Privacy Policy

Ricerca in FOLBlog

Nov 222007
 

Dopo il polverone pubblicitario ed il can can mediatico, Leopard naviga da qualche tempo sulle acque del mare “Realtà”, sempre meno calme e serene di come ce le aveva dipinte l’ineffabile Steve.
Imbarcava acqua (vedi bug sullo spostamento dei file e firewall “fittizio”) e Apple è corsa a tappare falle.
Con quali risultati è da vedere.
A distanza di qualche settimana, iniziano a saltar fuori resoconti di utenti che si sono avventurati nell’upgrade da Tiger a Leopard. Non sembra tutto oro quel che luccica….
Timidamente, sapendo di rischiare la scomunica per eresia, qualche temerario dice di essersi pentito, di pensare al downgrade (parola che sembrava inventata in seguito al rilascio di Windows Vista) al vecchio caro Tiger…
E, strano a dirsi, gli fanno eco altri Mac-fan che, con tutti i se e ma necessari a non irritare il dio Apple o la schiera di fanatici che si tira dietro, ammettono la loro delusione, pur non azzardandosi a chiamarla tale, per carità, ma facendo ricorso a tutta l’abilita oratoria a disposizione.
Ma deve trattarsi senz’altro di una campagna denigratoria finanziata da Zio Bill….non può essere diversamente!
Altrimenti come si farebbe a spiegare al popolo-dagli-occhi-foderati-di-prosciutto che Leopard è un prodotto come tanti altri, con i suoi pregi e i suoi difetti?

Technorati Tag: Apple , balle rivoluzionarie , humor

Articoli simili:

  14 Risposte a “Apple Leopard: non è tutto oro quel che luccica?”

Commenti (12) Pingbacks (2)
  1. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Sai vero che processore monta l’ibook di Beggi? un potentissimo e fantasmagorico 1,25 ghz Power Pc. Come al solito ci risiamo, non e’ che “e’ tutto oro quello che luccica” hai ragione . Monta Vista su un Pentium III (praticamente come il 1,25ghz dell’IBook) e poi vediamo!! Ti ricordo anche che ha 32mb di scheda video…. Il mio Ibook (lo stesso di Beggi) ad esempio non ha problemi, acquistato 2 anni fa usato, come lui mai formattato. Non ho notato lentezza ne nella wireless, ne collegandomi a risorse condivise. Non ho potuto provare su un Nas.

  2. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.9 con Windows Windows Vista

    @Franco
    E’ qui che ti volevo!
    Nessuno si sognerebbe di negare il fatto che Windows Vista, pensato per PC con una certa configurazione, se installato su un PC datato, rallenta la macchina.
    Mentre uno dei pregi da sempre sbandierati dai Mac-fan è proprio il fatto che anche le più recenti versioni di MacOSX girano tranquillamente su vecchi Mac.
    A quanto pare non è proprio così e, ancora una volta, MacOSX si dimostra essere un prodotto come gli altri: al crescere delle funzioni implementate o della complessità delle stesse, richiede, com’è logico che sia, maggiori risorse di elaborazione!

    Anche mia sorella fa usare alle sue figliolette un vecchissimo Pentium 400MHz con 512MB Ram, acquistato nel 1997, su cui ora è installato Windows XP (che, su quel portatile, risulta molto più performante di Windows 98 e Windows 2000 che ho usato per qualche tempo).
    E proprio avanti ieri l’ho utilizzato per aggiornare il firmware del mio decoder satellitare Dreambox DM 500S, per via del fatto che è l’unico notebook che ho a portata di mano dotato di porta seriale, necessaria per svolgere l’operazione nel modo più sicuro. Sono rimasto sbalordito dalla sua velocità, giuro, non so cosa sia, a quale fortunatissima combinazione di componenti interni lo si debba, ma è velocissimo!
    Questo per dire cosa? Che nonostante sulla base della mia esperienza personale diretta possa affermare che Windows XP gira benissimo su un vecchissimo Pentium 400MHz, so che non posso dedurne una regola generale e che la mia affermazione, pur essendo in grado di dimostrarla, si rivelerebbe non vera per il 99% degli altri utenti!
    Andrea Beggi, segnala un caso personale a cui però si trovano conferme nei commenti al suo articolo ma anche con una semplice ricerca in rete (esempio).
    Nonostante la ritrosia delgli adoratori del dio Apple ad ammettere problemi o la loro tendenza a nasconderli e minimizzarli, è probabile che altre segnalazioni saltino fuori col tempo, com’è normale che accada a tutti i normali prodotti quando approdano sul mercato.

    Il concetto che tento di far passare è proprio quello che Apple fa prodotti normali, con pregi e difetti, come gli altri, ma li presenta come rivoluzionari, i migliori, semplicemente perfetti, con l’evidente scopo di giustificarne il prezzo eccessivo, fuori mercato.
    Tutto ciò che fa Apple, in qualunque settore, è in questa direzione.
    Basta aprire gli occhi per vederlo.

  3. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Ascolta Enrico, io ho parlato da downgrade da Vista a Xp anche sul mio blog , parlavo di computer NUOVI e costretti ad un downgrade per le prestazioni veramente scadenti dell’hardware. Vista ha bisogno di una buonissima macchina. Anche Andrea Beggi in un post ironico del suo blog dice “che computer prendo per far girare Vista? la risposta era “nessuno, non esiste” . Qui parliamo di un computer vecchio, da 1,25ghz, powerpc (architettura vecchia, ora Intel) . La configurazione minima per Leopard parla di un 867 mhz con 512 mb di ram, non distante dal mio iBook e da quello di Beggi. Allora ti ripeto: sul mio funziona (per ora!!) anche io ho notato che e’ piu’ lento, ma almeno riesco ad usarlo! Ti copio-incollo una pagina

    Microsoft garantisce su Vista

    15% più veloce di Windows XP nel lancio delle applicazioni
    velocità di avvio del PC più veloce del 50%
    tempo di resume dallo standby inferiore del 50% (massimo 2 secondi)
    possibilità di aggiornare il sistema con il 50% in meno di riavvi richiesti
    50% in meno nel numero di immagini necessarie ai fini del ripristino del sistema
    risparmio del 75% di tempo per la migrazione verso il nuovo sistema operativo

    Sulla seconda cosa scriverei un poema….. Ho visto PC NUOVI con 2gb di ram e processori dual da 2,16 ghz metterci 2 minuti e passa ad avviarsi, parliamo di sistema NUOVO , non pasticciato.

    Quindi Microsoft intende che lo stesso pc con Xp ci avrebbe messo ben 4 minuti??? Dai per favore!!! Anche tu devi ammettere queste cazzate di Microsoft! Ma ora stiamo uscendo dal senso del tuo articolo.

    Sostengo anche io che Apple fa prodotti normali , Jobs mica e’ un extraterrestre!! Solo che secondo il mio modesto parere, il sistema operativo e’ un passo avanti agli altri. Con pregi e difetti e tutto il resto, questo non posso negarlo, e’ la verita’!!

    PS: appena era uscito Tiger, in rete si leggevano le stesse cose di ora con Leopard. Dopo pochi aggiornamenti (circa 1 mesetto o poco piu’) il sistema e’ tornato snello e non si sentiva la pesantezza. Qui siamo anche al cambio di architettura…..mah…. staremo a vedere…

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.9 con Windows Windows Vista

    @Franco
    Sembra sempre ti sfugga che io non difendo Microsoft a spada tratta contro ogni evidenza!
    Dico solo, anzi lo ripeto per l’ennesima volta, che Apple “prende in giro” i propri clienti appioppandogli un prodotto che non ha niente di rivoluzionario, niente di straordinario a prezzi, questi si, straordinari e troppo spesso ingiustificati.
    Non solo, ma tutta la politica Apple è tesa ad eliminare ogni possibilità di concorrenza in modo da imporre un prezzo di vendita più alto del normale e a costringere l’utente ad ulteriori successive spese, senza la minima possibilità di scelta su cosa acquistare, per poi poter usufruire del prodotto acquistato.
    Non voglio però alimentare una polemica anche perchè l’articolo voleva essere uno scherzoso sfotto’ a chi, molto ingenuamente, ha creduto alle panzane della Apple che, come tutte le altre aziende (forse un po’ più della altre 😉 ), le spara grosse pur di vendere.
    La cosa strabiliante non è questa; lo è il fatto che la Apple è l’unica azienda ad avere un parco clienti così….comprensivo, per dirla in termini gentili.
    Quando qualunque altra azienda al mondo sgarra qualcosa, ci sono schiere di consumatori che protestano.
    Qui, invece, le schiere di consumatori si arroccano in difesa di qualunque cosa provenga da Apple, buona o cattiva che sia, senza nemmeno un barlume di senso critico.
    Oltre ad essere uno straordinario successo del marketing di Apple, che riesce a obnubilare la capacità di discernimento di tante persone, sarebbe un bellissimo tema di riflessione per sociologi.
    Una differenza che mi pare sfugga ai più è che quando Micorsoft rilascia una nuova versione di qualunque suo software, si intavolano infinite discussioni sull’opportunità o meno di acquistare l’aggiornamento e si registra un’enorme resistenza all’adozione del nuovo.
    Per Leopard, ma lo è stato prima per Tiger e lo è per qualsiasi prodotto software o hardware della Apple, questa discussione se avviene, avviene DOPO che si è acquistato il nuovo prodotto!
    Prima non esiste nessuno che si azzardi ad un’analisi preventiva del rapporto costi/benefici.
    Salvo poi non avere il coraggio di ammettere la propria delusione (perche di questo si tratta) quando si scopre che…non è tutto oro quel che luccica (per tornare al tema)!
    A me tutto ciò non sembra ne’ sano (dal punto di vista del consumatore) ne’ normale.

  5. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Non dimentichiamo però che il numero di insoddisfatti di Leopard è molto esiguo… la maggior parte dell’utenza è più che soddisfatta! Io l’ho installato sia sul mio MacBook sia sul mio iMac (quello nuovo Alluminium) e non solo non ho avuto neanche un problema… ma ho avuto notevoli incrementi di performance!
    Il problema semmai è che leopard è un sistema operativo incentrato principalmente su intel e sulgli ultimi ppc rilasciati e quindi probabilmente con macchine più “vecchie” andrà meno bene! Ricordiamo che i “requisiti minimi” sono per l’appunto MINIMI al funzionamento… per avere prestazioni ragionevoli si dovrebbe avere qualcosa in (mi rendo conto che il link che hai postato riporta di problemi su un iBook da 1,25 GHz… quindi ben sopra gli 800 e passa dichiarati…. ma devo dire di aver visto leopard girare su powerbook con ppc di poco potenti egregiamente).
    Un azienda campa di vendite…. è quindi ovvio che cerchi di tirare al massimo i requisiti minimi di un sistema per allargare il più possibile il volume di vendita… sta anche un po’ all’utente il senso critico e considerare che forse 800 Mhz sono un po’ pochini per un sistema operativo del 2007.

    Quindi, al di la del fatto che Apple possa aver barato su come Leopard giri sui sistemi “datati”, mi sembra che dire che Leopard è pieno di problemi quando in realtà solo una piccola percentuale dell’utenza a riscontrato problemi è un attacco gratuito!
    Non so se ci hai fatto caso ma il tuo blog sembra più un “diamo contro apple blog” piuttosto che un blog di informatica generica!

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.9 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    “…mi sembra che dire che Leopard è pieno di problemi quando in realtà solo una piccola percentuale dell’utenza a riscontrato problemi è un attacco gratuito!”

    Infatti non mi pare di averlo affermato.
    Il senso dell’articolo è quello che ho spiegato anche a Franco: occhio gente che Apple è un’azienda come le altre.
    E’ un piacere dialogare con persone come te ma, sinceramente, hai visto l’atteggiamento del Mac-fan medio?

    “Non so se ci hai fatto caso ma il tuo blog sembra più un “diamo contro apple blog” piuttosto che un blog di informatica generica!” “

    Lo ammetto, Apple mi è profondamente antipatica.
    Questa Apple, figlia delle manie visionarie di Steve Jobs, che ci tratta tutti come deficienti, non certo quella vera che, a mio parere, si è estinta quando, con un voltafaccia degno del peggior voltagabbana, ha rinnegato la politica adottata per anni ed abbracciato la piattaforma Intel.
    La reputo una delle peggiori multinazionali sul pianeta per l’atteggiamento che ha nei confronti della sua clientela. Abusa della posizione dominante nel silenzio tombale dei suoi adepti.
    Mi dispiace se do la pessima impressione di uno che non perde occasione di dare addosso ad Apple, ma periodicamente, dopo che ne leggo di tutti i colori, non riesco a resistere alla tentazione di dire la mia.
    Ma se lo faccio nei blog visitati dagli adoratori del dio Apple, vengo regolarmente insultato, senza mai entrare nel merito delle questioni, che affronto sempre dopo essermi documentato.
    Vengo attaccato solo perchè evidenzio qualcosa che non va. Solo perchè oso parlare delle cose che sarebbero da migliorare ad un gruppo di persone in estasi per l’icona saltellante.
    Se leggi il resto dei miei articoli che parlano di Apple, forse riesci a farti un’idea di cosa penso e scopriresti che il mio scopo principale è, in realtà, capire se MacOSX sia una alternativa alle altre piattaforme che realmente val la pena di considerare per “cose serie”, e non solo per far fare album di foto e calendari a mia nonna Abelarda.
    Sono alla ricerca disperata di persone con cui discutere e confrontarmi in merito ad uno strumento di lavoro e di svago; perchè questo per me è il computer; purtroppo invece sembra che acquistare un Mac faccia parte di una religione, di uno stile di vita.
    E’ ciò che Apple vuole far credere per riuscire a far pagare qualcosa anche 5 volte il prezzo normale di mercato.
    Perchè aver fretta di farsi prendere in giro?

  7. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Gurda… io sono utente Mac relativamente da poco… ho cominciato poco più di un anno fa con un MacBook (era un po’ che ero tentato… ma non sono mai stato un grande fan dell’architettura ppc… poi Apple è passata ad intel quindi ho messo da parte ogni remora) e adesso sono anche felice possessore di un iMac (che ha preso il posto del mio vecchio desktop… creatura che avevo costruito con le mie mani). Posso dire di avere ampia esperienza nel settore informatico… ho cominciato con i commodore, poi sono passato agli IBM compatibili (il primo montava i286) con DOS e per finire ho usato tutti i windows a partire dalla 3.1 fino alla XP (ho usato anche le versioni NT e win2000), verso il 2000 ho iniziato ad usare Linux in dual boot (più per passatempo che altro) fino a che non ci ho migrato il mio desktop totalmente a linux nel 2004 (XP sopravviveva ora solo su una partizione del mio portatile di allora).
    All’unversità, ingegneria informatica al politecnico di Milano, (che ormai frequento da 4 anni), ho conosciuto “veramente” Apple (prima sapevo cosa fosse… ma non mi ci ero mai interessato) tramite alcuni compagni ma soprattutto dai miei professori… è impressionante che oltre la metà dei miei professori (tutti ingegneri elettronici che poi si sono specializzati in capo software) usino computer Apple con Mac OS X. Erano tutti estremamente soddisfatti e chiedendo consiglio tutti mi hanno suggerito di passare ad OS X.
    Effettivamente una volta migrato non ho sono più “riuscito” a tornare indietro… avevo la stabilità e le performance che tanto amavo di linux, in una macchina che non mi facesse perdere tempo ogni volta che dovevo fare qualcosa di “nuovo”… per tacere poi dei framework a disposizione degli sviluppatori (eccezionali) e dell’SDK incluso assieme ad OS X.
    Quindi personalmente trovo che davvero Mac OS X sia di tutto un altro livello rispetto a Windows! E non sono uno di quelli che sostiene che windows faccia schifo e si prenda virus di continuo… bene o male in anni di utilizzo l’ultima volta che mi è capitato di prendere virus è stato sul ’98…
    una cosa invece vera è che windows dopo un po’ che lo si utilizza si rallenta ed ha un notevole calo di performance che costringe a riavviare per tornare a “pristina pulcritudine”!
    Taciamo poi del fatto che dopo un anno di utilizzo Windows è mooolto più lento rispetto all’inizio e un bel formattino sarebbe l’ideale… solo che non tutti ne hanno voglia!
    Con OS X tutto ciò non accade…. posso usare OS X per settimane senza riavviare e non ho il minimo calo di performance… rimane come se fosse stato appena avviato! Anche l’utilizzo attraverso i mesi non influisce minimamente le performance del sistema!

    Una delle cose che poi molti criticano a OS X è il fatto di avere meno applicazioni disponibili rispetto a windows…. verissimo ma è un problema relativo!
    Io personalmente non ho bisogno di nessuna applicazione specifica per windows quindi non ho mai sofferto per la cosa! Se qualcuno invece necessita per forza di cosa di usare una determinata applicazione per win… beh vuol dire che dovrà fare a meno di mac!

    In sostanza, per la mia personale esperienza, trovo OS X molto meglio di windows… ma ovviamente è una questione relativa! Se uno usa applicazioni per win che non esistono su Mac (nemmeno equivalenti ed ALTRETTANTO VALIDE) è giusto che resti dovè!

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.9 con Windows Windows Vista

    @Stefano
    E così scopro che siamo “colleghi” di università.
    A me mancano 2 esami e la tesi alla laurea in Ingegneria Informatica (IOL) del Politecnico di Milano!
    A Luglio 2008 conto di terminare.

    Per molte cose le nostre esperienze sono sovrapponibili (è stato il VIC-20 a farmi appassionare all’informatica!): il primo PC su cio ho programmato era un IBM XT con processore a 4,77Mhz e, udite udite, doppio floppy da 5,14″…

    Mi limito ad osservare che in giro si legge anche di qualche utente che invece, con l’uso ha notato un rallentamento delle prestazioni; quindi forse non esiste una regola generale.
    Entro certi limiti è comprensibile che accada, soprattutto se si installano nuovi servizi o programmi in avvio automatico.
    Non so esattamente per cosa usi il PC, ma probabilmente sei uno di quegli utenti per cui il Mac è adattissimo.
    Quel che tento di fare da mesi è appunto di individuare il target a cui la proposta Mac calzi a pennello. Il che si traduce nell’individuare le caratteristiche, i pregi ed i difetti della piattaforma Apple.
    E dato che la consulenza è parte cospicua della mia professione, devo tener conto di tutti gli aspetti importanti per i miei clienti (aziende e professionisti soprattutto).
    Ad esempio, occorre giustificare adeguatamente perchè è utile spendere parecchio di più per avere un Mac.
    Un esempio per tutti: perchè lo stesso HD da 500Gb che pago ovunque circa 100 Euro, se lo compro sull’Apple Store lo pago 319 ( + 219%!!)?
    Non parliamo delle VGA…
    Come giustificare (onestamente) in un preventivo queste differenze abnormi?

    La minore disponibilità di applicazioni per MacOSX è un dato di fatto innegabile.
    Non è una critica, ma solo la constatazione dello status quo, con cui occorre fare i conti.
    Ad esempio, è impensabile proporre un Mac a un ingegnere civile, o ad un architetto, in quanto non esistono per OSX applicazioni al livello di Autocad o Allplan; Archicad, applicazione di punta del settore in ambito mac, non è minimamente paragonabile.
    Stesso discorso per la grafica 3D o per i professionisti quali commercialisti, avvocati, notai.

    Un altro discorso merità la versatilità che consente un PC non Apple.
    Esempio (spero di non annoiare chi rilegge cose che ho già scritto): in tutti i miei PC implemento almeno il Raid 1.
    Lo consiglio anche a tutti i miei clienti, anche su PC in configurazione economica, perchè è un metodo estremamente economico di salvaguardia dei dati.
    Si tratta di spendere qualche Euro in più (meno di 20) per una scheda madre che integri un controller Raid e una 70 di Euro in più per avere 2 HD da 320GB in parallelo anzichè uno solo
    Con un Mac è possibile?
    Con i MacMini e gli iMac no di certo! Forse solo con i MacPro, ma spendendo cifre folli e ingiustificabili.

    Nonostante muoia dalla voglia di avere anche io un Mac, quando penso seriamente all’acquisto mi rendo conto che per me sarebbe una grande limitazione.
    Non sono tipo che si fa incantare da “effetti speciali” fini a se stessi.
    Sono un maniaco dell’usabilità, della personalizzabilità, della versatilità; tutte qualità che trovo difficili da attribuire ai Mac, così chiusi, cosi limitati nella configurazione.

    Comunicazione di servizio
    ieri ho tentato di inserire un commento al tuo post “Una questione di scelta!” per fornirti un’altra possibile interpretazione di ciò che hai argutamente notato.
    Ma, forse a causa di NoScript (plugin di FireFox) che ha bloccato alcuni script, non lo vedo pubblicato.
    Appena riesco a ritagliarmi 5 minuti, prometto di riscriverlo.

  9. Usando Safari Safari 523.10 con Mac OS Mac OS

    Io ho capito da un pezzo la filosofia di Steve. Lui pensa di avere fra le mani l’hardware e il sistema operativo migliore. Questo e’ anche il mio pensiero, e da come leggo sopra, anche di Stefano, sopratutto come dice lui per il sistema operativo. Purtroppo anche io capisco leggendo il tuo blog che sei contro Apple, almeno, ripeto, da quello che capisco leggendo. Io non dico che non ha difetti, li avra’ sicuramente, ma per come ho avuto modo di sperimentare sulla mia pelle, il “sistema mac” cioe’ hardware e software, e’ in generale il miglior prodotto ora in commercio per avvicinarsi al mondo dei computer. Il mac mini e’ piccolissimo, l’imac e’ un monitor (molto piu’ sottile di tanti altri monitor) con dentro un computer, il macpro e’ una macchina da guerra e i portatili hanno durata di batteria che se lo racconti in una piazza ti prendono per eretico e ti danno fuoco…. Enrico, te lo dico sempre….. metti via 2 lire ehm… euro….!!!

  10. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.9 con Windows Windows Vista

    @Franco
    Ora è chiaro che non saremo mai d’accordo su una cosa: per me non esiste il sistema operativo migliore.
    Tu sembra invece sia convinto che Apple sia meglio, punto.
    Secondo me, può essere il migliore per un certo target, ma non in assoluto.
    Quel che sto cercando di capire è appunto qual’è il target per cui la soluzione Apple possa essere la migliore scelta.
    Non metto in dubbio, ad esempio, che per te e Stefano sia la scelta migliore; ti pregherei però di riporre la stessa fiducia quando affermo che per me non lo è.
    D’altronde, anche se arrivi a conclusioni diverse dalle mie, tu stesso sembri pensare che il Mac sia una soluzione per una cerchia di utenti ben determinata: “….e’ in generale il miglior prodotto ora in commercio per avvicinarsi al mondo dei computer…”.
    Questa è la stessa conclusione a cui sono arrivato finora, con una sola precisazione: io direi
    “….e’ in generale il miglior prodotto ora in commercio per avvicinarsi al mondo dei computer ed è disposto a spendere di più…”.
    Il MacMini, che forse pensi sia stato inventato da Apple, esiste da un sacco di tempo e non ha mai avuto successo: per i suoi limiti è adatto ad un ben determinato segmento di utenza che rappresenta una minoranza, una “nicchia”.
    Gli LCD PC (che Apple chiama iMac) esistono da un sacco di anni e, idem, anche loro non hanno mai avuto grande diffusione perchè le loro peculiarità li rendono adatti ad una ristretta e ben determinata fascia di utenza.
    Il grande merito di Steve Jobs è far credere ai propri utenti di avere per le mani un prodotto unico e rivoluzionario, il migliore in assoluto, perfetto o quasi, anche se, a volerla vedere, la realtà dei fatti dimostra spesso che così non è.
    In passato, forse perchè si rivolgeva ad una platea completamente diversa, costituita soprattutto da addetti ai lavori, la cosa non gli è riuscita.
    Oggi forse ha più possibilità di successo.
    Apple non offre scelta ai propri clienti (i modelli sono 3. Prendere o lasciare) per cui, una volta che si crede alla favola che, al contrario della concorrenza, MacOSX sia esente da difetti, ci si trova costretti a non-scegliere tra le non-esistenti alternative, per cui l’utente Apple è più disposto ad adattare le proprie esigenze alla disponibilità offerta dalla casa di Cupertino che ammettere i limiti di una scelta che, tra le altre cose, gli costa di più.
    Questo discorso va bene ed è applicabile ad un certo tipo di utenza.
    Non certo a quella che ha necessità di far quadrare il cerchio (leggi professionisti e aziende); per questa categoria d’utenza quel che guida la scelta è (o dovrebbe essere) il rapporto qualità/prezzo (o costi/benefici); e questo rapporto deve essere valutato oltre che nel breve periodo anche nel medio lungo, considerando tutto ciò che comporta lo scegliere una soluzione piuttosto che un’altra.
    Concludendo, se posso permettermi di comprare un Mac per casa mia, per gusto personale, perchè lo trovo bellissimo e sono disposto ad accettare alcuni limiti (es.: maggiori costi, minore scelta di software) per godere degli eventuali vantaggi reali, e rischiare, in prima persona, che il gioco non valga la candela, non posso invece permettermi nel modo più assoluto di fare consulenza con la stessa leggerezza.
    I presunti pregi (perchè sono tutti da dimostrare, salvo non credere ciecamente alla pubblicità di Apple!) del MacOSX quali sono?
    Che è più semplice da usare (per chi? per tutti o solo per l’utente alle prime armi? Esiste uno studio sull’usabilità che dimostri questo?)?
    Che è più stabile (sicuri che sia più stabile di Linux ad esempio? e di Windows Vista)?
    Che è più sicuro (ne siamo certi?)?
    Che è più affidabile (qualche dubbio forse dovremmo averlo tutti)?
    Di certo costa di più, sia nell’acquisto iniziale che nella gestione nel medio/lungo periodo.
    Di certo la scelta del software è più limitata.
    I pregi che ho individuato fino ad ora non sono tali da giustificare, in modo generalizzato, ne’ il maggior costo ne’ l’abbandono di una piattaforma a favore di un’altra.
    In questi mesi ho circoscritto parecchio il target che ritengo sia quello a cui consiglierei un Mac.
    Non sono arrivato ancora a conclusioni (serve la prova diretta sul campo per un periodo significativo, cioè devo utilizzare un Mac per un periodo sufficientemente lungo), ma le tue considerazioni e quelle di Stefano mi segnalano che sono sulla strada buona.
    Appena avrò concluso la mia ricerca ed avrò ulteriori conferme alle mie conclusioni, sarò felice di discutere anche quelle con voi.

    Per quanto riguarda l’hardware, parlare di hardware migliore è semplicemente fuoriluogo: il 99% dei componenti che utilizzati su MacMini, iMac e Mac PRO è identico a quello disponibile per assemblare un qualsiasi PC.
    Per cui l’essere convinti che l’hardware Apple sia migliore dell’hardware di un PC con analoga configurazione è solo frutto di abili campagne di marketing.

    Sulla durata della batteria non ho nulla da controbattere.
    Mi piace però approfittare dell’occasione per affermare una cosa che, questa si, potrebbe apparire un’eresia.
    Quanti utenti utilizzano il proprio notebook alimentato con la batteria? Sei certo che sia quella la regola? Saresti sorpreso se scoprissi che la maggior perte degli utenti utilizza il proprio notebook alimentato dalla rete elettrica e che solo sporadicamente ne fa uso sfruttando la batteria?
    Anche questo indubbio pregio, perciò, potrebbe non essere decisivo per tantissime persone ai fini della decisione di prendere un MacBook o un notebook Asus (ad esempio)!
    Con questo esempio voglio chiarire un concetto che sta alla base delle mie deduzioni: a volte la presenza di un difetto o un pregio, al lato pratico, non ha necessariamente grande peso in una decisione.
    Occorre analizzare il pregio/difetto alla luce dell’utilizzo pratico che si fa di uno strumento.
    Esempio: se uso il notebook per studiare a casa e mi serve poterlo portare in giro quelle rare volte che ne ho la necessità, è possibile che il fatto che la batteria duri tanto non sia determinante nella scelta.
    Mentre se sono un rappresentante che usa il notebook quasi esclusivamente alimentato a batteria, quell’aspetto è determinante!

  11. Usando Safari Safari 419.3 con iOS iOS

    ciao! Beh permettimi di dire che se uno compra un portatile, lo dice la parola stessa, magari vuole fare un giro in rete mentre é seduto sul divano o come dici tu lavorarci sempre in movimento. Non pensi che vedendo le misere (rapportate al mac) durate della pila, ormai la gente si é rassegnata? Mah…il fatto che l’hardware é uguale non sono d’accordo. La scheda madre dei portatili macbook la fa la asus, ma trovi solo qualcosa di simile, non riesci a fare la stess cosa col pc, forse per accordi in esclusiva, non so! Mi dici poi il macmini dove lo avevi visto prima? Io mai!! Mettimi un linkino! Ciao

  12. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.10 con Windows Windows Vista

    @Franco
    Il senso delle mie affermazioni era un altro.

    Sugli antenati del MiniMac
    Se non ricordo male i primi PC nel formato degli attuali MacMini li ho visti nel 2000.
    Si chiamavano PC Formica avevano dimensione 15,7cm x 14,6cm x 4,6cm (il MiniMac misura 16,5cm x 16,5cm x 5cm), per l’italia li importava la Mitas SpA.
    Nelle condizioni di garanzia resta ancora traccia di questo recente passato (è citato il Formica).
    E’ roba talmente vecchia che è stato difficile anche trovare un’immagine in google.
    Per il momento ti devi accontentare di questa.
    Ma dato che ne abbiamo uno, invenduto da allora, che usiamo per visualizzare pubblicità sui monitor da esposizione, domani faccio la foto e la pubblico.
    Questo link dovrebbe dimostrare che già nel 2004 il PC Formica era roba vecchia…
    Qui trovi un’altra pagina (non so datarla) in cui è presente tra le altre anche l’offerta del PC Formica dela Mitas e da cui ho preso l’unica immagine che son riuscito a trovare.

    Mi credi ora?

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: