Ricerca in FOLBlog

Intelligenza artificiale

 Scritto da alle 12:22 del 17/07/2007  Aggiungi commenti
Lug 172007
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 2 mesi 12 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Sono affascinato dai gadget tecnologici che, sfruttando intelligentemente la tecnologia a disposizione, da’ una risposta concreta ed efficace ad un bisogno.

Alcune settimane fa la mia attenzione è stata catturata da un articolo, letto chissà dove, che parlava del Roomba Green prodotto dalla iRobot.
Di che si tratta? Di un robot aspirapolvere per la pulizia dei pavimenti (ma anche di tappeti, parquet, ecc) a batteria (ricaricabile, inclusa): lo si attiva e lui con le sue spazzole gira la stanza aspirando e pulendo.
Una delle tante applicazioni dell’intelligenza artificiale che, da qualche anno, arricchiscono gli elettrodomestici di casa.
Pensavo costasse l’iradiddio, invece il suo prezzo (meno di 300,00 €) mi è sembrato abbastanza abbordabile.
Per giorni ho cercato info sul prodotto per non incappare nel classico oggetto “figo ma inutile” come tanti in giro. Alla fine non ho resistito e l’ho acquistato.
Mi è subito diventato simpatico; semplicissimo da usare, quando lo si attiva emette un suono che sa di giubilo, come se dicesse “aleeee, si comincia!”.
Nonostante la sua forma a disco, grazie ad una spazzoletta con due braccetti rotanti, riesce a catturare e portare nella bocca di aspirazione anche lo sporco negli angoli.
Il primo giorno, ovviamente, l’ho messo alla prova: ho ramazzato per bene la stanza e dopo circa una mezz’ora (un intervallo di tempo che mi è sembrato sufficiente per far ricadere la polvere sollevata dalla scopa) l’ho messo in funzione. Sono rimasto stupito dalla polvere e sporco che è riuscito a catturare.
Lo attivo soprattutto dopo colazione o pranzo, in cucina, usandolo al posto della scopa. “Robottigno”, come l’ho soprannominato, pulisce a meraviglia senza sollevare la polvere come invece è inevitabile quando si usa la scopa.
Così, mentre mi faccio la doccia, lui pulisce cucina e soggiorno; il pomeriggio esco di casa e lo sistemo in modo che pulisca cucina, e ingresso, oppure il bagno, o lo studio, o la camera da letto…Lui gira per la casa allegro e felice, evitando gli ostacoli, girando attorno ai piedi di tavoli e sedie, e quando ha finito (= ha coperto l’intera superficie da lui calpestabile, pulendola) si ferma ed avvisa con un segnale acustico.
Questo link porta ad una pagina in cui è possibile vedere vari filmati del Roomba in azione che ne dimostrano le funzionalità.

In conclusione, sono molto soddisfatto dell’acquisto, che si rivela un concreto aiuto; a mio modo di vedere le sue performances vanno paragonate non con quelle di un aspirapolvere “tradizionale” ma con le performances di una persona che, ramazza alla mano, tenta di fare lo stesso lavoro. Roomba, lo fa meglio, non solleva polvere (anzi, la aspira) vi lascia tempo per altre cose.
Si potrebbe migliorare la durata delle batterie (durano circa 1,5/2 ore, sufficienti per pulire una superficie di di 60/70 mq) e renderlo un po’ più silenzioso.
Molto utile il muro virtuale (in dotazione) che consente di delimitare a piacere l’area di lavoro.
Mi sfugge invece l’indispensabilità del telecomando, ma è veramente divertente utilizzarlo per pilotare a mano il robottino…

Alcuni consigli: pur non avendo difficoltà a girare intorno ai piedi delle sedie o comunque agli ostacoli, seguendone fedelmente il profilo, se possibile, è meglio rimuovere tutti gli ostacoli possibili per facilitare la pulizia al robot, riducendo il tempo di completamento e, di conseguenza, aumentando la superficie lavorabile con un ciclo di carica.
Inoltre, è meglio impostare l’area da pulire la più ampia possibile (lo scoprirete man mano che userete il robot), anzichè suddividere un’area grande in tante aree più piccole.

Per gli appassionati di robotica ed intelligenza artificiale, segnalo la serie iRobot Create, robot programmabili prodotti da iRobot, che organizza periodicamente sfide tra sviluppatori mettendo in palio premi in denaro per le migliori realizzazioni.

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: