Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Dic 172007
 


Nella Parte 1 ho parlato di ciò che dell’iMac si può apprezzare dal di fuori; con questo articolo inizio a descrivere le impressioni d’uso.
Qui si comincia ad entrare nel vivo ed i confronti con Vista saranno via via più frequenti.
Ribadisco che le considerazioni che seguono, sono fatte tenendo sempre presenti i principi base di usabilità, universalmente riconosciuti e valutabili in modo oggettivo, cercando di escludere valutazioni attinenti ai gusti personali (De gustibus non est disputandum) ed avendo come metro di paragone eventuali funzioni equivalenti disponibili in Vista.
L’obiettivo è sempre quello: trovare conferme riguardo alla maggiore usabilità di un Mac rispetto a Windows e individuare il target di utenti a cui questa soluzione Apple si adatta maggiormente.

Prestazioni
[+] Mi son sembrate immediatamente buone; niente di paragonabile a quanto ci viene mostrato nel tour guidato presente sul sito della Apple, in cui , forse grazie ad una configurazione nettamente superiore dell’iMac utilizzato per la dimostrazione, tutto sembra essere elaborato istantaneamente.
La differenza tra aver installato 1 GB o 2 GB di RAM nell’iMac è sensibile.
Per poter far girare macchine virtuali (con Parallels o VMWare Fusion) 2GB sono proprio indispensabili; sono consigliabili in ogni caso per avere prestazioni migliori.
l’iMac è più rapido ad avviarsi rispetto ai PC con Vista con cui l’ho paragonato (alcuni dei quali con componenti più performanti).
Anche il “risveglio” dallo standby avviene in modo moto rapido, più rapido di quanto avvenga nei PC con Vista.
Gli effetti grafici dell’interfaccia sono fluidi, senza alcun fastidioso rallentamento, nonostante le caratteristiche della scheda video non siano brillanti.
Anche i programmi vengono aperti in tempi molto brevi; molti entro i due saltelli dell’icona presente nel dock 🙂
Sono restato letteralmente folgorato dalla rapidità con cui Spotlight è in grado di effettuare le ricerche sul disco fisso. Sono quasi istantanee.
Niente a che vedere con l’analoga funzione di ricerca presente in Vista; in genere non ne faccio uso se non per avviare una delle decine di applicazioni che installate nel mio PC per evitare di scorrermi l’elenco dei programmi o per andare direttamente alla funzione del Pannello di Controllo che mi interessa. Ma probabilmente se anche in Vista fossero possibili ricerche così rapide forse mi verrebbe in mente di utilizzarla più frequentemente.
Anche il collegamento di unità di storage USB (pen drive e HD esterni) avviene molto rapidamente e senza che occorra fare alcunchè so non collegarle.
Non che con Vista occorra compiere alcuna azione aggiuntiva, ma l’operazione avviene in qualche secondo e l’attività di riconoscimento della periferica è chiaramente visibile.
Le copie di file su unità esterne USB sono un po’ più veloci rispetto a quelle ottenibili con un PC con Vista; disabilitando l’antivirus in Vista le cose migliorano, ma resta sempre un percettibile vantaggio a favore dell’iMac.
Mi perdonino i puristi del benchmark per la mia approssimazione, ma lo scopo che mi prefiggo è quello di mettere in evidenza le cose che si possono apprezzare ad occhio nudo; non mi interessa sapere con quanti centesimi di secondo in più o in meno viene concluso un task.

[-] Contrariamente a quanto avviene con Vista, il ridimensionamento della partizione dell’HD dell’iMac rende praticamente inutilizzabile l’iMac fino al termine dell’operazione.
Sembra che questa operazione necessiti per un lungo tempo di tutte le risorse disponibili, rendendo impossibili tutti gli altri compiti (nel frattempo anche l’audio della radio online si zittisce).
Inoltre l’operazione richiede parecchio tempo, circa il doppio di quanto ne richieda Vista.
Per fortuna non è che si passi il tempo a ridimensionare, aggiungere ed eliminare partizioni del disco fisso!
La velocità di masterizzazione nettamente a favore del mio PC con Vista; ma solo grazie al fatto che nell’iMac è installato un Pioneer DVR-K06A R+/R-, che ha una velocità di scrittura dei DVD di solo 8X (contro i 16X del mio NEC).
Il Monitor LCD, basato su tecnologia TN, consente la visualizzazione di soli 262000 colori in modalità nativa, che in modalità dithering diventano 16,7 milioni, ma non è la stessa cosa come ben spiega l’autore di questo articolo.

TN panels are only 6-bit and unable to display the full 16.7 million colors available in 24-bit true color. They can mimick the 16.7 million colors of 8-bit panels using a technique called dithering

La fedeltà dei colori non può quindi essere che un’utopia, come sembra rilevare anche l’autore di questo video.
La velocità di refresh dovrebbe essere di 16ms (contro i 5/2ms dei pannelli attuali); L’angolo di visione di soli 160° (che a occhi sembrano anche meno!).
Il condizionale è d’obbligo perchè reperire informazioni sull’hardware dell’iMac è alquanto arduo. Tutto è avvolto da un alone di mistero che da’ spazio a molte affermazioni contrastate. E forse non tutto è un caso…
A questo proposito vorrei segnalare alcuni fatti insoliti:

  • Nel sito del produttore del pannello LCD installato nell’iMac sono presenti le caratteristiche tecniche di tutti i modelli elencati, tranne di quello installato nell’iMac LG Philips LM201WE3(TN).
  • Nel System Profiler di Leopard è indicata una profondità colore di 32bit, nonostante la tecnologia TN non sia in grado di implementarla.
  • La qualità dei monitor installati in modelli precedenti dell’iMac, a quanto dicono gli utenti, era migliore.

Non ho fatto altri tipi di prove di velocità (ad esempio codifica di DVD in DivX o di CD in MP3) in quanto non sono determinanti, a mio parere, ai fini del raggiungimento degli obiettivi che mi son posto. Anche se contibuirebbero a rendere più evidenti le reali caratteristiche dell’iMac, credo che al lato pratico siano poco determinanti.
Perciò ben venga chiunque abbia la bontà di arricchire ciò che scrivo con i dati eventualmente in suo possesso.
Non ho poi effettuato test con programmi di grafica (2d, 3D o rendering), o videogiochi, in quanto non mi pare abbia senso: per i limiti del monitor dell’iMac non consiglierei mai un iMac 20″ ad un grafico, o ad un fotografo o comunque quando la grafica ha un peso determinante nella scelta.
Per questi scopi sono adatti display LCD con tecnlogia PVA, MVA o S-IPS con angolo di visione più ampio e colori abbastanza fedeli.

<–Vai alla parte 1 dell’articolo

Vai alla parte 3 dell’articolo–>

Technorati Tag: Vista,Leopard,confronto,iMac

Articoli simili:

  21 Risposte a “Da Vista a Leopard – Prime impressioni – Parte 2”

Commenti (15) Pingbacks (6)
  1. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    [QUOTE]
    Mi son sembrate immediatamente buone; niente di paragonabile a quanto ci viene mostrato nel tour guidato presente sul sito della Apple, in cui , forse grazie ad una configurazione nettamente superiore dell’iMac utilizzato per la dimostrazione, tutto sembra essere elaborato istantaneamente.
    La differenza tra aver installato 1 GB o 2 GB di RAM nell’iMac è sensibile.
    [/QUOTE]
    Credo che la cosa dipenda molto dalla configurazione… sul mio iMac 24″ con CPU Intel Core 2 Duo Extreme 2.8 GHz e 2GB di ram le applicazioni si aprono con tempi inferiori al secondo… alcune nel medesimo istante della pressione del dito sul mouse.

    [QUOTE]
    La velocità di masterizzazione nettamente a favore del mio PC con Vista; ma solo grazie al fatto che nell’iMac è installato un Pioneer DVR-K06A R (non compatibile con DVD R-), che ha una velocità di scrittura dei DVD di solo 8X (contro i 16X del mio NEC R /-).
    [/QUOTE]
    Cosa strana… il masterizzatore DVD installato sul mio iMac supporta la scrittura sui DVD:
    -R, -R DL, -RW, R, R DL, RW
    fino a prova contraria il tuo dovrebbe essere lo stesso modello del mio.

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    “…sul mio iMac 24? con CPU Intel Core 2 Duo Extreme 2.8 GHz e 2GB di ram le applicazioni si aprono con tempi inferiori al secondo… alcune nel medesimo istante della pressione del dito sul mouse…”
    Eh, grazie!
    Spero non si sia capito il contrario, ma le prestazioni sono molto buone con 1GB di RAM; con 2 GB migliorano ulteriormente.

    “Cosa strana… il masterizzatore DVD installato sul mio iMac supporta la scrittura sui DVD:
    -R, -R DL, -RW, R, R DL, RW
    fino a prova contraria il tuo dovrebbe essere lo stesso modello del mio.”

    Beh, se guardi le caratteristiche del Pioneer DVR-K06A (il modello indicato in System Profiler), ti levi ogni dubbio.
    Sul 24″ che unità è installata?

  3. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    [QUOTE]
    Beh, se guardi le caratteristiche del Pioneer DVR-K06A (il modello indicato in System Profiler), ti levi ogni dubbio.
    Sul 24? che unità è installata?
    [/QUOTE]
    Il mio è un: OPTIARC DVD RW AD-5630A
    Ed ho masterizzato sia dvd che – R quindi, per quanto riguarda il mio, sono sicuro che funzioni.
    Ciò che mi lascia perplesso è che se avessero davvero messo un masterizzatore dvd non in grado di scrivere un – R nei nuovi iMac senza avvisare (quando è esplicitamente detto nelle specifiche che può) sarebbe scoppiato il finimondo… ma di gente che dice di non riesce a scrivere i -R con i nuovi iMac non v’è traccia! Il system profiler dovrebbe darti la lista dei supporti ottici che il il tuo drive ottico è in grado di scrivere…. controlla!

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    Qualche problema da qualche parte l’ho letto. Esempio
    Ma in effetti, come hai segnalato, il System Profiler indica compatibilità con entrambi gli standard (R+ e R-).
    In più, stamattina non riesco più a visualizzare la pagina da cui avevo ho le caratteristiche del Pioneer; per cui, correggo le mie affermazioni nell’articolo, dando per scontato che quanto visualizzato nel System Profiler sia corretto.
    Grazie per la collaborazione.

    P.S.
    Non c’è verso di insegnare ad Askimet che i tuoi commenti non sono Spam.
    Per cui abbi pazienza se a volte compaiono con ritardo.

  5. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    L’avvio più rapido del tuo iMac non dipende dal sistema operativo ma dalla presenza di EFI. Prova un Mac basato su microprocessore PPC che utilizzava OpenFirmware e ti accorgerai che i tempi di boot non sono diversi.
    Windows non ha gli stessi vantaggi di Mac OS sui Mac basati su microprocessore x86 perché EFI introduce un layer di compatibilità con il BIOS e Windows fa uso di quel layer di compatibilità (senza contare che le uniche versioni di Windows che hanno il supporto ad EFI sono quelle x64 – che comunque non funzionano sui Mac x86).

    Io trovo che Spotlight sia più lento di Windows Search e se devo dire la verità in alcune recenti recensioni che mettono a confronto Leopard e Vista tutti hanno rilevato lo stesso comportamento.

    Per quanto riguarda la copia dei file sappiamo bene che Vista ha qualche problema in termini di velocità che pare (finalmente) la Service Pack 1 risolverà, speriamo che da questo punto di vista ci sia un netto miglioramento.

    PS: se la Radeon HD 2400 XT del tuo iMac non è brillante la GMA 950 del mio MacBook cos’è?!

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows Vista

    @sirus
    Nel mio articolo non ho analizzato le motivazioni alla base della diversità di prestazioni.
    Volutamente non mi addentrerò in dettagli tecnici, in analisi di architetture o simili.
    Per gli stessi motivi per cui non ho svolto nessun benchmark preciso.
    Sto andando ad “occhiometro”, come farebbe un neofita.
    Mi rendo conto che il compito per MacOSX è più semplice dell’analogo compito per Windows, se non altro perchè il suo “dovere” è quello di girare bene solo su computer con una configurazione ben precisa, senza possibilità di scelta nel mare magnum dei componenti.
    Per cui molti problemi di compatibilità, ovviamente, non esistono (o non dovrebbero esistere) o sono veramente un’inezia rispetto a quelli che è chiamato a risolvere Windows; le risorse hardware, perciò, possono essere sfruttate al meglio per i compiti principali.
    Cosa accadrebbe se MacOSX fosse realizzato per girare su qualsiasi PC user-assembled?

    Sono molto interessato alla velocità di Windows che descrivi, perchè nei miei PC con Vista le prestazioni che ho registratocon Spotlight sono un miraggio.
    Per avere un termine di paragone, nello stesso tempo in cui la ricerca di Vista mi reperisce un’applicazione dall’elenco delle applicaziuoni nel menù Start (meno di un secondo, credo), Spotlight mi trova tutti i documenti che contengono almeno un’occorrenze di una data parola, nel nome o nel contenuto di qualsiasi documento.
    Ne sono stato veramente impressionato.
    Se tento la stessa cosa in Vista ci mette molto più tempo.
    Tant’è che spesso, nei PC meno performanti, consiglio di disabilitare l’indicizzazione per recuperare un po’ di performances.
    Hai qualche trutto da suggerire per ottimizzare Windows Search?

    Già prima di acquistarne uno, avevo capito che l’iMac, la versione che ho per le mani, non è assolutamente in grado di supportare chi lavora con la grafica, se non a livello domestico, amatoriale e senza troppe pretese.
    Ho il dubbio che nemmeno le versioni più potenti dell’iMac siano adatte per questi scopi, nonostante l’hardware migliore.

  7. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    [QUOTE]
    Ho il dubbio che nemmeno le versioni più potenti dell’iMac siano adatte per questi scopi, nonostante l’hardware migliore.
    [/QUOTE]
    Come mai? Nel 24″ lo schermo non ha i problemi del 20″ nella resa dei colori…
    a livello di velocità di calcolo 2 GB di ram ed un C2D Extreme 2.8 GHz sono davvero eccellenti.
    Per quanto riguarda la scheda grafica che viene chiamata Radeon HD2600 Pro in realtà è una XT che ha subito un piccolo downgrade a livello di frequenze di funzionamento della GPU per evitare eventuali surriscaldamenti della macchina dovuti alla sua natura di all-in-one compatta.
    Non sarà certamente una scheda per Hardcore gamer… ma certamente da qualche soddisfazione! L’iMac 24 riesce perfettamente a gestire a full screen (1920×1200) giochi anche nuovi e con pretese grafiche discrete al top dei dettagli…
    Per farti un esempio io gioco a Wow, C&C3 Tiberium war e a X3 Reunion a 1920×1200 con i dettagli grafici al massimo e va molto bene (il tutto ovviamente su Mac OS X… non su un windows installato via bootcamp). Mi dicono poi che i driver ati per la HD2600 e vista vadano alla grande… quindi in caso di dual boot ci si troverebbe davanti a prestazioni anche migliori che su mac os x (mi duole ammetterlo… ma i driver ati per win sono migliori di quelli per Mac OS X per quanto riguarda la HD2600)

    Rispondendo a sirus… onestamente non vedo come spotlight potrebbe essere più lento di qualcos’altro… i risultati delle ricerche arrivano praticamente istantaneamente…
    Sul mio macbook poi sono lievemente più lente… ma solo se ci si mette li a farci caso!

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    “Come mai? Nel 24? lo schermo non ha i problemi del 20? nella resa dei colori…”
    I miei dubbi sulla scheda video restano.
    A maggior ragione se i drivers migliori sono per Windows….
    Mi piacerebbe confrontare le prestazioni di uno degli iMac 24″ con un PC opportunamente configurato mentre entrambi fanno girare Maya 3d, ad esempio.
    Credo che per questi scopi l’unica soluzione sia Mac Pro, il cui costo però è eccessivo.

  9. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Credo che la questione sia impuntata su cosa il professionista ha bisogno di fare… se si tratta di lavorare su immagini credo che un iMac con una configurazione come la mia sia più che eccellente (c2d ext 2.8 GHz, 2 GB ram, HD da 750 GB)… photosiop va benone (non appesantisce minimamente il sistema) e l’applicazione dei filtri è molto rapida. Anche il lavoro con immagini di grandi dimensioni non genera problemi.

    Parlando invece di grafica 3d credo che la questione sia tutta da vedere in termini di mole di lavoro e del parco macchine a disposizione dell’azienda… se si richiede molto calcolo si potrebbe usare il sistema di grid computing della apple per suddividere il lavoro tra varie macchine. Altrernativamente si puà optare per dei mach pro… mac pro in grid… o degli xserve…

    Ovviamente il nocciolo della questione rimane “di cosa ha bisogno il professionista”?

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    La configurazione che hai indicato potrebbe anche andare per chi lavora con grafica 2D.
    Ma occorre considerare cosa riusciresti ad acquistare con gli stessi soldi (€ 2.369,00 ?) e poi partire con la solita, indispensabile valutazione costi/benefici.

    Per il 3d, ma credo anche montaggi video, non ci siamo.
    Perchè il PC non solo dovrebbe avere una configurazione diversa già in partenza, ma non sarebbe da sottovalutare nemmeno la possibilità di successivi upgrades (soprattutto di schede video ed HD).

    Inoltre, chi col PC ci lavora e tiene dati importanti ha bisogno del RAID 5 o 1 (non mi stancherò mai di ripeterlo), che è il più economico, pratico e veloce sistema di backup automatico in grado di mettere al riparo dal possibili danneggiamenti dell’hardware.
    Anche supponendo che la configurazione hardware dell’iMac fosse ideale per lo scopo, altri limiti ne sconsiglierebbero l’adozioni in certi ambienti.
    Insomma, le stesse caratteristiche che lo rendono appetibile ad alcuni, sono invece validi motivi per non consigliarlo ad altri.

    L’iMac sta riscuotendo molto interesse presso alcuni nostri clienti.
    Intanto perchè è bellissimo (qualcuno mi trovi una persona in possesso di tutte le facoltà sensoriali in grado di affermare il contrario); inoltre perchè, come già altrove ho detto, è in grado di intercettare l’interesse di coloro i quali valutano l’acquisto di un potatile solo per motivi di ingombro minore (e non sai quanti sono!).
    L’importante è che ci possa girare Vista….

  11. Usando Safari Safari 523.10.6 con Mac OS Mac OS

    Nel mio articolo non ho analizzato le motivazioni alla base della diversità di prestazioni.?Volutamente non mi addentrerò in dettagli tecnici, in analisi di architetture o simili.

    La mia era solo una puntualizzazione considerando che spesso e volentieri gli utenti attribuiscono demeriti a Windows e meriti a Mac OS quando il sistema operativo non centra proprio nulla.
    Non entrare nei tecnicismi spesso può portare ad un’informazione incompleta e fuorviante.

    Hai qualche trutto da suggerire per ottimizzare Windows Search?

    Assolutamente nessun “trucco”.

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows Vista

    @sirus
    “…gli utenti attribuiscono demeriti a Windows e meriti a Mac OS quando il sistema operativo non centra proprio nulla…”
    Si hai ragione, l’ho notato anche io.
    Credo sia a causa di un tantino di disinformazione che anche Apple ha interesse a spandere a piene mani.
    Con questa serie di articoli, per certi aspetti, sto tentando di mettermi nei panni di un utente neofita, il quale di solito è in grado di apprezzare una diversità di prestazioni, ma non di indagarne i motivi.
    Che il merito di prestazioni superiori sia da ascrivere in grandissima parte al fatto che nella scheda madre dell’iMac non esiste il BIOS ma si utilizza EFI, in questo caso, non importa.
    Non voglio fuorviare nessuno, ma solo prendere atto dello status quo.
    Diciamo che quando anche per i PC saranno disponibili schede madri con EFI il confronto tra prestazioni PC/Mac sarà più equo e sensato.

    Windows search
    Il tuo commento mi ha spinto a fare indagini sulla lentezza di Windows Search miei PC.
    In una delle tante prove dei mesi scorsi, probabilmente avevo disattivato l’indicizzazione (o parti di essa) per alcune unità, per fare dei test, scordandomi poi di rimettere le cose a posto.
    Per sicurezza ho impostato i PC perchè ricostruiscano gli indici ex-novo; appena avrò un attimo di tempo, ritesto le prestazioni di Windows Search senza “mutilazioni”.

    P.S.
    Un po’ per le aspettative forse eccessive che mi ero creato leggendo le ovazioni sugli iMac, un po’ perchè, avendocelo per le mani, ho la possibilità di approfondire le ricerche, devo dire che sto apprezzando in modo diverso Vista sotto molti aspetti (interfaccia, usabilità e vesatilità su tutto).
    Come era prevedibile, l’effetto “wow” che Leopard incuce grazie ad alcune cose esteticamente molto curate, con l’abitudine sta scemando e, così come la marea ritirandosi mette a nudo gli scogli fino ad allora celati dalle acque, stanno emergendo alcuni difetti di usabilità che alla fine sono più importanti nel determinare efficacia, efficienza di utilizzo e nella soddisfazione globale che l’utente riceve dall’interazione con il computer.
    Insomma, oltre ad avere la possibilità di apprezzare alcuni aspetti positivi (e negativi) del MacOSX, questa eperienza mi sta servendo anche per rivalutare molte cose di Vista che davo per scontate, avendocele a disposizione.
    Questi aspetti saranno l’oggetto dei prossimi due (almeno) articoli.

  13. Usando Safari Safari 523.10.6 con Mac OS Mac OS

    Per quanto mi riguarda l’utilizzo di un Vista o Tiger/Leopard mi è del tutto indifferente, mi trovo bene con tutti e 3. L’unica cosa che proprio non riesco a lasciare di Mac OS X e tento di utilizzare anche su Vista sono gli angoli attivi abilitati all’utilizzo di Exposé (e Spaces su Leopard), sono troppo comodi.

  14. Usando Safari Safari 523.10.6 con Mac OS Mac OS

    PS: attendo nuove parti dell’articolo. 😉

  15. Usando Safari Safari 523.10.6 con Mac OS Mac OS

    A proposito delle prestazioni del masterizzatore dell’iMac (PIONEER-RW DVR K06A): se guardate il system profiler durante la masterizzazione (per esempio di un DVD-R), il mio system profiler dice che può masterizzare solo -R -RW. Se però consulto il system profiler dopo la fine della masterizzazione (e magari dopo aver fatto un riavvio), mi dice -R R -RW RW DL.
    Vi lascio trarre le vostre conclusioni.

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: