Ricerca in FOLBlog

Mag 012008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 3 mesi 17 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

image
Molti di noi si ritrovano a dover gestire delle caselle di posta elettronica gestite da un provider di servizi diverso da quello con cui si è fatto l’abbonamento ad Internet che si utilizza per navigare.
Ad esempio, si naviga sfruttando l’ADSL di Tiscali ma si vorrebbe poter gestire con il proprio client di posta elettronica anche caselle di posta Libero, Hotmail, ecc.
I provider di solito non consentono di scaricare posta da mailboxes al di fuori del proprio dominio; in questo modo gli utenti Tiscali avrebbero la possibilità di scaricare la posta solo da mailbox @tiscali.it.

Per fortuna FreePOPs consente di ovviare al problema.

Si tratta di una utility free che, una volta installata, consente di aggirare il problema.
E’ sufficiente configurare il proprio client di posta elettronica in modo da demandare a FreePOPs il compito di scaricare la posta dalle mailbox “vietate”.
In pratica, nella stragrande maggioranza dei casi, occorre semplicemente utilizzare localhost come server POP3 (anziché il server POP3 indicato dal nostro provider) e 2000 come porta (anziché la classica 110) e poi usare come nome utente il vostro indirizzo di posta completo (nella forma nomeutente@dominio.webmail).
Più facile a farsi che a dirsi.

FreePOPs è in grado di gestire un’impressionante numero di domini.

Esistono versioni di FreePOPs sia per Windows, che per Linux, che per MacOSX.
L’utility può essere eseguita sia come servizio che come applicazione da lanciare all’occorrenza (eventualmente in avvio automatico).
Quest’ultima possibilità è l’unica che funziona con Vista x64 SP1.

Insieme al programmino principale, viene installata una utility di servizio, FreePOPs-updater, che ha il compito di verificare gli aggiornamenti dei moduli LUA (plugin), cioè di quei file che contengono le istruzioni che consentono a FreePOPs di svolgere il suo lavoro, e che necessitano di aggiornamenti periodici per riflettere le modifiche che i providers effettuano di tanto in tanto nella gestione delle mailbox.

FreePOPs è soggetto a manutenzione costante ed è ottimamente supportato anche grazie ad una comunità di utenti molto attiva nel forum di supporto.

Clicca qui per scaricare FreePOPs; e qui per accedere alla documentazione online.

Technorati Tag: free,tools,utility,email,POP3toHTML,FreePOPs

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: