Ricerca in FOLBlog

Passare a Windows 8 senza farsi troppo male

 Scritto da alle 06:27 del 22/05/2013  Aggiungi commenti
Mag 222013
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 11 mesi 9 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

windows-logo-flag-field

Ci sono parecchi motivi per cui varrebbe la pena installare Windows 8 sui nostri desktop:

Spazi di archiviazione, reinizializzazione & reinstallazione, le prestazioni migliorate, maggiore sicurezza, il nuovo task manager, la gestione dell’energia, il supporto all’hardware più recente, la gestione delle immagini ISO e dei dischi virtuali, sono solo alcuni dei motivi per cui varrebbe la pena passare a Windows 8.
In più Microsoft ha adottato una politica dei prezzi molto aggressiva rendendo economicamente attraente l’aggiornamento.

Purtroppo però, come ho più volte avuto modo di scrivere, ritengo che la nuova interfaccia funga da freno all’adozione del nuovo sistema operativo di Microsoft e contribuisca a celare, più che a valorizzare, le buone novità che Windows 8 porta con se: la doppia interfaccia Modern UI/Desktop, il balletto tra una e l’altra a cui è spesso costretto l’utente e le varie incongruenze ed incoerenze che la scelta effettuata a Redmond ha comportato, rendono a volte frustrante l’esperienza d’uso per l’utente, ed è motivo valido per snobbare un sistema operativo che, probabilmente, è il più avanzato a disposizione dell’utente medio.

L’interfaccia utente è in grado di valorizzare le funzioni di un’applicazione, oppure di renderle inusabili.
L’utente spesso preferisce applicazioni con funzioni più basilari, meno evolute, perché un’interfaccia utente ben progettata gli consente una maggiore facilità d’uso.
Che me ne faccio di un’applicazione potentissima se la sua interfaccia rende l’esperienza d’uso frustrante e faticosa, o il sistema quasi inusabile?

Purtroppo, con Windows 8, Microsoft sembra aver commesso l’errore madornale di “confezionare” un ottimo sistema operativo con un’interfaccia di default che segna un clamoroso passo indietro, sotto molti punti di vista, rispetto ai risultati ottenuti fino a Windows 7.

E non mi riferisco ai gusti personali, non intendo dire solo che a me Metro UI non piace, ma intendo affermare che ci sono principi di usabilità che sono stati ignorati, quando non proprio calpestati senza ritegno!
Chi si occupa di usabilità coglie al volo le cose che non vanno; per gli altri, che vogliono avere un’idea dei problemi che impediscono a Windows 8 di dare il meglio di se’, consiglio la visione di questo simpatico video, che spiega alcune incongruenze in modo molto amichevole.

Windows 8 è inusabile…?

 

Per i desktop c’è però la possibilità di installare Windows 8 ma continuare ad utilizzare la nota e eccellente interfaccia grafica di Windows 7.

E’ sufficiente installare StartIsBack, una utility che consente di impostare l’ambiente desktop come default, saltando lo Start Screen della Modern UI e tuffandosi direttamente nel desktop ad ogni avvio.

Ovviamente, per masochisti, curiosi e temerari, è sempre possibile accedere comodamente allo Start Screen e quindi alla Modern UI con tutte le sue belle app (ancora poche e spesso mal fatte in verità).

StartIsBack offre diverse features e risulta parecchio personalizzabile, essendo in grado di accontentare persone con gusti molto differenti.

E’ disponibile per il download una versione di prova che dura 30 giorni; esaurito il periodo di prova si può acquistare l’applicazione ad un prezzo realmente irrisorio ($3,00, meno di 2,5 Euro, per la versione installabile su 2 PC, $5,00, meno di 4 Euro per quella installabile su 5 PC).

Insomma, prendere capra e cavoli si può.

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: