Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Software

Giu 062007
 

Ci sono infiniti modi per mettere al sicuro da sguardi indiscreti i dati memorizzati nel vostro PC.

Questo è un trucco veramente semplice per nascondere una cartella ed il suo contenuto rendendoli completamente invisibili. Funziona meglio con le sottocartelle, cioè con le cartelle contenute in un’altra cartella.

Per rendere invisibile una cartelle occorre fare due cose: assegnarle un nome che contenga caratteri non stampabili e sostituire l’icona standard associata alla cartella con una icona nulla, vuota.

Esempio pratico:

1) aprire “Risorse del computer” con un doppio click sull’apposita icona presente sul desktop, sfogliare il contenuto del disco fisso fino a far comparire la cartella che si vuole nascondere;

2) fare click con il tasto destro del mouse sul nome della cartella e selezionare “Rinomina” dal menù contestuale che appare. Premere il pulsante Numlock per attivare il tastierino numerico e poi premere Alt+0160 (i numeri 0,1,6,0 vanno premuti sul tastierino numerico tenendo premuto il tasto Alt sulla tastiera) e poi OK; il nome della cartella scompare!

3) Premere ancora il tasto destro del mouse sull’icona della cartella e selezionare “Proprietà”, selezionare “Personalizza” e premere il pulsante “cambia icona”, in basso. Per trovare le icone vuote, fare scrolling sulla destra dell’elenco delle icone visualizzate fino a trovare una serie di 4 icone invisibili (sembra uno spazio separatore tra le icone esistenti), e selezionarne uno poi premere OK.

Ora la cartella è del tutto scomparsa!

Passando con il mouse sopra l’icona invisibile della cartella, è sempre possibile fare click con il tasto destro e rinominare, aprire o cancellare la cartella.

Giu 042007
 

La deframmentazione del disco è molto utile per velocizzare l’accesso ai file e quindi le prestazioni del disco, ma l’utility di deframmentazione del disco di Windows Vista fa il suo lavoro veramente troppo lentamente.

Fortunatamente esistono utility, free, che fanno lo stesso lavoro, fino a dieci volte più rapidamente.

Si, so quali domande vi stanno passando per la testa:

– Sarà vero?? Si, è vero.

– E funziona? Si.

– Vabbè, ma chissa quanto costa! Niente, assolutamente gratis.

Si tratta esattamente di due utility, Contig.exe e PowerDefragmenter.

Click qui per scaricare sia Power Defragmenter che Contig. Le due utility sono entrambe incluse ne medesimo file compresso.

La differenza tra le due utility è che Contig.exe è una utility da riga di comando che è in grado di deframmentare files, soprattutto quelli che, a causa del suo frequente utilizzo, sono soggetti a frammentarsi in misura maggiore; mentre PowerDefragmenter è una utility con la classica interfaccia grafica.

Non è richiesta nessuna installazione.

E’ sufficiente eseguire Power Defragment GUI.exe dopo averlo decompresso in una cartella ed il programma viene avviato; dopo la prima videata, premento Next->, si arriva alla seguente schermata:

n cui si può scegliere una delle quattro opzioni:
Defragment File(s): permette di deframmentare fino a 4 files a scelta;

Defragment Folder(s): permette di deframmentare fino a 4 cartelle a scelta;
Defragment Disk: permette di deframmentare un’intero hard disk ;
PowerMode(TM) Disk Defragmentation: Effettua una doppia deframmentazione, più accurata (è quella che consiglio).

Dopo aver premuto sul pulsante Next, si sceglie l’hard disk da deframmentare e via, si parte.

Alla fine della deframmentazione, viene mostrata una schermata il cui titolo è “Windows Disk Defragmenter…” che riepiloga alcuni dati dell’hard disk.

Contig.exe è invece l’utility di deframmentazione lanciabile da riga di comando, molto spartana ma utilissima per essere inserita in un file .bat ed essere eseguita come un processo pianificato.

Per la sintassi digitate contig.exe /? in una schermata Prompt dei comandi.

Se cercate qualcosa di più simile a Windows Defragment date un’occhiata all’utility, free, Auslogics Disk Defragmenter.

Giu 042007
 

NOD32 ha ricevuto un nuovo riconoscimento che conferma il primato del suo motore euristico nell’individuazione proattiva di virus, worm, trojan e spyware ancora sconosciuti.

La scansione euristica permette di riconoscere il malware prima ancora che gli antivirus siano aggiornati. NOD32 conferma di avere la migliore scansione euristica sul mercato.

Il test, eseguito a fine maggio da un laboratorio indipendente su oltre 20.000 file infetti da nuovo malware, ha visto NOD32 bloccare oltre il 68% degli attacchi sconosciuti.

Per fare un confronto, i diretti concorrenti di NOD32 hanno ottenuto risultati nettamente inferiori: 24% a Norton e a McAfee, e appena il 9% a Kaspersky.

NOD32, fra i 17 antivirus testati, ha ottenuto il primo posto ed è stato l’unico a conseguire la certificazione ” ADVANCED+ “.