Ricerca in FOLBlog

[SdSM] La Minaccia Fantasma

 Scritto da alle 00:15 del 30/08/2008  Aggiungi commenti
Ago 302008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 27 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

La minaccia fantasma

07/07/2008

Siamo di nuovo qui a parlare del bellissimo server di CL, del quale ho gia narrato le tristi vicende precedentemente.

In breve, CL ha deciso che voleva giocare a fare il sysadmin ed e’ riuscito in tempo molto breve a fulminare tutta la macchina.

Il che ha lasciato un certo numero di clienti (suoi, o meglio, della sua societa’) molto inferociti. Per un breve momento e’ sembrato che il di lui UL volesse sangue e sofferenza, ma poi, dopo aver ascoltato per una giornata le geremiadi dei suoi clienti ed aver scoperto una triste realta di vita (clienti insoddisfatti=meno soldi), la palla e’ ritornata dalla nostra parte, percui il server e’ stato rimosso dalla co-locazione e da me reinstallato.

Per qualche strano motivo (Murphy) il giorno che mi sono messo a reinstallarlo il nostro server di installazione remota ha deciso di andare nel pallone, il che significa che invece di usare l’installazione ‘standard/facile e rapida’ mi sono dovuto sciroppare l’installazione con CD. Vabbe’, poco male. Solo che l’installazione “standard” installa anche altre cose. Se a questo aggiungiamo che il server precedentemente aveva gia’ delle sue ‘stranezze’ abbiamo gia’ qualche problema.

Quasi tutto ha funzionato al primo colpo. A parte qualche problemino iniziale (tipo sendmail che ascoltava solo su 127.0.0.1) ma il grosso problema sono stati 3 siti che girano su quel coso. Siti che sono, in effetti, 3 installazioni di una ben nota applicazione di helldesk.

Dato che i siti in se ed i database sono stati ripristinati dalla macchina vecchia, ho immediatamente pensato a qualche paperocchio con la configurazione, solo che essendo /etc/httpd persa miseramente (no, non era nel backup e lo snapshot che ho fatto ho scoperto dopo che non contiene /etc/httpd perche’ “e’ sempre quella di default”) e’ un po’ dura scoprire cosa c’e’ che non funziona.

Ho passato quindi una settimana maledicendo CL e cercando di capire come accidenti funziona questo arnese e quali possono essere i problemi. Ad un certo punto per cercare di capire dove stanno i problemi ho dovuto riguadagnare l’accesso come root a MySQL e cambiare le password di ‘administrator’ di questa dannata applicazione. Non c’e’ bisogno di dire che mezz’ora dopo ho ricevuto una valanga di mail che “non possiamo piu’ usare phpMyAdmin” e “non riusciamo piu’ ad accedere all’applicazione come Admin”. Ma volete che ve lo sistemi sto maledetto arnese o no???

Comunque dopo un bel po’ di madonne ho scoperto che l’applicazione usa(va) un fetchmail per recuperare le email indirizzate all’helldesk dal nostro server di posta ed inoltrarle (tramite la chiamata ad una procedurina php) nel sistema. Dopo aver ricostruito il fetchmail (devo dirvi che ho dovuto cambiare la password e mi hanno comunicato 3 secondi dopo che “non riusciamo piu’ a leggere la posta”?) ed aver debuggato in lungo ed in largo il maledetto arnese, ho scoperto che questo dannato software per poter funzionare richiede che la DocumentRoot sia impostata correttamente alla “/” dell’applicazione. Essendo la macchina ora configurata per Mass-Defined Virtual hosts, questo non e’ piu’ il caso.

Bene! Scova come ‘forzare’ il path dentro all’applicazione stessa.

Comunque, dopo una settimana circa di madonne, test e smandruppamenti vari, sono riuscito ad avere l’arnese di nuovo in funzione. E sembra che tutto vada per il verso giusto.

Ma quando sono arrivato questa mattina in ufficio gia’ sentivo che qualche cosa non era per il verso giusto… percepisco un disturbo nella forza… qualche cosa di elusivo… nascosto…

La Minaccia si concretizza con una mail verso le 11.30:

Da: UL (capo di CL)
Subject: Il nostro server

Abbiamo ricevuto conferma che il nostro server funziona ora correttamente
e tutti i problemi sono risolti. Ottimo lavoro, grazie per il pronto
intervento.

Tuttavia, dato che dobbiamo fare molti lavori su questa macchina nei prossimi
giorni, gradiremmo avere un'account yadayada con autorizzazione a modificare
/etc/questoequello, la possibilita' di scrivere in /usr/sbin, /usr/bin,
blahblah la possibilita' di yada yada yada e cosi' via.

Se potete inviare l'account e la password a CL@DittaDiCl.nl

Mostro la mail a DaBoss.

IO – Vogliamo scommettere quanto dura stavolta?

DB – Certa gente proprio non impara mai.

Nota: io adesso ho un backup che gira ogni 3 ore e che fa il backup di tutta la /etc, che non si sa mai.

Davide

legenda personaggi

[ratings]

Technorati Tags: Storie dalla Sala Macchine,humor

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: