Ricerca in FOLBlog

Nov 102008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 8 anni 11 mesi 10 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Link simbolico

La versione 5.0 del file system NTFS presente su Vista consente la creazione di link simbolici.
In ambiente *nix è una pratica semplice e comune quelle di reindirizzare una cartella o un file proprio utilizzando link simbolici.

Cosa è un link simbolico?
Immaginate il link simbolico come una sorta di dirottatore che impone al sistema operativo di andare a leggere o scrivere il contenuto di una cartella (o file) da un’altra parte rispetto al comando ricevuto.
Per esempio, supponiamo di creare un link simbolico alla cartella D:\Folder2 attribuendo ad esso il nome C:\Folder1.
Quando qualsiasi applicazione tenterà di leggere/scrivere il contenuto di C:\Folder1, in realtà leggerà o scriverà su D:\Folder2, senza che l’applicazione stessa se ne renda conto o mostri un qualunque errore.

A che servono i link simbolici?
Faccio immediatamente un esempio pratico.
Supponiamo che, non sopportate che il ProgrammaX salvi i dati nella cartella:
C:\Users\Enrico\DatiX
ma desideriate invece che tutti i dati siano salvati nella cartella
D:\Enrico\DatiX
Con la creazione di un link simbolico, senza modificare alcunchè nella configurazione dell’applicazione, è possibile ottenere facilmente questo risultato.
Basterà infatti creare un link simbolico con il nome “C:\Users\Enrico\DatiX” che punti alla cartella “D:\Enrico\DatiX”.
In questo modo ogni applicazione che tenterà di scrivere/leggere il contenuto di  C:\Users\Enrico\DatiX, agirà invece in D:\Enrico\DatiX.

Come creare ed eliminare i link simbolici
Il comando per creare un link simbolico è mklink.
Questa la sua sintassi:

MKLINK [[/D] | [/H] | [/J]] Link Target

/D – Crea un link simbolico ad una cartella (opzione di default).
/H – Crea un link simbolico ad un file (hard link).
/J – Crea un link di giunzione tra cartelle.
Link – Specifica il nome del link simbolico.
Target – Specifica il path (relativo o assoluto) alla cartella che verrà realmente utilizzata.

Per tornare all’esempio, ecco cosa occorrerebbe fare in pratica per ottenere il risultato illustrato in precedenza:

  • Copiare il contenuto della cartella C:\Users\Enrico\DatiX nella cartella D:\Enrico\DatiX
  • Eliminare la cartella C:\Users\Enrico\DatiX
  • creare il link simbolico digitando il seguente comando in un prompt di comandi eseguito con privilegi di amministratore:MKLINK /D  C:\Users\Enrico\DatiX  D:\Enrico\DatiX

Tutto qui.
Se con il file manager si va a verificare il contenuto di C:\Users\Enrico si troverà al suo interno DatiX (ma come, non l’avevamo eliminata?); non si tratta della cartella vera e propria, ma del suo link simbolico. La cartella DatiX in effetti si trova “fisicamente” in D:\Enrico\
Per eliminare un link simbolico, si opera come per eliminare una qualsiasi cartella.

Ho usato questo metodo per reindirizzare la cartella in cui Thunderbird salva tutti i dati della posta elettronica.
Thunderbird infatti salva i dati nella cartella: C:\Users\<nomeutente>\AppData\Roaming\Thunderbird\Profiles\<profilo>.default
Con la creazione di un opportuno link simbolico e senza modificarne la configurazione, ora Thunderbird non salva più i dati in C:\Users\Enrico\AppData\Roaming\Thunderbird\Profiles\74zo0xe0.default ma automaticamente in D:\Enrico\Thunderbird\74zo0xe0.default

Il medesimo metodo con l’utilizzo di link simbolici è stato utilizzato anche per condividere la stessa cartella dati di Thunderbird con con diverse installazioni del client di posta elettronica, anche su diversi sistemi operativi.
Rimando a questa ottima guida per i dettagli.

Technorati Tag: link simbolico,howto,cosaè,Thunderbird,Vista,soft link,hard link

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: