Privacy Policy [FOLBlog] Caduta di un mito (di enrico)

Ricerca in FOLBlog

Caduta di un mito

 Scritto da alle 10:54 del 25/09/2007  Aggiungi commenti
Set 252007
 

Uno dei motivi per cui viene consigliato di passare a Linux e abbandonare Windows è la maggiore sicurezza di Linux rispetto a quest’ultimo e la sua “immunità” ai virus.
Potete immaginare il mio stupore quando ho letto il titolo di questo post:

Protegette la vostra Ubuntu con AVG Antivirus (2/2)

Gulp!
Se Linux non patisce i virus, come ci viene assicurato ogni giorno, che bisogno ci sarebbe di un antivirus?
Senza contare che, data la procedura tutt’altro che banale, son necessarie ben due lezioni (!?) per installare l’antivirus!
Alla faccia dell’usabilità!

Articoli simili:

  16 Risposte a “Caduta di un mito”

Commenti (16)
  1. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.6 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    Invece di sparare idiozia, potresti leggere meglio gli articoli che scriviamo: “Installare Avg è essenziale se scambiate spesso file con utenti Windows, quindi maggiormente esposti al rischio virus. Come sempre la prudenza e la prevenzione non è mai troppa.”

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @Vincenzo Ciaglia
    Ciao Vincenzo.
    Come prima cosa ti pregherei di evitare insulti quando inserisci dei commenti, almeno sul nostro blog.

    Vorrei capire dove sta “l’idiozia” che avrei “sparato”: se Linux è immune ai virus, perchè proteggerlo con un antivirus? Mi sembra una domanda sensata.

    Che c’entra con quali utenti (Windows o MacOSX o Linux) si scambiano files?
    Se Linux fosse immune ai virus, sarebbe….immune ai virus (scusa l’ovvietà), cioè i virus non sarebbero in grado di sfruttare eventuali falle di sicurezza, perchè, evidentemente, queste non esisterebbero! E quindi il virus contenuto in un eventule file infetto sarebbe incapace di agire.
    Evidentemente così non è; nel senso che Linux è, come forse tutti i sistemi operativi, vulnerabile ai virus.
    L’ho sempre accettata come una cosa normale, pur leggendo innumerevoli interventi di persone che asserivano che Linux non è attaccabile dai virus.

    Ti invito poi a spiegarci come farebbe un virus che sfrutta vulnerabilità che solo Windows dovrebbe avere, a rappresentare una minaccia per Linux.

  3. Usando Opera Opera 9.22 con Windows Windows XP

    Eppure non mi pare difficile… Quello che voleva dire Vincenzo è che se scambi files infetti con utenti Windows tu non vieni infetto, ma loro sì, in questo caso quindi Linux si comporta come se fosse infetto distribuendo l’infezione, anche se in realtà è sano come un pesce…

    Inoltre bisogna fare notare che NESSUN software, esclusi forse i programmini di 20 righe che si fanno a scuola, è privo di bug, perciò anche le distro *nix hanno bug, che in alcuni casi potrebbero essere sfruttate da dei virus. Il punto è che se l’utente è consapevole e non usa privilegi di root per installare tutti i files che gli capitano a tiro i virus non possono autoinstallarsi, cosa che è molto più semplice invece su Windows (click sull’allegato, ingresso su un sito contenente un malware). Anche in questo caso un antivirus può essere utile: se devo installare un programma, ma non sono sicuro della sua provenienza… Come faccio a sapere se non sono nel caso sfigatissimo di aver beccato un file con uno dei (rari) virus esistenti per linux? L’unico modo è scansionarlo con l’antivirus.

  4. Usando Opera Opera 9.22 con Windows Windows XP

    Mi sono dimenticato di riportare questa citazione (non mi ricordo di chi, ma un importante informatico):

    L’unico computer sicuro è un computer spento, nel mezzo del giardino, disassemblato, rinchiuso in un involucro a prova di acqua, fuoco, elettricità, urti. Ma potrebbe sempre essere centrato da un asteroide.

    =)

  5. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @zAvo
    Ho letto entrambi gli articoli di Vincenzo.
    So benissimo che i virus, intendendo con questo termine tutti i malware ad eccezione dei rootkit, sono innoqui (o quasi) se si utilizza Linux ben configurato.
    Per i rootkit, il discorso cambia, perchè Linux è vulnerabile quanto gli altri sistemi operativi.
    Però la sensazine che ho ricavato leggendo i due articoli di Vincenzo in questione, confermata sia dal tono del suo commento nel nostro blog, sia dal tono generale di molti suoi articoli e commenti su Tuxjournal, è quella di un pretesto per accanirsi, ancora una volta, contro Windows, in modo esagerato e, a me, incomprensibile se non ricorrendo a “pensieri maliziosi”.
    Non so se in questo modo, così di parte e un tantino superficiale, si riesca veramente a convincere qualcuno che “Linux è meglio”.
    Un vero peccato perchè, leggendo i suoi articoli ho ricavato l’impressione che Vincenzo sia effettivamente una persona preparata; ma a volte scrive articoli…illegibili, che non aggiungono niente.
    Tornando all’articolo in questione, il mio articolo è stato un tentativo di porre in evidenza due problematiche che, a mio parere, Vincenzo non considera adeguatamente.
    Un lettore potrebbe effettivamente porsi la domanda che mi son messo, provocatoriamente, nel mio articolo ed inoltre potrebbe spaventarsi, credo a ragione, dalla complessità dell’operazione proposta.
    Anche perchè uno si potrebbe chiedere: “devo fare tutto sto po’ po’ di roba perchè qualche fesso che usa Windows non si infetti con un virus? E chi me lo fa fare?”.
    Ed effettivamente anche ora la motivazione mi sembra deboluccia. Da qui la sensazione del pretesto per attaccare Windows.
    In secondo luogo dimostrare quanto sia complicato (per un neofita) installare un antivirus (o meglio, quell’antivirus) su Linux non so quanto giovi alla causa.
    Mi dispiace che Vincenzo, invece di sfruttare l’occasione di spiegare qualcosa che, a mio modo di vedere, non appare chiaro dal suo articolo, abbia ceduto alla tentazione, come a volte purtroppo gli accade, di esprimere giudizi sprezzanti.
    D’altronde il mio articolo era scritto con lo stesso tono volutamente ridicoleggiante di quasi tutti i suoi articoli che trattano argomenti analoghi.
    Sono sinceramente convinto che Linux non vada promosso “contro Windows”, ma vada spiegato, a volte anche ripetendo cose che i più ritengono ovvie, perchè per molti ovvie non sono.
    Inoltre va migliorato, e questo può essere ottenuto proprio ascoltando le voci critiche, anzichè seppellirle sotto una montagna di insulti, come quasi sempre accade.
    2° me, un prodotto, se è buono, se è maturo, si afferma; non c’è Microsoft o Apple che tenga.
    Se Linux è ancora relegato a splendido oggettino per pochi smanettoni (le ultime statistiche parlano di 0,77% di diffusione), è perchè ancora non è maturo per il mercato dei desktop, che è quello che tenta di aggredire quando si pone in concorrenza con Windows.
    Questo continuo confronto/scontro con Windows, alimentato da chi ritiene inspiegabile ed immeritato il successo che riscuote Windows, non giova a Linux e non nuoce a Windows.
    A mio modo di vedere, gioverebbe invece un briciolo di apertura mentale ed un mare di pacatezza in più.
    Concludo con una citazione di non-ricordo-chi: il miglior antivirus è il cervello.

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @zAvo
    Scordavo.
    Anche con Windows, a partire da XP, con tutte le migliorie introdotte nel ambito della sicurezza, è molto difficile che un “’utente consapevole che non usa privilegi di root per installare tutti i files che gli capitano a tiro” possa prendere un virus.
    E’ molto più semplice che utilizzando Linux, d’accordo, ma sempre molto molto difficile.
    Lo stesso utente che si infesta il PC con porcherie di ogni genere, va tranquillo che rischierebbe lo stesso risultato anche se usasse Linux.

  7. Usando Opera Opera 9.22 con Windows Windows XP

    Ricorda un paio di cose però: su Windows anche ad un utente che sa quello che fa può capitare che un programma “innocuo” faccia partire l’installazione di un file infetto (solo un esempio, senza poi considerare quanto è facile su Windows modificare i files di sistema, incluse le dll richiamate dal 99% dei programmi)… Inoltre la differenza principale è che Windows ha come utente principale l’admin, perciò chiunque abbia un computer Win non condiviso ha privilegi di root, sempre e comunque, mentre su *nix l’utente del computer non è root, anche se la password coincide… Questo porta ad una serie di svantaggi, tipo dover reinserire la pass tutte le volte, ma porta anche vantaggi non da poco, ad esempio può capitare di cliccare (per distrazione o volontariamente) su un link all’apparenza innocuo su un sito: su Win ci si ritrova con il malware bello e installato, su *nix ci si ritrova una finestrella che ci avvisa della mancanza dei permessi. Lo stesso per i files di sistema: a meno di rootkit (come giustamente dici tu) i files di sistema su *nix sono in una botte di ferro, e non possono essere toccati se non rootando.

    P.S.: Ho volutamente tralasciato la parte di discussione su comportamenti/messaggi di parte/ecc, che mi pare abbastanza OT ed anche alquanto “senza possibilità di evoluzione”

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @zAvo
    Ho sintetizzato tutto questo, dicendo che “…E’ molto più semplice che utilizzando Linux…” (restare infettati da virus, n.d.a.).
    Se ti riferisci a Windows XP, sono d’accordo con te al 100%.
    In Vista infatti il problema che hai giustamente segnalato, legato all’utilizzo dell’utente admin, è stato quasi totalmente risolto (tra l’altro esistono due livelli di utente admin).
    Inoltre con il UAC si è tentato di limitare i diritti di accesso di un utente consentendogli, previo un avviso, di accedere temporaneamente a diritti di livello superiore per completare l’operazione che li richiede.

  9. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.6 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    però l’arroganza nei commenti non la sopporto proprio. E per di più quando si difende un articolo dal titolo costruito proprio per attirare utenza. E ancora di più quando si parla di un articolo uscito su Howtoforge e da cui sono state “pari-pari”, copiate le immagini (nemmeno la voglia di cambiarne il nome del file..) .

    ahhhhh stà fame di successo…

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @Riccardo
    Non capisco se ti riferisci al mio articolo ed ai miei commenti o a quelli di Vincenzo.
    Nel primo caso mi sa che sbagli su tutta la linea.
    E’ possibile che l’immagine sia la stessa presente su howtoforge, ma solo perchè Google Images l’ha trovata. L’articolo su howtoforge non l’ho assolutamente letto.
    Anzi grazie della segnalazione; sito moolto interessante!

  11. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.6 con Ubuntu Linux Ubuntu Linux

    in effetti non ho quotato hai ragione. Mi riferivo al commento di Vincenzo.

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @Riccardo
    Grazie della precisazione.
    Mi ero un po’ preoccupato….

  13. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Linux Linux

    forse non leggerete mai questo post

    cmq gli “antivirus per linux per i i virus di windows” esistono da molto tempo, e servono soprattutto peri i server di posta(es calm AV), per proteggere sempre gli utenti windows (in quanto se nalla posta c’è un malware/virus/spyware/ecc.. se la leggi con linux no ti becchi nulla con win si).
    Cmq le soluzioni come quelle da te citate servono soprattutto in aziende con reti miste ed eterogene, e ce ne son molte, anche per questo il software è difficile da usarte in quanto chi lo usa sono proffessionisti(o presunti)

  14. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.7 con Windows Windows Vista

    @leptone

    “forse non leggerete mai questo post”

    Perchè?

    “cmq gli “antivirus per linux per i i virus di windows” esistono da molto tempo, e servono soprattutto peri i server di posta(es calm AV), per proteggere sempre gli utenti windows”

    Tutto corretto.
    Il problema è che nell’articolo a cui fa riferimento il mio post, si spiega come installare un AV ad un utente desktop medio.
    Perchè? Che se ne fa?

    “Cmq le soluzioni come quelle da te citate servono soprattutto in aziende con reti miste ed eterogene, e ce ne son molte, anche per questo il software è difficile da usarte in quanto chi lo usa sono proffessionisti”

    Ecco confermi in pratica la mia sensazione: si spuega una cosa sostanzialmente inutile alla stragrande maggioranza dei lettori cui ci si rivolge, con il solo obbiettivo di attaccare sterilmente Windows.
    La sostanza del mio articolo è tutta qui.
    Perchè, invece di concentrarsi sulle cose che ostacolano la diffusione di soluzioni gratuite ed opensource, si sprecano così tante energie in futili attacchi, che non fanno altro che alimentare “guerre di religione” che non contribuiscono in alcun modo a far chiarezza?

  15. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.8 con Windows Windows XP

    Trovo errato il titolo e la questione complicatezza dell’installazione dell’antivirus.

    Se leggete bene la seconda parte delll’articolo si parla di errorri nell’istallazione che impediscono l’aggiornamento delle firme, non mi risulta che anche sulle piattaforme windows sia sempre semplicissimo risolvere questi problemi (ricordo un installazione di norton andata a male che mi ha obbligato a formattare e reistallare win Xp).

    E’ vero che linux non sia user-friendly(o for dummies) come windows, ma con le ultime distribuzioni si è avvicinato parecchio(manca ancora un metodo di distribuzione dei programmi unificato).

    Mentre non è vero che Windows vista sia questo gran miglioramento in merito alla sicurezza, l’Uac ad esempio è uno scimmiottamento della gestione di Root nei sistemi Unix-like, una versione for dummies con tutti i relativi limiti(tipo cliccare senza leggere ecc. mentre su linux devi mettere la pass di Root).

    Ho installato diverse distribuzioni sul mio pc (tra cui: mandrake 9, madrivia 2007.1, debian woody e sarge, Ubuntu 7.04 e la slackware 10) e devo dire che a seconda della distribuzione cambiavano le difficoltà con la serie di Mandrake e Ubuntu è molto semplice da installare ed utilizzare a scotto di avere molti tool proprietari, mentre debian e slackware sono piuttosto ostiche, ma una volta a posto diventano stabilissime e molto performanti.

  16. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.11 con Windows Windows XP

    titolo del post fazioso
    post incompleto, superficiale e se possibile più fazioso del titolo
    nn male dai..

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: