Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Laurea on line del Politecnico di Milano

 Scritto da alle 18:02 del 22/02/2008  Aggiungi commenti
Feb 222008
 

image
Rientro oggi dall’ultima sessione di esami, durante la quale ho sostenuto gli ultimi due esami dei 27 che componevano il mio piano di studi.

Banale se non fossi uno “studente online”.

Significa che sono iscritto al Politecnico di Milano e frequento il corso di laurea a distanza (la laureaonline), senza obbligo di frequenza “in presenza”, recandomi presso l’Ateneo “solo” (si fa per dire) per sostenere gli esami di fronte ai docenti, in apposite sessioni riservate a noi studenti online.

Questo grazie al corso di Laurea online in Ingegneria Informatica, il primo corso di laurea online d’Italia, attivo dal 2000 ed al quale mi sono iscritto alla fine del 2002.

L’ho scoperta per caso, grazie ad una email ricevuta da uno studente iscritto alla laureaonline.
Per me è stata una folgorazione: un sogno nel cassetto diventava realizzabile.

In cosa consiste?
E’ un corso (triennale) di laurea in Ingegneria Informatica del Politecnico di Milano; alla fine del triennio viene rilasciato un diploma di Laurea, perfettamente equivalente a quello ottenibile frequentando il tradizionale corso “in presenza”.

Come funziona?
Gli iscritti alla laureaonline, dopo aver sostenuto un test di ingresso, volto ad appurare la consistenza delle basi necessarie per intraprendere la carriera di studente nel corso, compilano il proprio piano di studi (o accettato quello proposto dal Politecnico) per il semestre che sta per iniziare.
Comunicano gli orari ed i giorni in cui sono disponibili a seguire le lezioni in diretta (le c.d. sessioni live) tramite una piattaforma basata su Adobe Breeze e, sulla base di questa preferenza, vengono raggruppati, per ciscun insegnamento a cui sono iscritti, in classi virtuali composte da 20/30 studenti.
Ogni classe virtuale è affidata ad un tutor, supervisionato dal docente del corso, che coordina il gruppo di studenti, tiene le lezioni in diretta, fornisce chiarimenti sia durante le sessioni live, che per email o attraverso il forum a disposizione degli iscritti.
Lo studio del materiale didattico fornito viene calendarizzato in un’agenda online, in cui confluiscono tutti gli impegni di ciascun corso a cui lo studente è iscritto.

Come avviene la valutazione della preparazione dello studente?
Alla fine del semestre è prevista una settimana in cui gli studenti sono chiamati a sostenere gli esami.
Gli esami si sostengono a Como, presso una sede del Politecnico.
E’ in quel momento che cessa di esistere ogni differenza legata all’essere “studenti online” e si diventa studenti “come gli altri”.
Di fronte al docente occorre dimostrare la preparazione acquisita durante il semestre.
Quasi tutti i corsi prevedono delle prove intermedie (chiamate prove in itinere): si tratta di compiti (esercizi, elaborati, progettini, ecc.) che lo studente deve compiere a casa, di solito durante il fine settimana, e che devono essere consegnati entro il termine stabilito dal docente.
Le prove in itinere, a seconda del docente, possono concorrere o meno alla formazione del voto finale.
In ogni caso, com’è ovvio attendersi, occorre confermare gli esiti delle prove in itinere con l’esame svolto in presenza.
A volte queste prove intermedie vengono utilizzate per stabilire l’ammissibilità dello studente all’esame.
Lo scopo principale, dal punto di vista dello studente, resta comunque quello di punto di verifica della preparazione acquisita fino a quel momento e costituisce un prezioso test “scova-lacune”, molto utile in vista dell’esame di fine semestre.
Per ciascuna materia si hanno 3 sessioni l’anno per sostenere l’esame: febbraio, luglio e settembre.

Come avviene l’interazione con docenti e studenti?
Vi sono due tipologie di interazione: una asincrona (attraverso email e forum) ed una sincrona (le sessioni live).
I docenti sono sempre disponibili a fornire chiarimenti per email ma di solito preferiscono che lo studente partecipi attivamente ai forum di materia; da un lato perchè questo incentiva l’interazione tra studenti, dall’altro perchè gli stessi quesiti e le relative risposte fornite dal docente possono essere utili a diversi studenti.
I tempi di risposta dei docenti sono quasi sempre brevissimi (mediamente entro 24/48 ore).
La sessione live è comunque il momento di interazione per eccellenza; durante questa lezione il docente spiega gli argomenti trattati dalle lezioni previste in quella settimana, esegue esercizi e fornisce agli studenti presenti chiarimenti sugli argomenti oggetto della lezione.
Il docente partecipa in audio conferenza e condivide una lavagna o il proprio desktop (a seconda dell’utilità); gli studenti intervengono di solito attraverso una chat con la possibilità di inviare messaggi (privati o pubblici) sia al docente che agli altri studenti.
Pur essendo disponibile la funzione, raramente viene consentito allo studente di partecipare alla sessione live in audio.
Se si perde la lezione in diretta, è sempre possibile rivederla quando è più comodo, le volte che si vuole, perchè questa viene registrata e resa disponibile agli iscritti al corso.

A chi è adatta la laureaonline?
L’ideale per chi, lavoratore, in proprio o alle dipendenze, magari con famiglia, intende raggiungere l’obiettivo della laurea in Ingegneria Informatica, magari per porre delle basi teoriche solide (e formali, ufficiali) ad una competenza conquistata da autoditatta.
Si studia quando è più comodo, si seguono le lezioni in diretta durante gli orari preferiti, insomma il corso è adattabile alle proprie esigenze ed ai propri impegni familiari e professionali.
Ma è anche una valida alternativa per chi vuol iscriversi al corso di Ingegneria Informatica ma risiede dove un corso di laurea analogo non è presente o è ritenuto meno prestigioso di quello del Politecnico di Milano; va infatti considerto il risparmio che si ottiene evitando di pagare vitto ed alloggio per risiedere in una città diversa dalla propria.

Pro e contro?
La mia avventura non è ancora terminata (manca la tesi) ma, dopo cinque anni, credo di essere in grado di fare un bilancio dell’esperienza.
I pro sono nella flessibilità e la modalità con cui è possibile seguire le lezioni, nella qualità del materiale didattico fornito, nella disponibilità inusuale dei docenti, nella preparazione e competenza dei docenti stessi.
La flessibilità rende possibile studiare negli orari più disparati, ovunque vi sia la possibilità di utilizzare un PC o un palmare (non avete idea di quante lezioni ho fatto sotto l’ombrellone con il mio mitico palmare Fujitsu Siemens Pocket Loox 720!).
Il materiale didattico è fruibile sia online, collegandosi alla piattaforma e-learning, che offline, dopo aver scaricato le lezioni sul proprio computer e ne viene fornita una versione stampabile (per chi odia la foresta dell’Amazzonia).
I docenti che ho avuto si sono rivelati generalmente disponibilissimi. Non è mancata qualche eccezione (la perfezione non è di questo mondo) ma su oltre 20 docenti diversi, quelli di cui ho un ricordo non ottimo si possono contare sulle dita di una mano impegnata a reggere una penna.
Ho stretto amicizie e incontrato persone eccezionali, sia tra i docenti che tra gli studenti; persone fuori dal comune, che sarebbe difficile incontrare altrove.
Tra i lati negativi c’è sicuramente la distanza.
E’ inevitabile che pur avendo a disposizione tutti gli strumenti per interagire con gli altri studenti, ognuno studi seguendo orari ed abitudini personali, districandosi tra impegni familiari e professionali, ma di solito a casa, da solo.
Il clima goliardico che si instaura tipicamente tra studenti universitari è fortemente ostacolato, anche dal fatto che a partecipare al corso di laurea sono persone di età la più variegata possibile, dal neodiplomato al nonno. Più difficile che ci si trovi con qualcosa in comune.
Altro lato negativo è che c’è da farsi un mazzo tanto!
Chi ha letto fin qui credendo di aver trovato una scorciatoia per arrivare più facilmente alla laurea, può smettere di sognare.
Chi già lavora (a maggior ragione se “tiene famiglia”) può tranquillamente dire addio a quasi tutte le uscite con amici, ai week-end, agli hobby, al tempo libero. Saranno anni di apnea, in cui la volontà di arrivare in fondo sarà spesso messa a dura prova.
Ma la soddisfazione di riuscirci, di imparare, di passare un esame, soprattutto per chi forse credeva di non esserne più in grado, è una soddisfazione impagabile!

Technorati Tag: Laureaonline,Politecnico di Milano,IOL

Articoli simili:

  19 Risposte a “Laurea on line del Politecnico di Milano”

Commenti (18) Pingbacks (1)
  1. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.12 con Windows Windows XP

    La mia strada per arrivare alla laurea in ingegneria informatica on line è ancora lunga (ho sostenuto solo qualche esame per ora), ma devo ammettere che la sto trovando un’esperienza estremamente positiva.
    E concordo sul fatto che bisogna farsi un mazzo tanto 😉

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.12 con Windows Windows XP

    Arriverò a questo traguardo l’anno prossimo (si spera). Confermo i vari aspetti che hai citato, al tempo libero che ci si può scordare, gli hobby, le uscite, e molto altro.. E’ una strada assai dura, che richiede uno sforzo di volontà ed una pazienza non indifferente (anche per chi ci sta vicino). Però… Che soddisfazione quando sarà finita! 🙂

  3. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.12 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    Bravo!
    Mi sono scordato di segnalare quanto utile sia stato l’aiuto di chi ci sta vicino.

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.12 con Windows Windows XP

    Complimenti e aggiungo un beato te! Io mi dovevo svegliare alle 5e15 ogni mattina per essere al Politecnico alle 8e30! Ho fatto però Disegno industriale e di Internet non se ne parlava ancora tanto, fai te!

    Per i primi 3 anni facevamo 3d, FormZ su Mac e Alias su Workstation Onyx della Sgi con Iris. Durante un laboratorio alle 3 del pomeriggio circa ci hanno fatto vedere una comunità virtuale on-line e da allora ho detto “buttiamoci su questa internet, mi incuriosisce!”

  5. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.6.16 con Windows Windows XP

    Salve,
    sto facendo un calcolo di fattibilita’ per il progetto laurea e sto prendendo in considerazione quella del politecnico di Milano on line! Mi sembra sia l unica on line che non sia carta stracci!
    Veniamo al dunque!
    Io sono di Napoli quindi per sostenere gli esami dovrei fare un bel viaggetto!

    Prima domanda: quante volte e’ necessario andare in sede a Como, tra burocrazia e esami? Sono settimane intere? O in un giorno riesci a fare l esame?

    Ho fatto rinuncia alla Federico II con 9 esami dati con un tot di 54 CFU…

    Seconda domanda: sapete come si comportano in media sul riconoscimento dei crediti universitari?

    Terza domanda: se vi si chiedesse di quantificare l impegno con ore di studio al giorno che misura dareste?

    Grazie a chiunque puo’ darmi queste e altre dritte del caso! grazie.

    PS: complimenti per l articolo! 😀

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.6.16 con Windows Windows XP

    Dimenticavo… lavoro full time e sono rinunciatario da ing elettronca!

    Grazie

  7. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.6.16 con Windows Windows XP

    questo e’ per avere la notifica! scusate! 🙂

  8. Usando Google Chrome Google Chrome 10.0.650.1 con Windows Windows 7

    Gabriele ha scritto:

    Prima domanda: quante volte e’ necessario andare in sede a Como, tra burocrazia e esami? Sono settimane intere? O in un giorno riesci a fare l esame?

    Sono previste 3 sessioni d’esame: fine febbraio, fine luglio e fine settembre.
    Quella di febbraio è la sessione d’esame conclusiva del semestre che inizia ad ottobre; luglio è la sessione d’esame del semestre che inizia a marzo.
    Settembre è la sessione di recupero, utile se un esame è andato male in una delle due sessioni precedenti.
    In un giorno si riesce a fare, di solito, un esame (ma è capitato anche di poter sostenere due esami).
    Quanti giorni devi stare a Como per dare tutti gli esami previsti per quella sessione dipende dal piano di studi e da come sono calendarizzati gli esami.
    Raramente capita che per sostenere 3 esami occorra stare a Como per più di 3 giorni.

    Gabriele ha scritto:

    Seconda domanda: sapete come si comportano in media sul riconoscimento dei crediti universitari?

    Sono rigorosi. Non regalano niente.

    Gabriele ha scritto:

    Terza domanda: se vi si chiedesse di quantificare l impegno con ore di studio al giorno che misura dareste?

    La risposta non può che essere molto soggettiva.
    Durante i giorni feriali dedicavo 2-3 ore allo studio; studiavo soprattutto la mattina presto (mi alzavo prima per potermi dedicare allo studio) e nel pomeriggio, dopo pranzo.
    Un consiglio che mi sento di dare è di concentrare lo studio la mattina ed al massimo nel pomeriggio; dopo il lavoro le scuse per evitare di studiare sembrano sempre così…sensate ed invitanti!
    Altro consiglio: fare qualcosa ogni giorno, tentando di non accumulare arretrato.

    I weekend erano (saranno) quasi sempre interamente dedicati allo studio, alle sessioni live e alle prove in itinere.
    Weekend liberi saranno una rarità…

    Insomma, un bel sacrificio. Ma ne vale la pena!

  9. Usando Google Chrome Google Chrome 10.0.650.1 con Windows Windows 7

    Gabriele ha scritto:

    questo e’ per avere la notifica! scusate!

    C’è ris-posta per te 😀

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.6.16 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    sei stato provvidenziale!
    approfitto un altro pò… dato l alto costo da sopportare … i libri di testo serviranno o è sufficiente il materiale della piattaforma on line?

    grazie ancora!

  11. Usando Google Chrome Google Chrome 10.0.650.1 con Windows Windows 7

    Gabriele ha scritto:

    i libri di testo serviranno o è sufficiente il materiale della piattaforma on line?

    Il materiale didattico fornito è di solito sufficiente e di ottima qualità.
    Ma anche in questo caso la valutazione può essere molto soggettiva.
    Personalmente, per le materie che trovavo più ostiche, ho preferito acquistare alcuni testi consigliati per approfondire lo studio.

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 5.0 con Windows Windows Vista

    ciao sto ora compilando il modulo di rinuncia agli studi , mi dispiace solo aver buttato circa 1900€….

    prima di tutto, faccio prima ad iscrivermi ad una facoltà vicino casa tanto per come si viene trattati è del tutto simile. Questo non vuol dire che da questa facoltà volevo delle agevolazioni, ma sono studente lavoratore e questo corso di studi lo può intraprendere anche uno che non è lavoratore e questo non ha senso- Infatti inseriscono un calendario dei corsi che prevede ad esempio tutto il giorno studio…
    Mi si dirà vabbè ma poi sta a te organizzarti, ok allora mi organizzo prendo un libro e studio e mi iscrivo ad una facoltà non on line più economica e scommetto che se vado a parlare di tanto in tanto con il professore mi darà una mano , certo meglio che scrivere nei forum e avere risposta dopo settimane!!!!
    riguardo poi alle lezioni sono tutte registrate e una volta a settimana c’è la seduta di un’ora con un professore che è una vera bolgia tra capire, scrivere domande, aspettare risposte etc…..
    Questo è il mio parere vi consiglio una facoltà vicino casa e tanta voglia di studiare!!!!

  13. Usando Google Chrome Google Chrome 12.0.750.0 con Windows Windows 7

    Diego ha scritto:

    prima di tutto, faccio prima ad iscrivermi ad una facoltà vicino casa

    In effetti se hai la fortuna di risiedere in una città in cui è presente una Università con il corso di laurea che ti interessa, che non richiede l’obbligatorietà della frequenza, un corso di laurea online ha pochi vantaggi rispetto ad un corso tradizionale.

    Diego ha scritto:

    sono studente lavoratore e questo corso di studi lo può intraprendere anche uno che non è lavoratore e questo non ha senso

    Non sono d’accordo.
    Pensa solo allo studente che, non essendo fortunato come te ad avere l’Università che gli interessa sotto casa, dovrebbe andare a vivere per anni in un’altra città: la laurea online rappresenta un risparmio economico non indifferente.

    Diego ha scritto:

    Infatti inseriscono un calendario dei corsi che prevede ad esempio tutto il giorno studio…

    In che senso?
    A meno che le cose non siano drasticamente cambiate nel frattempo, l’organizzazione dello studio, degli orari e della distribuzione del carico di lavoro durante la settimana sono totale appannaggio dello studente.
    Nessuno ti dice quanto e quando studiare; ti si danno degli obbiettivi da raggiungere in un certo lasso di tempo (scandito di solito dalle prove in itinere) e sta allo studente decidere come organizzare la giornata/settimana in modo da raggiungerli.
    Io, per esempio, mi alzavo la mattina un po’ prima del solito (un’ora, un’ora e mezza) per studiare prima di fare colazione. Poi studiavo ancora un pochino dopo colazione e poi nel pomeriggio, dopo pranzo e dopo una brevissima pennichella. E poi durante tutto (o quasi) il fine settimana.

    Diego ha scritto:

    …e scommetto che se vado a parlare di tanto in tanto con il professore mi darà una mano , certo meglio che scrivere nei forum e avere risposta dopo settimane!!!!
    riguardo poi alle lezioni sono tutte registrate e una volta a settimana c’è la seduta di un’ora con un professore che è una vera bolgia tra capire, scrivere domande, aspettare risposte etc….

    Quello che descrivi è uno scenario totalmente diverso da quello che ho vissuto negli anni in cui ero iscritto al corso.
    Certo, c’è anche stata l’eccezione del professore fannullone o che, addirittura, remava contro il corso online, ma la regola, nettamente distinguibile era quella di una disponibilità dei professori fuori dal comune, non riscontrabile in un corso tradizionale in cui, normalmente, il professore tiene il corso a oltre cento studenti per volta.
    Situazione ben diversa di quando invece gli studenti sono accorpati in classi virtuali di 20/30 persone, con un tutor a disposizione tutti i giorni.

    Con questo non voglio dire che la laurea online vada bene per chiunque o sia un esempio di perfezione, ma ritengo che, per le persone a cui è adatta, sia una vera manna dal cielo!

  14. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 5.0.1 con Mac OS X Mac OS X 10

    Diego, consolati, io invece ho perso più di 3000 euro perché ho stupidamente pagato la seconda rata…

    Il malinteso con Enrico, secondo me, nasce dal fatto che la sua descrizione appartiene al passato…

    Per quanto mi riguarda, ho trovato un’organizzazione didattica molto carente e deludente. Vi elenco qualche punto:

    – ho provato a comunicare col cosiddetto “tutor generale” per un’importante questione riguardante il piano di studio e nell’arco dell’anno non ho MAI ricevuto risposta (non sono neppure l’unico studente a cui è capitato). Bisogna anche notare che questo “tutor” è, attualmente, una misteriosa figura senza nome e cognome!

    – prove intermedie accavallate, praticamente impossibili da svolgere nei pochi giorni a disposizione. Si era di fatto obbligati a scartare qualche materia e concentrarsi su una, o due massimo, dato che il carico di lavoro per ciascuna prova intermedia era enorme. Dopo una fatica assurda per documentarsi autonomamente sui libri (le slides fornite erano assolutamente insufficienti per risolvere gli esercizi assegnati), al momento dell’esame viene reso noto che per alcune materie le prove intermedie sono del tutto ininfluenti ai fini del superamento dell’esame stesso.

    – confermo pienamente quanto detto da Diego, cioè che nell’a.a. 2010/11 il calendario dei corsi è stato concepito per uno studente a tempo pieno (per il quale non sarebbe comunque agevole, visto l’enorme carico di lavoro) e non fuori sede. Non a caso, quest’anno, il corso di laurea è ufficialmente divenuto un semplice indirizzo di quello in presenza. Quest’ultimo, almeno, ha il vantaggio di avere un piano di studi più flessibile, contrariamente a quello prestabilito dell’indirizzo “online”.

    – fermo restando che la situzione può variare da docente a docente, per quanto mi riguarda ho trovato anch’io molta confusione all’interno dei forum di materia. Le risposte da parte dell’assistente erano mediamente tardive, e nel frattempo ci si doveva aiutare tra studenti (con tutti gli inconvenienti del caso, perché uno studente, essendo un novizio della materia, può sparare fesserie in buona fede).

    – nelle giornate d’esame c’era uno squallore incredibile. Gli studenti erano pochi (alcune volte 5 o 6, altre volte una dozzina al massimo) e siamo stati bocciati TUTTI! Sì, avete capito bene, tutti bocciati, nonostante alcuni di noi fossero assidui frequentatori dei forum di materia con decine o centinaia di interventi, nonostante avessimo partecipato a tutte le sessioni live, e nonostante avessimo consegnato tutte le prove intermedie (sulla cui difficoltà mi sono già soffermato prima).

    – ore di studio? Molte (4 fisse ogni giorno, più 8 ore in tutti i weekend inclusi i giorni festivi come Natale o Capdanno). Ferie? Nessuna. Tasse universitarie? Molto alte, per essere un ateneo pubblico. Risultati ottenuti? scarsi, e non vale assolutamente la pena proseguire in questo modo. Tenetevi stretto il lavoro, oppure, se volete studiare, passate al corso in presenza, dove per lo meno sarete conosciuti dal docente ed avrete un trattamento migliore all’esame (potrei anche fare nomi e cognomi dei docenti che ragionano in questi termini).

    Avrei altri “inconvenienti” da segnalare, specialmente riguardanti gli odiosi bug della piattaforma didattica recentemente introdotta, ma mi fermo qui per non allungare troppo il post.

    Un saluto a tutti.

  15. Usando Safari Safari 6533.18.5 con iOS iOS 4.3.3

    Salve a tutti, vorrei segnalare un aspetto che non è stato trattato in nessuno dei precedenti interventi.
    Premetto subito che abito a 700 km da Como. Quando mi sono presentato per gli esami (tre volte in totale) ho SEMPRE riscontrato lo stesso problema: l’inizio della prova veniva ritardato di qualche ora rispetto all’orario dichiarato nel sito web di prenotazione del Polimi. E pensare che, con molto scrupolo, nei giorni precedenti avevo provato a contattare il docente per accertarmi dell’orario d’inizio e di fine. Risposte? NESSUNA! Il giorno dell’esame, il motivo del “disguido” veniva sistematicamente attribuito a un errore del sito web. Certi docenti dovrebbero capire che hanno di fronte gente proveniente da luoghi distanti centinaia di km, e nessuno può permettersi il lusso di perdere l’aereo o il treno del ritorno per colpa di un problema idiota del sito web (prendendo per buona questa motivazione). Restare a piedi è pazzesco! Ma stiamo scherzando??
    Sembra di stare nel può caotico dei mega-atenei! Peccato però che la gente presente a Como fosse davvero poca (qualcuno si chiedeva perfino come mai non avessero ancora chiuso baracca e burattini).
    Morale della storia: me ne vado pure io, continuare così è semplicemente assurdo.

  16. Usando Google Chrome Google Chrome 13.0.800.0 con Windows Windows 7

    Se le situazioni segnalate non fanno parte delle eccezioni, ma sono divenute la regola, non mi resta che constatare che le cose sono cambiate notevolmente rispetto a quando frequentavo il corso.
    Mi dispiace moltissimo e credo che i tagli lineari all’istruzione decisi da questo disastroso governo possano avere un qualche peso.
    Mi auguro sia solo una fase transitoria dovuta a necessari assestamenti.
    In ogni caso, in bocca al lupo a tutti,

  17. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 13.0.1 con Mac OS X Mac OS X 10

    Ciao a tutti, ma la situazione è veramente così disastrora ad negli ultimi tempi? Io stavo valutando l’iscrizione a questo corso di laurea anche perchè lavorando non ho molte alternative se voglio prendere una laurea…c’è nessuno tra i lettore che sta attualmente frequentando questo corso di laurea e può dirmi le sue impressioni???

  18. Usando Google Chrome Google Chrome 26.0.1410.64 con Windows Windows 7

    Sono arrivatoa questo traguardo nel 2010. In 5 anni, sacrificando tantissimo.
    Ero rinunciatario in Ingegneria elettronica, mi mancavano dodici esami, e grazie a questo corso di laurea ho potuto completare i miei studi 🙂
    E’ vero pero’, il carico di lavoro e’ immenso.

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: