Ricerca in FOLBlog

Set 032008
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 1 mese 19 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Passaparola

Da sempre sono convinto che il miglior modo di svolgere al meglio la mia professione (che si potrebbe riassumere in consulenza ed assistenza informatica per aziende e professionisti) sia basato su una buona dose di lungimiranza, pazienza e volontà di apprendimento continuo.
Ed ho sempre considerato il passaparola(*) il miglior supporto a questa strategia commerciale, anche più efficace (soprattutto nel medio/lungo periodo) di abili campagne di marketing o pubblicitarie, che tendono a creare “fuochi di paglia”.
Cosa che, non lo nego, mi ha fatto sentire un po’…anacronistico, avendo mentalmente etichettato il passaparola come strumento antiquato, roba d’altri tempi.

E’ perciò con grande sollievo che mi è capitato di leggere un interessante articolo che parla appunto del passaparola, e che conferma la mia sensazione che molte aziende abbiano capito l’importanza che questo strumento può avere grazie alle nuove tecnologie:

In epoca di Web 2.0 il passaparola è considerato dai professionisti della comunicazione e del marketing lo strumento più efficace per promuovere prodotti e servizi.

Questa convinzione è stata recentemente confermata da uno studio dell’agenzia novaQuant che ha analizzato un campione di 600 utenti per comprendere come il passaparola influisca sulle scelte di prodotti e servizi come PC e automobili, ma anche dentisti e cinema.
Lo scopo era quello di definire quali categorie merceologiche beneficiano maggiormente delle azioni di marketing che si concentrano sul passaparola.

Dai risultati emerge che la maggiore influenza riguarda i settori:
Hi-tech come computer, telefoni cellulari, fotocamere digitali;
Servizi locali che includono una relazione personale come il dentista o gli agenti immobiliari;
– Decisioni collegate alle nuove esperienze come scegliere un ristorante o vedere un film;
Programmi televisivi.

La sensazione che ricavo quando trovo conferme (anche solo parziali) a conclusioni che nella mia testa vengono da prima generate, ma poi immediatamente considerate azzardate, è un misto di stupore e sollievo: lo stupore deriva dallo scoprire che, bizzarramente, c’è qualcun altro che la pensa come me riguardo a quel determinato argomento; sollievo perchè si concretizza la consapevolezza che, se sto sbagliando, non sto mancando il bersaglio di molto….

(*) Il passaparola che ho in mente è a due velocità: diffonde lentamente i giudizi positivi ma è rapidissimo nel senso inverso….

[ratings]

Technorati Tags: ,passaparola,cogito ergo sum

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: