Ricerca in FOLBlog

Lug 202008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 4 mesi 7 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

image
Molti programmatori “tradizionali” che utilizzano linguaggi come C, C++, C#, Visual Basic , ecc. si trovano solitamente spiazzati di fronte al modo in cui vengono realizzate le applicazioni per il Web.

Nonostante gli sforzi profusi negli anni per tentare di separare logica, controllo e presentazione secondo il pattern architetturale MVC (Model View Controller), la leggibilità, manutenibilità e riutilizzabilità delle applicazioni Web resta ancora in gran parte un’utopia, soprattutto se paragonata a quella ottenibile scrivendo buon codice in uno dei tanti linguaggi per applicazioni desktop.

Tutto ciò senza considerare gli enormi limiti che ostacolano lo sviluppo (soprattutto delle interfacce) posti sia dalla particolare architettura da utilizzare, sia da problemi di compatibilità, sia da vincoli prestazionali.

Si è assistito al sorgere di vari strumenti che tentano di alleviare queste difficoltà (si pensi all’evoluzione in linguaggio ad oggetti di PHP 5, ad Ajax o a tool di sviluppo come WebRatio, per fare alcuni esempi a caso), ma sviluppare per il web resta ancora un modo molto particolare di realizzare applicazioni, spesso precluso a chi, grazie ad una pluriennale esperienza, è ritenuto un esperto sviluppatore di applicazioni desktop.

Inoltre i limiti attuali delle possibilità di sviluppo di applicazioni web, restringono parecchio le possibilità realizzative.
Realizzare una semplice tabella, stile foglio di calcolo Excel, con la prima riga bloccata e la possibilità di spostare le colonne o riordinare il contenuto in ordine ascendente/discendente con un semplice click della colonna, resta ancora un’ impresa titanica, mentre chi è abituato a sviluppare applicazioni desktop, questi controlli li trova pronti all’uso e può concentrare le proprie risorse allo sviluppo del core dell’applicazione.

L’ideale sarebbe poter sviluppare per il web nello stesso modo in cui si sviluppano applicazioni stand-alone per i desktop, utilizzando tutti gli strumenti familiari a chi si cimenta in questo settore.
Anzi, sarebbe meglio poter sviluppare la logica di un’applicazione senza doversi preoccupare se questa girerà su un PC in locale, o come applicazione web accessibile via Internet, ottenendo come risultato un’applicazione per il web con l’interfaccia di una comune applicazione desktop (si pensi a software applicativo per la gestione aziendale, o di paghe, o di magazzino, ecc.).

Un sogno?
Forse no….
Pare ci sia qualcuno che ha realizzato un framework che consente la realizzazione di questo sogno.
Consente infatti di utilizzare il classico paradigma di sviluppo utilizzato per applicazioni desktop, con l’uso di un linguaggi .NET e relativo IDE, anche per la realizzazione di applicazioni web .
Il risultato è un’applicazione web, con interfaccia stile desktop, ricca di controlli complessi che realizzare altrimenti comporterebbe un lavoro enormemente maggiore, che gira in un browser senza che sia necessario installare alcunché sul client!
Al momento non posso dire di più (il tutto è in fase di brevetto).

Ulteriori info ed anticipazioni sono contenute in questo articolo e successivi.

Technorati Tags: ,,,,

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: