Ricerca in FOLBlog

[SdSM] E’ come magia!

 Scritto da alle 06:27 del 09/06/2012  Aggiungi commenti
Giu 092012
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 5 anni 1 mese 19 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

1056618_f520

Quando le automobili furono inventate, la popolazione guardo’ con meraviglia e riverenza quelle cose misteriose che facevano un gran casino e sembravano muoversi per conto loro senza alcun intervento esterno.

Era come magia! Non lo sai come funziona: e’ magia, nessuno lo spiega: e’ magia!

Poi le auto diventarono piu’ comuni del mal di testa e nessuno si preoccupa piu’ di tanto del fatto che funzionino. Che ben pochi tutt’ora ne capiscano o si preoccupino di capirne il funzionamento non e’ una cosa troppo strana e che ancora meno siano capaci di usarle o di metterci le mani dentro e’ ancora meno strana.

Tuttavia, sono pochi quelli che si mettono a ravanare sotto al cofano di una auto ed i vari costruttori fanno di tutto perche’ diventi sempre piu’ difficile il farlo. Ed ancora meno sono quelli che si fregiano di titoli altisonanti che implicano che siano in grado di ravanare sotto al cofano di un’auto con competenza e perizia.

Poi, negli anni 80, cominciarono a diffondersi i computers, che facevano cose strane, facendo comparire simboli, lettere e numri sullo schermo.

Era come magia! Non lo sai come funziona: e’ magia, nessuno lo spiega: e’ magia!

Oggi i computers sono piu’ comuni delle formiche il giorno del picnic aziendale ma le persone che capiscono come i computers funzionano sono ben poche. Tuttavia, a differenza delle auto, quelli che si fregiano di titoli altisonanti e richiedono compensi comparati al titolo senza capire una cippa di come le cose funzionano sono, a mio parere, troppi… troppissimi. E non c’e’ di certo mancanza di "polli" per cotesti individui da spennare.

Ora, che c’entro io direte voi? C’entro perche’ oggi mi arriva la seguente richiesta da un CL a caso con l’altisonante titolo di "internet solution specialist":

CL – Allo scopo di utilizzare appieno i servizi del nuovo hosting provider, e’ necessario cambiare i DNS del nostro sito web impostando i seguenti DNS: 1. dns.nuovoprovider.nl, 2. dns2.nuovoprovider.nl e 3. dns3.nuovoprovider.nl.

Allora, sto branco di paguroidi ha deciso di spostare il loro server web dal nostro hosting ad un altro hosting meno costoso (dicono loro), il server e’ stato "migrato" e l’unica cosa che era rimasta da noi e’ la gestione dei DNS, ora pare vogliano togliare anche quella. Vabbe’, NMP.

Allora, io rimando indietro una bella maillina che dice piu’ o meno:

IO – Caro CL, modificare i DNS nella registrazione del dominio significa che da ora in avanti le modifiche alla zona dovranno essere richieste o effettuate usando il DNS del nuovo providers, dato che noi non abbiamo accesso a tali DNS non sara’ piu’ nostro compito gestirli.

Dopo una sommaria conferma (ho idea che il CL sia andato in coredump del cervello alla prima riga), procedo a cambiare la registrazione. Un paio di ore dopo scoppia il casino. Come atteso.

CL – Non riceviamo piu’ posta!
IO – In che senso?
CL – Che non ci arriva piu’ la posta!
IO – Dunque clicckety click sembra che il record mx per il vostro dominio punti sul server di posta del nuovo provider, avete domandato a lui?
CL – Ma noi vogliamo ricevere la posta sul nostro server.
IO – In tal caso dovreste configurare il record mx in modo da puntare a quel server e non al server del provider.
CL – Bhe’ cambiatelo!
IO – No, io non posso cambiarlo, dovete richiederlo al nuovo provider.
CL – Ma voi avete sempre fatto le cose!
IO – Perche’ eravamo noi a gestire il vostro DNS, adesso non lo gestiamo piu’ quindi non possiamo farlo. Come scritto nella mail di prima.
CL – Ma noi non riceviamo piu’ la posta!
IO – Parlatene con il vostro nuovo provider.
CL – Ma che vuole dire? Io ho solo chiesto di cambiare una cosa, cosa c’entra la posta?
IO – Hummm… voi avete idea di come funziona il DNS vero?
CL – Ma si’, il sito… http… quella roba li’…
IO – Allora, se il DNS e’ quello del provider, e’ quello che dice dove deve andare la posta, se quell’informazione e’ sbagliata la posta andra’ da un’altra parte.
CL – Ma il sito si vede ancora!
IO – Il sito non c’entra un tubo con la posta.
CL – Ah no. Un momento, in effetti c’e’ un problema che il sito con il www dovrebbe vedersi come quello senza www mentre adesso il sito senza www rimane senza www. Possiamo metterlo a posto?
IO – Anche questo dovete domandarlo al provider. Quello nuovo.
CL – E non potete metterlo a posto voi?
IO – No. Dovete domandarlo al nuovo provider che vi gestisce il sito. Noi non ci entriamo piu’ niente.
CL – Ma se aspettiamo loro ci facciamo notte! Noi abbiamo bisogno della posta!
IO – Bhe, io posso rimettere i DNS come stavano prima ma richiedera’ un po’ di tempo ed in ogni caso dovrete ugualmente parlare con il provider per la faccenda del ‘www’ (sic).
CL – Ma perche’ non li sistemate voi? Lo avete sempre fatto.
IO – Perche’ i DNS non sono piu’ i nostri e quindi non li gestiamo piu’. Come spiegato nella mail.
CL – …si ma io mica l’ho capito…

E si’… perche’ come funziona "la internet" e’ magia no?

Davide

legenda personaggi

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: