Ricerca in FOLBlog

L’iPhone sbarca in Europa.

 Scritto da alle 10:39 del 19/09/2007  Aggiungi commenti
Set 192007
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 1 mese 4 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Riporto testualmente la notizia apparsa su Punto Informatico, secondo la quale è stato ufficializzato l’inizio della commercializzazione dell’iPhone in Europa:
“….bla bla bla….
si è materializzato ieri, nella homepage della versione britannica del sito Apple, il pulsante iPhone che presenta il melafonino, ufficializzandone l’esclusiva di O2. Che lo commercializzerà nel regno di Elisabetta II a partire dal 9 novembre
Apple, nel riportare l’entusiasmo di Steve Jobs e di Matthew Key (CEO di O2) per la nuova partnership, spiega che – in aggiunta a tutte le rivoluzionarie
feature che hanno reso l’iPhone così popolare negli States – gli utenti britannici avranno accesso alle ultimissime novità, compreso il nuovissimo iTunes Wi-Fi Music Store.
La commercializzazione, come preannunciato, prenderà il via il 9 novembre – anche online – nei negozi Apple, O2 e di Carphone Warehouse al prezzo al pubblico (ossia inclusa l’IVA locale) di 269 sterline (circa 390 euro) per la versione 8 GB, che ora negli USA è venduta al prezzo di 399 dollari (circa 290 euro). L’utente iPhone sarà sottoposto ad un vincolo contrattuale di 18 mesi e saranno disponibili tre differenti piani tariffari che includeranno traffico dati illimitato e senza distinzione di fascia oraria, sia da rete mobile che dal network WiFi di The Cloud, che nel Regno Unito conta oltre 7.500 hot-spot presenti in caffetterie, ristoranti, aeroporti, pub e altri locali pubblici.

….bla bla bla….

Ciò mi da’ lo spunto per alcune riflessioni:

– Apple è maestra nel far passare come innovazioni quelli che sono limiti grossolani, giustamente mal tollerati se presenti in altri prodotti; così il fatto di poter utilizzare SOLO iTunes, passa come un privilegio. Come vorrei cascarci anche io! Sarei molto più felice!
– Apple spenna i propri polli…ehm, pardon…clienti fino all’ultima piuma; così in Europa, abbiamo il privilegio, in esclusiva, di pagare l’iPhone ben 100 Euro in più! Delle due, l’una: o ci credono più fessi, oppure credono abbiamo più…piume.
In questo caso Apple non ha inventato nulla dato che, ahimè, questa scorrettezza commerciale è adottata anche da altri produttori.
– Volete un iPhone? OK, ma, per 18 mesi non potete scegliere con che gestore telefonico usarlo!
AT&T se siete negli USA e O2 se siete in Gran Bretagna. E in Italia?
Come prima cosa mi chiedo cosa aspettano ad intervenire le autorità garanti della concorrenza.
Poi mi e vi domando: è annullando in tal modo la concorrenza tra gestori telefonici che si fa il bene del consumatore finale?
Vi immaginate cosa accadrebbe in Italia se, quando si venderà l’iPhone, saremo costretti..ehm, pardon…avremo il privilegio esclusivo di un bel contrattino con Telecom (ad esempio) per soli 18 mesi?

L’articolo parla anche di “successo dell’iPhone negli USA”.
Da quel che ho letto in rete, forse sbagliando, mi ero fatto un’idea opposta, in parte confermata anche dall’atteggiamento della stessa Apple, che si è sentita in dovere di ridurre in fretta e furia il prezzo dell’iPhone di 200 $, scatenando le comprensibili ire di chi aveva appena acquistato l’iPhone al prezzo esclusivo riservato agli Apple-fan.
Chi ha dati oggettivi sulle vendite dell’iPhone fino ad ora?

Ultima considerazione: vi immaginate il pandemonio che si sarebbe scatenato se lo stesso atteggiamento, la stessa correttezza commerciale e apertura al mercato fossero stati adottati da un’altro produttore?
Uh…ora che ci penso….mi pare sia già accaduto, il pandemonio è già stato scatenato!
Ma…allora?

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: