Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Primi passi di Leopard Apple

 Scritto da alle 02:24 del 28/10/2007  Aggiungi commenti
Ott 282007
 

…a quanto pare zoppica!
Per molti utenti è stato impossibile portare a termine l’aggiornamento alla nuova versione di Apple MacOSX: il sistema mostra blue screen, si congela, non si spegne o non riparte.
Per molti l’unica soluzione è stata la reinstallazione daccapo.

Technorati Tag: Apple , figuracce , Leopard , aggiornamento , problemi

Articoli simili:

  31 Risposte a “Primi passi di Leopard Apple”

Commenti (31)
  1. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Purtroppo e’ parzialmente vero, Leopard zoppica un po’ sull’aggiornamento…

    Dico parzialmente perche’ “aggiornamento” e’ una parola che mi fa, e mi ha sempre fatto, venire l’orticaria!!

    Io ho installato Leopard questo sabato (su un PowerBook G4 15″ 1.67GHz, 1GbRAM).

    Una volta inserito il DVD del Leopardo, e fatta partire l’installazione, dopo i preamboli linguistici, ti si presentano 3 opzioni principali:
    1. Installazione da 0 (formatta e installa)
    2. Aggiornamento (vade retro, SATANA!!)
    3. Archivia e installa (la luce nel buio)

    opzione 1:
    installazione tradizionale, rade al suolo e “rivergina” la partizione (funziona senza problemi, se siete disposti a farvi il vostro sano backup dati configurazioni posta ecc)
    (disponibile l’opzione re-inizializza HDD: SCONSIGLIATA! cancella tutte le partizioni)

    opzione 2:
    il male personificato! come tutti gli aggiornamenti di sistema (Windows, Mac OS, tutti nella stessa barca), E’ UNA MERDA!! nessuno dovrebbe MAI fare un aggiornamento di sistema, e’ come aggiornare il cuscino di piume d’oca della propria sedia infilandoci dentro l’asse chiodata di un fachiro!

    opzione 3:
    quella che io chiamo “opzione lego”: questa installazione sposta gentilmente tutti i mattoncini che compongono il vostro MAC OS, sostituisce il “mattoncione” che e’ il core di OSX e rimette tutto a posto (NON e’ un aggiornamento, SOSTITUISCE l’OS);
    il risultato e’ quanto di piu’ godurioso si possa immaginare: Leopard senza toccare NULLA! (e intendo davvero NULLA!).
    avete tutti i vostri programmi dove li avevate lasciati, con le loro configurazioni funzionanti, assieme a tutti i vostri dati, accuratamente preservati.
    occhio solo ai (rari) programmi con custom-GUI (GUI composte artigianalmente senza l’ausilio delle librerie standard – GUI imprevedibile) e ad alcuni plug-in (risolvibili per la maggior parte installando PlugSuit o aspettando la nuova release :P)

    onestamente, ho testato vista 10 giorni dopo il rilascio a febbraio e installato Leopard il giorno dopo il rilascio (c’erano gia’ un paio di piccoli fix disponibili, alla faccia della lentezza Apple nel rilasciare gli aggiornamenti)… mi dispiace per coloro che apprezzano Vista/Microsoft, ma non c’e’ confronto alcuno! Vista e’ fuori da febbraio, e zoppica peggio di Leopard che ha visto la luce 3 giorni fa.
    oltre al sistema in se’, si pensi anche a tutti i programmi che da XP a Vista hanno smesso di funzionare senza un aggiornamento – praticamente tutti – e si pensi che io, ad oggi, non ho aggiornato ancora NULLA e funziona TUTTO.

    Non giudicatemi un Mac-fanatico, perche’ non e’ cosi’ (guardate il post Acquistare un MAC – Acquistare un Mac), sono oslo una persona che apprezza le cose fatte bene e critica le cose fatte male (da qualunque parte esse vengano).

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Fredd
    Molto interessante il tuo contributo che credo possa aiutare molti di coloro che saranno alle prese con l’aggiornamento del loro MacOSX.
    Vorrei sottolineare due cose che balzano agli occhi:
    1) una cosa è che un’applicazione di terzi smetta di funzionare una volta fatto l’aggiornamento del sistema operativo; ben altra cosa è che la stessa applicazione causi il blocco totale del sistema!
    Un sistema operativo stabile dovrebbe mandare in crash l’applicazione che non risponde correttamente ma non se stesso. Se ci riesce Vista, possono farlo tutti 😉

    2) Apple fa solo prodotti perfetti.
    O, almeno, è ciò che si ostina a volerci far credere.
    I fatti continuano a dargli torto, ma questo sembra del tutto secondario nell’opinione del popolo Apple.
    Alcuni giorni fa è stato rilasciato Ubuntu 7.10; la pagina di download era preceduta da un’altra in cui campeggiava la scritta “Benvenuti nel fufuro”.
    Molti utenti, una volta lanciato l’aggiornamento del sistema operativo, hanno avuto problemi e perso alcune funzionalità.
    Che fare gli spocchiosi porti sfiga?

  3. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    [QUOTE]
    1) una cosa è che un’applicazione di terzi smetta di funzionare una volta fatto l’aggiornamento del sistema operativo; ben altra cosa è che la stessa applicazione causi il blocco totale del sistema!
    Un sistema operativo stabile dovrebbe mandare in crash l’applicazione che non risponde correttamente ma non se stesso. Se ci riesce Vista, possono farlo tutti
    [\QUOTE]

    mi sono spigato male…
    dicendo
    “occhio solo ai (rari) programmi con custom-GUI (GUI composte artigianalmente senza l’ausilio delle librerie standard – GUI imprevedibile)”
    mi riferivo alla GUI del programma, Leopard non ne risente minimamente, ne’ crasha o altro 🙂
    nello specifico, il programma in questione e’ un news reader, la cui interfaccia (disegnata accuratamente, ma fatta bypassando le librerie standard) su Leopard fa una brutta fine per via del nuovo Look Unificato.

    [QUOTE]
    Che fare gli spocchiosi porti sfiga?
    [\QUOTE]

    potrebbe… alla Apple se la cantano e se la suonano da soli, non e’ una novita’ 😛

    [QUOTE]
    Molti utenti, una volta lanciato l’aggiornamento del sistema operativo, hanno avuto problemi e perso alcune funzionalità.
    [\QUOTE]

    quanto alla sfiga, ribadisco che, a prescindere da un’oggettiva problematica nel sistema di aggiornamento di Leopard (piu’ lieve comunque di quanto catastroficamente dichiarato dai soliti allarmisti), l’uso dell’AGGIORNAMENTO e’ deprecabile in se’ stesso, a prescindere dal sistema operativo

    ———————-
    aggiungo qui una considerazione personale: molti utenti hanno avuto problemi di aggiornamento facendo aggiornamenti improbabili da 2-3 versioni precedenti… (ho notizia di (rari) tentati aggiornamenti 10.1->10.5 O_o) ora, dubito molto che un aggiornamento da Windows 98 o ME a Vista funzionerebbe in modo diverso (anche qui ho notizia – in quanto riparatore – di tentati aggiornamenti altrettanto allucinanti); e’ l’idea di fondo che non funziona, se hai una BMW del ’92 e “aggiorni” il motore mettendoci altri 2 cilindri senza rifare da capo il motore, se hai culo si limita a non partire, altrimenti fa un bel botto e tu perdi tutto quello che avevi nel baule… 😉

    e devi reinstallare la macchina ;P

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Fredd
    “mi sono spigato male…
    dicendo
    “occhio solo ai (rari) programmi con custom-GUI….”

    Ti sei spiegato benissimo, tu. Un po’ meno io: mi riferivo ad altre applicazioni che causano il crash di sistema; per esempio leggi questo articolo e, soprattutto, i commenti.

  5. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    @Enrico
    ammetto la mia ignoranza, non ne sapevo nulla…

    comunque, e’ il solito problema degli aggiornamenti… 🙂 NON BISOGNA MAI AGGIORNARE!

    archivia e installa = bene
    pialla e installa = bene
    computer nuovo = bene
    aggiorna = male

    😉

    ho letto solo la prima pagina di commenti (non ho tempo di leggerne piu’ di 100)

    le applicazioni che fanno crashare il sistema appartengono a due categorie un po’ particolari… quelle che aggiungono caratteristiche al sistema (tipo Growl – sistema di notifica eventi) e quelle che modificano il sistema (ad esempio Onyx – manutenzione e “modifica di parametri nascosti” – cito testualmente)

    Leopard e’ un sistema nuovo, per cui e’ normale che certe interazioni dirette col sistema operativo siano differenti.
    Ad esempio, TuneUp per Windows (utility di manutenzione) ha ricevuto un generoso aggiornamento per Vista, cosi’ come anche Norton Antivirus (la differenza Leopard-Vista e’ che in Vista TUTTI i programmi – anche Office ad esempio – hanno necessitato aggiornamento, mentre per Leopard solo quelli che interagiscono con funzioni specifiche, aggiungono caratteristiche non native o “hackano” il sistema in qualche modo ne hanno avuto bisogno).

  6. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    @Enrico
    ***siccome il blog si e’ mangiato il mio commento, e non ho tempo per riscriverlo per intero, saro’ molto succinto***

    ho letto la prima pagina dei commenti
    come dicevo, quasi tutti problemi di AGGIORNAMENTO

    ribadisco:
    archivia e installa = bene
    pialla e installa = meglio
    nuovo computer = perfetto
    aggiornamento = male assoluto

    😉

    i programmi che hanno causato problemi appartengono a due categorie particolari:
    1. quelli che aggiungono caratteristiche non native al sistema
    2. quelli che modificano parametri di sistema

    esempio pratico:
    1. Growl – sistema di notifica unificato
    2. Onyx – manutenzione e “modifica parametri nascosti” (cito testualmente)

    Leopard non e’ Tiger, cosi’ come Vista non e’ XP, quindi e’ logico pensare che, se applicativi per Windows come TuneUp e Norton Antivirus hanno avuto bisogno di essere adattati a Vista, cosi’ succede anche in Leopard, con l’unica differenza che, mentre nel passaggio Tiger->Leopard gli unici applicativi da ritoccare sono quelli che “hackano” o modificano il sistema, in XP->Vista persino programmi “semplici” (che non toccano il core dell’OS) come Office ne hanno avuto bisogno.

  7. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Enrico
    //due appunti:
    //1. mi sono registrato 🙂
    //2. e’ la terza volta che riscrivo questo post, per la miseria! se l’e’ mangiato 2 volte!

    ho letto la prima pagina dei commenti e ho riscontrato una elevata percentuale, come mi aspettavo, di problemi correlati all’AGGIORNAMENTO

    ribadisco:
    archivia e installa = bene
    pialla e installa = meglio
    nuovo computer = perfetto
    aggiornamento = male

    😉

    riguardo ai programmi che hanno causato problemi, appartengono a due categorie particolari:
    1. quelli che aggiungono features non native al sistema
    2. quelli che modificano i parametri del sistema

    esempi:
    1. Growl – sistema unificato di notifica eventi
    2. Onyx – manutenzione e “modifica parametri nascosti” (cito testualmente)

    Leopard non e’ Tiger, quindi e’ piu’ che comprensibile che i programmi che interagiscono direttamente con il sistema possano avere dei problemi (forse che Norton SystemWorks o prodotti simili non sono stati sottoposti a un pesante upgrade per girare sotto Vista?)

    Una considerazione che poi va fatta e’ che ci sono molti casi di “aggiornamento selvaggio” (ho notizia di tentati aggiornamenti da 10.1 Puma a 10.5 Leopard); se tenti di aggiornare Windows 95 a Windows Vista, dubito che il risultato sia particolarmente appetitoso.

    E’ come avere una BMW M3 a 6 cilindri, e “aggiornare” il motore aggiungendone 2, cosi’ diventa come il nuovo modello a 8 cilindri… se non rifai il motore o lo sostituisci in blocco, e’ probabile che non funzioni, ad andare bene, o ti scoppi in faccia, ad andare male… perdendo cosi’ tutto il contenuto del baule 😛

    e costringendoti a reinstallare la macchina ;P

    ————–
    qui una considerazione personale: e’ vero che l’aggiornamento Tiger->Leopard significa rinunciare ad alcuni di quei programmi che “giocano” un po’ sotto al cofano del vostro OS, ma non dimentichiamo che tutto il resto funziona egregiamente senza problemi, al contrario di Vista, dove persino applicativi “semplici” (nel senso che non interagiscono con il sistema a basso livello) come Office hanno dovuto essere “operati” per adattarsi al nuovo sistema.

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @ Fredd
    “//due appunti:
    //1. mi sono registrato 🙂

    Grazie 🙂 Mi fa molto piacere!

    “//2. e’ la terza volta che riscrivo questo post, per la miseria! se l’e’ mangiato 2 volte!”

    Non so perchè ma Askimet, un plugin per Worpress che serve ad intercettare lo spam, ha deciso di classificare i tuoi ultimi interventi come spam.
    Per fortuna ho preso l’abitudine di andare ogni tanto a controllare cosa combina!
    Mi scuso per l’inconveniente

    “…
    2. quelli che modificano i parametri del sistema
    ….
    Leopard non e’ Tiger, quindi e’ piu’ che comprensibile che i programmi che interagiscono direttamente con il sistema possano avere dei problemi (forse che Norton SystemWorks o prodotti simili non sono stati sottoposti a un pesante upgrade per girare sotto Vista?)…”

    Forse ti sfugge un aspetto che ho già citato nella risposta precedente e che ritengo di fondamentale importanza: va bene (insomma…) che un software non funzioni più dopo l’aggiornamento; a mio parere è grave che un programma mandi in crash il sistema!
    E’ stata una delle critiche più fondate mosse per un sacco di tempo a Windows.
    E ora che finalmente Microsoft sembra averci posto rimedio, toh che Leopard la ripropone; addirittura c’è un revival delle schermate blu.
    Vero, Norton ed altre applicazioni han smesso di funzionare con Vista.
    Alcune solo perchè l’utente non sa che esiste la modalità “compatibilità” che ora è molto migliorata rispetto a quella presente in XP; ma a volte proprio perchè le applicazioni non erano progettate per funzionare con Vista.
    Ma Vista non va in crash per questi motivi.
    Passi se il PC in cui devo reinstallare MacOSX daccapo è quello di casa, ma immagini cosa succede quando il PC è usato in azienda?
    Il problema è che Apple inculca nella mente dei propri clienti che “certi” problemi sono roba d’altri, che i propri prodotti son perfetti e l’utente si fida, credendosi in una botte di ferro, e non pensa certo di fare backup prima dell’aggiornamento!
    Passo per flamer e provocatore ogni volta che denuncio la pericolosità (per l’utente) di queste affermazioni che, alla prova dei fatti, si rivelano false.

  9. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    mi scuso per i post ripetuti, ma ho avuto qualche difficolta’ con un filtro antispam che sto testando e che continuava a mangiarsi i miei post senza dir nulla, non so se fosse anche colpa del Blog 🙂

    @Enrico
    io quando ho installato Vista per provarlo, ho deciso di testare anche le sue capacita’ di aggiornamento: installazione apparentemente discreta (nonostante la marea di pattume sul mio PC), ma che non ho potuto testare perche’ all’avvio di AVG Antivirus Vista frizzava completamente – non crashava, ma dovevi resettarlo ogni volta; non ricordandomi, ammesso che ci sia, la sequenza tasti per bypassare AVG in avvio, ho reinstallato Vista in modalita’ radi al suolo e riparti: risultato decisamente migliore.

    diciamo che la vera differenza e’ che Apple dice “noi non abbiamo questi problemi”, che sembra un’affermazione credibile (ed e’ una sparata bella e buona, meglio dire “siamo meno soggetti a questi problemi”), mentre Microsoft se ne esce con “abbiamo puntato tutto sulla sicurezza”, che nessun sano di mente prenderebbe per seria ;P

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Fredd
    Infatti la cosa che si invidia alla Apple è proprio la capacità di comunicazione del marketing.
    Quasi mai quel che dice è anche totalmente vero, pero’ l’Apple-people lo da’ per oro colato.
    Come ho avuto modo di dire da qualche altra parte, Steve Jobs è la terza volta che tenta di giustificare con una presunta superiore qualità il costo eccessivo (per molti) dei suoi prodotti.
    In passato, quando si è rivolto all’utenza di allora, mediamente molto più competente di quella attuale, non c’è riuscito ed ha portato le aziende sull’orlo del fallimento.
    Ma stavolta sta riuscendo proprio perchè si rivolge a molte persone che credono a prescindere, quasi religiosamente, alle affermazioni di varia natura che l’estro del buon Steve ci regala a piene mani.
    Le cose indubbiamente positive vengono così annegate in un mare di spocchia e cialtroneria; e se c’è chi crede ciecamente, c’è anche chi invece è perennemente scettico.
    In questo guazzabuglio, è molto arduo farsi un’idea delle qualità VERE e dei difetti VERI del sistema Apple. E’ da alcuni mesi che ci tento e solo di recente comincio ad intravvedere qualche sagoma nella nebbia.
    Tutto è sbrillucicante, accativante, obnubilante e perciò, per la maggior parte degli utenti Apple, bello e positivo.
    Il che è lontanissimo dalla realtà.

  11. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Enrico
    adesso non esagerare! “lontanissimo dalla realta’” e’ decisamente un’esagerazione!

    ammettiamolo, e’ vero, i prodotti Apple non sono quella perla di perfezione che lei stessa, nella persona di Saint Steve, millanta, pero’ ti posso garantire che sono decisamente MOLTO buoni; puo’ non piacere il costo dei componenti, o la gestione della Apple, o l’antipatia di Saint Steve, ma resta il fatto che i prodotti Apple sono di qualita’ generalmente superiore alla media.

    poi, siamo sinceri… Vista somiglia anche solo lontanamente a quella mirabilia di innovazione, stabilita’ e sicurezza millantata da Microsoft? non e’ solo la Apple a sparar cazzate; fra Microsoft e Apple e’ un duello all’ultimo sangue a chi la spara piu’ grossa!

    ——————-
    questa e’ la mi esperienza personale con i prodotti Apple

    io ho sempre detestato cordialmente i Mac, pessima esperienza di bambino; un bel giorno di un paio d’anni fa, l’universita’ me ne ha messo in mano uno dicendomi: “mo’ so’ ca$$i tua!’; moccolando come un carrettiere, ho portato a casa quell’affare che giudicavo alla stregua di un ingombrante fermacarte.
    2 giorni dopo, mentre cazzeggiavo amenamente fra un programma e l’altro, passa un assistente, mi osserva un paio di minuti e mi fa “quanti anni sono che usi mac?”…
    e’ vero, sono un informatico, ma in 2 giorni padroneggiavo il mac come se lo usassi da anni… sfido qualcuno a fare lo stesso, partendo da un OS diverso, a fare lo stesso con Linux o Windows (parlo sempre di 2 anni fa)

    3, forse 4 anni fa ho installato in casa mia una rete wireless (troppi portatili e pochi cavi 😉 ); nel corso dei 2-3 anni successivi, e’ stato un continuo cambio di router (nonche’ un continuo aumento di prezzi…): D-link, Us Robotics, LinkSys… sempre lo stesso problema: rete instabile (con 7 computer, un bel giorno scopro che la Apple e’ uscita con la Apple Extreme… visto il costo (180euro) sono un po’ dubbioso… poi penso che in totale ne ho spesi almeno 4 volte tanto per tutte le emittenti, e mi decido a fare la spesa: fine dei problemi! Certo, non e’ perfetta, all’inizio il NAT non funziona bene e ho problemi con la stampante Bonjour, ma per il resto, finalmente, la mia rete FUNZIONA!

    io non cerco di dimostrare che Apple e’ il meglio sul mercato, ti dico che, pur non avendo i paraocchi, e venendo da una vita di pregiudizi anti-Apple, la mia esperienza empirica con Apple e’ migliore che con tanti altri produttori di hardware/software, e di sicuro e’ migliore di quella che ho/avuto con windows.

    come dico spesso, “se tutti avessero un mac, noi (riparatori di computer) saremmo quasi disoccupati!” 😉

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Fredd
    Una precisazione: Steve Jobs non mi è antipatico. Lo ritengo un mezzo genio! Non scordiamo che è co-fondatore della Pixar!

    Se tutti avessero un Mac, non esisterebbe la categoria dei consulenti informatici.
    Esisterebbero solo dei commessi.
    Già sulla pasta Barilla ci sarebbe maggiore scelta e necessità di individuare il prodotto più adatto per soddisfare le proprie esigenze!
    Non avremmo scelta sull’hardware, poca scelta sul software, e che lo voglia o meno, sarebbe l’utente a dover piegare le proprie esigenze alla disponibilità (scarsa) del mercato.
    Il più grande limite della “soluzione Apple”, come la chiama un mio amico, è la sua scarsissima versatilità.

  13. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Enrico
    [QUOTE]
    Il più grande limite della “soluzione Apple”, come la chiama un mio amico, è la sua scarsissima versatilità.
    [/QUOTE]

    e ridagli, Enrico… e’ un’affermazione fuori dal mondo!

    mio padre si e’ comprato da forse 2 mesi un iMac 24″ (era esaltato dalla qualita’ video dello schermo); e’ il primo mac che compra in forse 15-18 anni, eppure, nonostante lui abbia passato i 60 anni e non sia mai stato un genio dei computer, ci ha messo meno di una settimana a padroneggiarlo discretamente

    papa’ non e’ un programmatore, e ha necessita’ di lavoro completamente diverse dalle mie, per cui usa il computer 50-50 lavoro-tempoLibero; con tutto questo, e’ soddisfattissimo dell’iMac, e lo sono anch’io quando lo uso per il mio lavoro: io questa la chiamo versatilita’.

    sia Win che Mac OS hanno i loro pregi e i loro difetti, cosi’ come i programmi che fanno girare; ma ti assicuro che, quanto a versatilita’, anche i mac se la cavano benone (un esempio: WordPress 5 su mac gira comunque, nonostante sia per MAC OS 9 – c’e’ un simpatico emulatore -, mentre non posso dire lo stesso del mio amato Carmageddon 2 Carpocalypse Now per Win 95-98, che su XP non gira senza una patch – nemmeno in modalita’ emulazione)

  14. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Ciao! Come ho pubblicato sul mio blog, ho fatto invece l’opzione “satana” …. mai avuto problemi con questa opzione, dai tempi del 10.2 ….. In ogni caso mezzora e tutto e’ pronto, con TUTTO ancora al suo posto…

  15. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Franco
    Significa che gli altri utenti che invece hanno segnalato problemi mentono?
    No, giusto?
    Allora, anche se a te non si è mai manifestato, è un problema che esiste nella realtà.
    Non è opinabile. E’ un dato di fatto.

    @Fredd
    Non vorrei addentrarmi oltre nella discussione per non farla scadere nella solita guerra di religione.
    La minore versatilità dei Mac (meno accentuata con le versioni PRO) non è una opinione o una questione di gusti: è un dato oggettivo.
    Sempre che siamo d’accordo sul significato di versatilità (=si dice di cosa o persona che che ha attitudini molteplici)!
    Allora, un PC in cui NON E’ POSSIBILE cambiare la scheda video per adattarla alle mutate esigenze, in cui NON E’ POSSIBILE aggiungere un HD interno o esterno da utilizzare per il RAID 1 (sull’iMac/MacMini esiste una porta eSata? Non vorrei sbagliare ma non credo), in cui NON E’ POSSIBILE installare una scheda audio leggermente più avanzata di quella integrata nella m/b o una scheda di acquisizione video poco più performante di una USB/Firewire, è oggettivamente, indubbiamente, incontestabilmente meno versatile di un computer in cui queste cose sono possibili.
    Esempio pratico: l’iMac fa ingresso in una famiglia. Uno degli utilizzatori vorrebbe giocare a FIFA08 (tanto per citare uno dei più diffusi videogames al mondo) per sfidare gli amici online. Con l’iMac puo’ farlo? No. Per 2 motivi: la scheda video sarebbe insufficiente e perchè non esiste una versione per Mac del gioco!
    Col PC puo’ farlo? Si. E senza bisogno di cambiare l’intero PC!
    Ed esempi come questi ne posso fare a valanghe.
    Per non parlare del software in cui la innegabile che la scelta per la piattaforma Windows è circa 20 volte superiore.
    Ed anche questo consente una maggiore versatilità.

  16. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Franco
    posso darti ragione su tutto (sorvolando sul fatto che anche i PC all-in-one non sono modificabili, non solo l’iMac), tranne che su questa affermazione:
    “innegabile che la scelta per la piattaforma Windows e’ circa 20 volte superiore”

    questa, concedimelo, e’ una sparata alla cieca.

    sono d’accordo che, nei negozi, la disponibilita’ software per mac sia decisamente risicata, ma ti assicuro che di programmi per il mac, in internet, ce ne sono quanti ne vuoi; e non mi riferisco solo a programmi del calibro del “Solitario” o di “FreeCell”, ma anche a cose ben piu’ complesse, come programmi per l’accesso condiviso ai file e via dicendo.

    se vuoi avere un’idea (comunque approssimativa) di quanti programmi ci siano a disposizione del Mac, ti consiglio questi link 🙂

    1. Apple Downloads
    2. ZeronaveFreeWares
    3. Softpedia

    nello specifico,
    1. raccolta di programmi per mac sul sito ufficiale, that’s it 🙂
    2. blog (semi)giornaliero con le ultime appetitose novita’ nel campo dei freeware (e non solo) per mac
    3. se e’ stato scritto per mac, hai quasi la certezza di trovare un riferimento qui (assieme a qualche notizia – non sempre buona – dal mondo mac

    ———–
    e’ vero, negli shop il 98% dei prodotti e’ per Windows, ma nel meraviglioso mondo della rete la tendenza e’ decisamente diversa

  17. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    @Enrico
    Anche io non voglio fare guerre di religione, sto solo attenendomi ai fatti. Alcuni utenti hanno avuti problemi perche’ hanno installato , prima di partire con l’installazione di Leopard, applicazioni strane che poi hanno creato problemi. SOLO UNO ha creato problemi all’avvio con la schermata blu, si tratta di Application Enhancer , una estensione di un programma, per migliorare credo la visualizzazione, ripeto credo, se ho capito bene. Il tuo post dice “Per molti utenti è stato impossibile portare a termine l’aggiornamento alla nuova versione di Apple MacOSX: il sistema mostra blue screen, si congela, non si spegne o non riparte.
    Per molti l’unica soluzione è stata la reinstallazione daccapo” , sono d’accordo ma SOLO chi aveva quel programma!! Altri hanno avuto problemi dopo l’avvio, con programmi sempre non compatibili, puoi trovare una lista qui

    http://guides.macrumors.com/List:Applications_Not_Compatible_with_Leopard

    Comunque, per dovere di cronaca, ho installato leopard anche sul mio IBook g4 da 1,25ghz (praticamente un pentium III come potenza) con 512mb di ram , e anche qui non ho avuto problemi.

    Per quanto riguarda FIFA08 , un utente normale puo’ anche installare xp o vista sul suo mac, e utilizzare tranquillamente un iMac , la scheda grafica credimi chelo porta senza problemi (rinnovo l’invito acasa mia!!!) mentre se tu vuoi utilizzare la fantastica suite di ILife08 , e montare un tuo video e fare un DVD con 3 click non puoi montare Leopard su un PC (a meno di accrocchi vari come stanno dicendo alcuni forum ora) . Nella vita fai alcune scelte, dipende cosa ti interessa. Io ho scelto Mac, tu il Pc.

  18. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Franco
    Non capisco perchè ti sei sentito in dovere di questa puntualizzazione.
    Non ho mai fatto affermazioni contrarie a quel che dici tu.
    Il fatto che la Radeon HD2400 possa far girare FIFA08 non lo metto in dubbio (ci mancherebbe); gira anche con molto meno.
    Avere tutti gli effetti del gioco, massima risoluzione e fluidità di gioco, è un’altra cosa!

    @Fredd
    “posso darti ragione su tutto (sorvolando sul fatto che anche i PC all-in-one non sono modificabili, non solo l’iMac), tranne che su questa affermazione:
    “innegabile che la scelta per la piattaforma Windows e’ circa 20 volte superiore”

    questa, concedimelo, e’ una sparata alla cieca.”

    Mica tanto! Ammetto che può essere spannometrica; non ho contato il numero esatto di applicazioni disponibili.
    Sono arrivato a questa proporzione semplicemente osservando il contenuto di Version Tracker.
    Ad essere più preciso avrei forse dovuto dire “la scelta per la piattaforma Vista e’ circa 20 volte superiore”.

    Se Apple facesse anche PC non all-in-one, la versatilità della sua offerta ne gioverebbe parecchio!
    Ma non li fa.
    Ed è questo fatto che mi porta alle affermazioni di prima!
    Non ho la minima remora a decidere di acquistare un Mac per me, so a cosa vado in contro e so valutare pregi e difetti, sia quelli che ho avuto modo di intuire, sia quelli che scoprirò con l’uso.
    Ma per consigliare un Mac ad un cliente, devo prima trovarmi di fronte ad un cliente adatto: deve avere esattamente un certo tipo di esigenze che il Mac soddisfa, essere disposto a spendere di più.

    Riguardo ai dati di diffusione di MacOSX, non so a quali fonti attingi per le tue affermazioni; dovresti dirmi da dove ricavi l’impressione che il 98% dei prodotti è per Windows (perchè a naso avrei detto che siamo più vicini al 99,9%, considerando che praticamente quasi tutti i prodotti che esistono per Mac, esistono anche per Windows!) e soprattutto da dove ricavi la tendenza “ben diversa” che emerge dalla rete; dalle statistiche che seguo regolarmente risulta che Windows (XP Vista 2000) al Settembre 2007 sono utilizzati dal 90,02% dei navigatori di Internet. La quota Mac (MacOS MacIntel) è del 6,61%.
    La restante parte è composta da altri sistemi operativi (tra cui Linux ma anche Windows 98 e NT).
    Si badi bene che non si tratta di statistiche di vendita, ma di statistiche di utilizzo!

    Poi ti propongo una riflessione.
    Nel Gennaio 2007 Mac era utilizzato dal 6,22% dei navigatori Internet.
    Nello stesso periodo (Gen->Set 2007) Vista è passato dal 0,18% (prima non esisteva) al 7,38%.
    Ad occhio, se dovessimo parlare di flop per Vista, come molti affermano, cosa dovremmo dire per MacOS?
    A parte le mirabolanti cifre che ogni tanto spara la Apple, hai qualche dato che possa confutare queste rilevazioni di NetApplication?
    Mi faresti un favore.
    Sono perennemente a caccia di statistiche!

  19. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    Scusa, ma tu insisti a scrivere cose “per sentito dire”.

    Ma te lo sei preso alla fine un mac? Se vuoi ti do una mano ad usare lo store on-line.

  20. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Enrico
    [QUOTE]
    Nello stesso periodo (Gen->Set 2007) Vista è passato dal 0,18% (prima non esisteva) al 7,38%.
    Ad occhio, se dovessimo parlare di flop per Vista, come molti affermano, cosa dovremmo dire per MacOS?
    [/QUOTE]

    vero, ma dimentichi un “piccolo” dettaglio: in questa percentuale sono inclusi TUTTI quelli che hanno aquistato un computer (portatile e non) con Vista pre-installato – non e’ una scelta, e’ un’imposizione, visto che i PC che ancora vengono forniti con XP sono pochi (e pochi sanno che ancora ci sono); Windows PC e’ un bundle, non un pacchetto unico, a differenza di Mac MacOS, che e’ una cosa sola.

    i dati dicono che Vista e’ un Flop… tu dici di no; vediamo: diciamo, per semplificare, che al mondo ci sono 100milioni di PC e che, di conseguenza, soltanto 6milioni sono Mac; ammettendo che, sempre per semplificare, i restanti 94milioni siano tutti PC-Windows (dato non preciso, non stiamo considerando Linux, Unix eccetera), dalle tue percentuali si evince che soltanto 6.6 milioni di Windows sono stati aggiornati (o sostituiti) finora!

    riassumendo, in quasi 8 mesi, soltanto il 7% degli utenti PC (calcoli approssimativi) ha aggiornato (o sostituito!) il proprio computer passando a Vista. io lo chiamo FLOP!

    dal canto suo, durante il weekend, il 9% degli utenti MAC e’ passato a Leopard (nel nostro calcolo su 100milioni sarebbe circa 0.54milioni in tre giorni) (dati di News.com)

    7% in 8 mesi contro 9% in 3 giorni; credo non necessiti di altri commenti 🙂

  21. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Fredd
    “vero, ma dimentichi un “piccolo” dettaglio: in questa percentuale sono inclusi TUTTI quelli che hanno aquistato un computer (portatile e non) con Vista pre-installato – non e’ una scelta, e’ un’imposizione, visto che i PC che ancora vengono forniti con XP sono pochi (e pochi sanno che ancora ci sono); Windows PC e’ un bundle, non un pacchetto unico, a differenza di Mac MacOS, che e’ una cosa sola.”

    A parte la forma, mi spieghi cosa cambia al lato pratico ed ai fini delle statistiche che ti ho citato?

    Poi, tu dici che Windows è imposto.
    Ma se Windows non lo voglio, me lo rimborsano (vedi Dell, vedi Acer).
    Se dopo che ho acquistato un iMac lo voglio usare con Windows, Apple mi rimborsa i soldi del sistema operativo?

    “i dati dicono che Vista e’ un Flop… tu dici di no”
    Ah si? Dove?
    Francamente penso che sia un flop rispetto alle aspettative, forse eccessive, non certo in termini assoluti. Soprattutto se guardo gli altri numeri.

    7% in 8 mesi contro 9% in 3 giorni; credo non necessiti di altri commenti

    Ehm…ma che calcoli fai?
    Con la calcolatrice di Windows, 0,54 milioni di utenti su 100milioni (come hai ipotizzato), fa lo 0,54%. Con quella dell’iMac quanto?
    Scherzo 😉
    Hai semplicemente sbagliato a considerare il 9% degli utenti Mac=9% degli utenti di PC.

    “…dalle tue percentuali si evince…”
    Ci tengo: non sono MIE percentuali! Ho semplicemente riportato il risultato della ricerca effettuata da NetApplication.

  22. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Apple non rimborsa il sistema operativo perche’ non e’ possibile installare niente altro se prima non c’e installato Tiger o Leopard… semplice… una volta che hai uno dei 2 sistemi, monti ANCHE xp , vista o linux . Secondo te perche’ la gente vuole il rimborso? Perche’ ha speso dei soldi per una cosa che non funziona forse? O perche’ ci sono problemi con vista e tutto cio’ che ci gira intorno (programmi, driver , accessori) ? Chi chiederebbe un rimborso a Apple? il suo sistema operativo FUNZIONA…. Mah… come al solito cadiamo ( cado ) nel solito discorso…

  23. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Franco
    Ormai stai infilando nel tunnel dei flamers.

    “Apple non rimborsa il sistema operativo perche’ non e’ possibile installare niente altro se prima non c’e installato Tiger o Leopard”

    A dimostrazione del fatto che, come dicevo a Fredd, se c’è qualcuno che impone qualcosa, non è certo Microsoft ma, semmai, Apple!
    Era questo il senso della mia frase. Ma, forse obnubilato dalla foga settaria, non riesci più a leggere senza pregiudizi.

    “Secondo te perche’ la gente vuole il rimborso?”
    Posso azzardare una maliziosità?
    Soprattutto, perchè così risparmia i soldi del s/o continuando ad utilizzare Windows “a sbafo”!
    In secondo battuta per installarci Linux o altro s/o free.

    “Perche’ ha speso dei soldi per una cosa che non funziona forse? O perche’ ci sono problemi con vista e tutto cio’ che ci gira intorno (programmi, driver , accessori) ? Chi chiederebbe un rimborso a Apple? il suo sistema operativo FUNZIONA…”

    Eclatante esempio della tua faziosità e del tuo pregiudizio: a quali problemi ti riferisci?
    Mi approccio a MacOSX per tentare di capire a chi può essere consigliato; cerco di capirne pregi e difetti. Perchè, -notizia in anteprima-, MacOSX non è la perfezione, nonostante quel che ti fanno credere!
    Non ho mai detto che non funziona bene, anzi, sono convintissimo che sia un sistema operativo eccellente! Meglio di Linux (per certi versi) che è già superiore (sempre per certi aspetti) a Windows.
    Forse è il caso che ti appunti questa mia affermazione e che la tenga ben presente ogni volta che hai l’impulso di rispondere a qualche mio commento.
    Tu invece affermi, mi dispiace dirtelo, col rischio di renderti ridicolo, che Windows, il sistema operativo più utilizzato sul pianeta Terra, non funziona, portando a dimostrazione di questa tesi i soliti luoghi comuni, il solito sentito dire.
    Allora posso azzardare la deduzione che, secondo te, il 90% delle persone su questo mondo è fessa? Il 90% delle persone che lavorano in campo informatico non capisce una mazza e che avrebbe bisogno di imparare da te?
    Che il 90% delle aziende del mondo non ha manager capaci di scegliere lo strumento adatto per le proprie aziende?
    Che invece tu, sei un genio e, come te, quel 7% scarso di utenti che usano il Mac?
    Non ti offendere, ma non mi convince!
    Sarà inconcepibile per te, ma penso che le cose stiano in questo modo soprattutto perchè il sistema Apple soddisfa le esigenze riconoscibili in circa il 7% degli utenti.
    Forse anche meno, ma le campagne di marketing della Apple sono capaci di trasformare la scelta di uno strumento di lavoro e/o di svago, in una guerra di religione.
    Secondo me MacOSX costringe a scelte molto nette che una volta fatte, devono calzare a pennello, altrimenti rischiano di essere controproducenti.
    Non è adatto a tutte le esigenze, come forse sei convinto, ma solo ad utenti che hanno determinate esigenze; con le mie “indagini” sto cercando disperatamente di individuarle ed identificarle il più precisamente possibile.
    Come MacOSX, Windows e Linux, a mio parere, hanno sia pregi che difetti, che li rendono adatti ognuno ad una tipologia di utenza diversa, con esigenze a volte solo in parte sovrapponibili.
    Discussioni con persone che, come dimostri coi tuoi discorsi, fanno una scelta più di fede che ragionata, le trovo inutili, frustranti e sterili, non mi aiutano a capire e le trovo, a volte, irritanti.

    P.S.
    “Chi chiederebbe un rimborso a Apple?”
    Eccomi!
    Probabilmente sarei uno di quei pazzi furiosi (dal tuo ristretto punto di vista) che lo farebbe, dato che, avendo capito che difficilmente il sistema Apple sarebbe in grado di soddisfare le mie esigenze, sceglierei un PC Apple solo per provare a confutare questa mia convinzione e per scoprire, finalmente, a chi è possibile consigliarlo.
    Senza sentirmi poi in obbligo di fare penitenza per il peccato commesso.

  24. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    Scusa la domanda Enrico, tu sei interessato a capire a chi potresti consigliare il Mac. Continui però a scrivere cose senza aver provato il OS X.
    Guarda che è un computer “normalissimo”, tastiera, mouse, monitor, legge e scrive i dvd come fa qualsiasi computer. Ci gira su Office, iWork, iLife, puoi addirittura navigare in internet.

    Potresti prima di tutto andare a trovare qualche persona che ha il Mac, e accenderlo.

    Nel breve periodo le Aziende non lo adotteranno al posto di Windows, ma nelle case degli utenti privati, dei freelance, dei liberi professionisti c’è posto sicuramente per un Mac.

    Leopard ha fatto notevoli passi avanti riguardo l’integrazione in reti aziendali, stò studiando e verificando sul campo queste funzionalità. Sulla parte Server credo che la scelta giusta sia Microsoft, per i client Apple. Questo perchè Apple ha sviluppato un sistema operativo eccellente, completo e curato nel piccolo dettaglio. Anche se OS X Server è un ottimo prodotto non ha tutte le funzionalità che ha SBS2003 con Exchange ed Isa (di quest’ultimo non ho ancora provato la versione leopard).

  25. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Scusami enrico, non ci capiamo. Se tu fai un software, lo produci, lo vendi, probabilmente se lo vuoi vendere per Mac muorirai di fame, come dici tu solo un 7% lo usa. Il resto ha Windows, non si discute, una piccola percentuale Linux. Se io inventassi un software nuovo, lo farei sicuramente per PC. Fin qui ci siamo.

    Pero’ quando dici “Allora posso azzardare la deduzione che, secondo te, il 90% delle persone su questo mondo è fessa? Il 90% delle persone che lavorano in campo informatico non capisce una mazza e che avrebbe bisogno di imparare da te?”

    Non hai capito il mio discorso. Non e’ che se una cosa e’ piu’ diffusa , di sicuro e’ la migliore!!!! Ziobill da lavoro a milioni di persone indirettamente, hardware , software , assistenza, su cio’ non si discute.

    Quando parli di Apple, la maggior parte della gente (a mio parere 99%), non sa nemmeno di cosa stai parlando. Questo e’ un dato di fatto. Il computer e’ “PC” e “windows” questa e’ realta’. Al supermercato cosa trovi? PC di ogni tipo. Sui volantini cosa trovi? PC di ogni tipo. A scuola ? Pc a profusione.

    Solo da poco tempo, timidamente, MediaWorld e altre piccole catene informatiche cominciano a vendere anche Ipod e Mac e pubblicizzarlo.

    Non sono sterile. Sono FERMAMENTE convinto, e non per sentito dire che tu un Apple non lo hai, che il 90% dell’utenza casalinga, con un mac mini o IMac sarebbe a posto. Fatto e’ che tutte le persone che l’hanno visto, e credimi, mi hanno fatto mille domande sulla compatibilita’ dei vari programmi, giochi e cazzate varie, poi l’hanno comprato. Io non guadagno nulla ne da parte di Apple ne da parte di nessuno a farlo vedere ai miei amici, ma ricevo solo gratitudine in cambio.

    TUTTE le persone che l’hanno preso dopo averlo visto da me, saranno 20-30 al massimo in quest’anno, mi hanno tutte ringraziato per l’ottimo acquisto e per la velocita’, snellezza, e SILENZIOSITA’ dei Mac.

    solo uno, a cui ho consigliato di prendere un acer da 1199 euro, con vista business, perche’ utilizzava un gestionale per pc, e non c’erano alternative, mi ha maledetto. Mi ha implorato di downgradarlo a Xp. La wireless non funzionava, era una “ventola”unica. L’ha fatto cambiare, stessa storia. Ha ottenuto un buono sconto, ora ha un MacBook con Bootcamp ed e’ l’uomo piu’ felice della terra. Dimenticavo, ha comprato anche una licenza di Xp professional OEM , per essere al sicuro , siccome parli di “sbafo”…. Ma l’etichetta non l’ha appiccicata.

    Comunque Enrico, sono convinto stavolta al 1000% , che chi non ha toccato con mano non ci crede, anche questo e’ un dato di fatto.

    Ho da parte a me un Acer notebook da 1499 euro, sto scrivendo con l’IMac , vedo la luce dell’hard disk del notebbok fissa. Non sta facendo nulla. E’ cosi’ da quando ho iniziato a scrivere questo commento. Ora e’ partita la ventola a cannone. Io ho un harware dietro ad un monitor e non sento ne ventole ne hard disk, ho aperto 5 programmi, sto lavorando…. e non sento nulla…. bah….

  26. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Shance
    “ma nelle case degli utenti privati, dei freelance, dei liberi professionisti c’è posto sicuramente per un Mac.”

    Alla fine sono arrivato alle tue stesse conclusioni, con qualche distinguo (*), senza aver mai provato MacOSX o un PC Apple!
    Ha dell’incredibile. O forse no…
    Delle due l’una: o sono un genio (fidati, non è così!) oppure esistono sistemi e metodi di analisi preliminare che consentono di trarre delle conclusioni senza a ver mai toccato con mano l’oggetto dell’analisi.
    Per capire cosa sto tentando di fare (e le difficoltà che incontro) ti consiglio di leggere un mio precedente articolo al riguardo: Nascita di un consiglio.

    (*) un Mac per i professionisti? Quali?
    Non certo i geometri, gli ingegneri civili, elettrici, aereonautici, idraulici, meccanici, gli architetti e per tutti coloro che hanno bisogno di software tipo AutoCAD oppure Allplan (vecchio discorso).
    Peri i commercialisti? Esiste qualche software decente per loro?
    Per la gestione delle paghe?
    Per gli avvocati? Ed i notai?
    Quali altri professionisti restano?

  27. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Franco
    “Non e’ che se una cosa e’ piu’ diffusa , di sicuro e’ la migliore!!!”
    Certamente no.
    Ma dal tuo discorso sembrerebbe che Windows è più diffuso solo perchè nessuno conosce Apple.
    Mentre Apple non solo è conosciuta ma è famosissima!
    Anzi arrivo ad affermare che arriva al 7% di diffusione anche grazie alla nomea che si era fatta la Apple “quella vera” che esisteva fino a qualche anno fa.
    Apple evita accuratamente di essere presente ovunque, per scelta propria; non solo, aborrisce la concorrenza che potrebbe portare qualche sciagurato partner a -Dio non voglia!- diminuire il prezzo dei PC Apple!
    Impone il prezzo dei propri PC dall’alto. Non esiste un mercato libero dei PC Apple. Esiste un mercato chiuso, a prezzi fissi in cui i partner Apple solo poco più che dei commessi che devono attuare le politiche di vendita calate dall’alto dalla casa madre.
    Se tu vuoi un PC Apple, devi comprarlo in un negozio prestabilito dalla Apple e pagarlo quanto dice Apple, che non lascia nessuna scelta ne’ nessuna libertà ai propri partner.
    Questo è certamente un bene per l’azienda Apple, ma non per l’utenza e per i consumatori, per il mercato e la concorrenza. Per noi insomma!

    “…Sono FERMAMENTE convinto, e non per sentito dire che tu un Apple non lo hai, che il 90% dell’utenza casalinga, con un mac mini o IMac sarebbe a posto….”
    Ti invito a leggere la mia risposta a Shance.
    Purtroppo (o per fortuna, a seconda dei punti di vista) i miei clienti sono soprattutto aziende, professionisti ed Enti.

    P.S.
    Accetta un consiglio frutto dell’esperienza: evita accuratamente i prodotti Acer (o BenQ, che è la stessa cosa)!
    Se vuoi far fare bella figura ad un prodotto, confrontalo con l’omologo Acer!

  28. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Enrico
    hai ragione, rileggendo il mio ultimo post, non si capisce nulla 😛

    pero’ un fatto e’ certo: Ballmer prevedeva 1MILIARDO di Vista venduti entro giugno, a ottobre non sono ancora arrivati a 100 milioni (inclusi i bundle)… per me significa FLLLLLOPPPPP 😉

    riguardo al resto, ti do’ ragione sul fatto che non e’ certo perche’ nessuno conosce Apple che quasi tutti usano il PC, ma mi associo a Franco: diffusione != (diverso ;)) migliore/buono.

    esempio non informatico: Betamax vs. VHS
    il Betamax era un ECCELLENTE sistema di registrazione video su supporto a nastro, MOLTO migliore del VHS, in quanto la qualita’ non degradava nel tempo e aveva una minore degradazione del nastro con l’utilizzo; eppure per mezzo secolo il VHS ha imperato, e del Betamax si e’ praticamente perso il ricordo. Siccome il VHS ha preso piede piu’ in fretta del Betamax (per VHS c’era una vasta scelta di FILM PORNO (!!!!)), il Betamax ha dovuto soccombere, benche’ fosse migliore.

    nel campo dell’informatica che tratto io, perlopiu’ programmazione, questo e’ uno scenario alquanto comune; se qualcuno inventa A, e si comincia a usarlo / qualcuno sviluppa applicativi utili per A, e anche se esce B, che come funzionalita’/potenza/versatilita’/userFriendliness/ecc e’ migliore di A, pochi lo useranno, e/o in alternativa i due gruppi di sostenitori si scontreranno in mortali duelli all’ultimo sangue.

    e’ vero, e’ impensabile che il 90% degli utenti mondiali sia composto da fessi (perquanto, a giudicare da certe richieste che ho ricevuto lavorando per un call-center… O_o…), ma e’ altrettanto vero che il fatto che sia ampiamente diffuso non ha alcuna relazione sulla sua qualita’! (pensa solo a quanti SUV ci sono in giro per le strade, e sono ingombranti, consumano come aviogetti e sono impossibili da parcheggiare, pero’ c’e’ lo stesso gente che li compra)

    conclusione: smettetela di discutere perche’, anche se non ve ne siete accorti, siete praticamente d’accordo 😉

    PS scusate se ho esagerato coi paragoni, ma mi viene piu’ facile spiegare le mie idee cosi’ 🙂

  29. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Enrico

    Il “problema” è legato alla presenza dei software. Lasciamo pure perdere commercialisti che con i loro software tipo Zucchetti o quelli fatti da realtà locali. Gli architetti si dividono in due, chi usa AutoCad e chi usa Archicad.

    Attualmente i professionisti che usano Mac sono i Fotografi, i Visual Designer e Designer in genere con i pacchetti Adobe.

    Stiamo lavorando e testando l’uso di Mac per esigenze “standard” in uffici (Office, Posta, Collaborazione, Ecc. ecc.).

    Visti gli utlimi aumenti di vendite della piattaforma Mac, spero e prevedo un aumento del numero di software sviluppati per questa piattaforma.

  30. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows Vista

    @Fredd
    Sono d’accordissimo con quello che hai scritto.
    A patto di fare una precisazione: cioè che nel tuo discorso, migliore significhi migliore-dal-punto-di-vista-tecnologico.
    E’ proprio quella la chiave di volta per capire il perchè certi prodotti, pur non essendo i migliori (tecnicamente), si affermano sul mercato.
    VHS si è affermato perchè rispondeva meglio alle esigenze della maggioranza degli utenti, per i quali, evidentemente, è stata molto più importante una disponibilità di titoli più ampia del formato VHS rispetto alle indubbie qualità tecniche del Betamax.

    Se invece per migliore intendiamo quello che soddisfa meglio le esigenze della maggioranza degli uteni, allora, a mio modo di vedere, VHS è migliore.

    Applicando lo stesso ragionamento alle piattaforme software, risulta molto più difficile capire cosa è meglio.
    Se infatti è indiscutibile che Linux e MacOSX siano tecnicamente migliori di Windows sotto molti aspetti (*), molto meno semplice è affermare che siano migliori, in quanto, a mio parere, la piattaforma Windows consente di soddisfare meglio (cioè con un miglior rapporto qualità/prezzo, intendendo con prezzo tutte le risorse in campo, cioè denaro, competenze necessarie, tempo, ecc.) le esigenze della maggior parte degli utenti.

    (*) una precisazione è obbligatoria.
    Il confronto per stabilire se anche sul piano prettamente tecnologico una soluzione è superiore all’altra, andrebbe fatto su un piano più equo; mi spiego meglio.
    Per semplicità di argomentazione escludo momentaneamente Linux e gli altri OS.
    Ammetterai che la complessità che Windows è chiamato ad affrontare, in termini di compatibilità con un parco hardware vastissimo, è nettamente superiore a quella che affronta MacOSX (realizzato per funzionare su una ed una sola piattaforma hardware ben precisa).
    Bisognerebbe avere la possibilità di vedere se MacOSX (allo stato attuale) sarebbe capace di girare altrettanto bene su tutte le piattaforme e le configurazioni hardware su cui gira Windows (allo stato attuale).
    O, in alternativa, prendere una configurazione ben precisa, realizzare su una versione ad hoc di Windows ottimizzata su quella ben precisa configurazione e poi fare il confronto.
    A quel punto il confronto tra i due approcci tecnologici sarebbe paritario.

  31. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Mac OS X Mac OS X Mach

    @Enrico
    [QUOTE]
    […]
    A quel punto il confronto tra i due approcci tecnologici sarebbe paritario.
    [/QUOTE]

    sono assolutamente d’accordo, e’ per questo che giudico stupide le discussioni all’ultimo sangue (quali se ne trovano a tonnellate in internet) su quale sia migliore; sono due pesi e due misure.

    riguardo al mio discorso di “migliore”, devo darti parzialmente ragione; quando l’ho scritto, pensavo a “migliore” in senso tecnico, ma c’e’ anche l’altro aspetto, “migliore” come specchio delle esigenze piu’ comuni (che comunque perde di senso dopo quanto detto sopra riguardo ai confronti).

    diciamo che probabilmente il metodo migliore per valutare Linux, MacOS e Windows (o un qualsiasi altro OS) sarebbe quello di analizzarli per quello che sono, cio’ che fanno e come lo fanno, senza fare confronti incrociati.

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: