Ricerca in FOLBlog

Set 062010
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 6 anni 11 mesi 12 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Ping

Ah, ecco, era ora!
Finalmente Apple ha risolto l’annoso problema dei social networks.
Ce n’era proprio bisogno!
Non bastava Facebook, Linkedin, Myspace, Twitter e compagnia bella, no, troppo poco.
Perchè lasciarsi sfuggire l’opportunità di spremere meglio il proprio parco buoi?”, devono aver pensato i geni della lampada (aka “quelli” della Apple) quando si sono pensati Ping.

Ed ecco che, facendo passare come una grande novità la sua tardiva comparsa anche in questo settore (complici i non proprio ottimi rapporti con Google?), Apple, come al solito, fa credere di aver inventato qualcosa che è migliore delle centinaia di social networks esistenti.

Ed ovviamente lo zoccolo duro, acritico come mai prima d’ora, ha prontamente risposto al richiamo della foresta ed ha iniziato il suo tam tam triviale.

Per farmi quattro risate quando Brignano non è su Canale 5 o al teatro, mi sono iscritto ad un forum di “esperti” utenti Apple e prontamente sono stato invitato dal sacerdote capo a fare uso del nuovo, meraviglioso prodotto Apple.

Già pregustando le grasse risate in arrivo, ovviamente sono andato a ficcanasare sulle meraviglie di questo “nuovo” social network.

E mi son trovato di fronte alla solita solfa Maccariana.
Con un paio di novità: evidentemente Apple stavolta forse pensa di premiare, in qualche modo, la leccaculaggine dei suoi adepti (ed era anche ora!) dato che l’invito è agganciato ad una userid utente; inoltre qualcuno si azzarda a far notare che forse, un altro social netowork, non era proprio ciò di cui si sentiva maggiormente il bisogno.

In ogni caso vi invito a leggere la sequenza di messaggi sul forum, perchè c’è tanto da ridere e tanto da riflettere su come Apple stia sempre più assomigliando ad una setta.

Ma perchè Ping sarebbe un “…social network come si deve…”?

Di certo sul forum non ci si azzarda a motivare un’affermazione così perentoria.
Anzi, a leggere i messaggi, come al solito, gli utenti Apple, da sempre utilizzati come cavie dall’azienda di Cupertino, si devono barcamenare con i soliti problemi di…gioventù (per usare un eufemismo) di qualunque prodotto by Apple.

La cosa per me intollerabile è che per utilizzare questa meraviglia di social network, si è obbligati ad installare uno dei peggiori software per Windows (iTunes):

si scarica un piccolo file di circa 80 MB (!!!) e se non fai molta attenzione ti ritrovi installato di soppiatto anche uno dei peggiori ed insicuri browser in circolazione (Safari); in compenso si è obbligati ad installare quella chiavica di QuickTime, portatrice di falle di sicurezza.

Solo per questo motivo (la necessità di installare quella schifezza di iTunes), non credo avrò mai il piacere di provare questa ennesima meraviglia del mondo Apple.

Non credo ne sentirò la mancanza. Anzi credo che Ping andrà ad allungare l’elenco dei flop by Apple.

Attendo che qualcuno mi illumini sulle mirabolanti novità introdotte con Ping che, oltre a consentire ad Apple di ficcare meglio il naso negli affari privati della propria clientela, giustifichi l’entusiasmo di chi già ne parla in termini entusiastici pur non avendo avuto la possibilità di capire se e come funziona.

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: