Privacy Policy Cogito ergo sum | FOLBlog - Pag. 18

Ricerca in FOLBlog

Cogito ergo sum

Apple non approfitta dei problemi di Vista

 Scritto da alle 09:07 del 20/09/2007  2 Risposte »
Set 202007
 

Vengo dalla lettura di un interessante articolo deliziatomi da un amico (deliziatomi=segnalatomi attraverso del.icio.us).
Secondo l’autore, Tullio Matteo Fanti (che cita un articolo pubblicato sul New York Times secondo cui Apple non è stata capace di approfittare dei problemi di Vista):

“Chi è sempre stato fedele al mondo dei Pc equipaggianti con Windows e si ritrova nella situazione di dover cambiare computer, ha fondamentalmente due scelte: acquistare un computer dotato di Windows Vista e accettare la «marea di problematiche» ad esso associate oppure entrare in possesso di un Pc ancora dotato dell’oramai “obsoleto” Windows XP.”

Sono un po’ perplesso.
Leggi il seguito »

L’iPhone sbarca in Europa.

 Scritto da alle 10:39 del 19/09/2007  1 Risposta »
Set 192007
 

Riporto testualmente la notizia apparsa su Punto Informatico, secondo la quale è stato ufficializzato l’inizio della commercializzazione dell’iPhone in Europa:
“….bla bla bla….
si è materializzato ieri, nella homepage della versione britannica del sito Apple, il pulsante iPhone che presenta il melafonino, ufficializzandone l’esclusiva di O2. Che lo commercializzerà nel regno di Elisabetta II a partire dal 9 novembre
Apple, nel riportare l’entusiasmo di Steve Jobs e di Matthew Key (CEO di O2) per la nuova partnership, spiega che – in aggiunta a tutte le rivoluzionarie
feature che hanno reso l’iPhone così popolare negli States – gli utenti britannici avranno accesso alle ultimissime novità, compreso il nuovissimo iTunes Wi-Fi Music Store.
La commercializzazione, come preannunciato, prenderà il via il 9 novembre – anche online – nei negozi Apple, O2 e di Carphone Warehouse al prezzo al pubblico (ossia inclusa l’IVA locale) di 269 sterline (circa 390 euro) per la versione 8 GB, che ora negli USA è venduta al prezzo di 399 dollari (circa 290 euro). L’utente iPhone sarà sottoposto ad un vincolo contrattuale di 18 mesi e saranno disponibili tre differenti piani tariffari che includeranno traffico dati illimitato e senza distinzione di fascia oraria, sia da rete mobile che dal network WiFi di The Cloud, che nel Regno Unito conta oltre 7.500 hot-spot presenti in caffetterie, ristoranti, aeroporti, pub e altri locali pubblici.

….bla bla bla….

Ciò mi da’ lo spunto per alcune riflessioni:
Leggi il seguito »

Proposta: network anti troll

 Scritto da alle 19:57 del 18/09/2007  20 Risposte »
Set 182007
 


Nel Blog Ad Ovest di Paperino, ho avanzato una proposta: istituire tra blogger una sorta di network di post, “trasversale” ai blog di chi vuol parteciparvi.
L’idea nasce dalla constatazione che è quasi impossibile trattare certi argomenti senza che le discussioni sfocino in guerre di religione, con sarcasmi fuori luogo ed idiozie di ogni tipo fino ad arrivare a offese ed insulti.
Il mio vorrebbe essere un tantativo di arginare gli istinti dei troll.

Più precisamente in cosa consiste l’idea?
Mi piacerebbe che i blogger che aderiscono all’iniziativa, portino la loro esperienza diretta nelle discussioni relative agli argomenti che specifico più in basso, attenendosi nei loro post e nei loro commenti, ad un codice di regolamento da decidere insieme.
Il post che tratta argomenti relativi al network, deve essere riconoscibile; modi per farlo ce n’è tanti: ad esempio si potrebbe far precedere il titolo del post con un prefisso chiuso tra […], e/o creare una categoria ad hoc, ecc.

Lo scopo è quello di riuscire a discutere di certi argomenti pacatamente, nel tentativo di capire, di imparare attraverso l’esperienza altrui che viene in questo modo condivisa tra i partecipanti, e non quello di fare “proseliti”.
Gli argomenti che mi piacerebbe trattare sono:

1) Linux, quale distribuzione? A chi è adatta? Cosa c’è da migliorare? Costi occulti?
2) Linux (distribuzione desktop)  vs. Windows Vista vs. MacOSX. Pregi e difetti, pro e contro. Target,
3) MAC vs. PC. Il costo vale la candela? Perchè scegliere uno o l’altro? Vantaggi e svantaggi. target.
4) Microsoft, Apple, Google: politiche commerciali e customer care a confronto.
5) Opensource vs. software proprietatio. Opportunità e rischi, vantaggi e svantaggi.
6) Tecnologie innovative: cosa si intravede all’orizzonte? Quali i possibili sviluppi? Quale l’impatto?

L’approccio che mi piacerebbe adottasse ognuno dei partecipanti è quello tipico di una comunità di ricercatori; si parla non per sentito dire, ma solo di cose di cui si è avuta esperienza diretta, cercando di mettere in evidenza aspetti oggettivi e tentando di tenere i propri gusti personali il più possibile in secondo piano.

L’idea èad uno stato ancora embrionale. Ogni contributo o integrazione è il benvenuto.
Occorre trovare un nome al network, magari un logo, un motto, stabilire tutta una serie di cose…insomma…c’è molto da fare.
Mi rendo conto che, a dare un’occhiata in rete, l’impresa appare quasi impossibile ma spero di trovare anche altre persone che, come me, vogliano almeno tentarci lo stesso.

Che ve ne pare?

Nascita di un consiglio

 Scritto da alle 18:50 del 17/09/2007  2 Risposte »
Set 172007
 


A mio parere è molto più difficile consigliare a qualcuno un certo prodotto piuttosto che prendere la decisione di acquistarlo per provarlo in prima persona.

Dato che consigliare soluzioni ai clienti è una parte cospiqua del mio lavoro, sono costantemente alla ricerca di modi migliori per svolgere questo compito.

Sarebbe interessante paragonare il processo che porta ognuno di noi a dare un consiglio.

Personalmente passo per 3 fasi:

Leggi il seguito »

Think different..e nega l’evidenza!

 Scritto da alle 17:02 del 26/07/2007  1 Risposta »
Lug 262007
 

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/4z-PfeyrG9w" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

A sinistra lo spot di Apple, a destra brani tratti dal video di una band chiamata The Postal Service.
Si “assomigliano”, no?

Anche a voler bene (molto bene) la Apple, a quanto quotate la probabilità che si tratti di una pura coincidenza, anche considerando che il regista dei due video è la stessa persona?
Apple, spudoratamente, nega: “insisted it had no prior knowledge of the music video…

No comment….

think different! OK…ma che fine ha fatto la Apple, quella vera, e non questa produttrice di fuffa?

Ritorno dall’Opensource

 Scritto da alle 13:15 del 21/07/2007  Nessuna risposta »
Lug 212007
 

Leggo su Ossblog.it un articolo che riporta la notizia relativa alla decisione della New Zealand Automobile Association di abbandonare OpenOffice per tornare nuovamente a Microsoft Office.
Secondo il loro CIO, infatti, MS Office non è più economico in partenza, ma incompatibilità tra le due suite e costi per il training hanno aumentato il costo della migrazione, convincendo l’organizzazione a tornare sui suoi passi.
A complicare la situazione si è aggiunta la percezione, da parte dei dirigenti, dell’assenza di piani per lo sviluppo del software libero, contrapposta alla roadmap precisa di Microsoft.

Questo offre lo spunto per una riflessione su un problema di cui soffre l’opensource in genere.
Leggi il seguito »