Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Guerriglia anti Windows 7 al via

 Scritto da alle 00:15 del 15/01/2009  Aggiungi commenti
Gen 152009
 

FUD

Ci siamo.
I soliti fan affilano le armi e si preparano ad aprire la fabbrica del FUD con il mirino puntato su Windows 7.
Leggere articoli come questo, una sorta di avvertimento stile uomo-avvisato-mezzo-salvato, fa sorridere, amaramente e tristemente sorridere.

Cito scegliendo le perle più spassose:

Windows 7 è beta
Ubuntu 8.10 è la versione ufficiale finale

Windows 7 è in inglese
Ubuntu è in Italino

Windows 7 serve il seriale e dura 30 giorni [1] dopodiché devi craccarlo
Ubuntu non ha ne seriale e dura possiamo dire sempre

Windows 7 grafica flip aero che nessuno usa
Ubuntu compiz che ti agevola di molto

Windows 7 ti darà problemi e cerchi aiuto vedrai quanti ti rispondono
Ubuntu http://ubuntuforums.org/ o http://forum.ubuntu-it.org

Windows 7 è fatto solo per far guadagnare alla microsoft
Ubuntu parla con Richard Stallman

Windows 7 è l’ultima spiaggia per la Microsoft
Ubuntu si stà preparando all’invasione su tutti i pc

Invece, sono un po’ pessimista sul futuro di Linux per i desktop in generale.
Ne’ il FUD su Vista, ne’ l’avvento dei netbook Linux-dotati, ne’ la scelta di alcuni produttori di rilasciare i propri prodotti con Linux preinstallato[2], ne’ le varie release di Ubuntu che si sono avvicendate da quando Vista è stato rilasciato si son tradotti in un consistente guadagno di quote di mercato.
Se non vien fuori qualcosa di veramente strabiliante entro (o al più in concomitanza) con l’avvento di Windows 7, temo ci sarà un notevole fuggi fuggi in direzione Linux->Windows 7.
A mio parere Linux ha perso la più grande occasione che gli sia capitata fino ad ora per imporsi all’attenzione del grande pubblico.
Vedere persone che, dopo aver scelto di installare Ubuntu su vecchi catorci che non reggevano il carico imposto da Vista, ora si precipitano ad installarci Windows 7 (che è una beta!) e sentirne i gridolini di giubilo per le prestazioni, oppure veder sfrecciare Windows 7 su netbook [3] che, ironia della sorte, erano nati con Linux preinstallato, non consente troppo ottimismo.
Spero vivamente che chi è responsabile delle sorti dei progetti principali si levi di dosso l’arroganza di credere di essere un genio incompreso e scenda sulla Terra ad osservare più umilmente ciò che chiedono gli utenti, anzichè continuare a bullarsi per la superiorità di Linux che è sempre più presunta, più sperata che reale per la quasi totalità degli utenti.
Sarebbe un duro colpo veder ulteriormente limitata (con tutte le nefaste conseguenze che ciò comporterebbe) la diffusione di Linux schiacciato tra i due colossi Microsoft ed Apple.


[1]
In realtà dura 120 giorni, ma dubito che l’intento dell’autore sia informare, quindi….


[2]
Mettendo in crisi la teoria secondo cui Linux non si diffonde perché non si trova preinstallato sui PC.
Il flop di vendite dei Netbook con Linux, a cui viene preferita la versione con XP, è un altro duro colpo alla teoria.
Senza contare che molti di coloro che acquistano la versione con Linux lo fanno perché, a parità di prezzo, offre una dotazione hardware superiore, salvo poi correre subito dopo ad installare XP (crackato o no, poco importa in questo discorso).


[3]
Dove anche il tanto vituperato Vista brillava più dell’acclamato XP e di Linux.

Technorati Tag: ,

Articoli simili:

  49 Risposte a “Guerriglia anti Windows 7 al via”

Commenti (48) Pingbacks (1)
  1. Usando Safari Safari 525.27.1 con Mac OS X Mac OS X 10.5.6

    Ti sono solidale (Windows non è l’unico a dover subire FUD)! Povero 7… trattato così male!
    Mi piace poi il commento del tipo che dice che gli occupa 900MB di ram che grafica disattivata…. e dire che a me ne occupa la metà circa con grafica (leggi aero) attivo… bah! E poi ignora che win fa il prefetching all’avvio…

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    Quando si leggono post come questi in cui si gioisce addirittura per i problemi di Mono ci si può rendere conto che c’è qualcosa che non va nei fanatici di Linux.
    http://thebeezspeaks.blogspot.com/2009/01/windows-7-party-pooper.html

  3. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    Ma linux è una gran bella cosa. Ho iniziato ad apprezzarlo, ma c’è troppa dispersione, troppe distro. Se unissero le forze in un progetto più grande verrebbe fuori la vera alternativa. Invece la gente si diverte così. Boh.

    Ho provato la beta di Seven. Molto bello. Graficamente però alcune cose le preferisco su vista. Vedremo la release finale.

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    sXe ha scritto:

    Ma linux è una gran bella cosa. Ho iniziato ad apprezzarlo, ma c’è troppa dispersione, troppe distro. Se unissero le forze in un progetto più grande verrebbe fuori la vera alternativa. Invece la gente si diverte così. Boh.

    In sostanza confermi uno degli ostacoli alla diffusione di Linux che mi pareva aver individuato.
    Secondo me ce n’è degli altri.
    Su tutti l’usabilità.
    La mancanza di coordinamento (che produce quell’eccessiva varietà di versioni che anche tu lamenti) è, a mio parere, un problema dell’Open Source in generale.
    Però nell’ambiente si critica chi cerca di coordinare ed effettuare un minimo di selezione tra i partecipanti ad un progetto (anche se,si tratta di uno di quelli con il maggior successo: OpenOffice):
    “…per Meeks, una svolta sarebbe possibile solo intraprendendo un cambio di strategia: cancellare la cupola che controlla lo sviluppo, eliminare le severe procedure che governano l’inclusione dei nuovi codici, e soprattutto slegare il progetto dal controllo di Sun e indirizzarsi verso una “proprietà” non-profit.”
    Insomma, per me il mancato boom di Linux e vicende come la crisi di OpenOffice (puramente finanziaria), segnalano che qualcosa nell’open source va rivista.
    So che questi dubbi mi costeranno l’accusa di servo di Microsoft o Microsoft-fan, o Linux hater etc, ma finchè non vedrò qualcosa che mi fa cambiare opinione, questa è la mia.

  5. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    @Stefano, Wisher
    Ieri, dopo aver scritto e schedulato l’articolo, mi son fatto un giro su vari blog e forum frequentati da utenti Apple, rendendomi conto che lì la produzione di FUD erà già cominciata a partire dalla presentazione della prima pre beta di Windows 7.
    Mi sono appuntato nei segnalibri di Firefox e su delicious il post di un “profeta” (Apple-fan) che ha previsto che il 2009 sarà il peggiore per Microsoft e che Windows 7 ne causerà il definitivo collasso.
    Secondo me si tratta di segnali chiari che in quegli ambienti si riconosce in Windows 7 una minaccia reale.
    La stessa cosa, a mio parere, era successa con Vista, ma in quel caso le prestazioni ritenute insoddisfacenti dai più avevano giocato a favore di chi aveva fatto FUD.
    Windows 7 che introduce delle novità e dei miglioramenti notevoli anche in settori in cui già Vista era a mio parere eccellente, avrà probabilmente un maggiore successo di Vista per le sue prestazioni.
    Immagino la “contentezza” del team di sviluppo che si è occupato ad esempio della creazione delle Library, che vedrà in un certo senso sminuito il valore del suo operato perchè offuscato dalle prestazioni migliorate grazie ad ottimizzazioni che probabilmente saranno già incluse nel SP2 di Vista.

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    Ragazzacci!! 🙂
    tutti a denigrare windows e poi?
    nei forum mac si spala guano su ‘winzozz’ (quanto odio questo termine) e poi ci sono (frequentatissime) sezioni apposite che discutono sul come installare windows (bootcamp o virtualizzato) e così pure nei forum linux
    forse sono prevenuto io ma girando per i forum delle varie comunità, ho notato che gli utenti windows, discutono e si aiutano su varie problematiche in modo abbastanza tranquillo…in altri ‘ambienti’ invece (soprattutto mac forum) quando si parla di problemi o si elogia il proprio oggetto del desiderio, quasi sempre si aggiunge in coda una denigrazione verso windows o chi lo usa, quasi a volersi autoconvincere di aver fatto la scelta giusta….mi pare un atteggiamento un pò infantile e stupido…

    PS non voglio generalizzare, ho conosciuto ottime persone, che usano mac e linux, come ho incontrato emeriti imbecilli nei forum windows 😀

  7. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Alcuni appunti da una persona che usa (anche) ubuntu e quindi sa cosa succede:

    “Windows 7 è beta”
    “Ubuntu 8.10 è la versione ufficiale finale”

    Ubuntu è più beta di Seven visto che usa i pacchetti del ramo untesting di debian ovvero giusto un passo dopo agli experimental (alpha che più alpha non si può, solo per puri masochisti)

    “Windows 7 è in inglese”
    “Ubuntu è in Italino”

    Non sempre e spesso le traduzioni sono perfino discutibili. Di sicuro il man in italiano non farebbe schifo averlo visto che il terminale è amico anche di ubuntu.

    “Windows 7 serve il seriale e dura 30 giorni [1] dopodiché devi craccarlo”
    “Ubuntu non ha ne seriale e dura possiamo dire sempre”

    (quando la discussione scade in vaccate pseudo comuniste, con esproprio proletario al seguito, mi chiamo fuori perchè è evidente che il discorso comincia con una beta che ha ovviamente una durata limitata quando ci sarà la completa la solfa non cambierà perchè “il diritto alla cultura” viene troppo spesso abusato in un furto)

    “Windows 7 grafica flip aero che nessuno usa”
    “Ubuntu compiz che ti agevola di molto”

    Francamente se non avessi il flip non me ne fregherebbe niente ma dire che compiz ti agevola quando ha un casino di effetti perfettamente inutili, i più, incasinatissimi da configurare (installare e provare compizconfig per togliersi il dubbio) e spesso e volentieri tutta la cosa è programmata così male che bisogna switchare a metacity per far funzionare un cavolo di mouse dentro un fps, è veramente spararle non grosse, ma direttamente in orbita. Ah ultimamente una cosa molto carina di compiz è che non riesce neanche a disegnare correttamente le finestre… ma vabbè il bravo linaro certe scomode verità se le tiene per se…

    “Windows 7 ti darà problemi e cerchi aiuto vedrai quanti ti rispondono”
    “Ubuntu http://ubuntuforums.org/ o http://forum.ubuntu-it.org

    Capperi: due forum vs il mondo. Adesso ci manca una musica di Morricone e ci possiamo fare un film…
    Il forum straniero di ubuntu è discretamente valido, quello italiano è popolato da pupazzi che spesso non sanno neppure di cosa parlano.

    “Windows 7 è fatto solo per far guadagnare alla microsoft”
    “Ubuntu parla con Richard Stallman”

    OSX è fatto per far guadagnare Apple, Momentics per far guadagnare QNX, Solaris SUN… tutto perfettamente in linea. Chi fa una cosa, vuole guadagnarci sopra (poi per carità ci sono casi particolari come Apple che cerca di fare la furbetta e puntualmente viene punzecchiata…).
    Ubuntu parla con chi ? Parafrasando il Metatron di Dogma “Le distribuzioni non hanno né la capacità uditiva né quella psicologica di sostenere il maestoso potere della vera voce di Stallman. Sentendola, la mente degli sviluppatori sprofonderebbe ed il loro cuore gli esploderebbe nel petto. Ci abbiamo rimesso un fracco di distro e progetti seri prima di capirlo!”
    Stallman ce l’ha a morte con ubuntu perchè permette l’installazione di programmi non free (codec per mp3 ad esempio, il bravo linaro non deve ascoltare roba codificata con codici maligni quali mp3, mp4, aac ecc.). La chiamano libertà ma stranamente alle sue condizioni…

    “Windows 7 è l’ultima spiaggia per la Microsoft”
    “Ubuntu si stà preparando all’invasione su tutti i pc”

    See, prima di ubuntu, l’invasione doveva avvenire grazie a suse, mandriva, redhat, caldera e altre 295 e rotte distro elencate su distrowatch.
    E’ dal 1998 che sento ripetere tra tiritera che l’ora di linux è arrivata e che microsoft sarebbe sull’orlo della bancarotta. Intanto le uniche che fanno bancarotta sono le compagnie che sviluppano distribuzioni minuscole e non sanno creare un mercato solido intorno a loro (e di sicuro non perchè microsoft manda gli uomini in nero a far saltare nella notte i loro uffici)

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    In effetti che Ubuntu parli con Stallman è davvero inquietante 🙂

  9. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    Blackstorm ha scritto:

    In effetti che Ubuntu parli con Stallman è davvero inquietante

    Ancor di più se Stallman riesce anche a sentirlo…

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Questo giro non posso che essere d’accordo con te, FUD puro e davvero di pessimo gusto purtroppo quello che fa più riflettere è che l’autore si prenda addirittura sul serio.

    Da utente Linux, neo-utente Mac e utente Win (per lavoro) avverto purtroppo le stesse sensazioni utilizzando la Beta di Windows 7: si prevedono tempi duri per GNU/Linux e la sua diffusione sul Desktop è duramente compromessa da questa zampata di Microsoft. E’ probabilmente la ripresa più devastante di MS dai tempi di Windows XP SP2, quando Windows 98 venne definitivamente spazzato via in termini di market share..

    E badate che lo dico a malincuore, perchè personalmente amo la filosofia opensource, il codice aperto è quello che più mi ha permesso di imparare nella mia ancor breve esperienza.

    Però solo un cieco non vedrebbe quanto di buono Microsoft ha compiuto su questo Windows 7, ha fatto tesoro delle critiche (a mio avviso giustificate) a Windows Vista e ha saputo porvi rimedio, dimostrando secondo me di saper ascoltare il cliente. In parte forse dobbiamo ringraziare anche Apple, perchè almeno un campanello d’allarme gliel’ha fatto suonare. La concorrenza serve anche a questo..

    Insomma per una volta sono d’accordo al 100% con te e approvo l’articolo 😆

  11. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    EnricoC. ha scritto:

    E badate che lo dico a malincuore, perchè personalmente amo la filosofia opensource, il
    codice aperto è quello che più mi ha permesso di imparare nella mia ancor breve esperienza.

    Il problema evidenziato da enrico sulla frammentarietà di linux è uno dei principali ostacoli ad una diffusione concorrenziale.

    Però solo un cieco non vedrebbe quanto di buono Microsoft ha compiuto su questo Windows 7, ha fatto tesoro delle critiche (a mio avviso giustificate) a Windows Vista

    Alcune giustificate, altre secondo me meno, altre ancora assolutamente infondate… il merito è nell’aver selezionato il feedback giusto da quello inutile, prima ancora che averlo usato per migliorare win7…

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    Non esageriamo.. in questo

    “Se non vien fuori qualcosa di veramente strabiliante entro (o al più in concomitanza) con l’avvento di Windows 7, temo ci sarà un notevole fuggi fuggi in direzione Linux->Windows 7.”

    Ma da quando in quando linux è in copetizione con windows?
    Credo che la maggior parte degli utenti windows non ha capito che linux se ce lo vuoi lo installi se no.. non fallisce nessuna azienda.. chi deve fare cosa? quale mossa? per arrivare a fare che? linux è un sistema che gira su tutti i pc (80386..k10 e Co) è un sistema non un qualcosa che fa la guerra a microsoft.. Calmatevi, capite l’ opensource e riflettete, ben venga windows seven otto e nove. Windows vi sta facendo rintriciullire il cervello!

  13. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    kimotori ha scritto:

    Ma da quando in quando linux è in copetizione con windows?

    Direi da sempre.
    O comunque da quando è nato Ubuntu, “Linux for human been”.

    kimotori ha scritto:

    se no.. non fallisce nessuna azienda

    Qui, a mio parere, sta un errore di fondo: credere che progetti opensource come Linux o come OpenOffice possano reggersi solo sul contributo volontario.
    Non è così, non è possibile che lo sia, c’è sempre bisogno di un finanziatore, senza il quale non è possibile mettere su un team di sviluppo, coordinato a dovere, che realizzi un progetto che sia appena qualcosa di più del programmino che ognuno, dotato delle dovute capacità, può farsi a casa da solo.
    Che sia un’azienda a finanziare un progetto (vedi Sun, IBM) o una fondazione, o un privato (vedi Stallman) non cambia una virgola sulla necessità di fondi che, non arrivando dalla vendita di un prodotto che viene rilasciato gratuitamente, devono arrivare da un’altra parte.
    Mancando quelli il progetto muore, com’è inevitabile che succeda.
    Si può estendere il concetto di “fallimento di un’azienda” quando il progetto fallisce perchè viene a mancare chi lo finanzia? A mio parere si.

    kimotori ha scritto:

    Calmatevi, capite l’ opensource e riflettete

    Cosa pensi che stia cercando di fare se non riflettere o capire?
    Ho scritto articoli per illustrare i miei dubbi sul futuro dell’open source, non perchè speri che sparisca, ma, al contrario, perchè temo che, continuando su questa strada, non ci sia futuro.
    E’ da 12, 13 anni che aspetto Linux. Perchè non vedo l’ora di poter avere a disposizione uno strumento alternativo, perchè son convinto che se si risolvono i problemi che ora ne frenano la diffusione, questa sarà esponenziale e la qualità degli applicativi per Linux crescerà di pari passo, perchè ci sarebbe vera concorrenza con vantaggio per tutti noi.

    kimotori ha scritto:

    Windows vi sta facendo rintriciullire il cervello

    Questa te la potevi risparmiare e, ai miei occhi, avresti chiuso in bellezza.
    Questo atteggiamento di catalogare gli altri (quelli che “non capiscono” la grandezza di Linux e dell’open source) come fessi, servi di Microsoft, gente che non capisce nulla, credo che sia la prima cosa che deve sparire per poi riuscire a vedere in faccia la realtà.

  14. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    Allora è vero dei 30 giorni ok credevo che fossero 30 con la chiave invece sono 30 senza chiave e poi prolunghi di 120. Io Windows lo utilizzato per anni e anni e come tutti voi credevo che di meglio era impossibile che ce ne fosse; e intanto minimo 1 volta al mese avevo problemi. Grazie al cielo un giorno arriva un’amico che mi fà provare Mandrake. Da allora io uso Linux. Faccio tutto quello che facevo prima con Windows senza però spendere 1 lira e senza aver mai più aver problemi. Spero per voi che Windows 7 meglio di Linux ma dico quel meglio vale i 100 e passa euro che costa?

  15. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    roberto ha scritto:

    o Windows lo utilizzato per anni e anni e come tutti voi credevo che di meglio era impossibile che ce ne fosse; e intanto minimo 1 volta al mese avevo problemi. Grazie al cielo un giorno arriva un’amico che mi fà provare Mandrake. Da allora io uso Linux.

    Un solo consiglio: aggiornati.
    Di acqua n’è passata tanta sotto i ponti…

  16. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    roberto ha scritto:

    Allora è vero dei 30 giorni ok credevo che fossero 30 con la chiave invece sono 30 senza chiave e poi prolunghi di 120.

    Se hai scaricato la beta dal sito Microsoft, allora hai anche la chiave; se hai trovato “per caso” l’iso su canali non ufficiali, … devo continuare? 🙂

    Io Windows lo utilizzato per anni e anni e come tutti voi credevo che di meglio era impossibile che ce ne fosse; e intanto minimo 1 volta al mese avevo problemi.

    Che problemi?

    Grazie al cielo un giorno arriva un’amico che mi fà provare Mandrake. Da allora io uso Linux. Faccio tutto quello che facevo prima con Windows senza però spendere 1 lira e senza aver mai più aver problemi. Spero per voi che Windows 7 meglio di Linux ma dico quel meglio vale i 100 e passa euro che costa?

    Dipende, è una scelta personale:
    – se i software professionali necessari per la tua attività sono disponibili solo per Windows o le alternative non sono altrettanto complete, non hai scelta;
    – se pensi che Windows abbia, tutto sommato, molti difetti ma alcuni pregi o caratteristiche per te irrinunciabili, lo prendi.
    Nel mio caso il problema è la scelta della distro ed il travaso di conoscenze.

    Edward

  17. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    Edward ha scritto:

    Se hai scaricato la beta dal sito Microsoft, allora hai anche la chiave; se hai trovato “per caso” l’iso su canali non ufficiali, … devo continuare?

    Anche in quel caso non c’è nessun problema: si segue la procedura ufficiale, si ottiene il product key e lo si inserisce al posto di quello utilizzato in precedenza (esiste un’apposita opzione nel pannello di controllo per farlo).

  18. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Te lo dico io da quanto linux è in competizione con windows (che questa manfrina del cane bastonato la sento da non so quanti anni, quando ve la si sbatte in faccia): DA SEMPRE !

    Mi chiedo io: gli utenti Sun, SGI, QNX e di altri circa 4000 e rotti sistemi operativi esistenti (eh sì il mondo non è windows vs mac vs linux vs amiga, c’è molto di più là fuori) come mai non stanno ad aprire forum, blog, dibattiti e minchiate connesse pur di dimostrare la superiorità dei loro sistemi ?

    Li usano, sono produttivi, sono soddisfatti e gli altri cortesemente si fottano !

    No, voi no. “Vivi e lascia vivere” non vi sfiora neanche l’anticamera del cervello. Siete sempre lì a mettere in piedi confronti che poi sono il più delle volte una marea di stronzate messe in fila per tre con resto di due visto che la stragrande maggioranza delle volte non si riesce a costruire sopra alcun VERO CONFRONTO TECNICO.
    Quando tecnologicamente linux non riesce a competere con windows o quando il mercato rifiuta qualche sua “miracolosa innovazione” scatta immediatamente la tesi del complotto.
    Microsoft che compra giudici qua, Microsoft che complotta con servizi segreti di là, Microsoft che fa quello, Microsoft che cospira con quell’altro, sembra la trama di X-Files portata all’esasperazione perchè Mulder non vedeva una cospirazione dietro ogni mcdonald come invece voi sareste capaci di fare se parlaste di hamburger invece di computer.
    E’ da quando linux ha visto girare la punta di un mouse (quindi molto prima di ubuntu) che bande di fanatici si sono avvicendate negli anni a mettere in piedi teoremi dall’assurdità inaudita.

    La marea di boiate che ho letto (e leggo) su linux vs il mondo in 10 e passa anni che ci sto dietro è qualcosa letteralmente di epico e mi porta sempre a due conclusioni: la prima è che se sta massa di fanatici avesse impiegato un decimo del tempo che ha perso in questa maniera a fare qualcosa di utile, non ci sarebbe voluta ubuntu (ricordiamoci foraggiata e controllata da un miliardario altrimenti col cavolo che la comunità avrebbe creato qualcosa di simile) per avere qualcosa vagamente paragonabile a windows come usabilità e secondo, che ogni volta che microsoft lancia un os valido, nonostante aspetti linux, trovo sempre i soldi per la sua licenza e sono ben contento di spenderli.

  19. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    0verture ha scritto:

    Quando tecnologicamente linux non riesce a competere con windows o quando il mercato rifiuta qualche sua “miracolosa innovazione” scatta immediatamente la tesi del complotto.
    Microsoft che compra giudici qua, Microsoft che complotta con servizi segreti di là, Microsoft che fa quello, Microsoft che cospira con quell’altro, sembra la trama di X-Files portata all’esasperazione perchè Mulder non vedeva una cospirazione dietro ogni mcdonald come invece voi sareste capaci di fare se parlaste di hamburger invece di computer.

    Calma Overture, non tutte le accuse sono campate in aria: Microsoft ha in passato abusato del proprio peso per neutralizzare dei concorrenti. Alcuni esempi fra quelli meno noti:

    – 1989: la giapponese Matsushita Corp. (da noi nota con il marchio Panasonic) sta sviluppando il BTRON PC, un computer basato sul 286 e venduto con due os preinstallati: MS-DOS ed BTRON, un sistema operativo real time con interfaccia grafica e capacita’ multitasking con memoria protetta basato sulle specifiche TRON [1]. Il governo statnitense, su richiesta di Microsoft, minaccia sanzioni economiche contro il Giappone se il “potenziale intervento sul mercato” dovesse andare in porto [2]. BTRON PC viene cancellato e BTRON diventa un os minoritario pressoche’ sconosciuto al di fuori del Giappone (gli altri OS basati sulle specifiche TRON, invece, sono estremamente diffusi nei dispositivi embedded).

    – 1992: dal 1987 la startup Go Corporation sta sviluppando PenPilot OS [3], un sistema operativo per dispositivi portatili (portatili ed i progenitori dei palmari) basati su processori 286 e 386 in grado di interagire con i pannelli touch screen e penne ottiche e di riconoscere la scrittura umana.
    In aprile, ad una settimana dalla presentazione ufficiale di PenPilot, Microsoft annuncia [4] che per il suo nuovissimo os, Windows 3.1 (lanciato il 19 marzo dello stesso anno), sara’ disponibile a breve una tecnologia nativa di riconoscimento della scrittura ed interagira’ con i touch screen. L’annuncio fa crollare il titolo in borsa di Go ed i progetti con PenPilot sono progressivamente abbandonati; Windows for Pen Computing (WfPC), questo il nome ufficiale, sara’ reso disponibile agli OEM nel tardo 1992. Senza fondi, Go e’ acquistata da AT&T nel 1994 e definitivamente chiusa nel luglio dello stesso anno; nel novembre 1994 Microsoft blocca lo sviluppo di WfPC, nel frattempo giunto alla versione 2.0 per il neonato Windows 95.
    Nel 2005 Jerrold Kaplan, l’ex dirigente della Go, riacquista quel che resta della societa’ ed accusa Microsoft di abuso di posizione dominante: secondo l’accusa, Microsoft ha sviluppato WfPC in risposta a PenPilot e fatto pressioni su Intel affinche’ gli OEM non acquistassero il software di Go [5]. Microsoft viene prosciolta nel 2006 perche’ i fatti a cui l’accusa si riferisce sono avvenuti oltre 4 anni prima [6].
    Nel’aprile 2008 Microsoft e’ condannata a risarcire [7] Lucent-Alcatel con 367 milioni di dollari per violazione di brevetti sulle interfacce tablet: Lucent aveva acquistato i brevetti di Go da AT&T nel 1996.

    – 2000: la Be Inc., produttrice del sistema operativo BeOS e in cattive condizioni finanziarie, sta prendendo accordi con Hitachi per la preinstallazione di BeOS assieme a Windows sui computer dell’azienda giapponese. Microsoft minaccia Hitachi di aumentare il costo delle licenze OEM se l’azienda dovesse preinstallare BeOS e l’accordo sfuma. Be accusa Microsoft di abuso di posizione dominante e di pratiche commerciali anticoncorrenziali; la causa si conclude nel 2003: Microsoft risarcisce Palm [8], che nel 2001 aveva acquistato Be, con 23 milioni di dollari.

    Volendo cercare, ci sono altre cause che coinvolgono Microsoft: quella di IBM per OS/2, quella di Netscape per l’omonimo browser, quella famosa Comes vs Microsoft (la documentazione fornita e’ molto utile per capire il marketing e le decisioni ad alto livello della MS dell’epoca).

    Contro Microsoft ci sono anche gli “Halloween documents” [9], dei documenti interni di MS che sono stati pubblicati nel tardo ottobre 1998 (da qui il nome): in essi si parla della concorrenza opensource, di come essa (Linux oin particolare) sia considerata una minaccia e le tattiche commerciali per contrastarla (FUD, pressioni sugli OEM, ecc.).
    Ad essere onesti, nonstante i documenti siano decisamente datati le strategie descritte sono ancora praticate: nel maggio 2007 Microsoft ha dichiarato che Linux viola 235 brevetti MS (non ha dichiarato quali), ed ha minacciato di intraprendere azioni legali (finora non intentate) [10]. E’ FUD?

    Edward

    [1] http://en.wikipedia.org/wiki/TRON_Project
    [2] http://www.linuxinsider.com/story/31855.html
    [3] http://en.wikipedia.org/wiki/PenPoint_OS
    [4] http://www.internetnews.com/ent-news/print.php/3073811/
    [5] http://www.expressindia.com/news/fullstory.php?newsid=50131
    [6] http://news.cnet.com/Microsoft-Go-antitrust-suit-dismissed/2100-1016_3-6090161.html?tag=nw.1
    [7] http://www.usatoday.com/tech/products/2008-04-04-2507619152_x.htm
    [8] http://www.theregister.co.uk/2002/02/20/be_inc_sues_microsoft/
    [9] http://en.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documents
    [10] http://arstechnica.com/news.ars/post/20070514-microsoft-235-patent-specific-patent-infringements-in-linux.html

  20. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    @ Edward:
    C’è da aggiungere però che c’è stato un ricambio consistente ai vertici dell’azienda.
    L’ultima sparata sulle presunte violazioni dei brevetti da parte di linux, forse è da considerare più opinione personale di chi l’ha fatta che precisa linea aziendale.
    Inoltre la pratica di violare un brevetto e poi risarcire quanto decide il giudice, mi pare sia pratica diffusa.
    Probabilmente dietro c’è un preciso calcolo, e Microsoft, purtroppo, non è la sola a compiere simili violazioni.
    Sarà il cambio al vertice, saranno le sanzioni, sarà la messa a punto di nuove leggi, ma mi pare che da qualche anno Microsoft si comporti meglio che in passato.
    L’ultima cazzata che ricordo è quella relativa al logo Vista Capable.

  21. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Non mi pare di aver detto che microsoft sia una santa ma nel mondo linux è cosa comune prendere questo numero limitato di casi e far sì che PER OGNI problema del sistema o del mondo open source, la colpa sia immediatamente ed unicamente riconducibile ad una qualche pratica scorretta di microsoft o di qualche altra multinazionale (la regola dice che se è più grossa di te, allora sicuramente c’è arrivata disonestamente, quindi nel caso di linux vs il mondo tutte le multinazionali sono disoneste) o peggio ancora nazione dal regime imperialista.

    Non so come la vedi te, ma a me la cosa sta cominciando a rompermi parecchio sempre per la prima delle due considerazioni che ho già riportato al fondo dell’altro intervento.

  22. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    ok vecchia storia, secondo me Enrico ha ragione nel non dare possibilità a linux in ambiente desktop, ma la motivazione è diversa, il fatto secondo me è che il 75-80% degli utilizzatori non conosce il pc oltre che le due o tre azioni/comandi che esegue di solito(come una scimmia ammaestrata), mentre linux è più orientato verso un utenza con un minimo di basi.

    Le “colpe” imputabili alle distro linux sono principalmente:
    la mancanza di procedure standard di configurazione e pacchettizzazione dei programmi
    il fatto che essendo un sistema unix richiede un minimo di conescenze più elevato di Windows e MacOS

    Ubuntu è una delle peggiori distribuzioni che abbia mai usato ( invece mi trovo benissimo con una distribuzione ostica come Slackware) visto che ha una serie di tool di configurazione che non funzionano bene (vedere configurazione schede video ati, che falliscono molto spesso), oppure l’obbligo di essere collegati una xdsl veloce per poter vedere video o ascoltare musica (visto che i pacchetti relativi sono solo sul web e nella versione dvd che viene distribuita mancano come ho amaramente scoperto).

  23. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Enrico ha scritto:

    @ Edward:
    C’è da aggiungere però che c’è stato un ricambio consistente ai vertici dell’azienda.
    L’ultima sparata sulle presunte violazioni dei brevetti da parte di linux, forse è da considerare più opinione personale di chi l’ha fatta che precisa linea aziendale.

    Non credo: in un articolo di Fortune del 2007 [1], Brad Smith (all’epoca vice preseidente in Microsoft) spiega che la clausola sui brevetti della GPL [2] proibisce di chiedere direttamente royalty ai programmatori od ai distributori (assemblatori di distribuzioni e fornitori di assistenza) ma non agli utenti e un modo per far riconoscere i propri brevetti (ancora mai specificati) e’ un accordo di crosslicensing, ossia consentire ad entrambi i contraenti l’uso delle tecnologie coperte dai brevetti dell’altra parte, con i distributori (es. Novell). L’alternativa e’ chiedere le royalty ai grossi utenti finali (aziende, enti pubblici; improbabile con i singoli utenti desktop).
    Microsoft e’ intenzionata a farsi pagare o a poter disporre dei brevetti non suoi che “potrebbe” violare; se, tuttavia, i distributori non sono interessati ad un accordo, puo’ sempre far cadere la lama sull’utenza: non per nulla, Novel garantisce l’immunita’ di Suse e dei suoi utilizzatori da tali accuse in base all’accordo di crosslicensing.

    Ci sono le motivazioni economiche e Microsoft sa che intentare una causa per i brevetti e’ un rischio: alcuni brevetti potrebbero essere invalidati perche’ non validi (prior art), inoltre la causa attirerebbe una cattiva pubblicita’ (Davide-Linux contro Golia-Microsoft: per chi “tifi”?); dall’altra Tornvalds ed altri sviluppatori hanno sempre chiesto di conoscere i brevetti violati per eliminare le eventuali violazioni presenti (e, cosi’, eliminare alla radice ogni problema), per licenziare per tutti distributori ed utenti quelli violati e non aggirabili (ancora la clausola della GPL) e, aggiungo io, per accusare a sua volta Microsoft se alcune delle violazioni non dovessero risultare tali (nell’articolo non si parla mai di certezze, ma di brevetti che “potrebbero” essere violati).
    Secondo me, MS preferisce questa ambiguita’ perche’ le fornisce il coltello dalla parte del manico: poter minacciare l’utenza (Fear, Uncertainty and Doubt?) e, quindi, ridurre l’appetibilita’ di Linux. Quale azienda rischierebbe una costosa causa legale per un “qualcosa” che usa ma non le appartiene?

    So che la dirigenza e’ in parte cambiata, spero che tu abbia ragione.

    Edward

    [1] http://money.cnn.com/magazines/fortune/fortune_archive/2007/05/28/100033867/
    [2] “Finally, any free program is threatened constantly by software patents. We wish to avoid the danger that redistributors of a free program will individually obtain patent licenses, in effect making the program proprietary. To prevent this, we have made it clear that any patent must be licensed for everyone’s free use or not licensed at all.”, http://www.gnu.org/licenses/old-licenses/gpl-2.0.html

  24. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Ubuntu in versione “liscia” (cd o dvd poco cambia) di sicuro non fa una bella figura (altro che invasione in atto) ma con i giusti componenti (quindi è chiaro il discorso: niente ati) e qualche piccolo lavoro di tuning, guadagna qualche punto.
    Online si trovano negozi che offrono pc preconfigurati a puntino con ubuntu e si spera non si siano limitati solo ad un’installazione liscia.

    Di sicuro non è la distribuzione per chi vuole le cose serie come slackware ma nel suo piccolo qualcosa fa.

  25. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    @ 0verture:
    Portami qualche esempio oltre al FUD citato da Enrico: io vedo qualche cambiamento di rotta (es “tutti i pc hanno Windows preinstallato: e’ la Microsoft Tax” -> “alcuni pc hanno Linux preinstallato, ma la scelta e’ molto limitata rispetto a quelli con Windows: c’e’ sempre la MS Tax”), alcuni punti validi (es puoi adattare Linux alla tua macchina senza problemi mentre nLite e vLite violano l’EULA di Windows) ed un po’ di disinformazione, sia essa frutto di cattive esperienze con i vecchi Windows (quanti hanno scoperto Linux perche’ disgustati dall’instabilita’ di Win 95-98?) o FUD puro e semplice, ma non complotti pluto-giudaico-imperialisti contro la grande ascesa del pingue pinguino 😉
    Forse ho la fortuna di parlare solo con gente che usa Linux perche’ e’ piu’ adatto di Windows ai loro bisogni e che e’ sufficientemente pragmatica da valutare le necessita’ del cliente senza proporre sempre e solo un os a priori.

    Edward

  26. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    Mi sento in dovere di non trascurare alcune cose, tralascio le opinioni che sono fini a se stessi.

    1) dove eri e come hai contribuito a Linux quando nacque?

    2) linux è kernel… il resto te lo risparmio.. ubuntu è un insieme di Linux + GNU e SCRIPT ecc.. ecc.. ubuntu non è linux è una distro con kernel linux. fatta da debian e modificata da canonical

    Freebsd macosx win sono sistemi operativi completi, linux è solo.. il benedetto kernel. se poi Canonical fallirà pazienza. Ma il kernel? non credo muoia o fallisce come dici tu. ci sono molti esempi: aros, amigaOS (eh.. amiga 500 e 1200.. ne hai mai vista e usata una?) Beos freedos (lo conosci il dos?) esistono ancora, perchè? Eppure alcuni li sottolineano come .. diciamo..fallimentari ecco 🙂

    windows vada per la sua strada,
    e meno male che c’è! Ai miei tempi un pc costava 5’000’000 lire. Grazie a microsoft, ci ha donato la possibilità di comprarne uno.

    l’ opensource ribadisco, non è una azienda non fa la guerra a nessuno, è un’ altrenativa, è un modo di pensare e agire, un pò come un pittore che dipinge, non se ne vedono molti ma sono secoli che girano! Ma da spiegà come fallisce!

    Io credo che affermare che linux sia in competizione con windows… lascia il tempo che trova.. la sfida è far girare unix su piattaforma i386! (senza tralasciare le altre architetture, per l’ amor di dio!)

    Vabbè credo di essermi spiegato un pò meglio di come forse non ho fatto prima e magari potevi risparmiarti l’ opinione errata che, credevi, avessi io nei confronti di microsoft (tralascio le mie opinioni negative sulle varie versioni di S.O.)

    P.S.
    Per selezione naturale un progetto muore, ma ne nascono altri + forti e magari migliori del precedente

    Meno male che oggi ci sei tu, altrimenti, ci sarebbe stato qualcun altro.

  27. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    kimotori ha scritto:

    Mi sento in dovere di non trascurare alcune cose, tralascio le opinioni che sono fini a se stessi.
    1) dove eri e come hai contribuito a Linux quando nacque?

    Linux è nato smeplicemente per non pagare le licenze unix. quando linux è nato credo che stessi dormendo, come del resto ho fatto per i primi anni della mia vita… Solo che non capisco cosa c’entri questo ocn il discorso….

    2) linux è kernel… il resto te lo risparmio.. ubuntu è un insieme di Linux + GNU e SCRIPT ecc.. ecc.. ubuntu non è linux è una distro con kernel linux. fatta da debian e modificata da canonical
    Freebsd macosx win sono sistemi operativi completi, linux è solo.. il benedetto kernel. se poi Canonical fallirà pazienza. Ma il kernel? non credo muoia o fallisce come dici tu. ci sono molti esempi: aros, amigaOS (eh.. amiga 500 e 1200.. ne hai mai vista e usata una?) Beos freedos (lo conosci il dos?) esistono ancora, perchè? Eppure alcuni li sottolineano come .. diciamo..fallimentari ecco
    windows vada per la sua strada,

    Ok, tutto vero, ma c’è un problema: se su un pc ci sbatti solo il kernel, onestamente in quanti si possono avvicinare a linux? Il punto è che la competizione sul mercato desktop vede linux in pesantissimo svantaggio, e le teorie del complotto, il rifiuto completo di darsi un ordinamento gerarchico ed una serie di altri problemi classificabili sotto il nome di fanatismo ad oltranza, impediscono che linux riesca a svilupparsi in maniera competitiva per i desktop. Canonical ha fatto un gran bel lavoro su questa strada, ma viene osteggiata da un cretino come stallman (si, io lo considero un cretino, perchè a lui non interessa che linux sia un sistema che possa essere apprezzato, lgi interessa che la casalinga di voghera abbia la possibilità di leggere il sorgente, e di modificarselo, anche se continua ad usare il pc per quelle 3 cose messe in croce. E’ una mentalità da estremista che non fa bene a nessuno) ad ogni passo.

    l’ opensource ribadisco, non è una azienda non fa la guerra a nessuno, è un’ altrenativa, è un modo di pensare e agire, un pò come un pittore che dipinge, non se ne vedono molti ma sono secoli che girano! Ma da spiegà come fallisce!

    L’open source è un conto. Il fatto che linux possa morire un altro. Qui si sta parlando di linux, non di open source, e di come linux stia rischiando molto sul settore desktop.

    Io credo che affermare che linux sia in competizione con windows… lascia il tempo che trova..

    Vallo a dire a tutti quelli che appena apri bocca e dici “bella questa feature di win” imbracciano i fucili in un coro di “ma linux ce l’ha più lungo, fa la stessa cosa e meglio, e poi se installi x con il modulo z sulla distribuzione y con il kernel w de fai un pentacolo sul monitor recitando la bibbia al ocntraio in ostrogoto fa arrivare delle disinibite ballerine neozelandesi nude che si concederanno a tutte le tue voglie perchè chi usa linux è un figo”. A prescindere da quale feature sia. E’ sempre così. Ogni volta. Che linux non sia in competizione non lo devi spiegare a noi, ma ai linari. E aggiungo: purtroppo.

    la sfida è far girare unix su piattaforma i386! (senza tralasciare le altre architetture, per l’ amor di dio!)

    Purtroppo Unix è una cosa assolutamente abominevole, soprattutto per motivi storici (ogni azienda voleva imporre il “suo” Unix, provocando incompatibilità a cascata, ed in più ogni volta che qualcuno aveva bisogno di una funzione, tendeva a scrivere un programma apposta per farla, anche se ce ne erano già a dozzine – cosa dovuta soprattutto al conflitto fra le aziende), quindi più che una sfida è un miracolo 🙂

    P.S.
    Per selezione naturale un progetto muore, ma ne nascono altri + forti e magari migliori del precedente
    Meno male che oggi ci sei tu, altrimenti, ci sarebbe stato qualcun altro.

    Non necessariamente.Il fatto che un progetto muoia ci sta. Il problema è quel “magari” che citi: non è sempre vero. La cosa non fa che rallentar euno sviluppo che potrebbe essere ben più rapido e portare linux ad essere seriamente competitivo sul mercato desktop, cosa che farebbe bene a tutti.

  28. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    francesco calvisi ha scritto:

    mentre linux è più orientato verso un utenza con un minimo di basi.

    In altre parole, Linux difetta in usabilità.
    E’ uno dei problemi che si ostina a negare chi con Ubuntu crede si sia risolto quel probelma (rendere Linux usabile dall’utente medio, quello che ora non ha difficoltà ad usare Windows o MacOSX).

    francesco calvisi ha scritto:

    il fatto che essendo un sistema unix richiede un minimo di conescenze più elevato di Windows e MacOS

    Anche MacOSX può considerarsi un sistema Unix.
    Non mi pare che occorrano più conoscenze del normale per utilizzarlo con soddisfazione.

    Per il resto, è chiaro che la competenza media degli utenti non è quella di chi, come te, utilizza Slackware.
    Ora, se si vuole aggredire il mercato nel settore in cui Microsoft e Apple regnano praticamente incontrastate, occorre dare agli utenti ciò che chiedono: sistemi semplici, flessibili, gradevoli, sicuri, stabili e veloci.
    Queste qualità, devono essere raggiungibili da chiunque: Linux credo sia il massimo rispetto alla flessibilità, ma questa qualità può essere apprezzata solo da utenti sufficientemente esperti da saper dove e come mettere le mani sul sistema.

  29. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Farò di più, non ti darò i singoli fud, ti mando direttamente alle fonti. Una è quel famoso sito dichiarato indipendente che mi sta tanto lì dove non puoi dire che apple ruba anche se gestisce il cambio euro dollaro con metodi degni di uno strozzino, ma chiunque può scrivere che microsoft ruba codice da linux o dai sorgenti sotto bsd (che tale codice lo concedono quindi non ci può essere furto). La più recente che mi ricordo di aver letto è che seven contiene codice di kde4 perchè la due barre in basso “si assomigliano” (che poi è una balla colossale perchè di somigliante al massimo c’è il rettangolo che definisce la barra in se).
    Un altro posto molto divertente è il forum italiano di ubuntu dove si spera di trovare della gente concreta ed invece è un assembramento di pazzi scatenati che vorrebbero infilare ubuntu in ogni ramo della pa senza verificare alcuna compatibilità e, non riuscendoci, riducono tutto ad un complotto a più mani Microsoft + nostri ministri (che di nuovo, va bene, lo sappiamo tutti che sono quello che sono, ma non si può ridurre OGNI questione ad una nuova tangentopoli, almeno senza delle prove che puntualmente non ci sono quindi producendo per definizione il fud che cerchi).
    Qualunque forum tendente a linux o pessimamente moderato come quell’altro è un calderone di storie che cerchi.

  30. Usando Safari Safari 525.27.1 con Mac OS X Mac OS X 10.5.6

    Linux è nato smeplicemente per non pagare le licenze unix

    No… linux è nato perch Tanennbaum non voleva che Minix venisse modificato!

    Purtroppo Unix è una cosa assolutamente abominevole

    Su questo credo che molti avrebbero da ridire…

  31. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    “Per selezione naturale un progetto muore, ma ne nascono altri + forti e magari migliori del precedente”

    Io rimpiango ancora RedHat 9 che fino ad oggi è stata l’unica distribuzione a godere di un supporto driver third parties notevole. Fedora non ha ereditato niente di tutto quel splendore e ubuntu è ancora lontano.

    PS Indovina perchè RH9 è saltata ? Stallman ha dato i numeri, ha aizzato i fanatici ecc.ecc.

  32. Usando Safari Safari 525.27.1 con Mac OS X Mac OS X 10.5.6

    apple ruba anche se gestisce il cambio euro dollaro con metodi degni di uno strozzino

    Sempre la stessa storia…. sono tutte panzane! E’ il solito discorso che sul sito usa i prezzi sono esentasse mentre in quello italiano no!

    Macbook da 1499€ sul sito americano viene 1599$:
    al cambio attuale 1599$ sono 1206€, nel nostro paese l’iva viene 20% quindi il 20% di 1206 è 241€,
    1206+241 = 1447€ aggiungici le tasse doganali e sei a 1499€!

  33. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    A comprare un mac il grosso dei soldi se ne va in tasse, altre non meglio definite tasse, cambi, sovraprezzi… ecco perchè poi non ne resta abbastanza per fare dei controlli qualità degni di tale nome

  34. Usando Safari Safari 525.27.1 con Mac OS X Mac OS X 10.5.6

    Beh… anche a comprare computer di qualsiasi altra marca le tasse le devi pagare!

  35. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows XP

    Però alla fine finisci sempre per pagare di meno. Chi compra su internet o quanto si basa sulla rete per avere una panoramica generale dei prezzi, tende ad avere il braccino più corto

  36. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    kimotori ha scritto:

    linux è kernel…

    Sei pignolo oppure credi veramente che in questo blog chi scrive gli articoli ed i commenti non abbia ancora capito cosa è Linux?
    Si parla di Linux nell’accezione in cui il 99,9% delle persone lo intendono. Ubuntu è una distribuzione Linux. Per tutti Ubuntu è Linux. Fedore è Linux. Debian è Linux.
    Etc.

    kimotori ha scritto:

    Ma il kernel? non credo muoia o fallisce come dici tu.

    Il Kernerl non è un’azienda.
    Il kernel Linux è il risultato del lavoro di un team di sviluppatori più o meno selezionati, più o meno coordinati.
    Il “progetto Linux” pensi che si regga solo sul volontariato o che abbia necessità anch’esso di finanziamenti?
    E il giorno che questi finanziamenti cessassero, cosa ne sarebbe del “kernel Linux”?
    Non perdere di vista che le mie considerazioni erano rivolte in gelerale ai progetti open source; quel che sostengo è che senza coordinamento gli sforzi di migliaia di persone si disperdono in mille rivoli a volte inconcludenti (es.: le centinaia di ditribuzioni Linux; ben venga la varietà di scelta ma mi pare che si sia arrivati ad un eccesso improduttivo); l’organizzazione dei team di sviluppo, il coordinamento, roba per nulla banale, presuppone una gerarchia e competenze in capo ai coordinatori e, cosa ben più importante, la condivisione di un progetto, di un disegno, di un obiettivo.

    kimotori ha scritto:

    amigaOS (eh.. amiga 500 e 1200.. ne hai mai vista e usata una?) Beos freedos (lo conosci il dos?) esistono ancora, perchè? Eppure alcuni li sottolineano come .. diciamo..fallimentari ecco

    Esiste anche OS/400 se per questo e tante altre decine e decine di s/o che, pur utilizzati tuttora in precisi ambiti, nell’ottica del discorso che si sta facendo (cioè dei motivi per cui Linux non si impone all’attenzione del grande pubblico) possono tranquillamente essere considerati fallimentari, nel senso che hanno fallito in questo obiettivo (tralasciando il fatto che forse solo Linux tra tutti quelli citati, se l’è posto).
    Inoltre il fallimento di cui si parlava è quello lagato alla sparizione dei finanziamenti sui quali un progetto si regge. Non sto inventando nulla, basta che ti vai a vedere le recenti dichiarazioni del fondatore di Wikipedia (a caccia di 6 milioni di dollari per tenere in vita la sua creatura [e pare ci siano buone notizie al riguardo], o le difficolta sorte attorno al progetto OpenOffice che, sempre per lo stesso motivo (mancanza di fondi) rischia di perdersi nel nulla.

    kimotori ha scritto:

    l’ opensource ribadisco, non è una azienda non fa la guerra a nessuno, è un’ altrenativa, è un modo di pensare e agire

    Il problema è che risponde a regole a cui sono soggette anche le aziende.
    Definirei qualunque progetto opensoutce un’azienda no-profit, più che una non-azienda.
    Ha sempre bisogno di professionalità, strumenti, finanziamenti.

    kimotori ha scritto:

    Per selezione naturale un progetto muore, ma ne nascono altri + forti e magari migliori del precedente

    Vedi qualcosa di interessante all’orizzonte?

  37. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    Stefano ha scritto:

    E’ il solito discorso che sul sito usa i prezzi sono esentasse mentre in quello italiano no!

    Ne abbiamo già parlato in passato.
    Innanzi tutto mi pare che in più di una occasione ci sia stato chi, insieme a me, lamentava il cambio 1 a 1 adottato da Apple ($299=€299, quando l’Euro valeva 1,5 circa).
    Inoltre le tasse o le consideri sempre, o mai: se io compro un prodotto Apple negli USA lo pago $X. Per fare il calcolo che fai tu, dovresti partire da $X, togliere le tasse che sono incluse nel prezzo e che l’acquirente americano paga, su quel prezzo (che è il prezzo reale di vendita, cioè quanto Apple si mette in tasca), applicherai poi IVA e dazi.
    L’esatto contrario ceh avviene quando le merci viaggiano in direzione opposta: il produttore vende il suo prodotto a €100 + IVA in Italia. In Italia il prezzo al pubblico sarebbe (supponendo IVA 20%) €120. Se il produttore volesse vendere all’estero il proprio prodotto, mantenendo lo stesso prezzo Italiano, lo venderebbe a 100 (prezzo IVA esclusa cioè); su quei 100 (e non sui 120) l’importatore pagherebbe le sue tasse ed i suoi eventuali dazzi. Su 100, non su 120.
    Anche calcolando correttamente il tutto, non arrivi mai all’equivalenza e non si può negare che Apple sfrutti anche la disparità del cambio per guadagnare qualcosina in più.

  38. Usando Safari Safari 525.27.1 con Mac OS X Mac OS X 10.5.6

    Per fare il calcolo che fai tu, dovresti partire da $X, togliere le tasse che sono incluse nel prezzo e che l’acquirente americano paga, su quel prezzo (che è il prezzo reale di vendita, cioè quanto Apple si mette in tasca), applicherai poi IVA e dazi

    Ma i prezzi sul sito americano sono senza le tasse! Quello che vedi esposto è il prezzo senza le tasse applicate… vengono poi aggiunte al momento de pagamento in funzione della percentuale della tassa in vigore nel tuo stato di residenza!
    Negli stati uniti nei negozi (addirittura sugli scaffali) i prezzi delle merci sono senza le tasse…. queste ti vengono poi applicate e calcolate alla cassa!

    Come vedi dai miei conti tutto torna!

  39. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.1b2 con Windows Windows Vista

    @ Stefano:
    Ah non sapevo che fosse così.
    Anzi a dire il vero, tempo fa, tentando un acquisto dall’Apple store americano per conto di un amico che vive a Miami avevo capito l’esatto contrario perchè il prezzo finale pagato era stato esattamente quello indicato nello store.

    Comunque, la verità è che se Apple non intendesse sfruttare a suo favore le differenze di cambio (ora i tuoi conti quadrano solo perchè c’è stato un forte indebolimento dell’Euro; se rifai i calcoli ipotizzando il cambio che c’era fino a qualche mese fa non quarda più nulla), consentirebbe gli acquisti anche dallo store americano lasciando scegliere all’utente da quale store online comprare i prodotti Apple.

  40. Usando Safari Safari 525.27.1 con Mac OS X Mac OS X 10.5.6

    Diciamo che Apple con la sua politica dei prezzi fissi specula ampiamente sulle fluttuazioni del valore delle valute! E’ una cosa che può essere un’arma a doppio taglio…. se il dollaro va forte le conviene…. se crolla se lo prende in quel posto!

    Comunque si… che ci speculi è vero… ma meno di quello che può sembrare!

    Tornando ai prezzi… questo dicembre ero a NY e mi sono preso l’ebook reader della sony… prezzo sullo scaffale erano 269$… alla cassa ne ho pagati 310$

  41. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.5 con Windows Windows Vista

    Stefano ha scritto:

    Linux è nato smeplicemente per non pagare le licenze unix

    No… linux è nato perch Tanennbaum non voleva che Minix venisse modificato!

    E su cosa si basava minix? Tu sai che il codice sorgente di Unix era disponibile, in quanto unica documentaizone degna di questo nome per Unix?

    Purtroppo Unix è una cosa assolutamente abominevole

    Su questo credo che molti avrebbero da ridire…

    Tu hai letto anche il resto della frase o ti sei fermato all’ultima parola? No, perchè mi pare di aver dato ragioni di ciò che dico. In ogni caso, in molti avrebbero da ridire, non lo metto in dubbio. Peccato che in compenso esiste una mailing list chiamata Unix-Haters. Ah, si, c’è anche lo Unix Hater’s Handbook. Basta cercarlo in rete: contiene rivelazioni molto interessanti, specie sulla presunta superiorità di Unix, e anche sulla sua presunta stabilità (ora sorrido condiscendente a chiunque mi dica che Unix era stabilissimo fin dalla nascita – vaccata tremenda, ma non ho più voglia di discutere con gente con i paraocchi).

  42. Usando Google Chrome Google Chrome 1.0.154.43 con Windows Windows XP

    Scusa se non leggo i 41 commenti precedenti ma sono un po’ di corsa…
    Dico solo 3 cose:
    1 – La licenza gratuita di Windows 7 dura fino ad agosto
    2 – Immagino che quelli della Canonical lavorino gratis… Fra poco li faranno santi.
    3 – Ho visto con i miei occhi Windows 7 girare su un Asus One. Qui un video: http://www.youtube.com/watch?v=SOFpcq-9YJA&hl=it Notare i tempi di avvio, ben al di sotto del minuto.

  43. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.10 con Windows Windows XP

    Leggendo qui e lì non potevo non notare questa perla:
    @ 0verture:

    Ubuntu è più beta di Seven visto che usa i pacchetti del ramo untesting di debian ovvero giusto un passo dopo agli experimental (alpha che più alpha non si può, solo per puri masochisti)
    all’anima che competenza! del ramo “untesting” non ne sanno niente neanche in debian! Sei un precursore dei tempi? O il nuovo debian-leader? 😀

    riconfermo: i “fan-boy” (che siano *nixiani, macchiani o winniani non importa) sono tanti e sono vomitevoli. Sfornano cacchiate senza senso e abbassano il livello di qualsiasi discussione senza apportarvi niente di serio e di costruttivo.
    Perchè non chiamarli tutti “fuddiani” e farli costituire in associazione?

    p.s. ho apprezzato molto gli interventi di edward in questa discussione. Posso essere in disaccordo su alcune cose, ma non posso non riconoscergli onestà intellettuale e precisione nella documentazione.

  44. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.10 con Windows Windows XP

    enrico, please, mi sono incasinato con il blockquote. grazie 😎

  45. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.10 con Windows Windows 7

    Francesco Di Chiara ha scritto:

    enrico, please, mi sono incasinato con il blockquote. grazie

    Fatto

  46. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.5.3 con Windows Windows XP

    Ho letto solo una parte dei commenti ma dalla mia esperienza ho potuto notare come NON esista IL sistema operativo migliore , mi spiego meglio i sistemi della famiglia UNIX (BSD, System V e molti altri)sono stati creati da esperti per essere usati da esperti per svolgere certe mansioni(che non sto qui ad elencare) al meglio e in sicurezza assicurando l’operatività massima come anche il sistema Z dei main frame IBM, Windows invece è stato pensato per essere “user friendly” e quindi è ottimo per quanto riguarda l’interfaccia utente e la condivisione dei computer in rete (in questo è bene usare Windows server ) ma non lo è per quanto riguarda la sicurezza oppure per le funzioni di Web host e database in cui eccellono le distro Linux SUSE e Red Hat ad esempio.
    Linux è una ottima piattaforma per i programmatori , soprattutto programattori C/C++, e io ricordo ancora quando i Linux Guru mi dicevano che il vero hacker installa solo Debian in versione SOLO TESTUALE SENZA INTERFACCIA GRAFICA e consideravano l’avvento dei Deskotp Gnome e KDE come una bestemmia….
    Con questo voglio solo dire che il sistema operativo va scelto sapendo bene per cosa bisognerà usare la propria macchina (PC/Server/MainFrame o altro) e non in base alla pubblicità o alla propaganda anti-Windows(nonostante io usi prevalentemente distro Linux), quindi Windows 7 sarà la scelta di chi avrà bisogno di un computer per avere un accesso veloce ,pratico e intutivo ,
    a chi ha necessita di programmare io consiglio una distro Linux (Fedora oppure Ubuntu), quindi io credo che tutte le discussioni su quanto Windows sia “Orrendo” o di quanto Linux sia dispersivo sia mere perdite di tempo alla fine la scelta dovrà essere ponderata e dettata solo dalla conoscenza dei fini per cui si dovrà comprare il PC.
    Scusate per il lungo post .

  47. Usando Opera Opera 9.80 con FreeBSD FreeBSD

    Non sono un antiwin per partito preso. Però… dato che è passato molto tempo dai commenti riportati, mi pare giusto vedere il tutto dopo quasi un anno. Allora. A parte i nuovi computer venduti (e qualche netbook ha ancora XP) non ho visto una corsa strabiliante a sostituire XP e nemmeno Vista con Seven nel mercato desktop per uffici o similia. Consumers casalinghi, a naso guardandomi attorno, se hanno sostituito lo hanno fatto con il solito metodo che è quello che sappiamo. Questo commento è scritto su una PC-BSD 8.1 con un Seven virtuale per usare eventuali programmi o applicativi che non si trovano nel mondo Linux o *BSD o comunque Unix-like. Qualche giorno fa ho preso in occasione un mini HP 110-3102sl con Windows seven starter. Ho passato inutilmente un giorno a cercare di d’installarci i driver di una chiavetta Onda TIM Mt503HS. Nisba. Installato una Linux Mint Julia funziona tutto: dalla webcam al microfono al WIFI e… naturalmente la chiavetta. 😆

  48. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.6.12 con Windows Windows 7

    paolo52 ha scritto:

    Ho passato inutilmente un giorno a cercare di d’installarci i driver di una chiavetta Onda TIM Mt503HS. Nisba.

    Il corretto funzionamento dei drivers non può essere un merito/demerito del sistema operativo.
    Con Windows 7 la stragrande maggioranza dell’hardware si autoinstalla, senza richiedere l’intervento dell’utente.
    Ovviamente con una chiavetta HSDPA, se è l’unico modo per connettersi ad Internet, rende impossibile lo sfruttamento di Windows Update, tramite cui si autoinstallano; per cui se la procedura messa a punto dal fornitore dell’hardware fa schifo…

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: