Ricerca in FOLBlog

[SdSM] Chiamami Freddy

 Scritto da alle 00:15 del 27/08/2008  Aggiungi commenti
Ago 272008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 23 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Freddy Krueger

30/06/2008

Continua la saga della $merdavigliosa applicazione e del suo (o dei suoi) creatori. Dopo uno scambio di chiacchiere con l’astinenza teNNica sulla lunghezza dei cavi USB, abbiamo chiesto un po’ di prezzi per sapere quanto costa questo mitico “inizializzatore” ed altri dettagli. Ricevuti i quali, sono a consulto con DaBoss.

DB – (guardando la mail) ellamadonna…
IO – Si, esatto, ho avuto la stessa impressione.
DB – Quindi una licenza extra e’ $unagamba, la licenza per il sistema di fail-over $unbraccio, i token che vengono via in blocchi di 10 vengono $lapallasinistra e questo “inizializzatore”…
IO – Che a me piacerebbe tanto fare a pezzi per vedere che cosa c’e’ dentro e sono quasi sicuro che se lo facciamo ci troviamo un LED all’infrarosso, un 555 ed un pezzo di cavo USB.
DB – …si’ probabilmente… comunque viene $unrene
IO – Posso chiedere perche’ e’ stato selezionato questo prodotto in mezzo a tutti gli altri disponibili?
DB – Perche’ quando ho fatto il confronto con gli altri questi erano i più convenienti.
IO – Alla faccia…
DB – Ho detto “lo erano”. E cosa vuol dire “contratto di assistenza per-token”?
IO – Ne so quanto te. Quella e’ la mail che mi e’ arrivata. Io pensavo che tu sapessi gia’ tutto di questa roba.
DB – Io ne sapevo prima, mi sa che adesso non lo so e non lo voglio sapere. Sei riuscito a far funzionare questi token hardware?
IO – Non ancora. Secondo me ci abbiamo giocato troppo e adesso sono de-sincronizzati, ed ovviamente non abbiamo nessun modo per ri-sincronizzarli senza il.. hemmm… “sincronizzatore”…
DB – E come e’ che ogni volta che proviamo a fare questa ‘distribuzione automatica’ non funziona una mazza?
IO – Secondo me e’ perche’ in quella mail automatica che il server invia il link per l’installazione del token e’ ‘LINK’ ma in realtà il file si chiama ‘link’. E’ un problema di case-sensitivity.
DB – Prova a richiamarli e senti se c’e’ un modo alternativo, io provo a sentire il loro ufficio commerciale che cavolo vuole dire un aumento di prezzo di questo tipo.

Me ne ritorno perciò in ufficio e procedo a chiamare $merdavigliosasoftwarehouse (MS) per l’odierna chiacchierata.

MS – $merdavigliosasoftwarehouse, buongiorno
IO – Mi passi il supporto tecnico per cortesia.

Una ventina di minuti di musichetta pro-suicidio dopo…

Bob- Salve sono Bob
IO – Salve sono D di $networkgestapo, peggiore incubo della tua vita.
Bob- Che??

A questo punto mi sposto un attimo per lasciare passare T che sta sbruffando caffe’ dal naso.

IO – Allora, noi abbiamo acquistato tempo addietro il vostro prodotto questo-e-quello ed abbiamo avuto una serie di problemi questo-e-quello blah blah blah e yada yada yada…

Inserite qui un sunto di tutti i vari casini.

IO – Quindi volevo sapere se a) e’ possibile re-inizializzare questi cosi in un modo immediato senza usare hardware particolare, b) e’ possibile o sarà possibile usare il malefico inizializzatore su una macchina che non sia il server primario, c) che cavolo vuole dire la dicitura “supporto per token” e, last but not least, d) come e’ che ogni volta che proviamo a fare l’installazione becchiamo un errore.
Bob – heuuuu… dunque…
IO – L’ho detto no che sono il peggiore incubo della tua vita?
Bob – hemmm… allora per quanto riguarda la re-inizializzazione, no, senza l’hardware non si può fare.
mepensa: strike one…
Bob – Per quanto riguarda il collegamento, con la versione $nuovaversione e’ possibile usarlo anche su una macchina non-primaria.
IO – Ed ovviamente non e’ possibile fare un semplice upgrade, bisogna ricomperare tutto da capo, giusto?
Bob – Hemmm… be’, non sarebbe necessario, se non che i software token non sono compatibili…
mepensa: e che ti aspettavi?
Bob – La dicitura significa che c’e’ un contratto di supporto annuale.
IO – Che c’e’ un contratto di supporto lo si capiva, ma che vuole dire ‘per-token’?
Bob – Che il contratto deve essere attivato per ogni token che viene richiesto.
IO – …per ogni token che viene richiesto? Non usato? Cioè se noi comperiamo 100 token dobbiamo comperare 100 contratti allo stesso tempo? Indipendentemente se usiamo o no i token?
Bob – eh…
mepensa: strike TWO!
Bob – E per quanto riguarda quell’errore penso che sia per via del link in maiuscolo mentre dovrebbe essere in minuscolo. Sa come’, il software e’ stato sviluppato per ambiente Windows…
IO – E dato che volete venderlo in ambiente multi-OS, non e’ che avete pensato a provarlo prima su uno di “quegli altri” OS? No eh?
Bob – Hemmm… non proprio… Anche per quello l’inizializzatore va installato sul server primario.
IO – …non vedo il nesso…
Bob – Voglio dire, chi e’ che tiene un server Windows in co-locazione senza andare la’ almeno una volta al giorno?

Strike… THREE!!!

Nota 1: T ha passato il resto della giornata ripulendo il computer, la tastiera, il tavolo e tutti i suoi possedimenti dal caffe, di tanto in tanto, sulla strada verso la cucina si fermava nel mezzo del corridoio e borbottava “peggiore incubo della tua vita” tra se e se’.
Nota 2: se vi state domandando chi e’ il ‘Freddy’ del titolo, e’ Krueger ovviamente.

Davide

legenda personaggi

[ratings]

Technorati Tags: Storie dalla Sala Macchine,humor

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: