Ricerca in FOLBlog

Mar 232009
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 8 anni 6 mesi 4 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Ho descritto in passato in che modo ho configurato il mio PC con Vista x64 per prevenire la perdita accidentale di dati.
In sintesi:

  1. Ho implementato una soluzione RAID 1 che comporta la scrittura automatica dei dati su due HD interni contemporaneamente; se uno dei due HD viene danneggiato il PC continua a funzionare senza problemi e senza perdite di dati in attesa che l’HD danneggiato venga sostituito.
  2. Ho creato una partizione in cui salvare i dati che posso riscaricare se dovessi perdere (installer, MP3, DivX, etc) e che contiene l’immagine delle altre partizioni, creata con Acronis True Image, ogni giorno alle h. 21.00 e che viene memorizzata su un file differente a seconda sia la copia di Lun-Mer-Ven o l’immagine delle partizioni effettuata il Mar-Gio-Sab (in questo modo ho sempre in linea le immagini delle partizioni degli ultimi 2 giorni).
  3. Tramite uno script (la cui esecuzione è programmata giornalmente alle h. 14.00 tramite lo scheduler di Vista) oltre a copiare i file di Acronis su un HD esterno USB, provvede a realizzare un’ulteriore backup di tutte le unità utilizzando l’utility di backup di Vista.

In questo modo alle 21 di ogni giorno viene effettuata la copia delle partizioni sui file immagine. Questa copia, il giorno dopo giorno alle 14, viene replicata su HD esterno. Dopo tale operazione, sempre su HD esterno, viene effettuato un backup delle stesse partizioni utilizzando l’utility di backup di Vista.

Utilizzo poi un altro HD esterno, sempre USB, su cui aggiungo i DivX e gli MP3 per poterne fruire tramite l’HMR-500, un media player molto completo che uso con grande soddisfazione da tempo.

La soluzione adottata mi pone certamente al sicuro dal rischio di perdita dei dati e mi consente anche di godermi i miei file MP3 e i DivX in modo abbastanza comodo.
Ma alla lunga, mi son stancato di avere a che fare con più unità esterne, ognuna sempre a rischio di riempimento, e di dover continuamente spostare quella che contiene i file multimediali da una stanza all’altra (prima per copiarci i nuovi file, poi per ricollegarla al media player).

Ho perciò cercato una nuova soluzione che mi permettesse di raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. Unica unità esterna, capiente, che consenta di memorizzare sia i file di backup che i file multimediali;
  2. Collegamento contemporaneo al media center ed al computer, evitando spostamenti dell’unità
  3. Sfruttamento della seconda scheda di rete gigabit presente sulla main board del mio PC

Non amo, in genere, le soluzioni all-in-one perchè è difficile trovarne una veramente soddisfacente in tutti gli aspetti.
Preferisco soluzioni modulari che mi consentano di ottimizzare ciascun modulo a seconda delle mie esigenze e che mi lasciano libero di intervenire solo sul modulo opportuno quando queste variano in seguito alla naturale evoluzione.
I media center, cioè quegli scatolotti che fanno di tutto un po’, un po’ maluccio,  non fanno eccezione.

Ho perciò individuato l’unità esterna che fa al caso mio: Lacie Ethernet Big Disk da 2TB.
Sulla carta mi è sembrata l’ideale: collegamento ethernet gigabit che mi consente di sfruttare al massimo i 1000 Mbps di velocità della scheda di rete; possibilità di connessione via USB al Media Player HMR-500; quasi triplico la capacità di storage attuale.

Collego perciò l’HD ethernet alla scheda di rete secondaria sul mio PC tramite un cavo LAN, opportunamente canalizzato al momento della realizzazione dell’impianto, che collega lo studio con il salone, configuro il tutto e poi collego il Media Player all’HD ethernet via cavo USB.

Sorpresina!
Il Media Player non “vede” l’HD esterno collegato via USB.
Una rapida occhiata alle caratteristiche tecniche del Lacie e mi rendo conto che, delle due porte USB presenti sull’unità ethernet Lacie, una serve per collegare ulteriori unità esterne USB per espanderne la capacità (e per ora non mi serve), l’altra viene, si, utilizzata per la connessione al computer (o al Media Player, pensavo erroneamente io), ma solo per emulare un’ulteriore connessione ethernet, via USB, tramite appositi driver (per Windows o Mac) da installare sul PC.
in pratica non si tratta di una connessione USB standard, ecco perché l’HMR-500 non si accorge dell’unità collegata via USB, contrariamente a quanto avviene con gli altri HD esterni USB.
In pratica, non posso utilizzare la soluzione così come l’avevo pensata (unità ethernet collegata via LAN al PC e via USB all’HMR-500).
image
image

Dopo qualche pensamento ecco la soluzione.
Inverto le connessioni: collego cioè l’HD ethernet via LAN all’HMR-500 (ah, beata versatilità) e via USB al PC.
image
Fatte le connessioni riconfiguro l’unità, faccio tutte le prove e tutto funziona a meraviglia.
Anzi, questa soluzione mi piace di più, perché in questo modo posso tenere l’HD ethernet Lacie sulla scrivania in studio, anziché in salotto (con grande beneficio dell’estetica).

Ma…(si, perché c’è un ma), per essere perfettamente aderente ai miei obiettivi e sentirmi totalmente soddisfatto, la soluzione ha una pecca: la connessione ethernet simulata via USB è molto lenta (i trasferimenti PC->HD ethernet vanno al massimo a 6,9MB/sec) e sento ancora sghignazzare la seconda scheda di rete gigabit del mio PC, che se ne sta là, in ozio, mentre il “reparto USB” fa gli straordinari.

Immediatamente mi viene in mente un’altra soluzione: basterebbe dotarsi di un mini switch di rete 10/100/1000 mbps; lo collegherei alla scheda di rete inutilizzata assegnando sia alla scheda di rete che all’HD ethernet un range di indirizzi IP differente da quello che utilizzo per il resto della LAN.
In questo modo avrei l’HMR-500 collegato via LAN allo switch 10/100/100, al quale sarebbero collegati anche il mio PC e l’HD ethernet.
Prossimo passo, quindi, dotarsi di uno switch di rete 10/100/1000….

Technorati Tag: HMR-500,,,soluzione

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: