Ricerca in FOLBlog

La mia esperienza col GPL

 Scritto da alle 17:09 del 19/03/2008  Aggiungi commenti
Mar 192008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 6 mesi 3 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Ospito volentieri l’articolo di Carlo sul GPL, argomento che ritengo interessante ed in cui non sono particolarmente ferrato.
Buona lettura.

Ho deciso di descrivere ad un anno dall’installazione di un impianto GPL sulla mia autovettura la mia esperienza di utente soddisfatto perché credo di fare un favore alla comunità.

Quello che dirò di seguito ,ad accezione dei dati fisici e di quanto riportato dai siti di BRC e LANDI,due dei più grossi produttori di impianti GPL e METANO italiani,è frutto di due anni di lettura dei forum italiani e quindi sintesi delle opinioni e problemi di centinaia e centinaia di utenti GPL.

Quindi premetto che non pretendo di dare il crisma della scientificità a quest’articolo ma intendo solo lanciare un input per stimolarvi a prendere in considerazione un argomento CHE POTRA’ FARVI RISPARMIARE TANTI SOLDI … ma veramente tanti.

Starà poi a voi andare ad informarvi ulteriormente sull’argomento magari andando sui siti dei succitati produttori e digitando sui motori di ricerca preferiti parole quali GPL ,METANO, INEZIONE GPL ecc per andare a cercarvi i forum vera miniera di informazioni utili.

Inizio trattando delle informazioni apprese nell’anno precedente alla decisione di installare l’impianto.

Partiamo da alcuni dati fisici relativi ai 4 combustibili principali per autotrazione che ci torneranno utili in seguito : http://www.themeter.net/temp-cal.htm

GPL (Gas di Petrolio Liquefatto): è composto in massima parte da una miscela di Propano e Butano più una svariata quantità di altri gas ma in percentuale trascurabile in cui l’elemento importante è il Propano) Peso Specifico 0,52-0,56(secondo alcuni anche 0,6 )Kg/l, Potere Calorifico Inferiore 11000 Kcal/Kg,circa 6000 Kcal/l, numero di ottano 110,FORMULA CHIMICA propano C3H8 ,butano C4H10

METANO (gas naturale)l’unità di misura del metano è il metro cubo,per cui bisogna convertirli in Kg e litri (http://www.ascopiave.it/cgi-bin/pdf_infoutili/tabella%20di%20raffronto%20combustibili.pdf) un mc corrisponde a 0,831 Kg e 1,005 litri (per cui si può dire ch mc=l) ed essendo il Pot. Cal.inf. 8250 Kcal/mc sarà 8300Kcal/l,numero di ottano 120-130,Formula Chimica CH4

BENZINA VERDE P.S. 0,7-0.75 Kg/l, Pot.cal. inf. 10500 kcal/ kg,circa 7500 Kcal/l ,numero di ottano 95 Formula Chimica: La benzina è una miscela di diversi idrocarburi, quindi non ha una formula chimica!
cmq è composta principalmente da idrocarburi liquidi che non hanno un alto peso molecolare, per esempio molecole contenenti un numero di atomi di carbonio compreso tra 5 e 8. (da C5H12 a C8H18).
Poi contiene anche altre sostanze, come per esempio il benzene (C6H6) ma la sua percentuale dev’essere inferiore all’1% essendo cancerogeno, quindi è accompagnato dal toluene che non è così pericoloso.

GASOLIO Peso Specifico 0.8-0.85 Kg/l,potere calorifico inferiore 10200 kcal/kg, circa 8200 Kcal/l Formula Chimica :idem come benzina ma con idrocarburi a catena più lunga e quindi con più carbonio.

Questa premessa è necessaria perché i motori a benzina hanno un rapporto di compressione studiato appositamente per le benzine che non può essere variato e quindi quando si usano combustibili diversi non riescono a sfruttarne le maggiori potenzialità antidetonanti se non in minima parte e sono molto condizionati dal minor potere calorifico (consumano + litri di gas che di benzina in percentuale al pot.cal.).

In estrema sintesi il pot. Cal. del GPL è circa del 20-25% inferiore a quello della benzina e questo si dovrebbe tradurre in un corrispondente maggior consumo. Non prendo più in considerazione gli impianti a metano perché in Sardegna non esiste la rete di distribuzione di questo combustibile.

La formula chimica è utile per capire perché un carburante è + o – inquinante;l’idrogeno è un combustibile pulito che brucia completamente e come residuo da acqua,il carbonio da come residuo della combustione CO2 e non brucia mai completamente nella camera da scoppi dando origine a residui vari. In estrema sintesi un combustibile più idrogeno e meno carbonio contiene e più è ecologico.

Ci sono approssimativamente 3 tipologie di impianti a gpl

1)SISTEMI CON MISCELATORE RIDUTTORE (hanno un grosso polmone simile a quello del servofreno) sono ormai un retaggio del passato in quanto sono nati per le auto a carburatori,hanno il pregio di costare pochissimo (circa 800€) ma l’auto accusa un calo di potenza di almeno il 20% e consumi superiori al 20%.

2)IMPIANTI AD INIEZIONE GASSOSA la cui versione più performante è l’INIEZIONE SEQUENZIALE. Mediamente l’iniezione gassosa consuma un 15% in più di un benzina con una perdita di potenza del 5%, mentre l’iniezione sequenziale consuma circa il 10% in più con un calo di potenza dallo zero al 3%. Caratteristica di questa iniezione è che il gas che esce dal serbatoio allo stato liquido, viene riscaldato alla temperatura del motore in una apposita pompa e viene immesso allo stato gassoso nei collettori di aspirazione di solito attraverso iniettori regolati da apposita centralina elettronica dedicata che elabora i dati della centralina elettronica degli iniettori benzina per calcolare i corretti tempi di apertura degli iniettori (che devono tener conto della differenza di potere calorifico). Pregio sicuro di questa tecnologia è la sua maturità e sicurezza. L’accensione in questi sistemi avviene sempre a benzina fino a che la temperatura non arriva a circa 40° e poi viene commutato automaticamente a gas( circa 3 , 4 minuti);se per caso finisce il gas(indicato da apposito strumento) nelle iniezioni + sofisticate (sequenziali) si passa automaticamente a benzina senza che l’autista si accorga di nulla (se non l’apposito cicalino che segnala il passaggio).
Un utile link informativo sui prezzi medi.

3)INIEZIONE LIQUIDA,é sicuramente la tecnologia più avanzata ma non è ancora matura. I suoi pregi sono l’eccezionale rendimento,fino ad un 5% in più di un benzina con consumi superiori al max. del 5%.In pratica in questi sistemi il gas viene iniettato direttamente allo stato liquido nei collettori di aspirazione con i calcoli eseguiti direttamente dalla centralina originale della macchina (sarebbe questo il segreto del suo alto rendimento,l’utilizzo di un centralina studiata appositamente per il motore in questione con utilizzo di tutti i sensori del motore).Veniamo alle dolenti note:E’ sicuramente una tecnologia difficile da mettere a punto,attualmente credo che l’unico modello commercializzato in Italia e forse in Europa sia quello della ICOM JTG–COMMON RAIL di cui sui forum si legge tutto e il contrario di tutto… alcuni utenti sono contenti ma tanti altri si lamentano delle continue rotture della pompa di iniezione dovuta al fatto che deve lavorare immersa in un liquido che si trova oltre i 100° sotto 0 e che non ha proprietà lubrificanti;inoltre sono state sovente riscontrate la rottura delle valvole dovute allo shock termico determinato dall’arrivo di gas freddissimo a contatto delle valvole surriscaldate per cui non può essere installato su tutte le macchine ma solo su alcuni modelli con particolari caratteristiche. Da circa 2 anni si legge della “imminente“presentazione del sistema BRC ma ancora non si è visto ,pare anche lui per problemi di affidabilità.

Analizziamo ora il FATTORE SICUREZZA : un serbatoio gpl (nelle versioni , cilindrica che occupa purtroppo una grossa porzione del bagagliaio,o toroidale che si alloggia al posto della ruota di scorta)è molto più sicuro del serbatoio a benzina,infatti quest’ultimo è fatto in plastica,mentre quello GPL è fatto in acciai speciali di grosso spessore(circa 3,5 mm) trattati in modo da non accartocciarsi in caso di incidente e di non fessurarsi( in pratica in caso di tamponamento molto violento ,l’ipotesi più pericolosa visto la posizione posteriore del serbatoio la carrozzeria della macchina si accartoccia ma il serbatoio rigidamente ancorato al pianale no e nel caso di estrema compressione espelle il gas verso terra …il gpl è più pesante dell’aria).Inoltre sono presenti valvole che garantiscono l ‘espulsione anche in caso di incendio;leggete questo link è più preciso ed esaustivo di me http://www.automobilgas.it/sicurezza.htm

Inoltre esiste un sistema di elettrovalvole che in parole povere garantisce che il gpl in uscita dal serbatoio sia uguale a quello consumato a garanzia della assenza di fughe di gas.

Parliamo ora della MANUTENZIONE:questa è veramente minima e si limita di solito al controllo generale delle guarnizioni e sostituzione filtro gpl. Inoltre la combustione del gpl è una combustione pulita con produzione minima di residui carboniosi per cui l’olio dura più a lungo ,idem per le candele,e anche il motore è meno soggetto ad usura.

VANTAGGIO PRINCIPALE: IL PREZZO DEL GPL : MENO DELLA META’ DELLA BENZINA eccovi un bel link di riferimento http://www.prezzibenzina.it/

ALTRI VANTAGGI vi sono incentivi statali alla installazione di impianti GPL ed in alcune regioni sono anche esenti dal bollo per 5 anni. Inoltre tutte le auto a GPL hanno bassissime emissioni inquinanti inferiori ai benzina anche se non catalizzate (particolato praticamente nullo, bassissimo co2, tutti gli altri valori quasi la metà del benzina)che permettono loro di essere considerate AUTO ECOLOGICHE e di circolare tranquillamente anche nelle giornate del blocco del traffico. http://www.baldiegovoni.it/site/ecologia.html

L’auto a gpl é decisamente più economica nella gestione anche di un’auto diesel a parità di KW (CV),almeno del 30 ,35%: infatti il gasolio è ormai quasi al livello di prezzo della benzina e anche se il diesel consuma meno di un corrispondente benzina il saldo è decisamente negativo. Se poi si considera che l‘auto diesel costa in genere di più (ma se l’impianto gpl lo installiamo dopo l’acquisto dell’auto a benzina al massimo si va pari) ,ha una manutenzione decisamente più onerosa, è più pesante e quindi consuma più gomme e freni ecc si potrebbe arrivare col gpl ad un risparmio fino al 40%. Inoltre tenete conto che IL gasolio è il combustibile più inquinante ,per motivi fisici (analizza le formule chimiche su esposte),in quanto contiene più carbonio della benzina,che a sua volta ne contiene più del gpl ..che a sua volta più del metano e che quindi verrà presto gravato da una ulteriore tassa prevista dalla comunità europea la “carbon tax” già introdotta in Francia e destinato a salire ulteriormente di prezzo .Invece il GPL in Italia è gravato da una accisa superiore ai parametri europei e quindi in prospettiva dovrà calare ulteriormente almeno a livello di tassazione(io temo sempre le manovre speculative delle compagnie petrolifere ).A proposito di ecologia non credete alla bufala delle auto diesel euro 5 con filtro antiparticolato che eliminerebbe il famigerato PM10,infatti questi filtri non fanno che trasformarlo in PM2,5 semplicemente fuliggine ancora più piccola con la conseguenza che metre il pm10 viene espulso dal nostro sistema respiratorio e ci crea al massimo bronchiti ed allergie il pm2,5 essendo di dimensioni più piccole degli alveoli polmonari vi penetra tranquillamente e causa il tumore ai polmoni (la notizia è apparsa anche su quattro ruote).Nel gpl e metano il particolato è vicino allo zero

Una cosa che emerge da tutti i forum è l’IMPORTANZA DELLA COMPETENZA DELL’INSTALLATORE:bisogna rivolgersi esclusivamente agli installatori autorizzati della marca che si intende installare che deve montare solo impianti DEDICATI alla macchina prescelta (per dedicati si intende tarati sulle caratteristiche della macchina, potenza e consumi; diffidate di quei sistemi unici che vengono montati uguali su tutte le macchine,le esigenze di un motore da 5° cv sono diverse da quelle di un 150 cv magari turbo).METTERE A PUNTO UNA INIEZIONE GPL è una operazione DIFFICILE (i motori a benzina non sono nati per il gpl).Evitate innanzitutto quegli installatori che alla ricerca spasmodica del prezzo più basso fanno collage dei componenti delle + differenti marche. Risparmiare qualche centinaia di euro all’acquisto può costare carissimo in seguito con danni talvolta irreparabili. Un impianto per essere efficiente deve essere tutto della stessa marca ed installato secondo le rigorose specifiche del produttore. A questo proposito la ditta più seria mi è sembrata la BRC gas equipement (http://www.brc.it/ ) per una serie di motivi; innanzitutto gli installatori autorizzati Brc hanno un contratto in esclusiva per cui possono installare solo prodotti brc,inoltre sono costretti a seguire continui corsi di aggiornamento per ogni tipo di impianto dedicato sotto la direzione degli ingegneri e tecnici progettisti,a ciò devo aggiungere che sono loro che hanno per primi brevettato l’ iniezione sequenziale fasata con sistema common rail,una migliore qualità del serbatoio pompa e soprattutto iniettori nei loro modelli di punta, ma la cosa che personalmente più mi ha convinto (diciamo DETERMINANTE)è l’alto tasso di soddisfazione di coloro che hanno installato i sistemi brc e il bassissimo numero di scontenti,cosa che non ho riscontrato per nessun altro prodotture (QUESTA è comunque una MIA OPINIONE che può essere confutata magari visitando più forum,per cui non posso che invitarvi a documentarvi il + possibile).

Veniamo finalmente alla mia esperienza diretta :io possiedo un’Alfa Romeo 146 1600 twin spark 120 cv (88 kw) del 1997(vecchiotta eh!!!) che a dicembre 2006 aveva 100000 km; decido di contattare l’installatore autorizzato della mia città pieno di mille dubbi ,poco convinto di tutto quello che pur avevo letto sul gpl in un anno dal punto di vista del risparmio e spinto più da motivi ecologici (li i dati erano inconfutabili e non dedotti da esperienze comunque altrui) :trovo 2 persone disponibili che perdono un sacco di tempo a discutere con me e a cercare di risolvere ogni mio dubbio;mi indicano nel sequent 24 il prodotto Dedicato alla mia macchina,gli iniettori sono stabiliti in base alla potenza,è il sistema common rail ,il loro modello top l’unico che io posso montare perché l’iniezione benzina dell’Alfa è sequenziale. Il prezzo è di poco inferiore ai 1800€ (tutto fatturato)iva compresa(in linea coi prezzi indicati nel link su citato).Ordino … arriva natale il lavoro decidiamo di farlo dopo l’epifania;impiegano quasi 3 giorni ,ogni tanto vado a curiosare ,ci sono tante cose da installare,c’è tanta elettronica. Mi montano il serbatoio toroidale da 48 litri ,38 effettivi (la valvola di sicurezza impedisce che il serbatoio venga riempito oltre l’80% del suo volume). Arriva il momento più eccitante, il momento della taratura della centralina gpl;sono entrato in confidenza con loro e mi consentono di assistere,collegano un portatile alla presa della centralina originale e ci gettiamo in mezzo al traffico ;mi spiegano che il pc per ora legge tutti i dati della centralina ,vedo il funzionamento della sonda lamda (l’unico grafico che riesco a capire ) il display è pieno di dati e grafici; usciamo dal traffico strada extraurbana velocità di crociera costante 90 100 km/h poi lungo rettilineo schiacciano a fondo acceleratore 210km/h….il pc ha tutto quello che gli serve, ora elabora … ha finito ,i dati vengono travasati sulla centralina dedicata gpl. Il lavoro è concluso. Si fermano e mi dicono guidi lei ora .Sono un po’ teso,chissà come si guida un’auto a gpl,parto ,ma sono a gpl o a benzina?loro premendo il pulsantino del commutatore gpl mi fanno passare da una alimentazione all’altra,ed io non capisco mai in quale sono,per me SONO IDENTICI. Pago e vado via .

CONCLUSIONI
E ‘ passato un anno e 15000 chilometri SONO CONTENTISSIMO,l’auto a gpl va come a benzina,metto alla prova i miei amici tutti scettici ed anche il mio meccanico nonché mio caro amico,tutti stupiti delle prestazioni ,più d’uno ,meccanico compreso addirittura danno pareri più positivi quando è a GPL. La velocità massima è uguale. I CONSUMI? Circa il 10-12% in più che a benzina ;ho tenuto una rigorosissima tabella facendo sempre il pieno e contando i km percorsi. Il pieno mi costa max 23 24 € e se vado a 90km/h mi fa i 13km/l, 490 km di autonomia ,a 120 km/h mi fa i 10km/l se si corre come matti faccio comunque 250 km .Guardatevi i dati consumo benzina ufficiali della mia auto ,vi dico che non li ha mai rispettati e non di poco….Dai miei calcoli risulta chiaramente che ho risparmiato il 50% in costi combustibile,la metà ragazzi, ora spendo la metà di prima… Finora nessun inconveniente tecnico. Ognuno di voi si faccia i calcoli in base ai consumi della propria auto e al chilometraggio medio annuo e si renderà conto che anche con bassi chilometraggi (circa 15000) si ammortizza il costo iniziale in meno di 2 anni,se poi si è un viaggiatore …

ecco un utile link informativo che risponde ai quesiti più frequenti http://www.brc.it/default.aspx?lang=it&page=24

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: