Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Gadget

Gen 192009
 


Chi è alla ricerca di prodotti sofisticati e dal design curato, ha da maggio 2009 avrò qualche alternativa in più.
Olidata ha presentato al CES 2009 di Las Vegas il suo notebook Olidata Conte, un notebook dal design molto curato, con un profilo a cuneo che nella parte più alta misura appena 2,18 cm di spessore e con un peso di appena 1,6Kg.

nonostante lo spessore ridotto, Olidata Conte dispone di una dotazione hardware completa: processori Intel Core 2 Duo SFF (Small Form Factor), un drive SSD, display a LED, una batteria a lunga durata (Olidata dichiara una durata della batteria superiore a 4 ore con la batteria standard e a 7 ore con batteria ausiliaria.) e un vasta gamma di connessioni networking in grado di soddisfare ogni esigenza di mobilità: WiFi, 3G HSDPA-HSUPA (opzionale), e WiMAX (opzionale).

Come nell’Air, la ricerca del minimo spessore ha comportato qualche dolorosa rinuncia: c’è solo una porta USB 2.0, una uscita HDMI, jack audio e un connettore proprietario che consentirà di agganciare un Mini Port Replicator contenente 2 ulteriori USB 2.0, uscita VGA e una scheda di rete LAN.

Il produttore Italiano ha deciso di offrire l’ultrasottile Conte in due varianti, che verranno commercializzate a partire da maggio 2009 ad  un prezzo inferiore ai 1000 euro!:

  • La versione high-end dell’Olidata Conte avrà un pannello LCD da 13,3″ formato 16:10 e risoluzione WXGA (1280×800), sarà caratterizzata da una dotazione tecnica più ricca: modulo Intel Turbo Memory, lettore di impronte digitali abbinato al chip TPM, 3GB di RAM DDR2, SSD opzionale, meccanismo di apertura easy open e tastiera retroilluminata
  • Conte low-end, invece, disporrà di un nuovo display LCD da 13,3 pollici con formato HD 16:9 e risoluzione WXGA HD di 1366×768 pixel, 1GB di RAM DDR2 e hard disk magnetico tradizionale.

Entrambi i modelli potranno montare a richiesta un modulo WiMAX o 3G, mentre WiFi e Bluetooth saranno integrati.

Il nuovo notebook ultrasottile di Olidata, si caratterizza oltre che per l’estetica estremamente curata, anche per il fatto che adotta soluzioni e funzioni di solito riservate a prodotti di ben altra fascia di prezzo:

  • funzione SmartDisk, che consiste in un accelerometro a protezione del disco da urti e vibrazioni (OK non è una novità e su dischi SSD la sua utilità è inferiore…).
  • tecnologia SmartAlarm, un sistema anti-furto che, se qualcuno cerca di portar via il notebook, fa scattare un meccanismo automatico di protezione e messa in sicurezza.
  • SmartScreen, funzione implementata tramite un accelerometro è che consente la rotazione automatica del desktop in base all’orientamento del display: landscape o portrait a seconda che lo schermo si, rispettivamente in posizione orizzontale o in posizione verticale

Continuo a pensare che prodotti del genere siano pensati più per soddisfare bisogni edonistici che esigenze funzionali.
Il mio entusiasmo sarà maggiore quando estetica e funzionalità non saranno in trade-off, quando cioè per realizzare un prodotto bello a vedersi non comporti una cosi severa limitazione della versatilità.
Come ebbi modo di osservare riguardo all’Air, mi risulta difficile identificare il target di utenza a cui proporre un prodotto simile.
Si tratta certamente di una nicchia di mercato.
Di certo il prezzo che ora appare abbordabile (andrà confrontato però coi prezzi di mercato al momento della commercializzazione) rende meno pesante togliersi uno sfizio…

Technorati Tag: notebook,
Dic 312008
 

Adattatore Mini DisplayPort/Dual-Link DVI

Aggiungo un +1 alla mia teoria secondo la quale, più che in ogni altro caso, sono convinto occorra stare alla larga dai prodotti Apple appena usciti.
Piove sul bagnato: s’è appena posato (forse) il polverone sollevato dalla presenza della sola connessione mini displayport e della scomparsa prematura della FireWire sui nuovi portatili Apple, che una nuova grana sembra piombare sui fortunati possessori dei nuovi MacBook; dopo i primi problemi legati alla mancanza di adattatori per collegare i notebook a schermi o TV, ci sono stati problemi relativi alla possibilità di visualizzare tutti i film acquistati su iTunes Store (problema poi risolto con l’ennesimo update rilasciato da Apple).
Ma nonostante la licenza per il Mini DisplayPort sia stata concessa gratuitamente, con il proposito di incentivare la produzione di adattatori, ancora sul mercato non si trova altro che adattatori Apple.
Bene, ottimo! E che c’è di male?
Beh, pare che proprio questi ultimi siano il focolaio di nuove lamentele su diversi forum, perché creano problemi:
visualizzazione-mini-displayport
Come potete vedere dall’immagine sopra, lo schermo viene visualizzato male, traballante, ed impedisce la corretta visione.
C’è poco da stare allegri dato che Apple ha minacciato intenzione di inserire displayport nei prossimi iMac e MacMini.
Si spera che per allora riesca a produrre adattatori che funzionano decentemente.
Per il momento, per risolvere il problema, viene consigliato di scollegare e ricollegare il cavo…(mi ricorda tanto i tempi di Windows 95 in cui la soluzione ad ogni problema era il reboot…).
D’altronde cosa si può pretendere da un adattatore che costa “solo €99”[1]?
Poi non ho ancora trovato risposta ad un dubbio: quale è il vantaggio del DisplayPort per l’utente?

Fonte

Technorati Tag: Apple,,,

[1]
System status report: ironic mode is ON

God save the…iPhone

 Scritto da alle 00:15 del 23/10/2008  4 Risposte »
Ott 232008
 

PleaseFixTheiPhone

Oggi per caso sono inciampato un un sito che offre un interessante servizio per i possessori dell’iPhone.
Si tratta di PleaseFixTheIPhone, un sito che raccoglie le lamentele degli utenti riguardo a lacune che il melafonino si porta dietro dalla nascita.
E possibile vedere l’elenco delle segnalazioni ordinate per numero di richieste (di sempre, dell’ultima settimana o del mese), per data o per categoria.
Insomma un servizio intelligente che dovrebbe facilitare l’incontro tra domanda (richieste degli utenti) e offerta (migliorie introdurre con la prossima versione di firmware).

Al momento in cui scrivo, sono segnalati 714 715 716 807 😯 tra lacune, difetti o richieste di migliorie che danno una perfetta visione dello stato dell’arte del più desiderato degli smartphones.
Segnalazioni di problemi
Mi viene da sorridere quando ripenso che qualcuno che, alla notizia della chiusura del centro di supporto per l’iPhone, sulla quale avevo già fatto qualche riflessione in passato, aveva avuto il coraggio di affermare che uno dei motivi che avevano spinto Apple alla drastica decisione era

…rappresentato dal firmware 2.1 che ha ridotto drasticamente le chiamate per richiedere aiuto. L’ultimo aggiornamento per il telefono della casa di Cupertino sembra aver risolto molto bug.

In effetti, un’apposita sezione di PleaseFixTheIPhone è dedicata ai problemi effettivamente corretti, tra quelli segnalati dagli utenti.
Ad oggi sono in tutto 19 (diciannove !) su 715…807..
Se 19 fix su 714 715 716 807 (ma non finisco di aumentare?) sono la soluzione di molti bugs….chi si accontenta gode, mi vien da dire.

Technorati Tag: Apple,iPhone,,difetti

Instinct vs. iPhone

 Scritto da alle 00:15 del 18/10/2008  11 Risposte »
Ott 182008
 

image

Chi di marketing ferisce….
Vi segnalo il sito dedicato al Samsung Instinct (aka M800).
Non perché sia un prodotto attuale, ma perché è realizzato con infinita maestria.
Da non perdere soprattutto i filmati Instinct vs iPhone della sezione SEE INSTINCT IN ACTION.
image
Irriverenti e simpatici mi han fatto scompisciare dalle risate (splendido quello intitolato Speech to Action).
Un esempio di come si possa ridicolizzare la concorrenza senza irritare nessuno ed anzi risultando molto simpatici.
Tutto il sito merita una visita per come è stato impostato e realizzato.

Technorati Tag: ,,,humor,

Le dimensioni contano…

 Scritto da alle 00:15 del 18/09/2008  Nessuna risposta »
Set 182008
 

sizeasy
E’ quello di cui sono certamente convinti gli autori di Sizeasy, un simpatico e utile (?) sito che consente di confrontare tra loro le dimensioni di diversi oggetti.

Si possono confrontare oggetti con oggetti già esistenti nel database, condividerle con la comunità, creare la propria comparazione personalizzata e visualizzare quelle più recenti e quelle più popolari.

Comparazione dimensioni
Nell’esempio di sopra viene confrontata la dimensione di iPhone, HTC Touch, Samsung Omnia i900 ed Xperia X11.

[ratings]

Technorati Tags: ,,confronto dimensioni

Sfatiamo un mito

 Scritto da alle 00:15 del 09/09/2008  31 Risposte »
Set 092008
 

Brevetto iPod

Apple non ha inventato l’iPod.
L’invenzione risale al 1979, si chiamava |X| ed Il vero inventore del popolarissimo mini lettore di file musicali è Kane Kramer; dopo aver brevettato la sua creatura in tutto il mondo a partire dal 1979, nel 1988 non è riuscito a mettere insieme le 60mila sterline necessarie a rinnovare il brevetto per tutelare la sua invenzione, divenuta, quindi, di proprietà pubblica.

Ma com’è che una cosa simile salta fuori dopo tanto tempo, dopo che Apple e schiere di suoi sostenitori per anni si sono vantate dell’invenzione?
Paradossalmente, Kramer è servito ad Apple in una causa legale, per dimostrare che Burst.com, la quale accampava pretese per milioni di dollari affermando di possedere il brevetto per la tecnologia dell’iPod, non ha alcun diritto ad una parte dei profitti miliardari che Apple ha realizzato con “la sua invenzione”.

Nonostante questo, in perfetto Apple style, la società di Cupertino non ha ritenuto di dover riconoscere nessun compenso a Kramer, il quale ha ricevuto solo un compenso per la consulenza legale fornita ad Apple e (occhio alla beffa) …..un iPod….che però si è rotto dopo otto mesi. 🙂

La cosa sembra molto ingenerosa, soprattutto se si considera che fu proprio l’iPod a salvare nel 2001 un’Apple che Steve Jobs aveva ridotto con l’acqua alla gola, nonostante i 150 milioni di dollari ricevuti da Microsoft nel 1997.

Sono curioso di vedere la reazione dello Z.D. alla clamorosa rivelazione.
Ce l’han menata tanto con la genialità di Steve Jobs padre dell’iPod…. 😉
[ratings]

Technorati Tags: bufale,Apple,,Kane Kramer,,invenzione