindi non e’ che mi sorprenda molto. Il secondo problema e’ che ha il "Panic Mode" sempre attivato. Che accidenti e’ il "Panic Mode" direte voi? Semplice: e’ la tendenza a correre intondo urlando molto a lungo e molto forte quando succede qualche cosa di inatteso. Il che rende l’attivita’ di debugging e soluzione dei problemi molto piu’ complesse del necessario. Come oggi per esempio.

Per prima cosa arriva un ticket da CL1 che lamenta che ha ricevuto una mail contenente un virus. Almeno, il suo antivirus ha detto che c’era un virus e, come la volta precedente, la mail e’ introvabile. Quindi io non so se la mail conteneva qualche cosa oppure no e loro nemmeno. Quindi chiedo a CL1 di mandarmi la mail se la riceve di nuovo e finito il discorso.

Almeno penso io, invece, 10 minuti dopo, mi ritrovo P ullullante.

P – COMEEPOSSIBILECHEUNVIRUSSIAPASSATOSENZACONTROLLO, COMEPOSSIAMOFARE CHENONSIRIPETAPIU’, CHESTASUCCEDENDO, PANICO, TERRORE, RACCAPRICCIO!

Ok, non ha detto proprio cosi’, ma il concetto e’ lo stesso.

IO – Per prima cosa vatti a fare una dozzina di camomille. E’ sempre possibile che qualche cosa sfugga al filtro dato che non e’ perfetto al 100% ne’ lo sara’ mai. Se loro mi mandano sta’ ca$$o di mail io la mandero’ al nostro fornitore di antivirus e loro controlleranno che sia nel database, altrimenti picche.
P – MA QUESTO E’ INACCETTABILE, NOI NON POSSIAMO MANDARE IN GIRO VIRUS!
IO – E’ da Dicembre che sto domandando se e’ possibile avere un secondo antivirus da affiancare al primo, ma a quanto pare il problema e’ che questa gente (i fornitori di antivirus) hanno la strana pretesa di essere pagati

La discussione (se cosi’ la si puo’ chiamare) si e’ protratta per una buona mezz’ora. Al termine della quale, ovviamente, non e’ cambiato niente. Certo, si potrebbero acquistare TUTTI gli antivirus esistenti sul mercato, ma c’e’ il piccolo problema di pagare le licenze ed il non cosi’ piccolo problema di processare tutte le mail in un tempo decente senza ammazzare il server. E qui’ si parla di qualche cosa come 8 milioni (OTTO MILIONI) di mails al giorno…

La pace comunque e’ stata di poca durata, perche’ nel giro di un paio d’ore e’ arrivato il problema numero due: nella forma di un ticket da parte di CL2 che lamenta un "mostruoso" quantitativo di spam che arriva nonostante tutto.

Io mi metto a contare: uno… due… tre… arrivato al nove P si ripresenta di nuovo ullullando come un alieno col mal di denti.

Sorvolo sull’ullullamento che e’ andato piu’ o meno nello stesso modo. Comunque, una volta che l’ullullatore se n’e’ andato, io mi sono messo a guardare il problema ed ho rapidamente scoperto che CL2 ha modificato la configurazione dell’antispam per marcare le mail semplicemente negli header e poi se ne e’ dimenticato. Con il risultato che l’80 per cento delle mail erano correttamente marcate ma lui non se ne accorgeva.

Ed il restante 20 per cento? Il piccione ha messo tutto il dominio yahoo.com nella whitelist… ‘nuff said.

Una volta fattogli notare il fatto, il "problema" si e’ risolto da solo.

E adesso aspetto il successivo "panic".

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: