Ricerca in FOLBlog

Apple, tutti i nodi vengono al pettine

 Scritto da alle 05:05 del 23/05/2011  Aggiungi commenti
Mag 232011
 
closeQuesto articolo è stato pubblicato 6 anni 4 mesi 4 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

:-)
Son passati 2 anni e mezzo da questo articolo e, magicamente, quelle che allora erano delle mere opinioni –dal mio punto di vista basate su buon senso ed osservazione dei fatti-, si son trasformate in profezie che si sono puntualmente avverate.

D’altronde chiunque, con una dotazione minima di buon senso e lo stretto indispensabile di conoscenze nel settore avrebbe potuto e dovuto fare ragionamenti analoghi, come mi è capitato di leggere di recente.

Cos’è successo?
La notizia di un’esplosione di malware appositamente progettati per i sistemi Apple ha fatto il giro del mondo in men che non si dica.
E così, com’era inevitabile, anche nel Paese delle Meraviglie gli utenti Apple si son resi conto che la presunta maggiore sicurezza dei loro sistemi era nient’altro che un mito artatamente alimentato dal marketing Apple per incrementare le vendite.

A mio modo di vedere ciò che è accaduto era inevitabile per la concomitanza di una serie di fattori:

  • come ho più volte scritto quando ho trattato di questi temi in questo ed altri blog, tecnicamente, i sistemi operativi by Cupertino hanno sempre avuto ben poco da vantare riguardo a questo aspetto (la sequenza di Pwn2Own [1] in cui i sistemi Apple sono stati violati con ridicola facilità, avrebbe dovuto mettere la pulce nell’orecchio)
  • Microsoft non è stata con le mani in mano e, già con Vista, ha fatto passi da gigante in tema di sicurezza; con Windows 7 ha consolidato ed ulteriormente migliorato quanto di buono fatto.
  • La maggiore diffusione dell’accoppiata Mac + iOS ha reso meno efficace lo schermo protettivo assicurato dal principio Security by Minority.
    Dati diffusione sistemi operativi

    S/O

    Agosto 2008

    Aprile 2011

    Windows

    95,12%

    88,91%

    Mac

    3,55%

    5,40%

    iOS

    0,15%

    2,24%

    Linux

    0,82%

    0,94%

    Altri

    0,36%

    2,51%

    (fonte)

E visto l’atteggiamento di Apple –ahimè niente di nuovo-, supportato dal solito autolesionismo dello zoccolo duro, non sembra che le cose siano destinate a migliorare nel breve periodo.

Possibile che per aprire gli occhi occorra che….ci “scappi il morto”?


[1] Pwn2Own è una competizione tra hackers che si svolge annualmente durante il CanSecWest, la celebre conferenza sulla sicurezza dei sistemi informatici.
In questa competizione alcuni esperti di sicurezza tentano di guadagnare il premio messo in palio per chi riesce a violare i sistemi messi loro a disposizione sfruttandone eventuali falle di sicurezza.

Articoli simili:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Wikio
  • Reddit
  • Technorati
  • Segnalo
  • Live
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Pinterest
EmailEmail
PrintPrint
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: