Ricerca in FOLBlog

[SdSM] La Regola Numero Uno

 Scritto da alle 06:27 del 05/01/2013  Aggiungi commenti
Gen 052013
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 4 anni 4 mesi 24 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

number_1

La Regola Numero Uno dice che “Un problema intermittente e la cui causa e’ non specificata e’ impossibile da risolvere”. E questo in genere capita sempre su sistemi del cappero il di cui proprietario in genere non vuole spendere un centesimo piu’ del necessario ed e’ uso tenere aperto un browser 24 ore su 24 sul sito e schissare ‘refresh’ ogni 30 secondi per assicurarsi che il sito sia sempre ben visibile. Il che significa che quando il sito ha un hiccup lui e’ al telefono prima ancora che il nostro monitor di sistema si sia reso conto che c’e’ qualche cosa che non va. Lasciamo perdere che 9 volte su 10 il sito funziona benissimo.

La Regola Numero Uno dice che “I programmatori non hanno mai toccato niente, il sito non e’ stato mai modificato e nessuno sa nulla”. Ovviamente. Perche’ senno’ sarebbe troppo facile.

La Regola Numero Uno dice che “Le applicazioncine del ca$$o che hanno sempre funzionato cominceranno a non funzionare piu’ quando il cliente invia una mail a 30.000 destinatari per promuovere i suoi nuovi servizi”. Ovviamente senza informarci prima del fatto e senza tenere conto che la sua applicazioncina del ca$$o e’ ospitata su un sito che il Commodore 64 al confronto era un supercomputer.

La Regola Numero Uno dice che “Il cliente di cui sopra comincera’ a tempestare di telefonate il supporto tennico ancora prima che tale supporto tennico abbia avuto il tempo di domandarsi che accidenti e’ questo server e di chi e’“. Perche’ ovviamente noi dovremmo conoscere a memoria ogni singola applicazioncina del ca$$o che gira su questo coso.

La Regola Numero Uno dice che “Dopo aver avviato il tcpdump, tracing, controllo statistico etc. per cercare di diagnosticare il problema sul sito, tale problema non si verifichera’ piu’ per le successive 19 ore”. Per poi ritornare puntualmente non appena pensi che “forse era un qualche accrocchio sul routing” e morderti le chiappe a tradimento.

La Regola Numero Uno dice che “Quando, dopo ore ed ore di verifiche, becchi un IP che apre 230 SYN senza mandare piu’ un pacchetto che e’ uno al server e riempie completamente la tabella delle connessioni di Apache scoprirai che quell’IP appartiene al Cliente che sta facendo delle prove di funzionamento del sito”. E guarda caso ha cominciato a fare le prove di funzionamento il giorno stesso che ha mandato il mailing per “verificare il carico del server”.

La Regola Numero Uno dice che “Se il SysAdmin cerca di spiegare le intricazioni del tcp/ip al cliente quello liquidera’ l’intera faccenda sostenendo che il sysadmin sta cercando scappatoie per non dimostrare la propria incompetenza nel risolvere il problema” e non che sta semplicemente cercando di spiegare al cliente che lo stesso cliente sta eseguendo un DDOS sul suo stesso server.

La Regola Numero Uno dice che “Applicare caching, proxy, ridurre timeout, aumentare il numero di thread etc. sulla suddetta applicazione servira’ solo a rendere il client piu’ fiducioso sul numero di ‘test’ contemporanei che puo’ eseguire”. Il che significa anche che aumenteranno il numero di casini che si verificano, soprattutto tra le 20.30 e le 4 del mattino, quando il SysAdmin vorrebbe dormire o comunque non pensare ai casini del suddetto cliente.

La Regola Numero Uno dice che “Dopo aver accettato (mugugnando) di disattivare il famoso test per un intero week-end, e non aver sofferto piu’ nemmeno un problema per tutto il tempo, il Cliente di cui sopra insistera’ comunque in un ulteriore test da condurre nottetempo (per evitare problemi con i suoi clienti ovviamente), il tutto senza informare il sysadmin della cosa”. Provocando una feroce incazzatura nel suddetto sysadmin che avrebbe voluto dormirsela della grossa.

La Regola Numero Uno dice che “Non si puo’ dire al cliente di andare a fan…”.

La Regola Numero Uno dice che “E’ sempre colpa del sysadmin”.

Davide

legenda personaggi

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: