Ricerca in FOLBlog

Mag 222008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 5 mesi 3 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

image
Già da tempo si sente parlare di Hard Disk allo stato solido (SSD – Solid State Disk), ed anzi cominciano ad esser presenti sul mercato i primi computer con SSD (esempi: Asus EeePC e Apple MacBook Air).
A differenza di quel che accade in un disco fisso tradizionale, in un SSD, costituito da banchi di memorie flash (simili ai pen drive -aka chiavette USB- per intenderci) non esistono parti meccaniche in movimento.
Questo consente di incrementare le prestazioni degli SSD rispetto agli HDD tradizionali e di limitare i danni derivanti da urti o cadute accidentali.
Mentre attualmente la velocità di trasferimento dei dati non varia enormemente tra HDD e SSD, il fatto che non vi sia alcuna testina da posizionare per leggere un certo dato (come avviene sugli HD tradizionali), riduce il tempo di accesso grazie all’azzeramento di seek time (tempo necessario per spostare la testina) e latency (tempo necessario affinché il dato presente in un settore passi sotto la testina per la lettura, e che dipende dalla velocità di rotazione del disco), che invece rappresentano la maggior perdita di tempo nella lettura di un dato su disco rigido.
Gli SSD, in sostanza, assicurano prestazioni eccezionalmente superiori agli HDD tradizionali soprattutto nella lettura/scrittura di grandi quantità di file piccoli (situazione abituale con i moderni sistemi operativi ed applicativi), che costringono le testine degli HDD tradizionali a numerosi spostamenti e, quindi, spreco di tempo.
Questo video consente di farsi un’idea della differenza di prestazioni tra le due tecnologie per la memorizzazione dei dati.
[kml_flashembed movie="http://it.youtube.com/v/3EyJFrTI8KY" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Gli SSD possono a loro volta essere di tipo MLC (Multi Level Cell) o SLC (Single Level Cell).
image
La tecnologia MLC è quella oggi più usata per memorie USB e MP3 player.
La differenza sta nella quantità di bit che ciascuna cella di memoria (Floating gate MOSFET in questo caso) è in grado di memorizzare.
Negli SSD SLC ciascuna cella di memoria è in grado di memorizzare il valore di un bit (quindi 0 oppure 1), mentre negli MLC è in grado di memorizzare tre o più bit.
Quindi gli SSD MLC, a parità di numero di celle di memoria, sono in grado di assicurare, una maggiore capacità rispetto agli SSD SLC.
Dal canto loro, gli SSD SLC sono più veloci perchè necessitano di un solo ciclo per la lettura del valore del bit, mentre per leggere il valore memorizzato in una cella di memoria di un SSD MLC sono essere necessari più cicli(*).
Inoltre gli SSD SLC durano circa 10 volte di più rispetto agli MLC (100.000 cicli lettura/scrittura contro circa 10.000).
Questo fa nascere dubbi sull’opportunità di utilizzo per alcune applicazioni delicate.
Gli SSD MLC sono quindi più capienti ma più lenti e maggiormente soggetti ad usura degli SSD SLC e, a parità di capienza, saranno più economici.

La diffusione di questo tipo di memorie per lo storage dei dati è attualmente ostacolata sia dai prezzi alti che dalla limitata capacità: mentre i tagli degli HDD tradizionali tandono oramai ad essere misurati in migliaia di GB (TeraBytes), è raro sentir parlare di SSD di capacità superiore ai 128GB.

(*) Per una dettagliata spiegazione sul funzionamento in scrittura e lettura delle celle di memoria degli SSD, vi segnalo un interessante articolo su PC Professionale di Maggio 2008

Technorati Tag: ,,,,

[ratings]

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: