Ricerca in FOLBlog

[SdSM] Ed ecco l’Imprevisto

 Scritto da alle 00:15 del 13/07/2008  Aggiungi commenti
Lug 132008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 2 mesi 12 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

image

3 Marzo 2008

E cosi’ ci siamo. E’ finalmente arrivato (e passato) l’ultimo giorno di permanenza, ho salutato tutti quelli che se lo meritavano, mi sono sorpreso quando parecchi dei miei utonti sono arrivati li’ con una tortona e regalo per il “nostro SysAdmin from hell” (c’era scritto cosi’ sul biglietto), ho imballato la mia tazza del caffe’ e mi sono trasferito nella nuova postazione.

Dove mi sono ritrovato subito con un nuovo Desktop (Apple iMac Dual Core con monitor da 24 pollici), un nuovo Laptop (Apple MacBoox da 13 pollici), nuovo telefono (indovinate un po’) e, tanto per completare la collezione, un iPod. E tutto questo dopo che io avevo detto che non volevo ne’ desktop, ne’ laptop ne’ altro.

Addendum: sono riuscito a dare indietro sia il notebook che il telefono, per il desktop ci sto lavorando, il problema e’ che la chiavica di server Jabber per MacOS che usano qui’non e’ completamente standard (alla faccia di Microsoft) e Pidgin non funziona… quindi uso un enorme schermo da 24 pollici solo per Jabber… sigh!

Dopo aver passato un paio di giorni di cazzeggiamento e a cercare di capire chi fa cosa e cosa si suppone che faccia io, ho cominciato a rompere i marroni ai miei (nuovi) colleghi per vedere di fare qualche cosa io.

E cosi’ mi ritrovo al giorno numero 4 (quattro) occupato a cercare di ottenere delle statistiche di permanenza dei messaggi nella coda di Postfix per fare dei grafici (tramite cacti).

Mentre sto’ cercando di capire dove ca$$o sta’ la virgoletta rovesciata su questa straca$$o di tastiera Apple, uno dei colleghi (BT) si affaccia alla porta dell’ufficio.

BT – Hey! Ti funziona la rete?
IO – He? Hummm…. momento… clickety-click Azz, no, non sembra.
BT – Ha, bene, avevo il dubbio che avessi incasinato qualche cosa io nella mia di configurazione…

C’e’ un vantaggio innegabile nel lavorare con un branco di Geek e Nerds: quando fanno dei casini sanno che la colpa e’ loro e non vengono a rompere le balle.

Cosi’ BT se ne va a cercare di capire dove sta il problema, dopo un po’ mi incuriosisco e lo seguo. Lo trovo in Sala Macchine a controllare le lucine del router.

IO – (puntando alla luce spenta) Questa qui’ non dovrebbe essere accesa?
BT – E dovrebbe essere accesa si’… mi sa che la nostra fibra e’ andata a prendersi una vacanza.

Entrambi pensiamo al gruppo di Uomini In Salopet che stanno sfasciando il marciapiede davanti al palazzo per stendere un qualche tubo.

IO – Forse dovremmo domandare all’ISP.
BT – Si, penso proprio che dovremmo farlo.

Cosi’ parte la prima di una lunga serie di telefonate all’ISP, nel corso della giornata l’ISP procede a:

  • Negare che vi siano problemi sulla rete
  • Accusare noi di aver incasinato il router
  • Confermare che vi sono problemi sulla rete
  • Negare categoricamente che vi siano problemi
  • Incolpare altri providers per la mancanza di connessione
  • varie ed eventuali

Il tutto ovviamente, a seconda di chi rispondeva al telefono al momento.

Felice e rassicurato che tutto va come al solito (si cambia posto ma le cose rimangono come prima), mi preoccupo di cazzeggiare il piu’ possibile scambiando storie di Fallimenti Catastrofici con i miei compagni di sventure, devo dire che nessuno e’ ancora riuscito a battere la mia storia “Americana” (che un giorno o l’altro dovro’ riportare anche qui’…).

Comunque, le cose vanno piu’ o meno come dovrebbero andare (con gente che cazzeggia in giro, si sfida a battaglie senza tregue a freccette, cerca di battere il record a Solitario o sa dio cosa) per quasi tutta la giornata, fino (piu’ o meno) a mezzogiorno. Quando BT annuncia che e’ riuscito a resuscitare la connessione di ADSL di backup. La gioia e’ di breve durata dato che la connessione fallisce quasi subito. Il che indica chiaramente che il problema non e’ solo di $isp, ma e’ piu’ grosso.

Nel pomeriggio, i vari Clienti (CL) si rendono conto che non riescono piu’ a raggiungere i nostri server di monitoraggio e cominciano ad entrare in fibrillazione. A questo punto uno dei suddetti decide di telefonare. La conversazione seguente e’ (piu’ o meno) quello che ne e’ saltato fuori, il tipo stava parlando con un collega (DT) e non con me (senno’ lo avrei mandato a fankulo subito).

CL – Mi serve un nuovo dominio sul server web.
DT – Sono spiacente, ma abbiamo dei problemi con la connessione internet e non posso collegarmi alla rete di gestione per modificare le impostazioni del server in questo momento, per cortesia ci mandi una mail e non appena riusciamo a riavere la connessione vedro’ che posso fare.
CL – No, no, lei non mi ha capito, mi serve un nuovo dominio sul server Web. Adesso!.
DT – Be’, mi spiace se e’ una cosa urgente, ma purtroppo non c’e’ molto che io possa fare in questo momento, per cortesia mi mandi una mail.
CL – Ma lei non capisce! Blah blah blah, campagna pubblicitaria, yada yada yada, contatti diretti, blah blah blah, volantinaggio, yada yada yada, sito web, blah blah blah, investimenti, yada yada yada, sito web, blah blah blah…

Insomma, i pisquanoni hanno deciso di fare una campagna pubblicitaria per un qualche nuovo prodotto o servizio e, naturalmente, si sono resi conto che la campagna riferiva ad un sito che non esiste, e naturalmente hanno deciso di aspettare l’ultimo momento prima di richiederlo…

DT – Capisco il suo problema ma non posso fare assolutamente nulla al momento, stiamo aspettando che $isp risolva il problema dalla loro parte, non dovrebbe essere una cosa lunga.
CL – E non potete andare direttamente alla colocazione e fare le modifiche la’?
DT – Hummm… a questa domanda c’e’ una risposta breve ed una lunga, entrambe significano “no”.

Considerando che la Colocazione e’ dall’altra parte dell’Olanda, DT e’ stato anche troppo cortese nella sua risposta.

Davide

legenda personaggi

[ratings]

Technorati Tags: Storie dalla Sala Macchine,humor

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: