Privacy Policy [FOLBlog] Accendo un cero a San Mirror (di enrico)

Ricerca in FOLBlog

Accendo un cero a San Mirror

 Scritto da alle 00:01 del 24/05/2008  Aggiungi commenti
Mag 242008
 

image
Mentre smanettavo col PC, ho sentito un distinto suono metallico provenire dal case del mio PC e contemporaneamente è comparso un inequivocabile popup di Intel Matrix Storage Console che mi avvisava che il RAID era degradato.

imageUno dei due Seagate da 500GB ha tirato le cuoia sotto i miei occhi.

Ho pero’ continuato a lavorare tranquillamente e l’indomani, sostituito l’HD danneggiato (in garanzia) con un HD nuovo, ho riavviato il PC.

Intel Matrix Storage Console mi ha prontamente avvisato che era possibile ricreare il RAID degradato utilizzando il nuovo HD.

Detto fatto. Alcune ore per il resynck dei due HD che hanno solo rallentato un pochino le altre operazioni (installazione di Windows Home Server su VM di VMware che VirtualBox, ecc), et voilà il PC era nuovamente in funzione al 100%, senza aver perso alcun dato ne’ perso tempo se non quei pochi minuti necessari alla sostituzione dell’HD danneggiato.

Accenderò un cero a San Mirror (aka RAID 1) 😉

<Modalità scassaminchia ON>
Per fortuna la stessa cosa non è capitata su un iMac…:-)
<Modalità scassaminchia OFF>

Technorati Tag: Tutto è bene quel che finisce bene,,

[ratings]

Articoli simili:

  10 Risposte a “Accendo un cero a San Mirror”

Commenti (9) Pingbacks (1)
  1. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    Ebbravo Enrico! Peccato che sul mio iMac non ho installato Vista che mi spacca gli hd a furia di farli girare! 😉

    p.s.
    Mai sentito parlare di S.M.A.R.T.?

  2. Usando Safari Safari 525.18 con Mac OS X Mac OS X 10.5.2

    Il RAID è comodo (anche se personalmente preferisco il RAID 5 al RAID 1), però io uso praticamente solo il notebook per lavorare e quindi non è una soluzione praticabile. Quindi accendiamo un cero sperando che il mio hard disk non vada a quel paese perché non è più in garanzia… 😀 per i dati il problema non si pone considerando che giornalmente rsync esegue il backup!

  3. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Windows Windows Vista

    @Shance
    “Peccato che sul mio iMac non ho installato Vista che mi spacca gli hd”

    ROTFL.
    Questa devo annotarla da qualche parte.
    Speriamo che Paperino non legga il commento altrimenti è quasi certo che finisci tra le sue bufale!
    Perchè non fai domanda a Zelig?

    Mai sentito parlare di S.M.A.R.T.?

    Ehm…si certo. Che c’entra questa funzione (implementata in hardware) con il sistema operativo?
    E soprattutto SMART è utile per prevenire quei problemi derivanti da usura e degrado, non certo in caso di rotture come quell a che ho descritto!

  4. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Windows Windows Vista

    @Sirus
    Anche io preferisco RAID 5.
    Quando ho preso questo PC (ha una M/B Asus P5B-E) non erano ancora diffuse a prezzi economici le schede madri che implementavano quel livello di RAID (come ad esempio Asus P5K-PRO).
    Il mio prossimo RAID sarà certamente un 5.

    Anche io ovviamente effettuo dei backup giornalieri (immagini disco con Acronis più backup con l’apposita utility di Windows); ma ritengo che gli scopi del RAID (1, 1 0, 5) e dei backup siano differenti.
    Il RAID esprime la massima utilità proprio nei casi come quello descritto.
    Se non è possibile/conveniente implementare un sistema RAID (da 1 in su), il backup (“tradizionale” o tramite immagini del disco/partizioni) è un ripiego quasi altrettanto efficace.
    Quasi perchè il ripristino da backup fa perdere certamente tutte le modifiche ai dati intervenute tra il momento dell’ultimo backup e quello della rottura del disco.
    Senza contare la differenza di tempo necessaria per rendere nuovamente funzionante il sistema danneggiato.

  5. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Mac OS X Mac OS X 10

    Effettivamente ho trovato un difetto nel mio iMac, manca un LED che mi segnali, come su tutti i pc, quando il sistema accede al disco. Negli ultimi pc, potevano collegarlo acceso fisso, tanto non cambiava nulla, anche quando sono spenti, tanto e’ un LED che consuma pochissimo…

    A parte gli scherzi, per la storia della “modalita’ scassaminchia” , dimmi quanti PC in commercio hanno un RAID hardware o software.

    1 su mille? i portatili poi, zero RAID!

    Non me ne volere, faccio una battuta, potevi scrivere “per fortuna la stessa cosa non e’ capitata su un Acer, piuttosto che su un Toshiba, e cosi’ via….”

    Ahahahahahhahah!!!

    Sono caldo…. faccio un’altra battuta… mentre cambiavi l’HD e RIAVVIAVI Vista, Leopard avrebbe recuperato un backup Time Machine da 1Tera….

  6. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0 con Windows Windows XP

    @ Shance: Vista (o, meglio, Superfetch) non spacca gli hard disk meccanici a farli girare perche’ in questi il motore dei piatti gira sempre, anche in idle (accosta l’orecchio al case). Il loro punto debole e’ il limitato numero di cicli di start/stop, cioe’ di avvio del motore e spostamento delle testine e di parcheggio delle testine e spegnimento del motorino (attorno ai 40-50000 cicli): per la vita utile e’ deleterio spegnere gli hard disk ogni 5 minuti per poi riaccenderli al prossimo accesso (es. profilo “Portatile/laptop” del risparmio energetico di Windows XP) piuttosto che lasciarli in idle.

    @ Enrico: il raid e’ solo uno stratagemma per aumentare l’affidabilita’ del sistema di strorage interno. Se, per sfortuna, l’alimentatore avesse ceduto e avesse rilasciato pericolose scariche sulla linea a 5V (esistono dei precedenti: i pericolosi Bestec da 250W montati da alcuni oem come HP-Compaq, eMachine, Gateway e Dell), quasi sicuramente avresti perso entrambi gli hard disk e avresti potuto ripristinare i dati solo da un backup.
    Quindi leggere che il backup e’ un ripiego altrettanto valido per un raid mi lascia perplesso: il raid consente l’utilizzo del computer anche in caso di uno (raid 1 e 5), due (raid 6) o piu’ (array di raid come 0 1) dischi guasti, il backup consente il salvataggio dei dati su supporti esterni; dire che sono sovrapponibili e’ una sovrastima del raid e una denigrazione del backup.

    Edward

  7. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows XP

    @Edward
    La mia era una mera battuta, in risposta alla modalità “scassaminchia” di Enrico. Grazie comunque per le precisazioni.

  8. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Franco
    “…dimmi quanti PC in commercio hanno un RAID hardware o software…”

    Non c’è configurazione proposta ai miei clienti che non preveda almeno il mirror.
    La sua impementazione è divenuta talmente economica che non realizzarla è semplicemente stupido.
    Per i portatili, il discorso cambia.
    Non c’è verso spesso di convinvecere il cliente che il portatile NON E’ un valido sostituto del desktop in moltissimi casi (a naso la stragrande maggioranza).
    Soprattutto se si vuole utilizzare il portatile per gestire dati “importanti” (ma alla fine quali non lo sono?).
    In quel caso, dato che non c’è alternativa, ci si “accontenta” di efficaci soluzini di backup. E in caso di crash del disco si ripristina il backup.
    Esattamente come è costretto a fare chiunque acquisti un PC in cui non è possibile installare più di un HD.

  9. Usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 2.0.0.14 con Windows Windows Vista

    @Edward
    “il raid e’ solo uno stratagemma per aumentare l’affidabilita’ del sistema di strorage interno…”

    D’accordo. Ma toglierei dalla frase il “solo” e sostituirei “uno stratagemma” con “una tecnica”.
    Anzi affermerei senza esitazioni che si tratta della “tecnica più efficace ” per incrementare la realiability dello storage interno!

    IL RAID ed il backup non sono tecniche esclusive o incompatibili, ma complementari, da utilizzare abbinate, perchè in pratica, hanno scopi parecchio diversi.
    Nessun metodo è meglio dell’altro in assoluto, dipende dai casi.
    Se cancelli/modifichi per errore un dato questo viene cancellato/modificato su entrambi i dischi che implementano il RAID; in quel caso il Mirror è inutile e tecniche come Previous Version di Vista o Time Machine di Lopard sono spesso anche meglio di un ripristino da copie di backup.
    Nel caso descritto dall’articolo il RAID (una qualunque implementazione che preveda ridondanza dei dati) è la soluzione ideale; il massimo si ha se accoppiato ad hardware che consente la sostituzione degli HD “a caldo”, senza cioè che sia necessario spegnere il computer per sostituire l’HD danneggiato.

    Nel caso si danneggi altro hardware in modo tale da procurare danni tutti gli HD coinvolti nel RAID (evento, per altro, molto ma molto meno frequente della “semplice” rottura di un HD), va da se l’unica soluzione è il ripristino da un backup. Non ci piove.

    L’ideale sarebbe poter fare il Mirror su storage esterno in modo da rendere totalmente indipendente (statisticamente) la probabilità di guasto tra computer e sistema RAID.
    Al momento le prestazioni ottenibili con hardware “alla portata di tutti” (cioè abbastanza economico) la rendono una pratica suicida che renderebbe inutilizzabile la macchina di cui i dati so vogliono salvare i dati.
    Soluzioni di questo tipo (costosissime) però sono implementate già da tempo per grossi server.
    Anzi son convinto che nel futuro assisteremo ad una progressiva delocalizzazione dei dati su periferiche “esterne” (ivi compreso il network storage accessibile via Internet).

 Lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: