Ricerca in FOLBlog

[SdSM] Going… Going…

 Scritto da alle 00:15 del 10/07/2008  Aggiungi commenti
Lug 102008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 4 mesi 17 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Img1

25 Febbraio 2008

Gli ultimi giorni sono oramai agli sgoccioli, ho speso due settimane praticamente scrivendo documentazione, documentazione che, a quanto ne so, non e’ stata ancora ne’ letta ne’ guardata da nessuno (e che mi aspettavo?).

Naturalmente io so gia che la documentazione verra’ letta solo una settimana dopo che me ne sarò andato, quando qualche cosa andrà catastroficamente male e qualcuno deciderà di vedere se, putacaso, ho pensato a scrivere una paginetta che dice come recuperare da un totale fsckup (hint: no).

Inoltre, ho anche passato diversi giorni facendo il “consulente”, cioè rispondendo agli accorati appelli di CL quando non capisce da che parte cominciare per risolvere un qualunque problema. Il che capita più o meno… hemmm… ogni 5 minuti…

Esempio idiota: ticket classico: “richiesta di attivazione account”.

Spiegazioncina: i vari uffici possono creare account ‘locali’ sui loro sistemi, tali account ricevono posta, possono montare i dischi condivisi e cosi’ via, ma non possono (per esempio) collegarsi da casa via VPN o decidere di spostare la loro posta su un server diverso. Per quello c’e’ da ottenere un’account “speciale”. Dato che nel passato abbiamo avuto vari problemi (pigs+dogs con account ‘speciali’), l’account ‘speciale’ deve essere ‘richiesto’ a noialtri Men In Black (l’ultima, la migliore e l’unica linea di difesa contro le ca$$zate fatte dai vari amministratori).

Ora, in genere questo tipo di richieste sono risolte nel giro di 30 secondi: si guarda la richiesta, se non e’ una roba che puzza di marcio da un kilometri si schissa OK e fine.

Ma no, CL non sa mai se la richiesta e’ buona o no. A poco serve che vi sia una estesa documentazione sui ‘controlli da effettuare’.

CL – E questa richiesta va bene?
IO – Hai fatto i soliti controlli?
CL – Quali controlli?
IO – Quelli che ti ho detto di leggere (guardo l’orologio) 15 minuti fa.
CL – No, devo farli?
IO – Ma va??

Dieci minuti dopo.

CL – E questa richiesta va bene?
IO – Rileggiti i controlli.
CL – Quali controlli?

Quindici minuti dopo.

CL – Questo ticket qui’ con questa richiesta…
IO – Leggiti. I. Controlli.

La cosa si e’ reiterata per parecchio, al punto che mi ero messo a fare un cartello “leggiti i controlli” da incollargli davanti al monitor (o con il quale picchiarlo… non avevo ancora deciso). Il problema e’ stato “risolto” da CL che ha deciso semplicemente di ignorare tutti i ticket di cui “non sa la soluzione”. Il che coincide, stranamente, con tutti i ticket.

Per distrarmi un po’ ho deciso di vedere che aveva Aquila da madonnare (lo chiamano ‘Bestemmiante’ mica per niente no?), ed e’ saltato fuori che per qualche strano motivo una mail veniva palleggiata tra due server e mai scartata del tutto, con il risultato che lo sfortunato utente riceveva un centinaio di ‘bounce’ al giorno.

Per qualche strano caso, Aquila invece di limitarsi a disintegrare la mail dalla coda e poi cercare di capire da cosa era dovuto il rimpallo, si e’ messo a leggersi tutti i log dalla notte dei tempi, con il risultato che l’utente riceveva altri bounce.

Dopo averlo finalmente persuaso a zappare la mail dalla coda (quando si impunta Aquila e’ più testardo di un mulo tibetano) ed aver tracciato il problema nel fatto che la mail stessa mandava in palla l’antivirus, mi sono dovuto pure sorbire le germiadi dell’utente per un quarto d’ora.

Poi ho dovuto passare un paio di divertenti (nel senso non-divertente del termine) ore cercando di spiegare ad un utente che, se il suo Lookout gli dice “manca un componente per cercare nell’address book”, significa che deve domandare al supporto teNNico di installare tale componente e non lamentarsi (con me) che il computer non funziona.

Poi ho passato un altro paio di ore a rendermi conto (con mio grande stupore e costernazione) che io sono l’unico a guardare il sistema di monitoring e se una delle macchine sparse nel mondo sta per avere un collasso totale, nessuno, dico nessuno fa niente finche’ non e’ troppo tardi.

Mi viene da domandarmi come ca$$o facevano a funzionare prima che arrivassi.

Ed in tutto questo, mi mancano ancora due giorni.

Davide

legenda personaggi

[ratings]

Technorati Tags: Storie dalla Sala Macchine,humor

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: